L’Università di Helsinki

L’università di Helsinki è il motore culturale e scientifico della Finlandia

L’Università di Helsinki è la più famosa, la più grande, la più vecchia e la migliore delle università finlandesi, secondo la graduatoria mondiale delle università redatta dalla Jiao Tong University di Shanghai nel 2010.
Un’università moderna ma dal cuore antico: l’Università di Helsinki


L’Università di Helsinki non è solamente la più vecchia della Finlandia, ma anche la più grande e quella che offre il maggior numero di corsi di laurea e specializzazione. Vi sono iscritti circa 35.000 studenti, di cui 5000 dottorandi e ricercatori, che operano principalmente in quattro campus universitari:

  • Campus centrale (facoltà di Lettere e Filosofia, Scienze del Comportamento, Giurisprudenza, Teologia, Scienze Politiche e Scienze Sociali).
  • Meilahti (facoltà di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria)
  • Kumpula (facoltà scientifiche)
  • Viikki (facoltà di Agraria e Scienze Forestali, Scienze Ecologiche e Biologiche, Farmacia, Veterinaria).

Di queste aree, la più nuova è quella di Kumpula (costruita da zero a partire dal 1980), mentre la più vecchia è quella centrale, a Kaisaniemi. Esistono inoltre diverse unità transdisciplinari o altamente specializzate, come ad esempio l’Aleksanteri-instituutti specializzato in studi sulla Russia, situate in diversi punti della città o persino altrove in Finlandia.

L’università di Helsinki ai giorni nostri

L’Università di Helsinki è la settima in Europa e la 62esima al mondo per numero di pubblicazioni, nonchè la 72esima al mondo per qualità dell’insegnamento. È attiva in moltissimi campi di ricerca ed è la principale fucina di talenti in campi del sapere di tipo non-tecnico. È un’istituzione indipendente dal potere politico e nel corso degli anni ha sempre lottato per mantenere questa posizione di autonomia. Al vertice dell’Università siede il Cancelliere, nominato direttamente dal Presidente della Repubblica, ma il vero potere decisionale è nelle mani del Consiglio universitario, di cui fanno parte il Rettore, e un certo numero di professori e studenti. La struttura decisionale dell’Università di Helsinki è a dire il vero piuttosto complessa, perché esiste anche un vero e proprio organo di governo di 13 membri, che si occupa della gestione dell’Università in quanto ente giuridico.

L’università di Helsinki ieri

Dopo l’incendio che devastò Turku nel 1827, per volere dello Zar l’accademia che vi sorgeva, creata nel 1640, venne trasferita nella nuova capitale, Helsinki, assumendo il nome di Università Imperiale di Alessandro in Finlandia. L’edificio storico dell’Università, ancora oggi in uso e posto sul lato di Senaatiintori, venne progettato da Engel e inaugurato nel 1832. L’università provvedeva anche ad istruire gli ufficiali amministrativi imperiali per lo svolgimento delle loro mansioni all’interno del Granducato, e rispondeva direttamente allo Zar e nè il governatore generale nè il Senato avevano su di essa alcun potere. Quasi tutti i grandi nomi della cultura finlandese studiarono ed insegnarono presso l’università imperiale: Runeberg, Snellman, Topelius, Lönnrot, Cygnaeus. Il nome ufficiale dell’Università fu cambiato nel febbraio del 1919, dopo l’indipendenza finlandese.

In Finlandia la possibilità per le donne di frequentare l’università è divenuta realtà già a partire dal 1870. La prima studentessa a laurearsi all’università di Helsinki fu Emma Irene Åström nel 1882.

