L’Università di Helsinki

L’università di Helsinki è il motore culturale e scientifico della Finlandia

L’Università di Helsinki è la più famosa, la più grande, la più vecchia e la migliore delle università finlandesi, secondo la graduatoria mondiale delle università redatta dalla Jiao Tong University di Shanghai nel 2010.
Un’università moderna ma dal cuore antico: l’Università di Helsinki


L’Università di Helsinki non è solamente la più vecchia della Finlandia, ma anche la più grande e quella che offre il maggior numero di corsi di laurea e specializzazione. Vi sono iscritti circa 35.000 studenti, di cui 5000 dottorandi e ricercatori, che operano principalmente in quattro campus universitari:

  • Campus centrale (facoltà di Lettere e Filosofia, Scienze del Comportamento, Giurisprudenza, Teologia, Scienze Politiche e Scienze Sociali).
  • Meilahti (facoltà di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria)
  • Kumpula (facoltà scientifiche)
  • Viikki (facoltà di Agraria e Scienze Forestali, Scienze Ecologiche e Biologiche, Farmacia, Veterinaria).

Di queste aree, la più nuova è quella di Kumpula (costruita da zero a partire dal 1980), mentre la più vecchia è quella centrale, a Kaisaniemi. Esistono inoltre diverse unità transdisciplinari o altamente specializzate, come ad esempio l’Aleksanteri-instituutti specializzato in studi sulla Russia, situate in diversi punti della città o persino altrove in Finlandia.

L’università di Helsinki ai giorni nostri

L’Università di Helsinki è la settima in Europa e la 62esima al mondo per numero di pubblicazioni, nonchè la 72esima al mondo per qualità dell’insegnamento. È attiva in moltissimi campi di ricerca ed è la principale fucina di talenti in campi del sapere di tipo non-tecnico. È un’istituzione indipendente dal potere politico e nel corso degli anni ha sempre lottato per mantenere questa posizione di autonomia. Al vertice dell’Università siede il Cancelliere, nominato direttamente dal Presidente della Repubblica, ma il vero potere decisionale è nelle mani del Consiglio universitario, di cui fanno parte il Rettore, e un certo numero di professori e studenti. La struttura decisionale dell’Università di Helsinki è a dire il vero piuttosto complessa, perché esiste anche un vero e proprio organo di governo di 13 membri, che si occupa della gestione dell’Università in quanto ente giuridico.

L’università di Helsinki ieri

Dopo l’incendio che devastò Turku nel 1827, per volere dello Zar l’accademia che vi sorgeva, creata nel 1640, venne trasferita nella nuova capitale, Helsinki, assumendo il nome di Università Imperiale di Alessandro in Finlandia. L’edificio storico dell’Università, ancora oggi in uso e posto sul lato di Senaatiintori, venne progettato da Engel e inaugurato nel 1832. L’università provvedeva anche ad istruire gli ufficiali amministrativi imperiali per lo svolgimento delle loro mansioni all’interno del Granducato, e rispondeva direttamente allo Zar e nè il governatore generale nè il Senato avevano su di essa alcun potere. Quasi tutti i grandi nomi della cultura finlandese studiarono ed insegnarono presso l’università imperiale: Runeberg, Snellman, Topelius, Lönnrot, Cygnaeus. Il nome ufficiale dell’Università fu cambiato nel febbraio del 1919, dopo l’indipendenza finlandese.

In Finlandia la possibilità per le donne di frequentare l’università è divenuta realtà già a partire dal 1870. La prima studentessa a laurearsi all’università di Helsinki fu Emma Irene Åström nel 1882.

Laskiainen, il Martedì Grasso finlandese

Il Laskiainen, ovvero la festa più… scivolosa dell’anno

Iniziare il periodo di digiuno e riflessione spirituale con una bella discesa in slittino e tanti bei maritozzi con la crema potrebbe sembrare eccessivo a noi Italiani… ma per i Finlandesi è la regola.

