Le zanzare in Finlandia

Le leggendarie zanzare finlandesi, sono davvero temibili come si dice?

La Finlandia, anche a causa dell’estensione delle sue aree naturali, ospita tutta una serie di insetti particolarmente irritanti. Difficili da notare se rimanete nei pressi dei maggiori centri abitativi, vi perseguiteranno in estate in paesi più piccoli, in campagna e nelle vicinanze dei laghi.
Fatevi mangiare vivi da sciami di zanzare!
Le zanzare in Finlandia

Fra gli animali più temibili ci sono sicuramente le zanzare finlandesi, che nell’immaginario comune sono fra le più feroci del mondo. Le zanzare, o hyttyset in finlandese, sono particolarmente comuni nella stagione estiva nelle vicinanze dei laghi e in Lapponia, soprattutto dopo un rovescio temporalesco. Le specie finlandesi non sono pericolose in senso stretto (non trasmettono malattie come la malaria, ad esempio), ma sono famose per il singolare suono che producono mentre puntano la preda, e i loro morsi possono causare forti pruriti.

Come di consueto anche le zanzare finlandesi sono più attive nelle ore che precedono l’alba e il tramonto…peccato che nell’estate finlandese il concetto vada ad allungarsi significativamente durando moltissime ore!
Se avete deciso di passare Juhannus (solstizio d’estate) in un cottage, in un parco nazionale o comunque non in città, ricordate di portare tutto l’occorrente per proteggervi efficacemente dalle zanzare:

– repellente spray
– anti-allerergici
– magliette con maniche lunghe e pantaloni lunghi
– cappello protettivo con retina per le vacanze più estreme

I negozi finlandesi vendono varie sostanze repellenti: fate attenzione però se le spruzzate sopra a certi tessuti, come ad esempio calze di nylon, potrebbero danneggiarli. L’antizanzare Off, la cui vendita è illegale in molti paesi, è sicuramente il più venduto ed utilizzato.

Se siete avventurosi e volete girare la Finlandia in tenda, assicuratevi di avere perlomeno il retino protettivo anti-zanzare, o le vostre notti potrebbero trasformarsi in un vero e proprio inferno. Anche alcuni anti-allergici potrebbero essere utili, in quanto sono in grado di neutralizzare i morsi delle zanzare a priori.

Le zanzare a Helsinki

Girando per Helsinki, in qualunque stagione, non avrete mai il problema delle zanzare. Potreste essere punti, questo sì, ma è più un evento raro. Il problema zanzare si verifica solo spostandosi in zone di campagna, appena fuori i centri abitati.

Un altro tipo di insetto finlandese particolarmente temuto è lo hirvikärpänen, una specie di mosca che si lancia fra i capelli o nelle barbe perdendo le ali e andando a nascondersi in profondità. Vivono principalmente nelle foreste, e raramente mordono gli umani, essendo gli animali le loro “vittime” naturali. Nello sfortunato caso in cui doveste incontrarne uno, ricordatevi che potete usare un pettine per zecche per rimuoverlo.

La Fauna Finlandese

La fauna finlandese

La Finlandia si trova molto al Nord e parte del territorio si trova al di sopra del Circolo Polare Artico. Proprio per questo la fauna è molto diversa da quella a cui siamo abituati in Italia ma non aspettatevi di certo di trovare orsi polari e pinguini.

La Finlandia: un mondo magico dove gli animali non hanno paura degli uomini

Il cigno in Finlandia

Il cigno è considerato l’animale nazionale simbolo della Finlandia, raffigurato anche nella moneta da un euro. Il cigno (joutsen) è presente sia nelle città che nelle foreste finlandesi. Il suo habitat naturale è nei pressi di bacini d’acqua come laghi o sulle rive mare. Non è raro incontrare numerose famiglie sia nei parchi delle maggiori città sia nei boschi.