Una settimana a Helsinki

Una settimana a Helsinki, una guida per non restare mai in hotel

La capitale della Finlandia offre attrazioni e cose da vedere. Non è certo New York ma, specialmente se amate la natura, la regione di Helsinki offre tantissimi luoghi per apprezzare la bellezza dei paesaggi del Nord. E vi renderete conto che una settimana forse non è abbastanza.
Non solo Helsinki: le città vicine, i parchi naturali, l’Estonia, la Svezia e tanto altro… E le indicazioni, ve le diamo noi.
Uno scorcio di Helsinki d'autunno e sullo sfondo, la cattedrale bianca

I voli dall’Italia per Helsinki arrivano tutti verso il primo pomeriggio o a tarda serata (considerate anche un’ora in più di fuso orario). Se arrivate prima delle 18:00 vi consigliamo, una volta raggiunta la città di Helsinki di lasciare la valigia in hotel o in ostello e chiedere alla reception una mappa del centro. Fatevi indicare dove siete, dov’è il centro (chiedete di Kamppi) e dov’è la fermata del tram o metro più vicina. Se non siete troppo lontani dal centro vi consigliamo come prima esperienza nella capitale finlandese di dirigervi in Kalevankatu, una via che incrocia Mannerheimintie all’altezza di Stockmann. La visita della città di Helsinki può infatti cominciare dall’alto dei 13 piani della birreria nell’hotel Sokos, il Torni. Dall’alto godrete di una vista a 360 gradi sulla città, panorama mozzafiato.

Helsinki offre tantissime cose da vedere e dal secondo giorno in poi avrete la possibilità di visitarle tutte. Vi proponiamo una lista di attività che potrete fare nella capitale finlandese e nelle città vicine. A voi la scelta di cosa fare in che giorno. Le abbiamo ordinate per importanza, con le prime assolutamente da fare.

Il tour della città

Cartina alla mano, un tour della città di Helsinki è un must. Il centro della città è relativamente piccolo e tutte le attrazioni sono molto vicine tra loro. In poche ore a piedi, in bici o utilizzando gli efficienti mezzi pubblici, potrete vedere moltissimi edifici famosi e conosciuti.

Da non perdere assolutamente le seguenti attrazioni:

  • Kauppatori con la statua di Havis Amanda
  • La cattedrale ortodossa Uspenski
  • Senaatintori e il duomo luterano Tuomiokirkko, conosciuta come la chiesa bianca
  • Il museo di arte contemporanea Kiasma
  • La baia di Töölö
  • L’Opera
  • La Chiesa nella roccia, Temppeliaukio
  • Il moderno centro commerciale di Kamppi
  • Stockmann
  • Il viale di Esplanadi, dove c’è anche l’ufficio turistico di Helsinki

Per facilitarvi il compito, abbiamo preparato un tour a piedi in cui potrete vedere tutte le opere sopraelencate e tante di più. Lo potete trovare in questa pagina: http://www.guidafinlandia.it/helsinki/tour-citta-helsinki/.

L’isola di Suomenlinna

Patrimonio Unesco e importantissima fortezza storica del Paese, l’isola di Suomenlinna è uno dei posti più suggestivi di Helsinki e il posto ideale per un picnic all’aria aperta d’estate e per una passeggiata sulla neve in una landa quasi deserta e silenziosa d’inverno. L’isola si raggiunge in traghetto dalla Piazza del Mercato (Kauppatori). Ricordatevi che non dovrete pagare il biglietto della nave se avete fatto l’abbonamento, anche giornaliero, ai mezzi di trasporto pubblici!

La sauna

Non potete dire di essere veramente stati in Finlandia se non avete provato sulla vostra pelle il calore di una sauna. La tradizione della sauna si è mantenuta viva negli anni, a tal punto che ogni casa, ogni hotel e moltissimi edifici hanno una propria sauna. I finlandesi utilizzano la sauna almeno una volta a settimana. Se per caso il vostro hotel o ostello non ha una sauna, potete andare a “saunarvi” alla sauna pubblica di Kotiharju a Sörnäinen. Aperta tutti i giorni tranne la domenica, la sauna Kotiharju può essere prenotata per goderne privatamente.
Kotiharjun Sauna Oy, Harjutorinkatu 1, 00500 Helsinki, +358 9 753 1535, http://www.kotiharjunsauna.fi/

I più temerari, d’inverno, potrebbero addirittura provare il brivido del nuoto invernale.