Aspettare la Pasqua… scivolando

Laskiainen è una festa articolata su due giorni, la domenica (Laskiaissunnuntai) e il martedì successivo (Laskiaistiistai), sette settimane prima di Pasqua. Il Laskiaistiistai corrisponde al nostro Martedì Grasso, e come il nostrano Carnevale è un momento di gioia e umorismo generale. Durante questa giornata tutti quanti, giovani e meno giovani, si ritrovano nei parchi muniti di slittino, bob o immancabile bustona di plastica. Durante il Laskiainen si fanno due cose: si scivola tutti insieme sfruttando ogni discesa coperta di neve e si gustano le squisite laskiaispullat, molto simili ai nostri maritozzi alla panna. Per il pomeriggio del Laskiaistiistai le associazioni studentesche delle diverse università e scuole applicate organizzano delle feste all’aperto con musica, bevande e dolciumi, oltre vere competizioni a chi realizza la slitta più bizzarra con cui discendere da una collina locale (a Helsinki è tradizione scivolare giù per Tähtitorninmäki, la collina del vecchio Osservatorio Astronomico dalle parti del terminal Olympia, vicino il parco Kaivopuisto). In queste occasioni non è raro vedere divani e vasche da bagno sfrecciare giù per i pendii innevati.

Il nome “Laskiainen” deriva dal verbo laskea che vuol dire “contare”, poiché era l’inizio della conta dei 40 giorni di digiuno quaresimale. Dal momento che però in finlandese laskea significa anche “discendere”, “scivolare”, ecco spiegate le origini della tradizione dello scivolare giù per la collina, senza considerare il fatto che sia un divertimento a costo zero, e quindi l’unico praticabile dai contadini e braccianti agricoli nei secoli scorsi.

I cibi tradizionali del Laskiainen erano molto poveri e semplici. Ovviamente non contenevano carne (proibita nella Quaresima) ma questo divieto era aggirato parzialmente facendo affumicare i piatti assieme al prosciutto o altre parti del maiale. Le laskiaispullat apparvero solo nel 1800. Esse sono disponibili in tre squisite varietà: con la panna montata, con il marzapane e con la marmellata di fragole.

Erasmus in Finlandia

Erasmus in Finlandia: studiare con studenti da tutto il mondo nelle principali città Finlandesi

Un’esperienza che apre gli occhi agli studenti stranieri su un Paese da molti ancora ritenuto esotico. Altissimi livelli di insegnamento e tanto divertimento, cosa chiedere di meglio?

Un’esperienza di studio che in pochi riescono a dimenticare…

Erasmus in Finlandia

Fare l’Erasmus in Finlandia è una delle “situazioni d’entrata” più comuni per gli studenti stranieri che poi decidono di rimanere, o tornare, nel Paese. In Finlandia le istituzioni hanno ben presente il ritorno positivo in termini di immagine che si può ricavare dal fornire un’ottima esperienza di studio agli studenti stranieri, incentivando così l’immigrazione di ricercatori e lavoratori altamente specializzati.

Con un livello qualitativo degli insegnamenti estremamente alto, specie se rapportato alle tasse d’iscrizione, limitate spesso ad un’assicurazione sanitaria che costa circa 80€, la Finlandia mette a disposizione degli studenti stranieri posti riservati sia per le lauree brevi che per le specialistiche.

Anche la partecipazione ai corsi è generalmente facilitata per gli studenti Erasmus rispetto a quelli locali visto che questi devono spesso rispettare i requisiti di alcune graduatorie prima di ottenere l’agognato posto nelle classi. Mentre per gli studenti Erasmus si tratta semplicemente di combattere la classica burocrazia universitaria (e di preparare una bella lettera di presentazione), gli studenti locali devono spesso superare test d’ingresso, il cui non superamento comporta ritardi negli studi anche di svariati anni. A volte, invece, bisogna semplicemente iscriversi per primi on-line.

I preparativi prima dell’Erasmus in Finlandia

E’ generalmente buona regola per chi volesse fare l’Erasmus in Finlandia tenere d’occhio i siti dell’università prescelta partendo già molti mesi prima dell’inizio dell’anno accademico. Le università italiane generalmente richiedono un piano di studi preliminare e a volte anche di entrare in contatto con i coordinatori locali prima di spedire studenti allo sbaraglio.

