Cucina finlandese: le ricette popolari

Tante ricette finlandesi di carne e pesce

Le più popolari ricette finlandesi hanno come ingredienti principali carne, come la renna, o pesce, come salmone e aringhe. Senza tralasciare i dolci, di cui i finlandesi sono ghiotti.

Tipico piatto finlandese: lo stufato di renna

Provate il vorschmack, il piatto preferito dal generale Mannerheim!

I piatti della cucina finlandese non hanno una fama internazionale, ma ci sono ricette originali e molto gustose. I maggiori ingredienti sono carne e pesce, accompagnati sempre dalle patate. non dimenticatevi dei funghi, che potete trovare senza difficoltà nei boschi della Finlandia.

Potreste avere difficoltà nel trovare in Italia alcuni ingredienti autentici finlandesi, come carne di renna o alcune bacche finlandesi. Comunque la maggior parte degli ingredienti della cucina finlandese si trova anche in Italia.

Piatti finlandesi di carne

Tra i piatti di carne tipici della Finlandia uno dei più famosi è lo stufato di renna, lo sformato di fegato, lo spezzatino della Carelia e il vorschmack, una sorta di macinato composto da quattro ingredienti, il piatto preferito del generale Mannerheim.

Piatti finlandesi di pesce

Tra le ricette di pesce tradizionali finlandesi c’è il salmone (lohi) preparato marinato, affumicato o al forno con le patate, ma anche le piccole aringhe del baltico (silakka) hanno un ruolo da protagonista. Per fare il salmone affumicato avrete bisogno di un affumicatore e la procedura è molto veloce.

Dolci finlandesi

I Finlandesi sono molto golosi di dolci e ne mangiano in gran quantità. Sono molto diffusi i dolci con pan di spagna, bacche e panna montata. Le frittelle tipo crêpes (pannukakku) sono anche molto popolari, e si consumano con marmellate alle bacche (specialmente mirtillo e lampone) o panna montata, di solito il giovedì.

Tra la pasticceria più conosciuta menzioniamo dei dolci alla cannella (korvapuusti) e i biscottini allo zenzero (piparkakku).

Cucina careliana e della Savonia

Tra le cucine regionali finlandesi, la cucina della Finlandia orientale ha tante ricette che vengono utilizzate comunemente in tutta la Finlandia. La tradizione della Finlandia orientale ha sentito pesantemente gli influssi della vicina Russia. Tra le ricette più popolari, oltre al già menzionato spezzatino della Carelia, i tortini careliani (karjalan piirakka) e la pagnotta imbottita (kalakukko), tipici della Savonia.

Se volete saperne di più sulla gastronomia finlandese cliccate qui.

Lo chef Gordon Ramsay, uno dei giovani cuochi più famosi al mondo insieme a Jamie Oliver, ha dato un guidizio molto negativo sulla cucina finlandese, in particolare riferendosi al mämmi, porridge tipico del periodo di Pasqua, che assomigli secondo lui a pupù di bambino.

Salmone marinato

Il carpaccio di salmone

    Ingredienti:

  • 700 gr -1 kg filetto di salmone
  • sale grosso
  • un cucchiaino di zucchero
  • pepe bianco o pepe rosa in grani
  • aneto fresco

Il carpaccio di salmone (graavilohi) è una delle ricette più popolari e diffuse in tutta la Finlandia. Ci sono tante preparazioni diverse di questa ricetta. Qui vi proponiamo quella forse più semplice. Pulite il filetto di salmone di tutte le lische e adagiatelo in un grande vassoio avendo cosparso precedentemente il fondo con qualche grano di sale grosso. A questo punto aggiungete in superficie il sale grosso (circa 2 cucchiai per chilo), il pepe e lo zucchero. Considerate anche che in Italia si trovano salmoni più piccoli e meno grassi che in Finlandia, per cui avranno bisogno di meno sale. Mettete in frigo, coprendo con la carta trasparente e, se volete, un peso per favorie la fuoriuscita dei liquidi dal salmone. Scolate l’acqua che il pesce rilascia ogni 12-24 ore. Dopo tre giorni il salmone è pronto. Servitelo tagliato a fettine molto sottili con aneto fresco e qualche goccia di limone a piacere.