Dove mangiare, dove dormire

Se non potete fare a meno della cucina italiana, Helsinki offre tanti ristoranti italiani, ma non solo, ci sono ristoranti di tutte i tipi e una guida completa la potete trovare a questo indirizzo.

Prenotate in anticipo dove dormire. Qualche consiglio lo trovate nella categoria a questo link.

Alternativa per un giorno nella capitale finlandese: i musei di Helsinki

Helsinki è ricca di musei: se possiamo darvi un consiglio non perdetevi il Kiasma, il museo di arte contemporanea, di cui gli stessi abitanti della capitale vanno molto fieri.

Alternativa per i più piccoli, il Luna Park e lo Zoo

A Helsinki c’è anche un luna park. Le attrazioni sono poche ma dall’alto della ruota panoramica o di altri giochi potrete vedere tutta la città. Il luna park di Linnanmäki sorge infatti sulla collina ad Alppila, tra Kallio e Töölö, molto vicino al centro cittadino. Lo zoo invece si trova a Korkeasaari, un’isola a est di Helsinki.

Helsinki d’estate, la spiaggia di “Hietsu”

D’estate, Helsinki dà il meglio di sé. La città è in fiore e i finlandesi sembrano le persone più felici del mondo.

Non perdete l’occasione di prendervi una pausa sul viale di Esplanadi o a Kaivopuisto. Se il vostro obiettivo è quello di prendere un po’ di sole e starvene in riva al mare, allora la spiaggia di Hietaniemi (“Hietsu”) è ciò che fa al caso vostro.

Shopping e souvenir

Se passate una settimana a Helsinki in primavera o d’inverno, potreste sfortunatamente incontrare molte giornate particolarmente piovose, grigie, o addirittura buie e fredde. Giornate perfettamente adatte allo shopping di vestiti, articoli di design o souvenir. Il centro della città offre tantissime opportunità di shopping, specialmente intorno alla zona di Kamppi e nelle vie di Esplanadi ed Alexanderinkatu, nei cui pressi c’è il famoso bar di ghiaccio.

Se siete interessati principalmente allo shopping, vi consigliamo il nostro articolo dedicato agli acquisti nella capitale finlandese.

Se siete più interessati ai souvenir, in questa pagina vi consigliamo cosa comprare e cosa portare in ricordo ai vostri cari.

Un’altra città, un’altra nazione

Helsinki comincia a sembrarvi piccolina dopo qualche giorno? Non c’è problema, perché a pochissima distanza ci sono altre bellissime città da poter visitare.

Porvoo

La prima e più vicina escursione che proponiamo è quella alla città di Porvoo. Città vecchia e bellissima, Porvoo è l’ideale per avere un’idea di cosa c’è in Finlandia oltre alle “grandi città” come Helsinki. Raggiungibile in nave, in treno o addirittura in bicicletta, si può visitare in giornata e da vedere sono sicuramente le casette rosse sul fiume e la città vecchia, con la sua cattedrale di legno.

Nell’articolo dedicato alla città di Porvoo v’indichiamo come raggiungerla e potrete trovare nozioni che riguardano non solo la bellezza e l’importanza storica della città, ma anche suggerimenti sulle leccornie da provare sul posto, come le lumache o il cioccolato.

La vecchia capitale Turku

L’antica capitale finlandese Turku dista solo un’ora e mezza di treno. A Turku vi aspettano un museo marittimo, un castello, una cattedrale e un arcipelago molto bello. Più informazioni sulla capitale mondiale del design 2011 le trovate a questo indirizzo.

Tampere, la città più popolata più a Nord d’Europa

A due ore di treno da Helsinki sorge la città di Tampere, la Manchester finlandese. Molto amata dagli studenti Erasmus, questa cittadina industriale non è affascinante come Turku, ma se vi capita l’occasione di fare un’escursione sulle colline adiacenti alla città potrete godere di un bellissimo panorama. L’aeroporto Ryanair per la Finlandia è proprio a Tampere.

