Febbraio in Finlandia

Il martedì grasso in Finlandia, tutti sullo slittino!

Febbraio (helmikuu) è un altro bellissimo mese per gli amanti dell’inverno finlandese. Temperature sotto lo zero (anche -20, -30 gradi) e neve su tutta la Finlandia. Il mar Baltico è ghiacciato e così anche tutti i laghi della Finlandia. Un mese ideale per gli amanti dello sci e del pattinaggio sul ghiaccio.

Tutte le scuole finlandesi chiudono per una settimana per permettere agli studenti e alle famiglie finlandesi di fare la settimana bianca. Le scuole non chiudono tutte insieme ma in scaglioni separati, da nord a sud, per non affollare le località turistiche, concentrate in Lapponia.

Se siete in Finlandia a febbraio vi consigliamo di fare una sauna: ne avrete sicuramente bisogno per riscaldarvi dopo una passeggiata a -20 gradi.

Parecchie ricorrenze ci sono a febbraio.
Il 5 Febbraio si festeggia l’anniversario della nascita del poeta Johan Ludvig Runeberg, con i tipici dolcetti (Runebergin torttu) venduti per l’occasione.
Il 14 Febbraio si festeggia San Valentino che però in Finlandia non è la festa degli innamorati bensì la festa dell’amicizia (ystävänpäivä). Oggigiorno ognuno lo celebra come vuole.
Il 28 Febbraio si festeggia il giorno del Kalevala con le bandiere finlandesi esposte per le strade. Con l’occasione si celebra anche il Giorno della Cultura Finlandese.

Febbraio a Helsinki

Laskiainen  è l’equivalente del nostro martedì grasso e molto probabilmente capiterà a febbraio (sette settimane prima di Pasqua). I Finlandesi si radunano in tutti i parchi cittadini scivolando con slittini e bob da ogni collina disponibile. A Helsinki gli studenti affollano principalmente Kaivopuisto e Koffinpuisto, su Bulevardi.

Oltre ai dolcetti di Runenberg avrete la possibilità di assaporare anche le laskiaispullat, simili ai nostri maritozzi con la panna.

[include file=/include/calendario.htm]

Safari Artico in Lapponia

Safari artico in Lapponia: il ghiaccio al posto della savana

Il safari artico, un modo unico e sicuro per assaporare l’incontaminata natura finlandese. Per singoli, coppie o grandi gruppi, il safari è una delle esperienze consigliate per vivere a stretto contatto con l’incontaminata natura della Lapponia. Inoltre potrete conoscere da vicino le abitudini delle popolazioni Sami.

Un’esperienza indimenticabile avvolti dall’incantevole natura finlandese immersi nel silenzio di panorami lapponi mozzafiato.

safari artico lapponia - renne
safari artico lapponia - renne

I safari artici sono dei pacchetti organizzati da operatori turistici in Lapponia per permettere al maggior numero di persone di vivere sulla propria pelle la vita a nord del Circolo Polare Artico. I safari artici sono molto differenziati e ci sono diverse offerte dedicate ai singoli, ai gruppi numerosi, alle coppie, ai giovani e meno giovani e persino ai disabili. Un modo davvero alternativo di andare in vacanza, o di passare il Capodanno o il Natale.

L’esplorazione della natura lappone è al centro di questi safari come lo è la voglia di far conoscere la cultura dei Sami, il popolo che abita la Lapponia.

I safari possono durare da un giorno fino a una o due settimane. Il pernottamento potrebbe essere in tenda o in rifugi lungo il tragitto. Se la situazione climatica è particolarmente rigida gli organizzatori vi forniranno anche l’abbigliamento giusto per permettervi di godere al massimo l’esperienza senza morire di freddo.

Slitta trainata dalle renne

Le renne sono una delle attrazioni principali per chi prenota un safari artico. La visita agli allevamenti di renne è d’obbligo e non si può davvero rinunciare ad un giro in slitta e sentirsi come Babbo Natale. In alternativa altri safari artici prevedono un’esperienza di slitta trainata da husky.

