Moda in Finlandia

Come vestono i finlandesi? Una guida simpatica ma molto reale

Quando si pensa alla Finlandia non si pensa certamente ai grandi stilisti della nazione. Eppure, a modo loro, anche i Finlandesi seguono mode e stili influenzati spesso dalla musica dark e gotica.
In alcune zone della capitale sembra di sfogliare un catalogo di H&M in carne ed ossa…”
Il negozio di Luis Vuitton a Esplanadi

Una piccola premessa: l’articolo è volutamente generalizzato ed in parte comico. Sappiamo che ci sono eccezioni anche qui e alcuni Finlandesi hanno uno stile impeccabile nel vestire ma la sensazione generale che si ha, anche dopo molti anni di vita in Finlandia, è proprio quella che vi farete leggendo questo articolo.

L’anonimato e i no-color

Parlando di Finlandia, a nessuno verrebbe in mente di nominare la moda e il fashion come elementi caratterizzanti. Per un motivo preciso: lo stilista Cavalli non sarebbe famoso se esportasse solo in Finlandia. I colori nelle strade finlandesi variano dal nero al grigio al marrone e gradazioni intermedie: raramente vedrete colori sgargianti, neanche d’estate. Le ragazze finlandesi non solo non vestono verde per principio (il verde fa diventare la pelle chiara di un colore ancora più pallido, con effetto “malato”), ma vestono rosa o bianco solo se sono abbronzate. Considerando che le ragazze finlandesi sono abbronzate un mese all’anno, capirete che non vedrete molte magliette bianche o rosa, nemmeno d’estate.

Come vestirsi nei locali e nei ristoranti

Di solito i finlandesi vestono molto casual, ma nei locali e nei ristoranti è preferito un look più elegante. Giacca e cravatta non saranno mal viste, anzi. In alcuni locali notturni di Helsinki (come ad esempio Teatteri), la giacca elegante è nella norma.

Le scarpe dei finlandesi in Italia…le buttereste.

Un’altra grande differenza con il Bel Paese sono le scarpe. In Finlandia le scarpe sono considerate come un accessorio. Scordatevi le “mode” come le Tiger dell’Asics spinte dal film “Kill Bill” di Tarantino di qualche anno fa, le Converse rosse come aveva Clive Owen in “Sin City” o i negozi di scarpe all’ultima moda trendy per giovani come Foot Locker… in Finlandia non esistono. Le scarpe dei Finlandesi sono come le scarpe degli impiegati giapponesi: tutte simili e anonime.

Se volete acquistare belle scarpe… compratele prima di arrivare in Finlandia. Le poche scarpe che ci sono in Finlandia, sono molto più care che in Italia e la qualità è ben peggiore. Una motivazione può essere il fatto che durante i mesi di neve, le strade sono piene di pietrisco e sale per evitare di scivolare, tutte cose che rovinano rapidamente le scarpe. Perché spendervi un capitale?

Eccezioni ovviamente ce ne sono (pensiamo a Punavuori, quartiere di design della capitale), ma sono, per l’appunto, eccezioni. A difesa dei finlandesi va detto comunque che le scarpe sono abbastanza anonime da tutte le parte del mondo che non siano l’Italia o qualche Nazione alla moda come la Francia!

Per le grandi firme italiane andate da Stockmann

Se ci sono negozi di Gucci, Prada, Armani, D&G, Versace, Cavalli e Furla? I negozi dedicati non ci sono ma se andate da Stockmann troverete qualche pezzo delle collezioni delle grandi marche d’abbigliamento italiane.
Per gli amanti di MaxMara e Max&Co, li potete trovare ad Helsinki in Aleksanderinkatu, uno di fronte all’altro vicino al negozio di punta della Nokia .
Nella capitale troviamo anche il negozio della vicentina Diesel, a Mannerheimintie 2.

Gli stili dei Finlandesi

Tra gli stili dei Finlandesi ne possiamo riconoscere alcuni per le strade:

L’anonimo

La maggior parte degli uomini, ma anche molte donne finlandesi, si vestono in maniera assolutamente anonima: non un accessorio, una sciarpa colorata, un orecchino, capelli mai acconciati in maniera stilosa, niente.

Lo stile gotico finlandese

Amanti della musica gotica o heavy ce ne sono tanti, soprattutto nei paesini più sperduti, dove vestirsi totalmente di nero è l’unica maniera per sconfiggere la monotonia… Se pensate che la pelle dei finlandesi non possa diventare più bianca di quella che vedete in giro, ripensateci: gli amanti dello stile gotico hanno una carnagione oltre il bianco, spesso accentuata da capelli tinti di nero… e dal fondotinta bianco!