I tempi universitari sono lenti da ambedue le parti, quindi non è mai troppo presto per iniziare a raccogliere informazioni. Vi capiterà spesso di non avere informazioni aggiornate fino a poche settimane dall’inizio dei corsi. Quello che vi consigliamo di fare è di scrivere il piano di studi e la lettera d’intenti basandovi sul materiale disponibile durante l’anno precedente. Nella maggior parte dei casi dovrete modificare le cose in corsa, ma di solito questa è una soluzione più che accettabile: serve, infatti, più per capire la vostra dedizione allo studio rispetto a quello che farete poi veramente.

Cercate comunque di trovare corsi corrispondenti e contattate gli eventuali insegnanti per conferma, onde evitare di trovarvi con programmi completamente incompatibili fra loro. Purtroppo non è cosa rara, anche per la scarsa collaborazione fra docenti italiani e finlandesi, ma in fondo studiare è solo uno degli altri mille buoni motivi per andare in Erasmus…

L’arrivo in Finlandia

Le università finlandesi generalmente organizzano 2-3 giorni introduttivi per gli studenti Erasmus, al fine di descrivere il funzionamento dell’università e di introdurre gli studenti ai propri tutor. Questi sono dei volontari che si offrono di guidare i nuovi studenti sia alla vita universitaria che alle possibilità mondane che il mondo studentesco può offrire.

L’alloggio in Finlandia

L’alloggio in Finlandia è una questione scottante e vi consigliamo caldamente di preoccuparvene dal primo giorno utile per mandare l’applicazione. In Finlandia la stragrande maggioranza degli alloggi studenteschi è in mano all’Unione degli Studenti Universitari, che li gestisce per mezzo della fondazione HOAS, e funzionano generalmente sulla base di chi primo arriva meglio alloggia. Negli ultimi anni è successo in ripetute occasioni che gli alloggi non bastassero, quindi se non volete ritrovarvi nei guai al vostro arrivo mettete la ricerca di una casa in affitto fra le vostre priorità principali.

Normalmente è sufficiente compilare un modulo on-line, effettuare il pagamento di un deposito che verrà restituito alla fine della vostra permanenza, e attendere il verdetto dell’associazione che possiede gli alloggi. Nella maggior parte dei casi dovrebbero farvi sapere il vostro indirizzo di casa alcune settimane prima del vostro arrivo.

Le chiavi vanno sempre recuperate a mano in orari d’ufficio, quindi assicuratevi di avere un alloggio alternativo se arrivate durante i weekend. Tenete presente che tutti gli Erasmus hanno lo stesso problema e arrivano tutti quasi contemporaneamente, quindi preparatevi a lunghe attese. Lasciare le chiavi vi sarà invece molto più facile visto che potete lasciarle a qualsiasi ora nella buca delle lettere dell’agenzia al momento in cui lasciate l’alloggio.

A seconda dell’affitto pagato, mobili e internet saranno inclusi o esclusi. Per evitare sorprese, cercate informazioni in merito nel contratto che vi viene proposto.

Le abitazioni studentesche in Finlandia sono ben studiate, immergendovi completamente in un ambiente popolato da ragazzi e ragazze come voi. Non è raro vedere interi edifici che partecipano alla stessa festa o gruppi di vicini che di sera si spostano insieme verso i locali. Tenete presente però che alcuni Finlandesi non apprezzano schiamazzi e maleducazione, e non è quindi sorprendente se alcune feste finiscano con una volante della polizia e il proprietario della casa che deve fare un verbale. In alcuni posti, addirittura, le residenze Erasmus sono completamente separate da quelle degli studenti Finlandesi, proprio per evitare screzi dovuti alla differente percezione del termine “silenzio”.

Le feste Erasmus sono ad alto tasso alcolico e cominciano già dal tardo pomeriggio… molto prima nei weekend! Poiché tutti gli appartamenti sono vicini, vi capiterà spesso di avere inconsapevolmente ospiti, pensando che siano amici di amici o che magari conosciate appena di vista. Il clima delle feste Erasmus porta ad avvicinare molto facilmente ragazzi e ragazze e ad improvvisare feste anche in un normale giorno feriale.