Al termine del safari verrà consegnata una patente di guida per le slitte, naturalmente “per turisti”.

Motoslitta

Per gli amanti del brivido e della velocità la motoslitta è l’ideale: viene utilizzata per l’affidabilità e perché permette di compiere grandi distanze in pochissimo tempo. A tutti i partecipanti viene mostrato il funzionamento della motoslitta, ricevendo informazioni su come guidarla in totale sicurezza. Durante il safari artico le guide spiegheranno come riconoscere i sentieri tracciati dai vari animali selvatici: renne, volpi, linci, alci e lepri (no, l’orso polare non vive in Finlandia ma potete ammirarlo nello zoo vicino a Rovaniemi).

Affittare una motoslitta

Per affittare una motoslitta (gatto delle nevi) occorre innanzitutto avere una patente di guida valida. Le motoslitte sono solitamente per due persone e i prezzi variano a seconda della potenza del motore e del tempo di utilizzo.

In media, due ore costano all’incirca 65 euro sulla slitta meno potente, che può essere ad esempio un Touring 380. Un MXZ/F 550, una delle più potenti della categoria, costa anche 85 euro per due ore.

Naturalmente i prezzi salgono col tempo d’affitto. Per i modelli citati prima, due giorni possono costare rispettivamente 260 e 300 euro.
Il tempo massimo di affitto é generalmente una settimana (con prezzo da concordare).

L’incontro con Babbo Natale

Se siete a Rovaniemi e specialmente in compagnia di bambini, non perdete l’occasione d’incontrare Babbo Natale. Tutte le compagnie offriranno la possibilità di incontrare di persona Babbo Natale, di fare foto con lui e di spedire cartoline direttamente dal suo ufficio.

Pesca invernale

Per gli amanti della pesca molti safari offrono la possibilità di avventurarsi nei boschi finlandesi (tramite motoslitta o slitta trainata da cani) per arrivare a laghi ghiacciati dove è possibile passeggiare sulla superficie ghiacciata, fare un foro e pescare attraverso quel foro. Per chi ama la pesca è un’esperienza davvero indimenticabile.

Lo zoo più a Nord del mondo

A 80 km da Rovaniemi si trova lo zoo più a Nord del mondo. Una visita per i più piccoli ma anche per chi ha voglia di vedere gli animali artici nel loro habitat naturale. All’interno dello zoo di Ranua ci sono anche due orsi polari. Per maggiori informazioni

A caccia di aurore boreali

Molti safari vi permetteranno di osservare con i vostri occhi lo spettacolo delle aurore boreali, molto frequenti in Lapponia. Si possono ammirare aurore boreali con maggiore probabilità in autunno o a fine marzo, ma in inverno il paesaggio completamente innevato e i colori vivaci dell’aurora boreale creano un effetto unico.

Sci di fondo e racchette da neve

Questo tipo di safari è quello che vi permetterà un’esperienza molto intima con la natura finlandese. Con gli sci ai piedi o dotati di racchette da neve potrete camminare agevolmente anche sulla neve fresca e ammirare la natura incontaminata godendo del soffice silenzio che solo l’inverno finlandese può farvi provare.

Il Santasport Center

Nelle vicinanze di Rovaniemi è stata creata una struttura, il Santasport Center sul colle Ounasvaara, dov’è possibile praticare fino a 50 sport diversi. Lo sci alpino e lo sci di fondo sono i due sport più quotati ma non mancano piste per la slitta e percorsi per le racchette da neve.

La struttura è dotata anche di un centro termale dov’è possibile rilassarsi, aperto tutto l’anno.

Quanto costa un safari artico?