Lo stile rock finlandese

Il gotico o il metallaro non va confuso con l’hard-rocker finlandese. Jeans stretti, capelli lunghi, orecchino d’ordinanza è lo stile rock finlandese. La variante metal si riconosce dalle magliette dei Metallica o degli Iron Maiden sotto la giacca di pelle, 12 mesi all’anno.

Lo stile H&M

Nelle grandi città lo stile che va per la maggiore è senza ombra di dubbio lo stile H&M. La grande catena di vestiti è, insieme a Zara, l’unico negozio in cui miriadi di giovani fanno acquisti. Camminando per le strade della capitale della Finlandia sembra di assistere ad un catalogo di H&M in versione reale, grazie anche alla bellezza dei finlandesi e alla pelle candida che ricorda i cataloghi di moda. Da adulti, Selected, Vila e Vero Moda prenderanno il posto di H&M e Zara.

Lo stile svedese

Un’evoluzione dello stile H&M è lo stile svedese. Ci si veste bene, eleganti e “fighetti”, sia per andare al supermercato, che per uscire la sera. Stile che hanno spesso i cugini svedesi.

Lo skater

Per lo più adolescenti, gli skaters girano con pantaloni ben al di sotto del cavallo, giacconi invernali anche in primavera e cappellino americano con visiera drittissima spostata di lato tutto l’anno. Si radunano in gruppi ed hanno una facile tendenza a sputare a terra.

Il campagnolo

Vestiti anti-acqua, anti-vento, anti-tutto, da novembre a marzo e, incredibilmente, colori sgargianti. I colori ci sono, certo, ma con abbinamenti…originali. Il “campagnolo” è facile riconoscerlo per le vie delle città finlandesi per la camminata resa difficoltosa dagli scarponi da trekking lapponi d’inverno e per i sandali col calzino a vista d’estate.

Gente che magari va a lavoro in bicicletta e che sacrifica il look per la comodità.

Lo stile “vengo dalla palestra”

Per qualche ragione moltissimi finlandesi non fanno la doccia in palestra. Per cui vedrete manipoli di persone in treno, sull’autobus o in metropolitana con la borsa della palestra e i vestiti sudati addosso. La doccia si fa a casa, va di moda. In Finlandia si può fare la sauna nudi con la propria famiglia ma forse non la doccia con degli sconosciuti.

Più che una moda è costume, ma in casa si sta in calzini! Toglietevi le scarpe!

Natale a Helsinki

A Helsinki è Natale tutto l’anno

Se avete deciso di passare il Natale a Helsinki, potreste essere davvero fortunati e ritrovarvi a passeggiare nel centro della città, ricoperta di neve, facendo shopping nel caratteristico mercatino di Natale nella centralissima piazza del Senato.

A Helsinki è Natale tutto l’anno: il negozio di Natale è infatti aperto 12 mesi all’anno: quest’anno nessuna scusa per non avere addobbi perfetti.

Natale a Helsinki - coro di babbo natale
Il Natale a Helsinki, come in tutte le grandi città, inizia a Novembre: le strade vengono addobbate con luci, festoni e alberi di Natale. La città cambia completamente immagine: da Aleksanterinkatu, la via dello shopping di Helsinki, le vetrine sono ricche di addobbi e luci colorate fino all’albero di Natale davanti alla cattedrale bianca che fa da cornice ai mercatini di Natale.

Verso l’inizio di dicembre Stockmann inaugura la stagione natalizia presentando la sua vetrina di Natale, che è la più grande della Finlandia: è tradizione che i genitori portino i propri figli a vedere la storia animata del Natale. Seppur il vero inizio della stagione natalizia lo segna l’arrivo di Babbo Natale direttamente da Rovaniemi, in Lapponia, con una cerimonia che inizia nella Piazza del Senato e si conclude con un carosello lungo le vie principali del centro, dove Babbo Natale viene portato su una carrozza (o una slitta se c’è neve) e tutta la città lo accoglie in festa.

