La Svezia

Il Regno di Svezia, a due passi dalla Finlandia

La Finlandia si trova al centro tra la Russia e la Svezia e nel corso della storia è stata dominata da entrambe queste nazioni. La Svezia ha lasciato l’impronta più profonda tantoché in Finlandia lo svedese è una lingua ufficiale riconosciuta dalla Costituzione e parlata da circa il 5% della popolazione.
La Svezia al centro della Scandinavia: se vi trovate a Helsinki potete raggiungere Stoccolma in un’ora d’aereo o partire in nave nel pomeriggio (anche da Turku) e arrivare a Stoccolma di mattina presto. La Svezia è anche a due passi dalla Lapponia e collegata in treno con la Danimarca e la Norvegia.
regno di svezia
Il Regno di Svezia

La Svezia, terra di vichinghi

La Svezia è uno stato membro dell’Unione Europea ma a differenza della Finlandia (repubblica parlamentare) il Regno di Svezia è una monarchia costituzionale. In Svezia non troverete l’euro: la moneta circolante è la corona svedese (SEK). La densità della popolazione è molto bassa, per molti versi simile a quella della Finlandia. La Svezia è il quinto stato più esteso in Europa dopo Russia, Ucraina, Francia e Spagna ma sul territorio vivono solamente 10 milioni di persone circa.

Più di un milione di persone vive in famiglie in cui entrambi i genitori sono stranieri e la maggior parte di questi “immigrati” sono di origine finlandese. Molte sono infatti le persone che durante le due guerre mondiali (soprattutto la Seconda) si sono rifugiate dalla Finlandia alla Svezia. La Svezia rimase neutrale durante la prima e la Seconda guerra mondiale, a differenza della Norvegia che venne invasa dai Nazisti e dalla Finlandia che fu costretta ad allearsi con i Tedeschi prima e a difendersi poi per cacciarli dal territorio.

Le città principali della Svezia

Le città principali della Svezia: Stoccolma (la capitale), seguita da Göteborg, Malmö, Uppsala, Linköping, Västerås, Örebro, Norrköping e Helsingborg.

La Svezia nel Mondo

Mai sentito parlare di Volvo, Ikea, H&M, Abba, Roxette, Stieg Larson, Greta Garbo, Il Premio Nobel? Questi sono solo alcuni dei personaggi e “marchi” svedesi conosciutissimi nel mondo. E’ incredibile come una nazione con così pochi abitanti possa avere così tanta influenza su quello che succede nel mondo. Pensate al Premio Nobel: lo sapevate che la consegna dei Premi Nobel per letteratura, fisica, chimica, economia e medicina avviene ogni anno a Stoccolma?
Pensate anche alla rivoluzione che ha portato IKEA, consentendo a tutti (soprattutto ai più giovani) di avere mobili di design economici.

La musica made in Sweden

Impressionante è anche l’impatto che una nazione così piccola ha avuto nel mercato musicale planetario, sfornando gruppi e canzoni che hanno segnato intere generazioni e che ancora oggi continuano a far ballare. ABBA (“Waterloo”, “Dancing Queen”, “Mamma Mia”), Ace of Base (“All that she wants”), The Ark (“It Takes a Fool to Remain Sane”), The Cardigans (“Lovefool”, “Erase/Rewind”), Roxette (“Joyride”, “Listen to your Heart”), Europe (“The Final Countdown”), Mando Diao (“Dance With Somebody”, “God Knows”) e Peter Bjorn and John (“Young Folks”).

La Svezia ha un’immensa scena musicale anche per quanto riguarda generi più estremi. Nel panorama metal ricordiamo ad esempio i celebri Opeth, Katatonia, In Flames, Dark Tranquillity, At the Gates, Soilwork, Arch Enemy, Meshuggah, Amon Amarth, Bloodbath, DeathStars molti dei quali appartenenti ad un sottogenere chiamato, appunto, Swedish Death Metal. Nel genere industrial sono celebri In Slaughter Natives, Arditi, Archon Satani, Atrium Carceri, Raison d’être, Toroidh.