Il salmone preparato in questo modo si conserva parecchi giorni in frigo, basta tenerlo coperto con la carta trasparente per evitare che si secchi troppo.

Una simpatica variante sono dei rotolini di salmone ripieni di formaggio. Prendete il vostro salmone già marinato e tagliato a fettine sottili, e ponetelo su un foglio di pellicola. Preparate una crema di formaggio fresco con varie erbe come aneto e erba cipollina e spalmatelo sulle fettine di salmone. Ora, aiutandovi con la carta trasparente arrotolate strettamente e ponete questo rotolo in congelatore per circa un’ora, in modo che prenda la sua forma. Scongelate e servite a rotolini.

Torna a ricette finlandesi.

Pescare in Finlandia

Uno degli hobby preferiti dai Finlandesi: il 40% della popolazione va a pesca almeno una volta all’anno

La Finlandia, un Paese dove ci sono quasi 200 mila laghi, ha una tradizione di pesca antichissima, che risale addirittura all’Età della Pietra. Su un territorio formato per il 10% da acque e con più di 4000 km di coste marittime la Finlandia può considerarsi a ragione un vero paradiso per i pescatori.
“Anna Antti ahvenia, Pekka pieniä kaloja”. Vecchio detto finlandese, che significa “Che S. Andrea ci faccia avere pesce persico e S. Pietro piccoli pesci (da frittura)”


La pesca in Finlandia affonda le sue radici a 10 mila anni fa ed è tra le attività più amate del Paese, per la presenza di numerosi laghi e la lunga costiera marittima. Una testimonianza di ciò è che la rete più vecchia del mondo, trovata a Atrea nell’area di Korpilahti -oggi parte della Carelia russa- dimostra che i Finlandesi vissuti dopo l’Era Glaciale già utilizzavano avanzati metodi di pesca.

Le esche sono state utilizzate in Finlandia fin dall’Età della Pietra e questa tradizione si è conservata fin al giorno d’oggi tanto che la Rapala, la più grande azienda produttrice di esche a livello mondiale, è proprio finlandese.

La pesca sportiva è molto diffusa, specialmente quella al luccio, visto il suo carattere molto aggressivo. Altre specie molto comuni sono salmoni e trote, seppur il pesce del mar Baltico deve essere consumato in maniera moderata per l’alto tasso di diossina nel mare. Ultimamente si sta espandendo anche la pesca al lucioperca, soprattutto da parte di turisti tedeschi. A fine estate comincia il periodo della pesca del gambero d’acqua dolce (rapu in finnico) che dura per circa un mese.

La pesca in Finlandia è famosa anche perché le taglie di molti pesci catturati sono mediamente più grandi rispetto a molti altri Paesi europei. Per questo è consigliabile munirsi di attrezzatura robusta, specie se si va a pesca di lucci e salmoni.

Periodo di pesca in Finlandia

La primavera e l’autunno, quando le acque sono fredde, sono buoni periodi per pescare in tutto il Paese. Anche d’inverno si può pescare nel mare o nei laghi ghiacciati, praticando un foro nello strato di ghiaccio. D’estate la temperatura dell’acqua può aumentare di parecchi gradi e alcune specie di pesci preferiscono quindi stare più a fondo piuttosto che in superficie.

Il periodo di pesca in Finlandia è tutto l’anno: non c’è mai un fermopesca totale, ma solo limitati periodi in cui alcuni pesci non si possono pescare, e non valgono per tutte le specie contemporaneamente.

Alcune specie come il salmone e il luccio si prendono bene tra maggio e settembre, seppur la pesca sportiva al luccio è praticata tutto l’anno con buoni risultati.

Dove si pesca in Finlandia

Grazie all’abbondanza di bacini lacustri e coste lunghe e frastagliate, in Finlandia ogni posto è buono per pescare. Ci sono migliaia di chilometri di coste marittime e quasi ogni comune ha almeno qualche lago, piccolo o grande che sia.

La scelta del posto dove pescare deve essere fatta per i tipi di pesci che si vogliono prendere. Le zone della Lapponia e vicino alla Norvegia a Nord sono ottime per la pesca di salmoni e trote, mentre per il luccio è senza dubbio da scegliere la costiera del mar Baltico.

