L’economia finlandese

Economia finlandese: moderna, bassa disoccupazione e tassazione abbastanza elevata, questa è la sintesi dello Stato sociale finlandese.

La Finlandia ha un’economia altamente industrializzata, con reddito pro capite simile a quello degli altri paesi occidentali. In Finlandia inoltre ci sono aziende leader a livello mondiale specialmente nell’ambito delle telecomunicazioni e della produzione della carta.
Prima della crisi globale del 2009 la Finlandia ha avuto un’economia in attivo per oltre un decennio

Prodotto interno lordo in Finlandia 2000-2009

La Finlandia ha un’economia moderna altamente industrializzata, tipicamente occidentale. I servizi coprono circa i due terzi delle attività e l’agricoltura ha una percentuale inferiore al 5% del prodotto interno lordo, a causa del clima certamente non propizio alle coltivazioni. La Finlandia è uno stato sociale e l’alta tassazione permette di fornire ai cittadini servizi pubblici e sicurezza sociale, nonché livellare i redditi e abbassare il debito pubblico. La maggior parte delle attività industriali e di servizi sono concentrate nel Sud della Finlandia, area più vicina al resto d’Europa e più densamente popolata. In Finlandia la moneta è l’Euro (€), entrato in vigore dal 1999 e messo in circolazione dal 2002. Prima la moneta era il marco finlandese (mk). Nel 1999 il tasso di cambio fu fissato e da allora un euro vale circa 5.95 marchi finlandesi.

In Finlandia durante gli anni Novanta si verificò una grande crisi economica, che incrementò drammaticamente il debito pubblico e il tasso di disoccupazione. La crisi fu causata anche dal crollo dell’Unione Sovietica, che era il principale mercato di sbocco dei prodotti finlandesi. Dopo questo tracollo la Finlandia ha avuto un’economia sempre in attivo, cedendo solo alla recente crisi globale. Inoltre la disoccupazione è attualmente circa al 7%.

Nel 2007 il prodotto interno lordo è stato quasi 180 miliardi di euro e il reddito annuo lordo pro capite era circa 34 mila euro. Il potere d’acquisto della Finlandia è sui livelli di Svezia e Australia.

Il settore industriale in Finlandia è cresciuto molto dopo la già accennata crisi degli anni Novanta, e ora si colloca su standard molto alti. Sono molto sviluppate l’area elettronica, meccanica, metallurgica, chimica nonché della carta e del legno.

Il settore terziario e dei servizi ha le maggiori attività nel ramo immobiliare, logistico e finanziario. Anche i servizi sociali e l’educazione sono importanti in Finlandia. Il turismo non è estremamente influente nell’economia finlandese, seppur sia in crescita: i principali luoghi turistici sono la Lapponia, dove risiede Babbo Natale, e Helsinki, visitata poiché è la capitale della Finlandia, e anche per la sua posizione strategica a cavallo tra Europa e Asia, a sole cinque ore di treno da San Pietroburgo, in Russia.

Il settore pubblico impiega in Finlandia un’importante fetta dei lavoratori, circa il 30%. Esso è molto efficiente, se confrontato con quello di molti altri Paesi europei. Inoltre lo Stato è coinvolto in molte delle maggiori aziende, come Finnair, Fortum e Sonera. Esso è anche proprietario della compagnia dei trasporti ferroviari nazionale VR (Valtionrautatiet), ha il monopolio dei giochi d’azzardo e dei casinò, con la società RAY (raha-automaattiyhdistys), dei giochi di scommesse e lotto con la Veikkaus, e della distribuzione di alcolici superiori al 5%, gestita da Alko.

Poiché la Finlandia è uno Stato poco popolato, il mercato interno è ristretto. L’esportazione gioca quindi un ruolo fondamentale nella bilancia economica del Paese: essa rappresenta più di un terzo del prodotto interno lordo. Circa il 60% delle esportazioni è verso i Paesi Europei ma importanti affari vengono risolti anche con Russia, Stati Uniti e Cina. Metalli, prodotti meccanici, elettronici e della carta sono le principali fonti di vendita all’estero. L’importazione riguarda principalmente materie prime e beni di produzione e i principali Paesi, da cui la Finlandia importa, sono Germania, Russia, Svezia e Cina.

In Finlandia il tasso di occupazione è del 70% e quasi tutti sono iscritti a un sindacato. Gli imprenditori sono più di 300 mila. Il livello di tassazione è generalmente alto e l’evasione fiscale nonché la corruzione sono praticamente inesistenti. Questo può essere dovuto a un efficiente ed avanzato sistema fiscale, che permette di controllare facilmente gli introiti di tutti i cittadini.

Le principali aziende finlandesi sono senza dubbio la Nokia, leader della telefonia mobile, la Stora-Enso e la UPM-Kymmene, nel settore cartiero, e la Neste Oil, per quanto riguarda il ramo petrolchimico. Tra le società finanziarie la Nordea è la più importante dei Paesi del Nord e baltici, mentre la OKO è la più grande in Finlandia. Per i prodotti meccanici, le multinazionali finlandesi principali sono la Kone, che produce ascensori e scale mobili, e la Wärtsilä, produttore di motori per propulsione navale e impianti di potenza.