Helsinki – Tallin, visita in Estonia

Perché non cambiare nazione? In due ore di nave infatti potrete raggiungere Tallin e l’Estonia. Città vecchia e più economica di Helsinki, Tallin è rinomata per gli edifici vecchio stile e la vista mozzafiato dal castello. Non è molto grande e un tour della città si può anche fare in giornata. Consigliata è però l’escursione in nave con almeno una notte sul posto. Dal 2011 anche in Estonia si adotta l’euro.

Da Helsinki, Stoccolma non è cosí lontana

Simile ma completamente diversa da Helsinki, Stoccolma, la capitale della Svezia. Più affascinante, più moderna e più vecchia allo stesso tempo, Stoccolma è una perla nel Nord Europa. Potete raggiungere Stoccolma con le tante navi che partono dal porto di Helsinki, la cui più famosa è senza ombra di dubbio la Love Boat della Viking Line, dove passerete due lunghe notti in nave e un giorno in Svezia. A Stoccolma ci sono tantissime cose da vedere, tra cui ricordiamo il castello imperiale, il centro all’altezza di Slussen e la città vecchia. Da pochi anni, a Stoccolma potete anche seguire le orme di Michael Blomqvist e Lisbeth Salander e partecipare a tour organizzati sulle tracce della Trilogia del Millenium di Stieg Larsson, e vedere dal vivo tutti i posti citati nei libri del famoso autore svedese.

Alternativa per un giorno a Helsinki: la natura, il parco naturale di Nuuksio, il cimitero

In alternativa potete passare un giorno immersi nella natura che circonda la capitale finlandese. Helsinki è una città molto verde e i parchi più famosi in cui prendere il sole d’estate, fare un picnic o semplicemente passeggiare o riposarsi sono:

  • Kaivopuisto -il parco più grande di Helsinki
  • Koffinpuisto -ricco di concerti dal vivo d’estate
  • Alppilapuisto -il parco più “hippy” di Helsinki

A meno di un’ora di autobus da Helsinki sorge il Parco Nazionale Nuuksio. La meta ideale per chi vuole sfuggire alla confusione della città, a Nuuksio ci sono tanti sentieri e si può mangiare grigliare (portatevi il cibo e tutto il resto è in loco) o anche pernottare la notte in tenda.

La domenica, il cimitero di Helsinki a Hietaniemi è una delle attrazioni più suggestive della città, con le sue tombe di diversa fattura e la calma che vi regna. Il cimitero è anche casa di tantissimi scoiattoli: se portate qualche nocciola ve la prenderanno direttamente dalle mani!

Per chi la domenica non può rinunciare alla partita di Serie A, non ci sono problemi. Le partite di Milan, Juve, Inter, Roma, Napoli o di Champions League vengono regolarmente trasmesse nei bar sport di Helsinki, uno su tutti lo Sports Academy, di fronte alla stazione dei treni. Una guida completa ai bar sport la trovate qui: http://www.guidafinlandia.it/helsinki/sport-bar-partite/.

Il Meteo in Finlandia

Come sarà il tempo in Finlandia?

Con un’estate brevissima e un inverno spesso molto rigido è importante controllare le previsioni del tempo prima di partire per un viaggio in Finlandia.
Augurandovi accoglienti giornate di sole la domanda che si pone ogni turista è: come mi devo vestire in vacanza in Finlandia?

Riportiamo in questa pagina le informazioni metereologiche sulla Finlandia e sulle principali città Finlandesi come Helsinki, Tampere, Turku e Rovaniemi in Lapponia.
Clicca sulla Finlandia per un approfondimento: la Finlandia è la nazione in alto a destra, tra la Russia e la Scandinavia.

Per un link diretto alle previsioni del tempo in Finlandia
http://www.ilmeteo.it/meteo-europa/Finlandia

Previsioni del Tempo a Helsinki

Previsioni del Tempo a Turku

Il meteo a Turku per la prossima settimana

Previsioni del tempo a Tampere

Com’è il tempo a Tampere questa settimana?

Previsioni del tempo a Rovaniemi, Lapponia

Come sarà il tempo in Lapponia? Uno sguardo alle previsioni metereologiche per Rovaniemi.

Per un approfondimento sul meteo in Finlandia vi consigliamo di leggere questo articolo sulle stagioni in Finlandia, una pratica guida per orientarsi sulle previsioni del tempo in base alla stagione.