Qualunque sia la soluzione scelta i prezzi sono alti e variano da 90 euro a persona fino a più di 200 euro a testa. Informatevi presso un’agenzia di viaggi in Italia o visitando direttamente i siti delle compagnie che offrono safari artici in Lapponia, come quelle di seguito:

Lapland Safaris (in inglese)
http://www.lapinsafarit.fi/In_English/Home.iw3

Visit Rovaniemi (in italiano)
http://www.visitrovaniemi.fi/In_Italiano_/Attivit%C3%A0__.iw3

Un esempio di safari con cani da slitta

Un safari interessante è quello che parte dal villagio di Muonio, al confine con la Svezia. (Nord-Ovest della Finlandia). Il safari artico dura circa tre giorni avventurandosi nella natura lappone trainati da slitte. Il safari solitamente termina con una notte passata in un caratteristico hotel di legno sulle rive di un fiume (Harriniva) dotato di sauna.

E’ possibile prenotare safari artici anche d’estate quando si fanno escursioni in barca, rafting nei fiumi lapponi, trekking ed ovviamente visite gli allevamenti di renne. Per i meno avventurosi niente di meglio di una rilassante partita a golf. In estate è possibile giocare per 24 ore al giorno visto che il sole non tramonta mai. Tre i campi da golf presenti in Lapponia: uno a Levi, il più a Nord di tutta la Finlandia, un altro a Kemi e l’ultimo a Tornio, al confine tra la Svezia e la Finlandia.

Laskiainen, il Martedì Grasso finlandese

Il Laskiainen, ovvero la festa più… scivolosa dell’anno

Iniziare il periodo di digiuno e riflessione spirituale con una bella discesa in slittino e tanti bei maritozzi con la crema potrebbe sembrare eccessivo a noi Italiani… ma per i Finlandesi è la regola.

Aspettare la Pasqua… scivolando

Laskiainen è una festa articolata su due giorni, la domenica (Laskiaissunnuntai) e il martedì successivo (Laskiaistiistai), sette settimane prima di Pasqua. Il Laskiaistiistai corrisponde al nostro Martedì Grasso, e come il nostrano Carnevale è un momento di gioia e umorismo generale. Durante questa giornata tutti quanti, giovani e meno giovani, si ritrovano nei parchi muniti di slittino, bob o immancabile bustona di plastica. Durante il Laskiainen si fanno due cose: si scivola tutti insieme sfruttando ogni discesa coperta di neve e si gustano le squisite laskiaispullat, molto simili ai nostri maritozzi alla panna. Per il pomeriggio del Laskiaistiistai le associazioni studentesche delle diverse università e scuole applicate organizzano delle feste all’aperto con musica, bevande e dolciumi, oltre vere competizioni a chi realizza la slitta più bizzarra con cui discendere da una collina locale (a Helsinki è tradizione scivolare giù per Tähtitorninmäki, la collina del vecchio Osservatorio Astronomico dalle parti del terminal Olympia, vicino il parco Kaivopuisto). In queste occasioni non è raro vedere divani e vasche da bagno sfrecciare giù per i pendii innevati.

Il nome “Laskiainen” deriva dal verbo laskea che vuol dire “contare”, poiché era l’inizio della conta dei 40 giorni di digiuno quaresimale. Dal momento che però in finlandese laskea significa anche “discendere”, “scivolare”, ecco spiegate le origini della tradizione dello scivolare giù per la collina, senza considerare il fatto che sia un divertimento a costo zero, e quindi l’unico praticabile dai contadini e braccianti agricoli nei secoli scorsi.

I cibi tradizionali del Laskiainen erano molto poveri e semplici. Ovviamente non contenevano carne (proibita nella Quaresima) ma questo divieto era aggirato parzialmente facendo affumicare i piatti assieme al prosciutto o altre parti del maiale. Le laskiaispullat apparvero solo nel 1800. Esse sono disponibili in tre squisite varietà: con la panna montata, con il marzapane e con la marmellata di fragole.