In Finlandia il pagamento tramite assegno bancario è praticamente inesistente. Potete cambiare assegni all’ufficio cambiavalute o in banca, ma pagando alte commissioni. L’assenza di pagamenti tramite assegni può in parte spiegare la bassissima evasione fiscale della Finlandia.

Come trovare lavoro in Finlandia

Trovare un lavoro in Finlandia non è impossibile, l’importante è armarsi di un po’ di pazienza essendo determinati e perseveranti.

Il mercato del lavoro in Finlandia è molto flessibile, sia in entrata che in uscita. Ciò significa che trovare lavoro potrebbe risultare un’opera fattibile, ma allo stesso tempo avere la garanzia di un posto fisso non è una delle caratteristiche principali del mercato del lavoro finlandese.

Info, consigli e “dritte” su come trovare un lavoro in Finlandia: ecco una pratica guida per voi!

Dove cercare lavoro in Finlandia, contatti e siti utli

Prima di tutto visitate www.mol.fi, il sito del Ministero del Lavoro in Finlandia. Il sito raccoglie gli annunci lavorativi dai più noti siti finlandesi.

Su www.mol.fi troverete il link AVOIMET TYÖPAIKAT.

Cliccando vi si presenterà un facile sistema di ricerca attraverso la scelta di vari parametri tra cui la regione (=maakunta). Per la zona di Helsinki,Vantaa ed Espoo, mettete Uusimaa), la città (=kunta) e la chiave di ricerca (sanahaku=parola da ricercare).

Se state cercando lavoro in ambito tecnico, commerciale o marketing vi consigliamo www.monster.fi.

Se siete già in Finlandia non scordatevi di dare un’occhiata anche al maggior quotidiano finlandese, l’Helsingin Sanomat, che presenta varie offerte (la maggior parte in finlandese) in un apposita sezione dell’edizione domenicale.

Agenzie di Collocamento Finlandesi

Un altro consiglio che vi possiamo dare, specialmente se siete già in Finlandia, è quello di andare in qualche agenzia di collocamento o lavoro interinale. Tra le più note citiamo Eilakaisla, Barona e Manpower.

Consigli utili per cercare lavoro in Finlandia

Non siamo un’agenzia di collocamento e non vi promettiamo che troverete un lavoro, ma sicuramente potrete trarre qualche utile consiglio su come muovervi nel caso stiate cercando lavoro in Finlandia.

Innanzitutto, se avete una formazione di tipo tecnico, specialmente nel campo delle telecomunicazioni o dell’informatica, partirete avvantaggiati rispetto a chi ha una formazione di tipo umanistico. Molto richiesti dal mercato finlandese sono anche web designer e grafici. Questo non significa però che non ci sia un lavoro adatto anche per persone che non siano ingegneri o matematici.

In Finlandia danno molta importanza ai titoli e all’esperienza lavorativa. I titoli vi permettono di ottenere uno stipendio adeguato alla vostra formazione in ambito accademico e non. In molte aziende, generalmente, una laurea breve equivale ad uno stipendio minimo di circa 2200 € (lordi), mentre una laurea quinquennale vale sicuramente di più.

Attenzione, alcune delle più famose aziende, come ad esempio Accenture (vincitore del premio “Miglior Posto di Lavoro in Finlandia” nel 2007 e nel 2008) non assumono più candidati privi di laurea quinquennale. Se non avete completato gli studi universitari inviate i vostri curriculum quindi ad aziende adatte.

L’esperienza lavorativa è quella che viene maggiormente apprezzata e considerata dai datori di lavoro nella fase di ricerca di un candidato che possa soddisfare le loro esigenze. Gli anni di esperienza lavorativa ed i risultati raggiunti in precedenti occupazioni hanno anche moltissima influenza nella fase di negoziazione dello stipendio, visto che in Finlandia è molto comune il fatto che vi venga chiesto in fase di colloquio di fare la vostra richiesta di salario lordo su base annuale o mensile.

La conoscenza della lingua finlandese è relativa al tipo di lavoro che si sta cercando. Per lavori in ambito tecnico un inglese fluente può essere sufficiente. Comunque, vista la crisi del 2008 che non ha risparmiato neppure la Finlandia, il finlandese è sempre più richiesto, anche se non fosse un requisito necessario per la posizione richiesta. Comunque, grandi aziende finlandesi come Nokia, Wärtsilä o ABB, usano l’inglese come lingua aziendale. Dato il loro profilo multinazionale e i prodotti che sviluppano, queste utilizzano infatti documentazione esclusivamente in inglese.

Grandi compagnie finlandesi come Nokia, Kone o UPM ricevono più di 1000 curriculum al giorno. Nel caso in cui troviate un annuncio con un numero di telefono, preparate il Curriculum Vitae (in formato pdf!) ma prima di mandarlo chiamate. Spesso il numero in questione è del Recruitment Office (ufficio risorse umane). Dite che siete interessati al lavoro e state per mandare un curriculum. In questo modo è più difficile che ignorino la vostra applicazione.