Se siete alla ricerca di altre informazioni sulle stagioni, previsioni del tempo e temperature in Finlandia abbiamo preparato un’intera sezione sul clima in Finlandia.

Il clima finlandese è un clima molto secco se confrontato con quello umido italiano. Questo significa che le temperature, sia molto basse che molto alte, sono percepite in modo molto più gradevole e il dato importante da tenere a mente è sempre la temperatura reale percepita. A volte una temperatura di -10 gradi è molto più gradevole di una temperatura di 2 gradi ma con un’alta umidità.

Turku

La città di Turku, la vecchia capitale della Finlandia

La bellissima e antichissima città di Turku (Åbo in svedese) sorge a Sud-Ovest, affacciata sul mare e protetta da un meraviglioso arcipelago di migliaia di isole. Capitale della Finlandia fino al 1812, oggi Turku è una fiorente cittadina attraversata dal fiume Aura (Aurajoki), ringiovanita dalla linfa degli studenti iscritti all’università più antica della Finlandia, e scelta come capitale della cultura europea nel 2011.

Durante il periodo della dominazione svedese la capitale della Finlandia era proprio la città di Turku. Quando il territorio finlandese passò sotto il controllo della Russia si ritenne che Turku fosse troppo vicina alla Svezia e quindi la capitale venne spostata a Helsinki. Persino oggi qualche orgoglioso abitante di Turku è ancora seccato per un evento storico successo 200 anni fa.

La città di Turku, fondata intorno al 1229 (300 anni prima di Helsinki), è la quinta città finlandese in ordine di grandezza e una delle città finlandesi più antiche. Per la sua vicinanza con la Svezia una bella fetta della popolazione parla lo svedese come lingua ufficiale (più del 5%). Anche somaticamente si può notare questa somiglianza con alcuni abitanti di Turku che somigliano molto di più agli Svedesi che ai Finlandesi.

La maggior parte delle attrazioni e delle cose da vedere sono situate lungo il fiume Aura. Vicino alla foce si erge il Castello della città di Turku e risalendo per circa due chilometri troviamo l’imponente Cattedrale, uno degli edifici più antichi della città e sicuramente la chiesa finlandese più importante per la religione evangelico-luterana.

Lungo le rive del fiume si trovano navi ormai non più in uso, trasformate in musei, ristoranti, locali o bar. Il fiume Aura è attraversato da diversi ponti ma per i pedoni il metodo più caratteristico per attraversare il fiume è il piccolo traghetto (pikkuföri) che quotidianamente fa da spola da una parte all’altra del fiume.

Purtroppo, a parte la Cattedrale e il Castello, non molto è rimasto del periodo medievale. Infatti nel 1827 un terribile incendio ha raso al suolo gran parte della città.

Il Castello di Turku

Il castello, risalente al XIII secolo, evidenzia l’importanza di Turku durante quel particolare periodo storico. Originariamente costruito su di un’isola, al giorno d’oggi, grazie ai sedimenti portati nel tempo, il castello si trova sulla terra ferma, come successo a Savonlinna. In questo castello i Re di Svezia erano soliti soggiornare durante le loro visite in Finlandia ed è qui che per molti anni venne imprigionata la regina Karin Månsdotter. La facciata esterna del castello non somiglia molto ai castelli come li immaginiamo noi Italiani, ma non lasciatevi ingannare ed entrate all’interno delle mura per ammirare l’edificio dal cortile interno.

Al giorno d’oggi il castello e le sue prigioni sotterranee sono un must per i turisti in viaggio a Turku. Il castello è stato trasformato in museo, sede di numerose esposizioni temporanee e permanenti. Le guide turistiche amano raccontare che il fantasma di Hedvig Eleonora Stenbock, vissuta nel castello fino al XVIII secolo, si aggira ancora tra le mura del castello.