Erasmus a Helsinki

Helsinki è ovviamente una delle mete privilegiate, sia per il numero di facoltà presenti, sia per le altre attrattive che la città può offrire. L’università di Helsinki è piuttosto organizzata e nonostante la burocrazia regni sovrana anche qui, le code agli sportelli e i gravi problemi che affliggono molte università italiane si rivelano spesso solo un triste ricordo.

La città è piena di associazioni studentesche, sia legate alle regioni di provenienza (Osakunta) che alle facoltà o agli hobby più svariati. Generalmente il vostro tutor sarà in grado di aiutarvi ad iscrivervi a tutte le mailing list più rilevanti. Cercate di non fare gruppo solo con altri Erasmus, se non volete perdervi tutto quello che gli studenti di Helsinki hanno da offrire!

I pasti per gli studenti ad Helsinki sono serviti da Unicafé o le varie mense per studenti gestite da Sodexo o Fazer Amica, e vi verranno a costare generalmente fra i 2.60€ e i 4€. Libri e internet sono liberamente disponibili nella libreria Alexandria e più in generale in tutti gli edifici universitari.

L’Erasmus Student Network, o ESN in breve, si occupa dell’accoglienza degli studenti Erasmus in tutta Europa. La divisione finlandese è particolarmente attiva, e previo iscrizione (gratuita, o quasi) vi verrà rilasciata una tessera per avere consistenti sconti nei locali dove l’ESN organizza le serate (almeno una a settimana, spesso anche di più). L’ESN inoltre effettua viaggi organizzati in Russia o verso altre destinazioni nel Baltico. Il miglior modo per rimanere informati sulle iniziative collegate all’ESN è fare un salto sui loro forum internazionali e, una volta in Finlandia, iscriversi alla mailing list relativa: il vostro tutor vi spiegherà come.

Festival in Finlandia

Numerosi festival sono organizzati in Finlandia durante la breve estate.

I Finlandesi sono amanti della musica e il loro amore si esprime a pieno durante l’estate quando festival musicali vengono organizzati praticamente ogni fine settimana in quasi tutte le maggiori città finlandesi. Alcuni di questi festival si sono guadagnati anche un’importante posizione nel panorama internazionale e sono molti gli artisti famosi che vengono ad esibirsi in Finlandia ogni anno.
Sole, Musica e Alcool: un mix esplosivo al quale i Finlandesi non sanno davvero resistere


I Finlandesi adorano la musica. I Finlandesi adorano il sole visto che non splende molto spesso qui al Nord. E i Finlandesi amano l’alcool. Ora immaginate questi tre elementi insieme, mescolati sapientemente durante una calda estate finlandese: benvenuti ad un tipico festival in Finlandia!

Ovviamente ci sono anche dei festival minori durante l’autunno, l’inverno e la primavera ma i festival più famosi e amati dai finlandesi sono tutti durante l’estate.

Particolarità di molti festival è che il consumo di bevande alcoliche è confinato ad aree ben delimitate. In questo modo è possibile effettuare un controllo sull’età visto che in Finlandia è illegale somministrare o vendere alcool ai minori di 18 anni. All’ingresso gli zainetti e le borse vengono controllati per vedere se contengono oggetti pericolosi o alcolici come bottiglie di vodka o lattine di birra.

Festival Jazz

I Finlandesi amano la musica jazz e sono molte le manifestazioni jazz sparse su tutto il territorio nazionale

Pori Jazz Festival

Festival di Jazz che prende il nome dalla città che lo ospita, il Festival Jazz di Pori ha ospitato artisti come James Brown, Miles Davis, Stevie Wonder, Carlos Santana, Sting, solo per citare alcuni nomi di artisti famosi che hanno calcato il palco di questo rinomato festival che si svolge ogni anno durante il mese di luglio. Per maggiori informazioni

http://www.porijazz.fi/

April Jazz

Festival internazionale di Jazz della durata di cinque giorni che si svolge a Espoo, vicino Helsinki alla fine di aprile. Tra i maggiori artisti della scena Jazz internazionale, si sono esibiti nel 2010 Calle Real, Dwayne Dopsie e George Duke. Tutti i giorni ci sono bus gratuiti che connettono Helsinki a Espoo, dove si svolgono i concerti. Per maggiori informazioni

www.apriljazz.fi

Festival Rock e Metal

Ogni finlandese che si rispetti, in gioventù, ha fatto parte di una band rock. La musica rock dal vivo è un must qui in Finlandia e molte sono le band che sono riuscite a diventare famose anche fuori dai confini nazionali.

