Il mökki: il cottage finlandese

Il cottage: un’esperienza veramente finlandese a stretto contatto con la natura

Andare al cottage (mökki in finlandese) è una delle più diffuse usanze finlandesi. In un Paese tra i più moderni al mondo, i Finlandesi amano ancora immergersi nella pace dei boschi e ricordare come si viveva secoli fa.
Rilassarsi al mökki tra il caldo vapore della sauna e la fresca acqua di lago!

Cottage finlandese sul lago al tramonto
Se girate per la Finlandia e guardate attentamente sulle coste degli innumerevoli laghi immersi nel verde, potrete notare delle casette di legno, circondate solamente da una fitta foresta di pini, abeti e betulle. Sono i famosi cottage finlandesi: i mökki.

La tradizione dei cottage in Finlandia è antichissima e viva ancora oggi, perché i Finlandesi sono molto legati alla natura e amano staccarsi dalla vita quotidiana per passare un po’ di tempo nella quiete della foresta, a volte anche da soli.

I cottage in Finlandia

Quanti cottage ci sono in Finlandia? Nel 2006 si contavano in Finlandia quasi 500.000 cottage, concentrati su tutto il territorio finlandese, ma soprattutto nella zona Sud-Occidentale e in Carelia.

Cosa c’è nei cottage finlandesi?

Il classico cottage finlandese è una modesta casetta di legno con una o due camere da letto e una cucina grande con il focolare a legna. Manca la luce elettrica e i comfort sono ridotti al minimo. Molti dei mökki odierni altro non sono che le case in cui viveva la maggior parte dei finlandesi fino all’urbanizzazione del dopoguerra, coltivando i campi, allevando il bestiame e pescando occasionalmente.

La sauna, immancabile, è di solito staccata dalla casa principale e molto vicina al lago o al mare. Le saune dei cottage sono tutte a legna e potrete notare la differenza di profumi e di atmosfera rispetto a quella elettrica.

Nel vero mökki è difficile trovare acqua corrente, specialmente in quelli che sono situati su isole dove non c’è né elettricità né tubature idrauliche. L’acqua viene spesso raccolta dalle grondaie in contenitori molto grandi (che possono raccogliere anche più di 20 litri).

Un metodo tradizionale per avere acqua pulita è quello di scaldare l’acqua (portandola ad ebollizione) in una caldaia metallica riscaldata a legna posta all’interno della sauna. Ad ogni modo, nella maggior parte dei mökki è spesso presente almeno un rubinetto esterno dal quale è possibile rifornirsi di acqua fresca e potabile.

Il wc si trova all’esterno ed è sostanzialmente una latrina a secco riparata in una piccola casetta di legno (ulkohussi): per eliminare i cattivi odori si gettano nel secchio corteccia d’albero triturata e foglie di betulla secche.
Ma ovviamente il progresso si è abbattuto anche sulle tradizioni finlandesi e sono relativamente pochi i cottage che seguono questi canoni: oggi parecchi mökki hanno accesso alla rete elettrica e alcuni anche l’acqua corrente, ma non quella calda, che viene ricavata ancora dalla sauna e raramente con un boiler elettrico.

Quando vanno i Finlandesi al cottage?

Come regola, ogni volta che vogliono staccarsi dalla frenetica vita quotidiana. Ogni estate chi ha un mökki, vi passa almeno qualche fine settimana, la festa di S.Giovanni (Juhannus in finlandese) o perfino un mese intero! Anche a Natale e a Pasqua alcuni Finlandesi, specie i più anziani, si recano nei loro cottage in riva al lago.

Cosa fanno i Finlandesi al cottage?

L’attività principale e quotidiana è senza dubbio la sauna, che viene accesa una o due volte al giorno, di solito la mattina e la sera. Il turno in sauna viene naturalmente alternato al bagno nel lago o al mare, e reso più piacevole da una birra fresca. Di solito al cottage ci sono anche piccole barchette a remi, che vengono usate per andare a pesca o semplicemente per fare una gita al lago. Inoltre, si possono fare lunghe passeggiate nella foresta, raccogliendo erbe, bacche di stagione o funghi.

Immancabile soprattutto d’estate sono i piccoli falò in cui abbriustolire i makkara, le salsicce finlandesi. Molti mökki prevedono anche una vera e propria griglia, per mangiare all’aperto con la luce del sole di mezzanotte, bevendo birra e viina, l’acquavite finlandese.

Affittare un cottage

E’ facile affittare un cottage in Finlandia, ma dovrete stare attenti a prenotare con buon anticipo, nel caso andiate in qualche periodo particolare, come Juhannus.

E’ di solito abbastanza difficile raggiungere i cottage con i mezzi pubblici – la fermata del bus più vicina potrebbe essere a qualche chilometro dopo un lungo sentiero nella foresta-, per cui conviene senza dubbio andare in macchina.