Vi elenchiamo di seguito i luoghi di pesca principali della Finlandia.

I luoghi di pesca migliori nel Sud-Ovest della Finlandia sono l’arcipelago di Turku, che conta più di 40 mila isole, e l’arcipelago delle isole Åland, davanti la Svezia. In queste acque è possibile prendere luccio, rombo, lucioperca e trote di mare. Se siete amanti dei laghi, vi consigliamo il lago Pyhäjärvi, nella zona di Säkylä.

Nella zona costiera di Helsinki si catturano trote di mare, lucci e pesce persico. I periodi migliori di pesca sono tra maggio e luglio, e tra settembre e novembre. A 40 km da Helsinki c’è il lago Vihtijärvi, famoso per la pesca della trota lacustre e del luccio; anche il persico si prende con successo tutto l’anno.

A circa 150-200 km da Helsinki ci sono il lago di Kivijärvi, vicino il Parco Nazionale di Salamajärvi, il lago di Pajanne e la acque del Tainio. In queste zone si pescano luccio, coregone, persico, abramide, trota e anche anguille.

Nella zona Est della Finlandia, in Carelia c’è il lago Saimaa, che è il più grande di tutta la Finlandia, la famosa zona di Kotka, al confine con la Russia, e il lago Pielinen. Coregoni, luccio, lucioperca, trota lacustre e salmone di lago sono le specie più diffuse.

A Nord e in Lapponia consigliamo le zone di Kuusamo, il fiume Torniojoki e il suo estuario, famoso per la pesca al salmone, il lago Inarijärvi, il fiume Tenojoki e la riserva Peurajärvi. Salmoni e trote sono le catture principali, ma si trovano anche coregoni, luccio e salmerino artico, una specie prettamente invernale.

I pesci in Finlandia

Il salmone (lohi) è una delle specie più diffuse in Finlandia, specie in Lapponia. Il periodo migliore per la cattura è tra maggio e agosto, mentre non si può pescare tra il 1 settembre e il 30 ottobre, e la taglia minima è 60 cm. L’esemplare più grande di salmone pescato nel fiume Tornio era di quasi 30 kg. La variante più diffusa del salmone, la trota salmonata (kirjolohi), viene utilizzata per far ripopolare i vivai. Tra i salmonidi una specie rara è il salmerino artico (nieria), rimasto nel Nord Europa dall’ultima Era Glaciale e presente nelle acque del Nord della Finlandia: questo è un pesce che preferibilmente si cattura di notte.

Anche le trote sono molto diffuse in tutta la Finlandia. Si possono trovare come trota di mare (meritaimen), trota lacustre (taimen) e trota di ruscello (forelli). La misura minima è di 35 cm e non si possono pescare tra il 1 settembre e il 15 novembre. Di solito le trote pesano tra i 2 e i 4 kg, ma si sono registrate catture record oltre i 15 kg.

Il luccio (hauki), predatore aggressivo, è una della specie più diffuse in Finlandia. Si trova dappertutto e il periodo di pesca migliore è tra maggio e settembre. Non è raro trovare esemplari che eccedono i 10 kg.

Il coregone (siika) è un pesce pregiato che riveste una funzione importante per l’economia finlandese. Molto gustoso marinato o affumicato, può raggiungere dimensioni notevoli e la misura minima nei laghi è di 25 cm. Buoni risultati si ottengono con la pesca a mosca ma conviene montare un amo a tre punte, poiché la sua bocca è molto fragile.

Il pesce persico (ahven) è il pesce più pescato in Finlandia. Il persico ha una taglia più piccola rispetto agli altri pesci, di solito sui 20 cm. Raramente si hanno catture di esemplari sopra i 3 kg.

Il lucioperca (kuha) è molto presente specie nel Sud del Paese e nella zona di Heinola. E’ un pesce che va pescato di notte e la sua misura minima è di 37 cm. La sua pesca è vietata a maggio, quando si riproduce. Non è raro catturare lucioperca di oltre 5 kg, ma può capitare di prendere individui anche di 10-15 kg.