Ilosaarirock

Ilosaarirock prende vita a Joensuu, in Carelia, e dura due giorni. Come tutti i festival estivi, molto dipende dal tempo atmosferico, e all’Ilosaarirock il sole è fondamentale. Ci sono normalmente quattro palchi, di cui due sotto tendoni e due all’aperto, su cui si avvicendano alcuni dei grossi nomi del panorama musicale contemporaneo, finlandese e internazionale. Un sound system reggae, posizionato in spiaggia sulla riva del lago aiuta a scaldare gli animi e contribuisce all’umore festaiolo generale.

Ilosaarirock è a detta di molti il festival rock migliore in terra finlandese, non solo per gli artisti che propone, ma per l’atmosfera speciale che lo pervade e accomuna tutti i partecipanti, dall’indie rocker più trendy all’hippie fanatico di reggae, fino ad arrivare agli onnipresenti metallari.

http://www.ilosaarirock.fi/

Provinssirock

Dal 1979 Provinssirock è uno dei festival rock più grandi qui in Finlandia. Il festival dura tre giorni ed è organizzato nella città di Seinäjoki nel mese di giugno, aprendo la stagione dei festival rock in Finlandia.

Quasi 80mila persone partecipano a questo festival…. forse perché stiamo parlando di artisti del calibro di Tori Amos, David Bowie, Him, Limp Bizkit, Marilyn Manson e Red Hot Chili Peppers?

http://www.provinssirock.fi/

Ruisrock

Ruisrock si svolge ogni anno a luglio in un’isola vicino Turku, Ruissalo. Organizzato per la prima volta nel 1970 è il festival rock più vecchio e con i suoi cinque palchi uno dei più vivi e amati dai finlandesi.

In media ogni anno 70 mila persone vengono a divertirsi al Ruisrock. Sembra che nel 1971, solo al suo secondo anno di vita, Ruisrock abbia fatto ballare più di 100 mila persone, un vero record per la Finlandia.

http://www.ruisrock.fi/

Ankkarock

Ankkarock può essere considerato sia rock festival che metal festival. Ankkarock viene organizzato a Vantaa (a pochi chilometri da Helsinki) nel mese di agosto e fa divertire ogni anno circa 40 mila persone.

http://www.ankkarock.fi/

Tuska

Tuska, che in finnico vuol dire dolore, agonia, è un festival interamente dedicato alla musica metal. Si svolge nel parco di Kaisaniemi al centro di Helsinki e viene organizzato nell’ultimo fine settimana di giugno. Il festival registra un’affluenza di circa 30 mila persone, ovviamente tutte vestite di nero.

http://www.tuska-festival.fi/

Festival Indie/Pop

Flow Festival

Uno degli eventi più attesi dagli abitanti di Helsinki, il Flow Festival segna l’inizio della fine dell’estate, uno degli ultimi weekend di sole da godersi ascoltando buona musica. Il Flow Festival costa circa 100 euro per tre giorni di musica e ha visto la partecipazione negli scorsi anni di artisti come Lily Allen, The Kings of Convenience, Crystal Castle. Non sono comunque mai mancate band più ermetiche, come Fever Ray, Ulver, Borko, o emergenti come ad esempio Le Corps Mince De Francoise.

http://www.flowfestival.com/en/

Festival elettronici in Finlandia

Club colors Festival

Quasi esclusivamente nella zona di Helsinki, i Club Colors festivals sono d’impronta trance ed elettronica e ne viene organizzato circa uno ogni due mesi. Artisti come Armin Van Buuren, Tiësto e Above & Beyond sono spesso presenti a queste manifestazioni di musica elettronica in Finlandia.

http://www.clubcolors.net/

Hytky

L’Hytky è un’associazione studentesca di Helsinki che organizza techno party nella capitale, ciò che di più simile troverete ai rave party nostrani. Almeno una volta al mese si trovano all’aperto o in qualche locale appartenente all’università e organizzano concerti di musica techno. Solo se iscritti alla newsletter potete venire a conoscenza del luogo di appuntamento. L’alcool è di solito molto economico e potete portarvi anche alcol da casa! L’organizzazione amatoriale e spontanea fa si che le feste siano a volte piene di gente a volte completamente vuote.