Mercatini di Natale a Helsinki

Helsinki si riempie di mercatini a Natale. Da quest’anno il più famoso mercatino di Natale è  davanti alla cattedrale bianca nella piazza del Senato: ben 157 casette di legno rosse vengono montate  e dal Giorno dell’Indipendenza (6 dicembre) in poi è possibile passeggiare tra le varie bancarelle, sorseggiare una bevanda calda ed acquistare oggetti d’artigianato finlandese. Troverete gioielli, addobbi per il Natale, calzettoni di lana, cappelli, foto di aurore boreali, vestitini per i bambini, maglioni finlandesi, prodotti tradizionali, oggetti in legno per la casa e la cucina, souvenir e le immancabili caramelle (karkit), disponibili in tutte le forme e gusti.

Un altro mercatino viene organizzato di fronte al centro commerciale Kamppi, ma qui troverete soprattutto aziende locali che effettuano promozioni natalizie. Sul palco in mezzo alla piazza viene suonata continuamente musica natalizia e gruppi dal vivo intrattengono i passanti. Per i più piccoli c’è una giostra di cavalli.

Negozio di Natale a Helsinki

Sempre su Esplanadi (Pohjoisesplanadi 35, tra i café Esplanadi e Strindberg) si trova il negozio di artigianato e souvenir Kankurin Tupa. La caratteristica di questo negozio è che ha un reparto natalizio aperto tutto l’anno, molto suggestivo soprattutto se visitato in estate. Troverete addobbi per l’albero di Natale, oggetti per la tavola, cartoline natalizie, folletti e troll di diverse dimensioni.

Durante il Natale e la vigilia di Natale è tradizione visitare i cimiteri portando una candela per onorare i propri cari. Una passeggiata al cimitero di Hietaniemi, non lontano dal centro di Helsinki, è un’esperienza indimenticabile se avete deciso di passare il Natale nella capitale finlandese. Per l’occasione il cimitero è aperto 24 ore su 24.

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Un vero paradiso per il turista alla ricerca di un souvenir artigianale o di un bel piatto di pesce appena pescato. Kauppatori è un punto di interesse conosciutissimo, forse tra i più conosciuti della capitale finlandese, Helsinki. Con il suo mercato caratteristico, Kauppatori accoglie non solo i Finlandesi, ma anche e soprattutto molti turisti.

La gastronomia e l’artigianato finlandese racchiusi in una piazza. A Kauppatori trovate i funghi cantarelli (o finferli), le migliori verdure, le pregiate bacche artiche, nonché pelli e carne di renna, pesce appena pescato e tutto l’artigianato finlandese come le famose tazze in legno fatte in Lapponia. Ideale per chi ha fretta di trovare un souvenir e per chi ha più tempo da spendere tra le miriadi di prodotti tipici finlandesi.

Kauppatori  piazza del mercato di Helsinki

Kauppatori è la piazza del Mercato affacciata sul porto di Helsinki. Il nome in finlandese deriva appunto da kauppa = mercato e tori = piazza.

A Kauppatori viene organizzato il mercato praticamente tutto l’anno. Kauppatori è una piazza in cui i turisti passano molto tempo passeggiando per il piccolo mercato, acquistando souvenir artigianali fatti in legno oppure facendo la spesa tra le verdure e le carni provenienti dalle campagne e boschi finlandesi. Non solo, a Kauppatori è anche possibile mangiare. Ci sono numerosi stand che cucinano pesce, come i coregoni fritti (muikut) o il salmone, serviti con patate e salse tipiche. Inoltre, non avrete difficoltà a trovare un posto dove riposarvi sorseggiando caffè e mangiando dolci o le famose crêpes con panna e marmellata (pannukakku).

Se visitate Kauppatori in una giornata senza il mercato noterete l’obelisco di granito al centro della piazza: la Keisarinnan kivi, costruita da K. Engel nel 1835. In cima all’obelisco si trova una palla di bronzo sopra la quale svetta un’aquila a due teste. Il monumento è dedicato allo Zar Nicola I e sua moglie Alessandra Feodorovna Romanova, i quali visitarono Helsinki durante il periodo della dominazione russa.

Molti dei traghetti turistici provenienti dalla Svezia, dall’Estonia o dalla Russia attraccano nelle vicinanze di Kauppatori, passando per il Golfo di Finlandia. Oltre alle grandi navi da crociera, da Kauppatori partono anche i traghetti che collegano Helsinki a Suomenlinna e allo zoo di Helsinki (Korkeasaari). Inoltre ogni giorno parte una vecchia nave, la “M/s Runeberg”, che in tre ore collega la capitale finlandese alla città di Porvoo.