La Cattedrale di Turku

La cattedrale di Turku, la più importante chiesa per il culto evangelico-luterano in Finlandia, si trova lungo le rive del fiume Aura e la sua torre, alta più di 100 metri, è visibile da quasi ogni punto della città. La cattedrale è stata restaurata numerose volte nel corso degli anni e uno degli ultimi lavori è stato eseguito dall’architetto tedesco Carl Ludvig Engel. All’interno della chiesa è sepolta Karin Månsdotter (1550-1612), regina di Svezia, rispettata ed amata dai Finlandesi.

Il museo marittimo

Il museo più famoso di Turku è il museo marittimo che si trova poco prima del castello, verso la foce del fiume Aura. Ricavato in un antico granaio, il museo racconta la storia marittima di Turku. Fanno parte del museo alcune navi ormeggiate lungo il fiume: il posamine Keihässalmi, la Sigyn con i suoi tre alberi e la Suomen Joutsen, il Cigno Finlandese, utilizzato durante la seconda guerra mondiale come nave ospedale.

Il mercato coperto

Nel caratteristico edificio di mattoni rossi si contanto 50 esercizi tra negozi e café. Il mercato coperto di Turku è il posto perfetto per gustare i prodotti della gastronomia finlandese.

Altri musei a Turku

Il Museo dell’artigianato nel quartiere di Luostarinmäki, uno dei pochi quartieri scampato all’incendio che devastò la città nel 1827.

Il Museo Sibelius, dedicato al compositore Jean Sibelius e più in generale alla musica della Finlandia con circa 350 strumenti musicali in esposizione.

Il museo Aboa Vetus, museo archeologico di Turku, e il museo Ars Nova, il museo di arte contemporanea di Turku.

L’Arcipelago di Turku

L’arcipelago di Turku è assolutamente da includere nei propri programmi. Sia in auto che in bicicletta, è facile muoversi tra un’isola e l’altra usufruendo dei numerosi traghetti gratuiti che fanno da spola ogni giorno. E a soli 17 km da Turku si trova Naantali, uno dei centri finlandesi con case in legno meglio conservate nonché sede del Muumimaailma, il parco giochi a tema dedicato ai Mumin .

Eventi a Turku

Tra i festival musicali che si svolgono in Finlandia, Ruisrock è il festival rock più vecchio della Finlandia: dal 1969 ogni luglio i più famosi artisti rock nazionali e internazionali si susseguono su cinque palchi differenti per la gioia di ben 70mila fans.

Down by The Laituri è un evento che si svolge ogni estate nel centro della città: dura una settimana e vari concerti vengono organizzati in diverse zone della città. Giovani e meno giovani si incontrano per festeggiare lungo le rive del fiume Aura. Tra vari concerti a pagamento e non, è possibile passare la serata lungo il fiume sorseggiando birra o partecipare alle numerose feste organizzate sulle navi ormeggiate lungo il fiume..

Keskiajan Turku è il festival medievale organizzato alla fine di luglio, forse il migliore festival medievale in Finlandia durante il quale vengono organizzate rievocazioni storiche e tornei, con l’immancabile mercatino medievale.

I Finlandesi Volanti

A Turku è nato il podista Paavo Nurmi che con le sue vittorie internazionali ha dato il via alla dinastia dei cosiddetti Finlandesi Volanti: campioni che si sono distinti a livello mondiale in varie discipline sportive.

Paavo Nurmi, l’unico nativo della città di Turku, nel 1924 ha vinto ben quattro Medaglie d’Oro alle Olimpiadi di Parigi. Poi ci sono campioni mondiali di rally come Ari Vatanen, Juha Kankkunen e Tommi Makinen. Possiamo annoverare tra i Finlandesi Volanti anche il finlandese volante per antonomasia, Matti Nykanen, campione di salto con gli sci nel 1990 nonché la Nazionale di hockey su ghiaccio che nel 1995, sconfiggendo la Svezia, si aggiudicò il titolo mondiale.

La nave da crociera più grande del mondo, la Oasis of the Seas, è stata costruita a Turku ed è salpata con destinazione le isole caraibiche il 29.10.2010. Il momento più delicato è stato il passaggio della nave sotto ad un ponte in Danimarca: la distanza tra la nave e il ponte era di soli 60 centimetri.