http://www.hytky.org/

Konemetsä

Konemetsä è un festival all’aperto organizzato in una foresta tra Helsinki e Turku (Sud-Est della Finlandia). Circa 4000 persone si riuniscono ogni anno per ballare 24 ore al giorno. Infatti la musica non smette mai di suonare con i vari dj che si alternano durante tutto l’arco della giornata e inutile dire che a luglio, quando il festival è organizzato, la notte quasi non esiste.

Il festival promuove il contatto con la natura, proprio per questo vengono organizzati bus dalle principali città finlandesi. Il prezzo per quattro giorni di festival varia dai 50 ai 70 euro per quattro giorni non-stop di musica elettronica/psichedelica. Il festival non si terrà nell’estate 2010 per ragioni organizzative.

http://konemetsa.net/

Festival Gotico in Finlandia

Lumous Gothic Festival

il festival Gotico Lumous è il secondo festival gotico più a nord in tutto il mondo. Ed in assoluto l’evento gotico più seguito in tutta la Finlandia. La prima edizione è stata organizzata nel 2001 ed è rimasto subito nel cuore degli appassionati di questo genere.

L’unico genere musical non trattato è il metal, visto che già esistono molti festival dedicati al metal in Finlandia. Altrimenti oltre al gotico è possibile ascoltare stili musicali diversi come musica dance dark, EBM, death rock, dark ambient, industrial e neofolk.

Al momento il festival non viene organizzato in un’area specifica ma si distribuisce in diversi club dove i vari eventi vengono organizzati ogni anno.

I biglietti possono essere acquistati presso:

www.lumous.net

Altri Festival Famosi

Savonlinna Oopera Festival

Il festival dell’opera di Savonlinna (in finlandese Savonlinnan oopperajuhlat ) viene organizzato ogni anno nel suggestivo castello di Olavi nella città di Savonlinna, nell’Est della Finlandia.

Il festival affonda le sue radici nel 1912, quando venne organizzata la prima edizione. Oggigiorno il festival dura dalla festa di juhannus – alla fine di giugno – per tutto il mese di luglio, permettendo ai circa 60 mila spettatori di godere delle loro opere preferite immersi nell’incantato ambiente di un castello sul lago Saimaa.

Ci sono anche dei pacchetti da Helsinki, organizzati da Finnair, dove potrete andare in aereo ad assistere l’opera a Savonlinna in serata e tornare direttamente dopo lo spettacolo,senza il problema del pernottamento.

http://www.operafestival.fi/In_English/Front_Page.iw3

World Village Festival

Il world village festival, maailmakylässä in finnico, si svolge ogni anno alla fine di maggio nel parco di Kaisaniemi, a Helsinki.

Intanto il festival è gratuito ed adatto per tutta la famiglia. Lo scopo

del festival, organizzato dal 1995, è dare un assaggio delle differenti culture. Durante il festival è possibile ascoltare concerti di gruppi africani o indiani, per esempio, e nello stesso tempo è possibile assaggiare, presso gli stands, la cucina proveniente dai Paesi più lontani. Insomma un assaggio delle differenti culture presenti sul nostro pianeta.

http://www.maailmakylassa.fi/english

Down by the Laituri

Down by the Laituri è il festival estivo più famoso di Turku, organizzato durante l’estate alla fine del mese di Luglio. Vengono organizzati dei concerti a pagamento ma è possibile partecipare al festival down by the Laituri anche passeggiando lungo il fiume Aura che taglia la città di Turku in due. E’ possibile passare la serata lungo il fiume sorseggiando birra o partecipare alle numerose feste organizzate sulle navi ormeggiate lungo il fiume.