L’orso in Finlandia

L’orso (karhu) è un animale rispettato. Sebbene sia molto difficile avvistare un orso (si stima siano presenti solo 900-1300 esemplari sul territorio finlandese), nei giornali capita spesso di leggere di avvistamenti di orsi bruni ai margini del centro delle maggiori città. Fondamentalmente gli orsi sono diffusi su tutto il territorio finlandese, ad eccezione delle isole Åland. La loro caccia è regolata da norme severe. E’ possibile acquistare carne di orso presso alcuni mercati e negozi come i grandi magazzini Stockmann. La parola finlandese per indicare l’orso (karhu) dà anche il nome ad una famosa birra locale.

La volpe in Finlandia

La volpe (kettu) è un animale diffuso in Finlandia. Sebbene non sia così frequente l’avvistamento di una volpe nel centro cittadino, come in Inghilterra, questi animali si avvicinano spesso alle città e capita, raramente, di incontrare una volpe in un parco al centro di Helsinki.

Il lupo in Finlandia

Il lupo (susi) è sempre stato temuto dai Finlandesi. In Finlandia è presente il lupo grigio, ma non è così frequente incontrarlo nelle foreste.

La renna in Finlandia

La renna (poro) è un animale presente unicamente in Lapponia, e il loro allevamento è una delle attività principali dei Sami, o lapponi. Le renne sono molto pericolose per gli automobilisti in quanto attraversano la strada in modo scomposto. Si consiglia sempre molta prudenza quando si deve guidare in zone dove ci sono renne.

La carne di renna può essere acquistata in tutti i negozi, mercati e supermercati. I Finlandesi la utilizzano anche per condire una pizza, chiamata pizza Berlusoni.

L’alce in Finlandia

L’alce (hirvi) abita le foreste finlandesi e ogni anno, prima che inizi la stagione di caccia, un apposito ente definisce il numero di alci che è necessario abbattere in modo da mantenere un equilibrio nella popolazione. Non spaventatevi se guardando fuori dalla finestra di una casa in campagna, nel mezzo della notte, vi capiterà di guardare negli occhi questo grande animale dalle possenti corna. Le alci si avvicinano alle abitazioni delle case in campagna e scappano non appena entrano in contatto con l’uomo.

Pinguini e orsi polari in Finlandia

Ci dispiace informarvi che in Finlandia non ci sono pinguini. Se cercate dei pinguini dovete andare al Polo Sud, in Sud Africa e in Patagonia.

Una leggenda metropolitana, forse iniziata in America tramite una pubblicità, ha convinto molte persone che in Finlandia si possa incontrare l’Orso polare. Purtroppo no, gli orsi polari non vivono in Finlandia e non ci hanno mai vissuto.

La foca in Finlandia

Nella regione dei laghi, a Est di Helsinki, vive la foca dagli anelli. La foca dagli anelli (Saimaan norppa) è unica nel suo genere in quanto appartiene ad una delle tre specie di foca, il cui habitat naturale è il lago e non il mare. Il numero delle foche si aggira sui 300 esemplari ma viaggiando in traghetto lungo il bacino del lago Saimaa non è raro avvistarle.

Sulle spiagge costiere finlandesi capita di avvistare foche marine. Su una spiaggia vicina ad Helsinki, il Primo aprile di qualche anno fa è stata trovata una foca e molti giornali ne hanno pubblicato la foto, ma in molti hanno pensato che si trattasse di un pesce d’aprile.

Il salmone in Finlandia

Le acque finlandesi sono il paradiso dei pescatori e il salmone può essere pescato pressoché ovunque lungo le coste finlandesi. Il salmone è presente in gran numero nella costa sud-occidentale e nei pressi dell’arcipelago delle isole Åland. Il salmone più grande pescato in Finlandia, lungo il fiume Tornio, pesava 42kg.

La trota in Finlandia

In Finlandia troviamo sia la trota fario che la trota di mare. Le trote che è possibile pescare nel mar Baltico sono molto più grandi delle trote pescate in lago in quanto nel Baltico hanno a disposizione molto più cibo, potendo banchettare tra i banchi di aringhe.