Erasmus in Finlandia

Erasmus in Finlandia: studiare con studenti da tutto il mondo nelle principali città Finlandesi

Un’esperienza che apre gli occhi agli studenti stranieri su un Paese da molti ancora ritenuto esotico. Altissimi livelli di insegnamento e tanto divertimento, cosa chiedere di meglio?

Un’esperienza di studio che in pochi riescono a dimenticare…

Erasmus in Finlandia

Fare l’Erasmus in Finlandia è una delle “situazioni d’entrata” più comuni per gli studenti stranieri che poi decidono di rimanere, o tornare, nel Paese. In Finlandia le istituzioni hanno ben presente il ritorno positivo in termini di immagine che si può ricavare dal fornire un’ottima esperienza di studio agli studenti stranieri, incentivando così l’immigrazione di ricercatori e lavoratori altamente specializzati.

Con un livello qualitativo degli insegnamenti estremamente alto, specie se rapportato alle tasse d’iscrizione, limitate spesso ad un’assicurazione sanitaria che costa circa 80€, la Finlandia mette a disposizione degli studenti stranieri posti riservati sia per le lauree brevi che per le specialistiche.

Anche la partecipazione ai corsi è generalmente facilitata per gli studenti Erasmus rispetto a quelli locali visto che questi devono spesso rispettare i requisiti di alcune graduatorie prima di ottenere l’agognato posto nelle classi. Mentre per gli studenti Erasmus si tratta semplicemente di combattere la classica burocrazia universitaria (e di preparare una bella lettera di presentazione), gli studenti locali devono spesso superare test d’ingresso, il cui non superamento comporta ritardi negli studi anche di svariati anni. A volte, invece, bisogna semplicemente iscriversi per primi on-line.

I preparativi prima dell’Erasmus in Finlandia

E’ generalmente buona regola per chi volesse fare l’Erasmus in Finlandia tenere d’occhio i siti dell’università prescelta partendo già molti mesi prima dell’inizio dell’anno accademico. Le università italiane generalmente richiedono un piano di studi preliminare e a volte anche di entrare in contatto con i coordinatori locali prima di spedire studenti allo sbaraglio.

I tempi universitari sono lenti da ambedue le parti, quindi non è mai troppo presto per iniziare a raccogliere informazioni. Vi capiterà spesso di non avere informazioni aggiornate fino a poche settimane dall’inizio dei corsi. Quello che vi consigliamo di fare è di scrivere il piano di studi e la lettera d’intenti basandovi sul materiale disponibile durante l’anno precedente. Nella maggior parte dei casi dovrete modificare le cose in corsa, ma di solito questa è una soluzione più che accettabile: serve, infatti, più per capire la vostra dedizione allo studio rispetto a quello che farete poi veramente.

Cercate comunque di trovare corsi corrispondenti e contattate gli eventuali insegnanti per conferma, onde evitare di trovarvi con programmi completamente incompatibili fra loro. Purtroppo non è cosa rara, anche per la scarsa collaborazione fra docenti italiani e finlandesi, ma in fondo studiare è solo uno degli altri mille buoni motivi per andare in Erasmus…

L’arrivo in Finlandia

Le università finlandesi generalmente organizzano 2-3 giorni introduttivi per gli studenti Erasmus, al fine di descrivere il funzionamento dell’università e di introdurre gli studenti ai propri tutor. Questi sono dei volontari che si offrono di guidare i nuovi studenti sia alla vita universitaria che alle possibilità mondane che il mondo studentesco può offrire.

L’alloggio in Finlandia

L’alloggio in Finlandia è una questione scottante e vi consigliamo caldamente di preoccuparvene dal primo giorno utile per mandare l’applicazione. In Finlandia la stragrande maggioranza degli alloggi studenteschi è in mano all’Unione degli Studenti Universitari, che li gestisce per mezzo della fondazione HOAS, e funzionano generalmente sulla base di chi primo arriva meglio alloggia. Negli ultimi anni è successo in ripetute occasioni che gli alloggi non bastassero, quindi se non volete ritrovarvi nei guai al vostro arrivo mettete la ricerca di una casa in affitto fra le vostre priorità principali.