Nei pressi di Kauppatori

La piccola via Sofiankatu (ancora in ciottolato originale) divide Kauppatori da Senaatintori, la famosa Piazza del Senato dove si può ammirare l’imponente chiesa bianca (Tuomiokirkko), il Duomo di Helsinki, vero simbolo della capitale finlandese. A pochi passi dal Duomo luterano si trova la cattedrale ortodossa Uspenski, da cui potrete avere una visione di Kauppatori dall’alto.

Nelle vicinanze della Piazza del Mercato c’è anche un mercato coperto (Kauppahalli), famoso per la qualità degli alimenti, con le macellerie, pescherie e prodotti tipici alimentari e non.

Da Kauppatori è possibile imboccare Esplanadi, una via alberata ricca di negozi di design “made in Finland” come Iittala, Arabia e Marimekko, o camminare per Alekanderinkatu, la via dello shopping di Helsinki, che termina con i grandi magazzini di Stockmann.

Webcam Helsinki

Su Kauppatori è puntata una delle più interessanti webcam di Helsinki

http://www.ek.fi/www/fi/nettikamera/index.php

Dopo la vittoria del gruppo Lordi all’Eurovision 2006 (manifestazione canora chiamata Eurovision molto seguita in Finlandia), venne organizzato a Kauppatori un mega concerto gratuito durante il quale il Presidente della Finlandia, Tarja Halonen, consegnò simbolicamente le chiavi della città al cantante del gruppo di “mostri” finlandesi più famoso nel mondo.

Trombonave – Crociera tra Helsinki e Stoccolma

La Trombonave, crociera del sesso nel Mar Baltico: in viaggio tra la Finlandia (Helsinki/Turku) e Svezia (Stoccolma)

Un fine settimana in crociera tra la Finlandia e la Svezia: una mini vacanza che i Finlandesi si concedono molto spesso.
Forse perché l’alcol acquistato sulle navi costa meno?
O perché é una nave piena di tentazioni?

Love Boat, la nave dell’amore. Parecchi hanno trovato l’amore (o solo il sesso) in una di queste navi da crociera, che ogni giorno salpano dal porto di Helsinki con destinazione Stoccolma, e viceversa.

Viking Line e Tallink Silja operano quotidianamente il servizio di navi passeggeri che collega Helsinki con Stoccolma, capitale della Svezia.
Molti Finlandesi si concedono questo tipo di vacanza. Si parte da Helsinki di solito il venerdì pomeriggio – seppur ci siano partenze tutta la settimana – e si arriva a Stoccolma il sabato mattina. Si ha tutto il giorno per visitare la capitale svedese: la nave riparte verso le 17 con arrivo previsto a Helsinki la mattina successiva.

E’ un modo molto economico per visitare Stoccolma da Helsinki o per passare un fine settimana alternativo. Molto spesso prenotando su internet con un po’ di anticipo si possono trovare biglietti o offerte a prezzi contenuti.

Sulla nave è possibile fare shopping (alcol, tabacco, profumi, caramelle e prelibatezza varie) con il vantaggio che tutti gli acquisti sono tax-free. Proprio per questo i Finlandesi e gli Svedesi fanno scorta di alcoolici durante queste minicrociere.

Inoltre durante tutta la crociera è possibile assistere a numerosi spettacoli, andare al cinema, mangiare qualcosa nei numerosi ristoranti, bere nei bar e pub a bordo e ballare nelle due piste fino a tarda notte. E immancabile è il karaoke.

Nelle belle giornate estive è d’obbligo recarsi sul ponte superiore della nave ad ammirare il tramonto e l’interminabile arcipelago di isolette e scogli che separa la Finlandia e la Svezia.

La nave si ferma a notte fonda nelle isole Åland, che grazie alla legislazione speciale di cui godono, permettono di usare questa sosta come espediente per offrire ai passeggeri acquisti tax-free.

Trombonave – Crociera del Sesso – Love Boat

Ma qual è il vero motivo per cui molte persone prenotano queste mini-crociere?
Durante il giorno ci sono famiglie con i bambini che passeggiano tra i vari ristoranti e nei negozi. Di notte tutto cambia: giovani ragazzi e ragazze finlandesi, svedesi o stranieri, si aggirano tra le varie discoteche in cerca dell’anima gemella, o di qualche compagnia per una notte. Proprio per questo la Viking Line, in Italia, si è guadagnata una certa fama e il nomignolo inglese Love Boat è stato tradotto in un goliardico “Trombonave“.