Il luccio in Finlandia

Il luccio (hauki) è uno dei pesci più diffusi nella acque dolci finlandesi. L’hobby della pesca sportiva dà grandi soddisfazioni in quanto questi pesci sono molto grandi (quasi fino ad un metro) e fanno molta resistenza durante la pesca. Non hanno però un buon sapore, quindi la sfida è meramente volta al pescarli e rilasciarli subito dopo.

Lo scoiattolo

In Finlandia, lo scoiattolo (orava) non ha paura dell’uomo. In molti parchi capita spesso di vedere scoiattoli arrampicati addosso ai bambini in cerca di qualcosa da mangiare. Da segnalare che in alcuni parchi come il parco nazionale di Nuuksio vive una specie di scoiattolo, lo scoiattolo volante, così chiamata perché riesce a compiere grandi balzi planando da un albero all’altro.

Conigli e lepri

Non di rado, passeggiando al centro di una città finlandese, capita di imbattersi in conigli o grandi lepri. Questi roditori si riproducono in grande quantità e per città come Helsinki questo causa spesso problemi tanto che l’amministrazione è costretta ad abbatterli prima che si riproducano in modo incontrollato.

Nel libro “L’anno della lepre” (Jäniksen vuosi in finnico), dell’autore finlandese Arto Pasilinna, racconta la storia di un uomo e di una lepre ed è un libro molto popolare anche in italia.

Le zanzare in Finlandia

D’estate una passeggiata nei boschi finlandesi può trasformarsi in un incubo se non si è dotati della giusta attrezzatura (abbigliamento e spray repellenti). La zanzara (hyttynen), proliferando in zone dove ci sono molti bacini d’acqua stagnante, trova terreno fertile in Finlandia e alcune serate estive si caratterizzano per punture continue. A volte è quasi impossibile rimanere all’aperto.

Le zecche in Finlandia

La zecca (punkki) è diffusa in Finlandia. Questi parassiti possono veicolare con il loro morso numerose malattie, anche molto gravi, come ill morbo di Lyme o l’encefalite da zecca. Durante l’estate, le escursioni e le attività all’aria aperta comportano il rischio di essere punti da questi animali. Per questo motivo i genitori controllano sempre i bambini quando tornano a casa per controllare che non abbiano portato con sè sgraditi “ospiti” attaccati alla cute. Nelle isole Åland le zecche sono particolarmente diffuse.

Serpenti Velenosi

In Finlandia è diffusa solo una specie di serpente velenoso, la vipera (kyykäärme), la cui popolazione è in continua diminuzione. I morsi sono letali solo per i bambini e gli animali domestici, ma ad ogni modo fate sempre attenzione quando camminate d’estate in un bosco e nelle zone rocciose.

Ragni e Scorpioni

Nelle case in città non capita mai di vedere ragni o scorpioni. Gli scorpioni sono sconosciuti in Finlandia, e raramente si vedono ragni.

Il Leone, simbolo della FInlandia

Il leone non fa parte degli animali che vivono in Finlandia (ne esiste un esemplare allo zoo di Korkeasaari, a Helsinki), ma esso campeggia al centro dello stemma araldico della nazione. Può far sorridere il fatto che un Paese freddo come la Finlandia abbia adottato proprio il leone come suo simbolo.

Gli uccelli in Finlandia

Numerose specie di uccelli vivono in Finlandia. Il gallo cedrone (metso), celebrato anche in quadro presso il museo Ateneum di Helsinki, il falco pescatore, il fringuello, la gazza, il picchio, il gufo. Il bird watching è molto praticato in Finlandia.

Ci sono anche numerosi esemplari di papere, anatre e gabbiani, facilmente avvicinabili dall’uomo, specialmente in estate.

Cani e Gatti randagi in Finlandia

Da segnalare che in Finlandia non esistono gatti e cani randagi. Cani e gatti sono adottati come animali domestici, anche dai numerosi single, sono sempre di razza pura e mai incroci.