Conviene inoltre portarvi dietro tutto quello di cui potreste avere bisogno, poiché il negozio o farmacia più vicina può distare parecchio. Non dimenticate l’essenziale carta igienica, l’acqua e prodotti contro le zanzare che in Finlandia d’estate sono endemiche e molto aggressive.

Ci sono parecchi siti internet dove poter affittare un cottage in Finlandia. Troverete tutte le informazioni di cui avrete bisogno, come dimensioni, locazione, servizi e perfino la distanza dal cottage del vicino, che è di almeno 50 metri! Di seguito ve ne riportiamo alcuni, da cui potete trovare anche informazioni in inglese:

http://www.mokkiloma.net
http://www.huvila.net/english.htm
http://www.finnishlakesidecabins.com/
http://www.cottageinfinland.com/
http://www.lomarengas.fi/

Una volta i bambini venivano alla luce nella sauna. Poiché è un luogo ad alta temperatura, la sauna era il posto più igienico della casa. Inoltre era facile reperirvi acqua calda, continuamente prodotta dalla caldaia.

Il Finlandese in vacanza

Grande amante della natura, il Finlandese predilige spesso vacanze a stretto contatto con foreste e laghi. Ma anche le grandi città del mondo sono mete molto ambite.

La vacanza tradizionale del finlandese medio è per la maggior parte delle volte caratterizzata da una visita all’amatissimo mökki, il cottage di campagna. I Finlandesi sono però gente molto attiva, che ama esplorare la propria natura ma anche il mondo al di fuori della Finlandia. Per questo anche le vacanze all’estero sono molto popolari tra tutti i Finlandesi.
I Finlandesi amano utilizzare le loro vacanze al meglio. Che la vacanza sia a centinaia o migliaia di chilometri di distanza non importa! Se si prendono le ferie, l’importante è godersele, anche nel giardino di casa!

FInlandese in vacanza - la lapponia
Un esempio tipico di vacanza finlandese è la tradizionale visita al mökki, il cottage di campagna. Quasi ogni famiglia finlandese ne possiede uno ed è tradizione che parte delle vacanze vengano spesso spese qui. Nella stragrande maggioranza dei mökki sono presenti almeno una sauna e spesso l’annesso laghetto e un barbecue formato gigante per le grigliate a qualsiasi ora della giornata.

Il Finlandese ama moltissimo trascorrere le vacanze anche in altri posti all’interno della Finlandia. Le mete nazionali sono molto popolari, specialmente tra le vecchie generazioni, abituate a non viaggiare troppo. A questo fine, molti finlandesi residenti fuori dall’area di Helsinki possiedono spesso un camper. La vacanza in camper è infatti una delle vacanze piu tipiche e molto in auge negli anni Settanta e Ottanta.

Un altro tipo di vacanza molto comune sono le camminate di trekking o hiking, soprattutto in Lapponia dove ci sono percorsi di svariati chilometri che possono durare anche giorni interi. I Finlandesi sono persone sportive, molto attive ed abituate ad essere a contatto con la natura. Per questo, le vacanze con tenda e sacco a pelo sono tra le preferite, indipendentemente dall’età. Se la camminata non è lo sport prediletto, si può optare per una vacanza in canoa o in bici.

Le generazioni più giovani di Finlandesi sono grandi amanti delle vacanze all’estero. Tra le mete più popolari ci sono le grandi città europee, con la Spagna e l’Italia tra le mete più popolari. Quando possibile, i Finlandesi amano visitare anche altri parti del mondo fuori dal nostro continente. Specialmente la Tailandia è una delle mete preferite, visto che la compagnia di bandiera locale, la Finnair, opera moltissime rotte a prezzi contenuti. Helsinki è a livello logistico uno degli aeroporti europei più vicino agli scali asiatici. Inoltre, la vacanza in Asia rappresenta un ottimo modo per scappare dal freddo inverno finlandese visto che i mesi di dicembre e gennaio sono i migliori in Asia ed tra i più freddi in Finlandia.

Se invece la vacanza coinvolge pochissimi giorni o solo un fine settimana, i Finlandesi sono soliti andare a Tallinn, Stoccolma o San Pietroburgo. Queste mete sono raggiungibili in nave, all’interno delle quali ci sono servizi e intrattenimenti per non annoiarsi durante il viaggio. Non solo, sulle navi l’alcol è detassato e i Finlandesi ne comprano quindi in grandi quantità da portare a casa come scorta.

Il famoso “safari in Lapponia” è un tipo di vacanza organizzata prettamente per turisti stranieri. Difatti, a differenza di quello che molti di voi possano credere, vi sarà molto difficile trovare un finlandese che sia andato in slitta con i cani o con le renne!