Laituri è la parola finlandese che indica il pontile di legno usato per fare il bagno dopo una sauna o per ormeggiare una barca.

http://www.dbtl.fi/

Solitamente a mezzanotte i concerti finiscono e la festa si sposta in città. Durante le giornate di festival saranno venduti biglietti per discoteche con deejay o concerti a tema col festival di turno

Costo della vita in Finlandia

Costo della vita in Finlandia

Quanto costa vivere in Finlandia e cosa si deve fare per risparmiare

Come tutti i Paesi Nordici, la Finlandia è una nazione costosa. Esistono però similitudini con i prezzi di altri Paesi europei, con l’eccezione di alcuni beni specifici reperibili a cifre nettamente superiori alla media. Scopriamo quali.

In Finlandia è di norma pagare 7€ per una colazione con brioche e cappuccino.

Il costo della vita in Finlandia dipende sostanzialmente da un paio di fattori: il primo relativo al vostro status sociale (gli studenti usufruiscono per esempio di sconti sostanziosi in più di un’occasione), il secondo legato invece alla particolarità di ciò che volete acquistare.

Ad un primo sguardo la Finlandia appare come un paese caro. D’altro canto, i Finlandesi, pagando tasse alte, usufruiscono anche di numerosi servizi a prezzi vantaggiosi o gratuiti. Nel canone di affitto sono di solito comprese spese condominiali (incluso riscaldamento e acqua calda) e acqua corrente. Considernado che il gas non è molto popolare, l’unica bolletta che avrete da pagare extra, sarà quella dell’elettricità.

Gli stipendi

Gli stipendi finlandesi in media, sono più alti di quelli italiani. Lo stipendio medio lordo annuale è circa 40000€, circa il 15% più alti che in Italia. Considerate che il sistema è più egualitario, e le differenze fra impiegati e manager sono meno accentuate. Inoltre studiare in Finlandia è gratuito. Tutte le università hanno un test di ingresso, ma tutti gli studenti vengono supportati dallo Stato con borse di studio per tutti (500-600€).

I prezzi in finlandia

In linea generale, i prezzi finlandesi al supermercato sono più alti di circa il 20-30% rispetto a quelli italiani: in particolare frutta e verdura hanno prezzi a volte proibitivi, come ad esempio pomodori di buona qualità a quasi 5€ al chilo.
In Finlandia, il salmone è uno degli alimenti più convenienti rispetto agli standard italiani: pensate che si può trovare il filetto di salmone anche a 7€ al chilo! Molto economici sono anche i dolciumi e le caramelle, per una certa tendenza nazionale al consumo sfrenato di zuccheri (non è raro, infatti, vedere barre di cioccolato in vendita anche in un negozio di elettrodomestici!).
Altri beni, come l’abbigliamento tecnico per la neve, non sono così costosi ma proprio perché in Finlandia temperature sotto zero sono all’ordine del giorno quindi questi capi sono più una necessità che una moda da seguire.

Mangiare fuori in Finlandia

Particolarmente costoso è mangiare e bere fuori casa, soprattutto a cena.
Si può passare dai 15€ circa per una pizza, fino a 50-60€ a persona per una cena completa (antipasto, piatto principale e dessert), specie se il pasto è accompagnato da una bottiglia di vino.
Anche fare colazione in Finlandia è più costoso rispetto all’Italia: un cappuccino costa almeno 2,5€ e una fetta di torta può salire fino a 7€.
Il pranzo, ma solo nei giorni lavorativi, può spesso essere l’opzione più conveniente visto che la maggioranza dei ristoranti offre formule buffet o piatti a prezzi ridotti ed è possibile mangiare con prezzi che si aggirano intorno agli 8-11€ a seconda del tipo di ristorante.
In generale, tutto quello che ha a che fare con la ristorazione ha un costo molto più elevato rispetto agli standard italiani, sia per l’elevato costo di alcolici e forza lavoro, sia per la relativa difficoltà nel reperire ingredienti pregiati. D’altro canto, per la vita notturna, le discoteche sono essenzialmente gratis o comunque raramente spenderete più di 10€ d’entrata.

Fumare in Finlandia

Anche i fumatori spendono di più in Finlandia. Le sigarette in generale costano un pochino di più che in Italia, mentre i sigari sono assai più cari!