Nei boschi e nella tundra finlandese è possibile incontrare anche la lince, il porcospino e il lemming.

Le stagioni in Finlandia

Le Stagioni in Finlandia

Alcuni dicono che le stagioni in Finlandia sono solamente due: estate e inverno. Forse un’esagerazione, visto che alcune annate fanno pensare il contrario…
Inverno lungo e rigido, estate corta ma luminosissima e assolutamente splendida: benvenuti in Finlandia!
La scansione delle stagioni finlandesi non assomiglia a quella a cui gli italiani sono abituati.

L’inverno in Finlandia

L’inverno è, come risaputo, lungo, freddo e buio. Sebbene per definizione inizi il 21 dicembre, già ottobre e novembre sono mesi pienamente invernali. Nel momento di massima intensità, le temperature possono raggiungere, ad Helsinki, anche -25 gradi, mentre altre zone più a nord scendono tranquillamente fino a 30 gradi sotto lo zero. Le precipitazioni nevose vanno ad anni alterni, con annate record (2009-2010) con così tanta neve che i cumuli si sono sciolti solo in piena estate. Negli anni peggiori, invece della neve, scende un nevischio a metà fra pioggia e ghiaccio, chiamato räntä. E’ opinione comune che la räntä sia un’alternativa ben peggiore della neve poiché contribuisce ad ingrigire il paesaggio, mischiandosi molto più velocemente con sabbia e fango. Soprattutto nelle città costiere (come Helsinki, costruita peraltro in grandi “canaloni”) il vento in inverno è un problema fastidioso che abbassa notevolmente la temperatura percepita. A Nord del Circolo Polare Artico, parte dell’inverno viene definita “notte polare” (kaamos in finnico), che identifica quel periodo in cui il sole non sale mai sopra l’orizzonte. Al punto più a Nord della Finlandia la notte polare dura fino a 51 giorni, mentre a Sud il giorno più corto prevede comunque almeno sei ore di luce.

La Primavera in Finlandia

In primavera le temperature spaziano dagli 0° ai 10°C, a seconda dell’annata. A Sud la stagione inizia già ad aprile, mentre a Nord non ce ne è traccia fino a maggio. In Finlandia la primavera è una stagione di transizione, dove la neve inizia a sciogliersi, i laghi non sono più ghiacciati e le piogge sono di solito frequenti. Non è raro arrivare a Vappu (1 maggio) senza aver visto un solo giorno di sole!

L’Estate in Finlandia

L’estate è senza ombra di dubbio la stagione migliore per visitare la Finlandia ed è talmente luminosa da compensare i lunghi mesi invernali. Le temperature sono quasi sempre sopra i 10°C e possono raggiungere anche i 25-30°C. La stagione inizia generalmente a fine maggio e dura fino a metà settembre, anche se non è raro avere una seconda parte di agosto dove abbondano le precipitazioni. La principale attrattiva dell’estate finlandese, oltre ad un generale buonumore dei Finlandesi, è la quantità di ore di luce, nettamente sopra la media mediterranea. Nel giorno più lungo, il sole brilla per ben 19 ore consecutive. Nei due mesi estivi la Finlandia si trasforma: la gente passa moltissimo tempo all’aperto (i parchi sono una delle mete preferite), iniziano i numerosissimi festival musicali e le terrazze fuori dai bar sono sempre gremite di gente desiderosa di fare amicizia. Se invece avete intenzione di recarvi nei pressi un cottage, tenete presente che le zanzare finlandesi, soprattutto vicino ai laghi, sono particolarmente temute per la loro ferocia. Vi consigliamo quindi di munirvi di un potente anti-zanzare o, in caso di passeggiate nei boschi, di un cappello dotato di retina protettiva per il volto.