Personaggi famosi svedesi

Björn Borg,ex tennista svedese numero 1 al mondo, tra i più grandi di sempre. Ha vinto sei volte il Roland Garros di Parigi, per cinque anni consecutivi il Wimbledon di Londra (1976-1980) e per due anni la Masters Cup. Il tennista svedese si è ritirato nel 1983. Bjön Borg presta il nome ad una linea di biancheria intima molto popolare in Scandinavia.
Anche l’autore Stieg Larsson è svedese. Morto per infarto nel 2003, l’autore e giornalista svedese non ha potuto godere dell’enorme successo della Millenium Trilogy, la trilogia thriller ambientata a Stoccolma che comprende “Uomini che odiano le donne”, “La ragazza che giocava con il fuoco” e “La regina dei castelli di carta”. L’autore svedese detiene il record di primo autore al mondo a raggiungere il milione di copie vendute in formato elettronico.
Greta Garbo, detta “la divina”, è un’attrice svedese conosciuta in tutto il mondo. Quattro nominations all’Oscar, Greta Garbo muore nel 1990.
Alfred Nobel, inventore della dinamite e del premio Nobel. Astrid Lindgren, scrittrice e ideatrice del personaggio Pippi calzelunghePuma Swede, pseudonimo di Johanna Jussinniemi è una pornostar svedese famosa nel mondo, così com’è svedese la casa di produzione per film per adulti Private.
Nel mondo del pallone ricordiamo il calciatore di Ajax, Juventus, Inter, Barcellona e Milan: Zlatan Ibrahimovic, vincitore dello scudetto italiano nel 2007, 2008 e 2009. Sempre in Italia, sono ancora leggendari per i tifosi del Milan i tre calciatori svedesi degli anni 50 Gunnar Gren, Gunnar Nordahl e Nils Liedholm, ovvero il trio Gre-No-Li. Nils Liedholm fu poi anche l’acclamato allenatore dell’ AC Milan e dell’AS Roma nell’arco di trent’anni. Infine, un altro giocatore svedese conosciuto nel mondo è Fredrik Ljungberg, ala destra, tra gli altri, di Arsenal e West Ham. Fredrik Ljungberg è stato uno dei primi calciatore a “prestare il corpo” alle case di biancheria intima e le sue pubblicità con intimo di Calvin Klein sono quasi più famose delle performance sul campo.

Stoccolma, la capitale della Svezia

Tutto quello che volete sapere su Stoccolma, nell’articolo dedicato.

Il clima in Svezia

Il clima svedese è molto simile al clima in Finlandia , con inverni molto freddi ed estati miti, temperature gradevoli e giornate non afose. Se visitate la Svezia, state attenti alla scelta dei vestiti adatta alla stagione.

Qui una mappa per avere più informazioni sul meteo aggiornato in Svezia.

L’economia in Svezia

Le maggiori aziende svedesi sono Ericsson, Volvo, Scania, H&M e ovviamente Ikea.
Le risorse naturali sono notevoli: in Svezia ci sono foreste (legname), giacimenti di minerali ferrosi e numerosi fiumi per sfruttare l’energia idroelettrica.
Il 3% della forza lavoro è occupata nell’agricoltura, abbastanza per soddisfare attraverso la produzione il fabbisogno nazionale.
Lo sfruttamento delle foreste è sempre stato effettuato in modo razionale: in Svezia ogni albero tagliato viene sostituito con un albero piantato, per legge, così che la superficie boschiva è per fino aumentata nel corso degli anni.
Nonostante lo sbocco sul mare (ma non nel mar del nord), la pesca rappresenta una piccola parte dell’economia nazionale.
Così non si può dire del turismo che, soprattutto nelle regioni meridionali, è notevolmente aumentato negli ultimi anni.