Capita di conoscere molti Finlandesi che arrivati a Stoccolma non scendono neanche dalla nave, ancora intorpiditi dall’alcol bevuto la sera prima. Meglio rimanere in cabina, riposarsi per essere pronti per un’altra notte selvaggia.

Chiunque s’imbarchi sulla “Trombonave” accetta la regola non scritta della crociera. Sulla nave infatti vige il famoso motto citato nel film Hangover riguardo la città di Las Vegas:
“Ciò che succede in Trombonave, resta in Trombonave”

Costo della vita in Finlandia

Costo della vita in Finlandia

Quanto costa vivere in Finlandia e cosa si deve fare per risparmiare

Come tutti i Paesi Nordici, la Finlandia è una nazione costosa. Esistono però similitudini con i prezzi di altri Paesi europei, con l’eccezione di alcuni beni specifici reperibili a cifre nettamente superiori alla media. Scopriamo quali.

In Finlandia è di norma pagare 7€ per una colazione con brioche e cappuccino.

Il costo della vita in Finlandia dipende sostanzialmente da un paio di fattori: il primo relativo al vostro status sociale (gli studenti usufruiscono per esempio di sconti sostanziosi in più di un’occasione), il secondo legato invece alla particolarità di ciò che volete acquistare.

Ad un primo sguardo la Finlandia appare come un paese caro. D’altro canto, i Finlandesi, pagando tasse alte, usufruiscono anche di numerosi servizi a prezzi vantaggiosi o gratuiti. Nel canone di affitto sono di solito comprese spese condominiali (incluso riscaldamento e acqua calda) e acqua corrente. Considernado che il gas non è molto popolare, l’unica bolletta che avrete da pagare extra, sarà quella dell’elettricità.

Gli stipendi

Gli stipendi finlandesi in media, sono più alti di quelli italiani. Lo stipendio medio lordo annuale è circa 40000€, circa il 15% più alti che in Italia. Considerate che il sistema è più egualitario, e le differenze fra impiegati e manager sono meno accentuate. Inoltre studiare in Finlandia è gratuito. Tutte le università hanno un test di ingresso, ma tutti gli studenti vengono supportati dallo Stato con borse di studio per tutti (500-600€).

I prezzi in finlandia

In linea generale, i prezzi finlandesi al supermercato sono più alti di circa il 20-30% rispetto a quelli italiani: in particolare frutta e verdura hanno prezzi a volte proibitivi, come ad esempio pomodori di buona qualità a quasi 5€ al chilo.
In Finlandia, il salmone è uno degli alimenti più convenienti rispetto agli standard italiani: pensate che si può trovare il filetto di salmone anche a 7€ al chilo! Molto economici sono anche i dolciumi e le caramelle, per una certa tendenza nazionale al consumo sfrenato di zuccheri (non è raro, infatti, vedere barre di cioccolato in vendita anche in un negozio di elettrodomestici!).
Altri beni, come l’abbigliamento tecnico per la neve, non sono così costosi ma proprio perché in Finlandia temperature sotto zero sono all’ordine del giorno quindi questi capi sono più una necessità che una moda da seguire.

Mangiare fuori in Finlandia

Particolarmente costoso è mangiare e bere fuori casa, soprattutto a cena.
Si può passare dai 15€ circa per una pizza, fino a 50-60€ a persona per una cena completa (antipasto, piatto principale e dessert), specie se il pasto è accompagnato da una bottiglia di vino.
Anche fare colazione in Finlandia è più costoso rispetto all’Italia: un cappuccino costa almeno 2,5€ e una fetta di torta può salire fino a 7€.
Il pranzo, ma solo nei giorni lavorativi, può spesso essere l’opzione più conveniente visto che la maggioranza dei ristoranti offre formule buffet o piatti a prezzi ridotti ed è possibile mangiare con prezzi che si aggirano intorno agli 8-11€ a seconda del tipo di ristorante.
In generale, tutto quello che ha a che fare con la ristorazione ha un costo molto più elevato rispetto agli standard italiani, sia per l’elevato costo di alcolici e forza lavoro, sia per la relativa difficoltà nel reperire ingredienti pregiati. D’altro canto, per la vita notturna, le discoteche sono essenzialmente gratis o comunque raramente spenderete più di 10€ d’entrata.

Fumare in Finlandia

Anche i fumatori spendono di più in Finlandia. Le sigarette in generale costano un pochino di più che in Italia, mentre i sigari sono assai più cari!