Normalmente è sufficiente compilare un modulo on-line, effettuare il pagamento di un deposito che verrà restituito alla fine della vostra permanenza, e attendere il verdetto dell’associazione che possiede gli alloggi. Nella maggior parte dei casi dovrebbero farvi sapere il vostro indirizzo di casa alcune settimane prima del vostro arrivo.

Le chiavi vanno sempre recuperate a mano in orari d’ufficio, quindi assicuratevi di avere un alloggio alternativo se arrivate durante i weekend. Tenete presente che tutti gli Erasmus hanno lo stesso problema e arrivano tutti quasi contemporaneamente, quindi preparatevi a lunghe attese. Lasciare le chiavi vi sarà invece molto più facile visto che potete lasciarle a qualsiasi ora nella buca delle lettere dell’agenzia al momento in cui lasciate l’alloggio.

A seconda dell’affitto pagato, mobili e internet saranno inclusi o esclusi. Per evitare sorprese, cercate informazioni in merito nel contratto che vi viene proposto.

Le abitazioni studentesche in Finlandia sono ben studiate, immergendovi completamente in un ambiente popolato da ragazzi e ragazze come voi. Non è raro vedere interi edifici che partecipano alla stessa festa o gruppi di vicini che di sera si spostano insieme verso i locali. Tenete presente però che alcuni Finlandesi non apprezzano schiamazzi e maleducazione, e non è quindi sorprendente se alcune feste finiscano con una volante della polizia e il proprietario della casa che deve fare un verbale. In alcuni posti, addirittura, le residenze Erasmus sono completamente separate da quelle degli studenti Finlandesi, proprio per evitare screzi dovuti alla differente percezione del termine “silenzio”.

Le feste Erasmus sono ad alto tasso alcolico e cominciano già dal tardo pomeriggio… molto prima nei weekend! Poiché tutti gli appartamenti sono vicini, vi capiterà spesso di avere inconsapevolmente ospiti, pensando che siano amici di amici o che magari conosciate appena di vista. Il clima delle feste Erasmus porta ad avvicinare molto facilmente ragazzi e ragazze e ad improvvisare feste anche in un normale giorno feriale.

Erasmus a Helsinki

Helsinki è ovviamente una delle mete privilegiate, sia per il numero di facoltà presenti, sia per le altre attrattive che la città può offrire. L’università di Helsinki è piuttosto organizzata e nonostante la burocrazia regni sovrana anche qui, le code agli sportelli e i gravi problemi che affliggono molte università italiane si rivelano spesso solo un triste ricordo.

La città è piena di associazioni studentesche, sia legate alle regioni di provenienza (Osakunta) che alle facoltà o agli hobby più svariati. Generalmente il vostro tutor sarà in grado di aiutarvi ad iscrivervi a tutte le mailing list più rilevanti. Cercate di non fare gruppo solo con altri Erasmus, se non volete perdervi tutto quello che gli studenti di Helsinki hanno da offrire!

I pasti per gli studenti ad Helsinki sono serviti da Unicafé o le varie mense per studenti gestite da Sodexo o Fazer Amica, e vi verranno a costare generalmente fra i 2.60€ e i 4€. Libri e internet sono liberamente disponibili nella libreria Alexandria e più in generale in tutti gli edifici universitari.

L’Erasmus Student Network, o ESN in breve, si occupa dell’accoglienza degli studenti Erasmus in tutta Europa. La divisione finlandese è particolarmente attiva, e previo iscrizione (gratuita, o quasi) vi verrà rilasciata una tessera per avere consistenti sconti nei locali dove l’ESN organizza le serate (almeno una a settimana, spesso anche di più). L’ESN inoltre effettua viaggi organizzati in Russia o verso altre destinazioni nel Baltico. Il miglior modo per rimanere informati sulle iniziative collegate all’ESN è fare un salto sui loro forum internazionali e, una volta in Finlandia, iscriversi alla mailing list relativa: il vostro tutor vi spiegherà come.