Come raggiungere la Svezia

La Svezia è bel collegata con il resto dell’europa tramite il ponte/tunnel di Öresund che la collega direttamente alla Danimarca.
Scandinavian Airline è la compagnia Low Cost che collega la Svezia al resto del mondo.
http://www.flysas.com/it/it/
Diversi i voli giornalieri diretti a Helsinki e Tampere.
Dall’aeroporto di Arlanda (Stockholm-Arlanda, a 20minuti dal centro) quasi un volo ogni ora per Copenhagen e voli diretti anche per Roma e Milano.

Dall’aeroporto di Skavsta (l’aeroporto usato dalla Ryanair, più lontano dal centro) partono ogni giorno voli per Brindisi, Milano Bergamo, Rimini Miramare, e Pisa

Dall’Italia si può volare anche a Göteborg (Gothenburg, Gotemburgo o Goteborg) partendo da Milano, Pisa, Roma, Alghero, Trapani e Venezia.

La Svezia è un paese che punta molto sul fattore ecologico. L’Arlanda Express, il treno che collega l’aeroporto di Stoccolma con il centro, ne è un esempio molto significativo. Il parlamento sta lavorando per rendere il paese energeticamente indipendente dal petrolio entro il 2020, puntando su fonti di energia rinnovabili.

Ragazze Finlandesi

Le ragazze finlandesi: indipendenti e senza pregiudizi

Chi si è già trasferito in Finlandia ci è già passato. Ci si trasferisce da queste parti per due motivi: per lavorare nell’IT… o per una donna. Le ragazze finlandesi, occhi azzurri, bionde, bellissime, sono uno dei migliori biglietti da visita della Finlandia e noi uomini italiani ne veniamo come ipnotizzati… A volte però, la magia è solo fumo negli occhi…

Le ragazze finlandesi sono tra le donne più belle del mondo. Guai comunque a trattarle come delle bambole: il popolo finlandese è molto orgoglioso della loro indipendenza e della loro cultura. Le donne non ne sono un’eccezione. Una donna finlandese ha sempre bisogno di spazio per esprimere la sua personalità, spesso a scapito dell’uomo.


Da Marilyn Monroe, passando per Pamela Anderson (che vanta origini finlandesi!) fino a Charlize Theron e Paris Hilton, le bionde sono tra le più amate da noi italiani. E quanto fece parlare Anna Falchi al suo arrivo in Italia? Bene…la mamma di Anna Falchi è originaria di Tampere.

Appena arrivati in Finlandia noterete tante ragazze bionde con occhi azzurri e visi bellissimi. Le donne finlandesi sono oggettivamente splendide. Se poi arrivate d’estate preparatevi a giornate sconvolgenti per gli occhi di un italiano non abituato. Quando inizia a far caldo, i pantaloni diventano hot-pants, le gonne sono corte, le magliette smanicate e la quantità di pelle bianca in attesa di scottatura è impressionante.

No donna oggetto: le ragazze finlandesi sono indipendenti

Ma le donne finlandesi non amano essere considerate bamboline o oggetti del desiderio. Ci tengono alla loro indipendenza e non si lasceranno abbindolare facilmente dal classico playboy italiano.

Parlare con le ragazze finlandesi

Le ragazze finlandesi parlano fluentemente l’inglese. Se non parlate bene l’inglese vi sarà difficile comunicare inizialmente con una sconosciuta. Poiché i finalndesi parlano tante lingue straniere, non sarà difficile trovare qualcuna che parli italiano, più o meno bene.

Se invece parlate inglese non avrete difficoltà a conoscere una ragazza finlandese, in quanto qui le ragazze sono molto aperte, curiose, e non disdegnano una chiacchierata con sconosciuti…a differenza dei ragazzi finlandesi che sono fondamentalmente più timidi e hanno a volte bisogno di qualche bicchiere per poter socializzare.

In generale comunque, i Finlandesi sono un popolo abbastanza amichevole, che ama parlare con gli stranieri e praticare l’inglese. Unico consiglio: fate tante domande.