Sconti per studenti

Gli studenti in possesso di tessera universitaria valida per l’anno in corso hanno accesso a sconti nelle mense (un pranzo completo si paga in media 2,5€), quando acquistano un biglietto del treno o l’abbonamento ai mezzi pubblici (con detrazioni del 50%), e possono usufruire di varie palestre universitarie che offrono l’opportunità di praticare innumerevoli discipline pagando solamente una somma che si aggira intorno ai 100€ all’anno. La valanga di sconti a cui la tessera universitaria dà accesso è anche il motivo per cui alcune persone cercano di rimanere nel sistema scolastico il più a lungo possibile. Tra gli sconti per studenti anche il cinema. Per tutti gli altri andare al cinema in Finlandia costa tanto come andare in pizzeria, i biglietti costano in media 10€, con picchi di 15€ per i film in 3D.

Shopping

Il prezzo di capi di abbigliamento, scarpe ed accessori, varia molto a seconda delle marche, ma si aggira sui prezzi italiani. I costi di elettrodomestici, prodotti tecnologici ed elettronica invece tende ad essere di un 15% superiore agli standard italiani.

Taglio di Capelli

Il costo dei servizi varia: un taglio di capelli per un uomo ad esempio si aggira sui 25€, mentre per le ragazze si sale fino ad 80€ o anche più, a seconda del servizio.

Spese per l’alloggio

I servizi d’emergenza sono compresi nelle tasse condominiali. Se abitate in un appartamento, perdite alle tubature o altri problemi relativi alla casa sono curati dal talonmies, una sorta di tuttofare che si occupa delle riparazioni e della cura del palazzo e dell’eventuale cortile.
Come già detto, il gas è praticamente inesistente, quasi tutto funziona elettricamente. L’elecctgricità costa all’incirca 30€ ogni due mesi per un appartamento medio di due persone e il riscaldamento è compreso nelle spese condominiali. L’acqua calda è centralizzata e quindi non incide sulla bolletta della famiglia.

Viaggiare in Finlandia

Viaggiare in Finlandia costa molto. Il prezzo della benzina è allineato con quello dell’Italia ma viaggiare in treno costa molto di più. Per un viaggio di due ore, Helsinki-Tampere, il prezzo del biglietto del treno è di più di 25€ a persona. Sono comunque frequenti offerte molto vantagiose, in caso prenotiate il vostro viaggio con largo anticipo. E’ vero che i treni finlandesi sono puntuali ed una seconda classe finlandese equivale ad una prima classe italiana ma il prezzo, se non sei studente, è abbastanza alto. Il trasporto pubblico è più costoso rispetto all’Italia ma sicuramente più efficiente.

Divertimento

Le discoteche finlandesi sono principalmente gratuite: l’unico prezzo da pagare è il guardaroba di 3-4€. Alcune discoteche fanno pagare un biglietto di 5 o 10€ all’ingresso e le consumazioni più economiche, come birra o sidro, si aggirano sui 6-8€.
I concerti dal vivo, frequenti, sono a pagamento e il prezzo medio si aggira dai 30 ai 50€ sia per star finlandesi o ospiti internazionali.

Sport

Praticare sport in Finlandia può essere spesso gratuito. Se vi piace l’atletica (corsa, lancio del peso, giavellotto, salto in lungo etc.) in Finlandia troverete numerosi parchi attrezzati per praticare gratuitamente il vostro sport preferito. Durante l’inverno, se avete i pattini, è possibile anche pattinare sul ghiaccio gratuitamente sulle numerose piste gestite dal Comune.

Gli affitti finlandesi

Affittare una casa al centro di Helsinki è molto più economico che affittare una casa al centro di Roma.
Nella capitale finlandese però i prezzi sono molto più alti rispetto alle altre città. Un appartamento in una buona posizione di 20 mq si aggira sui 600-700€ mensili mentre per un appartamento di 40 mq può arrivare fino a 1000€ mensili. Chiaramente, i prezzi si abbassano via via vi allontaniate dal centro.

Lo sapevate che…?

In Finlandia è molto raro usare contante nella vita quotidiana. Per questo accade spesso che molti finlandesi, in particolare nel fine settimana e specialmente se un po’ alticci, si trovino ad offrire numerosi giri di alcool ai propri amici per rendersi poi conto solo nei giorni successivi di aver speso un capitale in drink!