L’Autunno in Finlandia

In autunno, che parte a volte già dalla fine di agosto, le temperature scendono nuovamente sotto i 10 gradi, ricominciano le piogge e, nelle annate particolarmente fredde è possibile vedere i primi fiocchi di neve già in ottobre. In autunno è la Lapponia la protagonista della Finlandia: durante la Ruska, così viene chiamato questo periodo in Lapponia, le foglie cambiano colore e l’intero territorio lappone si presenta agli occhi dei visitatori come un’immensa distesa di verde, gialla, rossa e marrone. Uno spettacolo davvero unico per gli amanti della natura e del trekking.

La temperatura più bassa mai registrata da una stazione metereologica in Finlandia risale al 1999, ed è di ben -51,5 °C al Nord, in Lapponia.

Estate in Finlandia

L’Estate finlandese: quando la natura e l’uomo si amano davvero

L’estate finlandese, seppur breve, è la stagione che i Finlandesi aspettano maggiormente. In una giornata estiva di sole qualunque area verde delle città è invasa da Finlandesi pronti con la loro coperta ad organizzare un pic-nic ad ogni ora del giorno…visto che il sole non tramonta mai.

Giornate che non finiscono mai, sole di mezzanotte, pic-nic, festival, visitare la Finlandia d’estate è un’esperienza indimenticabile.

D’estate la Finlandia e i Finlandesi si trasformano completamente. Non c’è più traccia della neve e i Finlandesi, sapendo quanto sia breve questa splendida stagione al Nord, ne godono ogni singolo momento.

L’aspetto più particolare dell’estate finlandese è caratterizzato dalla lunghezza delle giornate: in molte parti della Finlandia il sole non tramonta. Parliamo infatti del famoso sole di mezzanotte e cioè quando a mezzanotte (per via dell’ora legale il fenomeno si manifesta all’una di mattina) il sole rimane ancora sopra l’orizzonte. In pratica non c’è tramonto e il sole invece di tramontare e nascondersi dietro l’orizzonte inizia ad ergersi di nuovo. La notte, d’estate in Finlandia, non scende mai .

Giornate di 24 ore permettono ai Finlandesi di godere a pieno della natura, di cui sono grandi amanti. Molti Finlandesi partono per una gita nei cottage estivi: niente di meglio di una vacanza lontano da tutto e tutti e dove la sauna e il bagno nel lago sono all’ordine del giorno.

I Finlandesi amano nuotare. D’estate la temperatura del mar Baltico varia riscaldandosi un po’ ma sono i laghi a farla da padrone. Le acque di molti laghi raggiungono una temperatura che permette di nuotare piacevolmente, cosa non possibile o proibitiva durante il resto dell’anno, quando le acque sono fredde o spesso ghiacciate.

Il calendario delle manifestazioni è vivissimo e in tutta la Finlandia vengono organizzati numerosissimi festival, musicali e non.

Quello che colpisce è vedere ogni singolo angolo verde nelle città invaso da numerosissima gente. Pic-nic improvvisati: basta una coperta, un cestino con qualcosa da mangiare, magari accompagnato da un po’ di alcool, e interi pomeriggi con gli amici vengono passati a chiacchierare e a godersi il meraviglioso spettacolo della Finlandia d’estate. E durante tutta la giornata è possibile acquistare presso le bancarelle sparse in ogni parte della città fragole, ciliegie, bacche provenienti dai boschi finlandesi e delle fave dolci vendute fresche nei loro baccelli verdi.

Unica nota negativa dell’estate finlandese? Le zanzare! Se passate tutta l’estate in città, potreste non notarle eccessivamente. Se invece organizzate un’escursione in campagna o a passate un fine settimana vicino ad un lago e vi accorgerete di come anche i repellenti più potenti non terranno lontani a lungo questi piccoli voraci insetti.

In Finlandia vengono venduti spray contro le zanzare che sono illegali in altri paesi. Ma in Lapponia questo problema è serio e spesso è necessario indossare maniche lunghe e cappelli con visiera e retina per evitare di essere punti continuamente