Uguaglianza tra i sessi

Qui le donne hanno guadagnato il diritto di voto nel 1906 (40 anni prima che in Italia!), la Finlandia è l’unica nazione al mondo in cui il Presidente della Repubblica e il Primo Ministro sono state due donne nello stesso tempo! Insomma, la donna finlandese sa come far valere i propri diritti e il senso di uguaglianza con l’altro sesso è molto forte.

Cura del corpo

Una ragazza finlandese si riconosce anche da questo. La bellezza qui è molto acqua e sapone. Sono poche le donne che usano trucchi pesanti o che sono vestite in modo appariscente.

Le donne finlandesi comunemente si tingono i capelli… sia di biondo che di nero. Quasi tutte le ragazze bionde e more, in Finlandia, sono tinte. Il biondo naturale è abbastanza scuro (il cosiddetto “biondo cenere”) e molte ragazze preferiscono schiarirlo ricorrendo alla tinta. Cosa opposta per le sopracciglia, che sono spesso tinte più scure. per farle risaltare di più. Anche le more sono tinte. Lo noterete dopo poco che siete arrivati: i capelli scuri naturali sono tipici solo delle popolazioni Sami, in Lapponia.

Riguardo la cura di alcuni particolari le finlandesi sono simili alle ragazze svedesi e diametralmente opposte alle ragazze russe ed estoni, che invece sono sempre molto curate fino ai minimi particolari. Le ragazze finlandesi, pur essendo spesso molto trendy, non indossano capi firmati o made in Italy, e quando camminerete per le strade vi sembrerà di assistere ad una sfilata di capi H&M: il look nordico qui va per la maggiore. Al Nord la moda viene dettata spesso dalle ragazze svedesi, sempre al passo con l’ultima fashion e le prime a sperimentare i capi che poi diventeranno tendenza in tutta la Scandinavia.

A differenza delle ragazze russe invece, le coetanee finlandesi non fanno molta attenzione alle unghie e, infatti, non è raro vedere smalto non perfettamente curato.

Sesso e Ragazze Finlandesi

Visto che le ragazze finlandesi sono uno dei principali motivi per cui un uomo italiano va in vacanza a Helsinki ci sembra giusto darvi alcuni consigli anche sul sesso.

Le ragazze finlandesi sono più aperte, mentalmente, delle ragazze italiane, e a volte perfino dei ragazzi italiani. Per i finlandesi non è una cosa inaudita andare a letto insieme dopo una bella serata e non salutarsi neppure il giorno dopo per strada. E una donna non ha paura dei giudizi sociali: qui fare sesso non è un motivo per venire stigmatizzate.

Anche se a volte l’abuso dell’alcol potrebbe portare a scelte sbagliate, cercate di stare attenti! Evitate una gravidanza indesiderata ma soprattutto il contagio di malattie veneree. Usate sempre il preservativo!

Posso offrire un drink ad una ragazza finlandese?

Ci sono teorie discordanti su questo punto ma un fatto è certo: la ragazza finlandese lavora e non cerca un uomo che la mantenga. Pagare un drink ad una ragazza in Finlandia può essere visto come un tentativo di “comprarla”. State sicuri comunque di trovare anche qui la donna che vi accompagnerà al bancone sorridente, si farà offrire un drink e sparirà non appena avrà finito di sorseggiarlo.

Farete molto più colpo se quando lei chiederà: “Prendiamo qualcosa da bere?”, risponderete con un: “Sì, per me una birra, grazie”. Dopo un primo momento di sorpresa, apprezzerà e vi comprerá da bere. Il prossimo drink però lo dovrete offrire voi!

Se vi capiterà l’occasione di fare una sauna comune, le ragazze saranno probabilmente completamente nude, così come sarete voi. In Finlandia è uso fare la sauna nudi. Se non vi ritenete in grado di sopportare la “pressione”, non andate! E ricordate che le saune non sono fatte per far sesso.