Sconti per studenti

Gli studenti in possesso di tessera universitaria valida per l’anno in corso hanno accesso a sconti nelle mense (un pranzo completo si paga in media 2,5€), quando acquistano un biglietto del treno o l’abbonamento ai mezzi pubblici (con detrazioni del 50%), e possono usufruire di varie palestre universitarie che offrono l’opportunità di praticare innumerevoli discipline pagando solamente una somma che si aggira intorno ai 100€ all’anno. La valanga di sconti a cui la tessera universitaria dà accesso è anche il motivo per cui alcune persone cercano di rimanere nel sistema scolastico il più a lungo possibile. Tra gli sconti per studenti anche il cinema. Per tutti gli altri andare al cinema in Finlandia costa tanto come andare in pizzeria, i biglietti costano in media 10€, con picchi di 15€ per i film in 3D.

Shopping

Il prezzo di capi di abbigliamento, scarpe ed accessori, varia molto a seconda delle marche, ma si aggira sui prezzi italiani. I costi di elettrodomestici, prodotti tecnologici ed elettronica invece tende ad essere di un 15% superiore agli standard italiani.

Taglio di Capelli

Il costo dei servizi varia: un taglio di capelli per un uomo ad esempio si aggira sui 25€, mentre per le ragazze si sale fino ad 80€ o anche più, a seconda del servizio.

Spese per l’alloggio

I servizi d’emergenza sono compresi nelle tasse condominiali. Se abitate in un appartamento, perdite alle tubature o altri problemi relativi alla casa sono curati dal talonmies, una sorta di tuttofare che si occupa delle riparazioni e della cura del palazzo e dell’eventuale cortile.
Come già detto, il gas è praticamente inesistente, quasi tutto funziona elettricamente. L’elecctgricità costa all’incirca 30€ ogni due mesi per un appartamento medio di due persone e il riscaldamento è compreso nelle spese condominiali. L’acqua calda è centralizzata e quindi non incide sulla bolletta della famiglia.

Viaggiare in Finlandia

Viaggiare in Finlandia costa molto. Il prezzo della benzina è allineato con quello dell’Italia ma viaggiare in treno costa molto di più. Per un viaggio di due ore, Helsinki-Tampere, il prezzo del biglietto del treno è di più di 25€ a persona. Sono comunque frequenti offerte molto vantagiose, in caso prenotiate il vostro viaggio con largo anticipo. E’ vero che i treni finlandesi sono puntuali ed una seconda classe finlandese equivale ad una prima classe italiana ma il prezzo, se non sei studente, è abbastanza alto. Il trasporto pubblico è più costoso rispetto all’Italia ma sicuramente più efficiente.

Divertimento

Le discoteche finlandesi sono principalmente gratuite: l’unico prezzo da pagare è il guardaroba di 3-4€. Alcune discoteche fanno pagare un biglietto di 5 o 10€ all’ingresso e le consumazioni più economiche, come birra o sidro, si aggirano sui 6-8€.
I concerti dal vivo, frequenti, sono a pagamento e il prezzo medio si aggira dai 30 ai 50€ sia per star finlandesi o ospiti internazionali.

Sport

Praticare sport in Finlandia può essere spesso gratuito. Se vi piace l’atletica (corsa, lancio del peso, giavellotto, salto in lungo etc.) in Finlandia troverete numerosi parchi attrezzati per praticare gratuitamente il vostro sport preferito. Durante l’inverno, se avete i pattini, è possibile anche pattinare sul ghiaccio gratuitamente sulle numerose piste gestite dal Comune.

Gli affitti finlandesi

Affittare una casa al centro di Helsinki è molto più economico che affittare una casa al centro di Roma.
Nella capitale finlandese però i prezzi sono molto più alti rispetto alle altre città. Un appartamento in una buona posizione di 20 mq si aggira sui 600-700€ mensili mentre per un appartamento di 40 mq può arrivare fino a 1000€ mensili. Chiaramente, i prezzi si abbassano via via vi allontaniate dal centro.

Lo sapevate che…?

In Finlandia è molto raro usare contante nella vita quotidiana. Per questo accade spesso che molti finlandesi, in particolare nel fine settimana e specialmente se un po’ alticci, si trovino ad offrire numerosi giri di alcool ai propri amici per rendersi poi conto solo nei giorni successivi di aver speso un capitale in drink!