L’aringa del baltico (silakka) e la marena (muikku) sono piccoli pesci che si pescano con le reti. In Finlandia sono molto diffusi e si mangiano marinati in mille modi, fritti nel burro o conservati sotto sale. A Helsinki nel mese di ottobre c’è la Fiera dell’Aringa del Baltico (silakkamarkkinat) che dura circa una settimana: tanti pescatori presentano nel porto di Helsinki, in Piazza del Mercato, i propri prodotti.

Le licenze di pesca

Il sistema di licenze in Finlandia si divide in tre parti:

– La pesca senza mulinello e la pesca invernale sono gratuite per tutti.

– La pesca a mosca e alla traina con un solo amo necessita il pagamento di pesca sportiva per gli adulti fino a 65 anni, che costa 29 euro all’anno.

– Per altri tipi di pesca come la pesca al gambero o pesca alla traina con più di un amo è richiesto il permesso del proprietario dell’area di pesca e il pagamento della licenza di pesca nazionale.

Per ulteriori informazioni: http://www.ahven.net/italiano/index.php

Urho Kekkonen, uno tra i più famosi presidenti della Repubblica, era molto appassionato di pesca. Una nota tradizione di Natale era quella di portare un grande luccio a Kekkonen come omaggio da parte dei pescatori locali.

Il Salmone in Finlandia

I piatti più popolari a base di Salmone, il famoso pesce rosa della Nazione

Pietanza gourmet, zuppa o piatto alla griglia acquistabile nella Piazza del Mercato di qualsivoglia cittadina finlandese, il salmone è uno dei cibi più apprezzati in Finlandia, indipendentemente dall’occasione.

La carne dei Finlandesi è…il pesce, ed in particolar modo il salmone!

Salmone Lohi

I Finlandesi hanno una relazione particolare con il salmone. Tanto è l’apprezzamento che nutrono nei confronti delle sue carni, che non è azzardato paragonarlo alla pasta per gli italiani: buono per ogni occasione, dalla mangiata caciarona con gli amici alle ricette più squisite nei ristoranti esclusivi.

Le ricette tipiche

Fra i piatti più gettonati a base di salmone ci sono sicuramente il filetto al forno o alla griglia (servito spesso con pepe bianco e rosso, aneto e panna) e il salmone affumicato (con cui si produce anche una salsa, i cui restanti ingredienti comprendono aneto, limone, farina, olio, sale, pepe e porro).

Altri piatti molto conosciuti sono la casseruola di salmone (con patate, cipolle, panna, latte, sale e pepe), la zuppa di salmone (a seconda delle versioni con vino, patate, carote, finocchio, cipolle, aneto, sale e pepe oppure con latte, prezzemolo, burro, timo e panna) e il salmone marinato al limone (con lime, limone, succo d’arancia, zucchero e aneto).

Il salmone è un piatto talmente comune che al supermercato lo potete trovare anche a meno di 5 euro al kilo! Per una festa con amici, il salmone è l’ideale. Cospargetelo di sale grosso e pepe al limone e mettetelo in forno. In mezz’ora avrete un chilo di filetto di gustoso salmone al forno per soli 5 euro. Un vero affare!

Anche nel caso in cui decideste di assaggiarlo in uno dei tanti ristoranti di cucina tipica finlandese, i prezzi non sono solitamente inavvicinabili: dipende ovviamente da dove lo state mangiando e in che modo è stato preparato, ma in linea generale un piatto a base di salmone vi costerà sempre meno di un piatto a base di carne.

Dove si trova

In Finlandia il salmone viene pescato principalmente in due fiumi vicini alla costa Nord-Est, il Tenajoki e il Näätämönjoki. Una volta il salmone era presente in più di 20 fiumi sulla costa finlandese del mar Baltico, ma ad oggi solo due fiumi (il Tornionjoki e il Simojoki) hanno salmone a sufficienza per auto-sostenersi. Anche il lago Saimaa ospita una particolare varietà di salmone, rilasciata successivamente anche in altri grossi laghi finlandesi, come Inarijärvi e Päijänne.

Nei pressi di Kotka (Sud-Est della Finlandia) si trova ancora un cottage dove lo Zar di Russia e la sua famiglia passavano le vacanze estive. il fiume sembra ancora un ottimo posto per la pesca al salmone.

C’è una differenza tra il salmone di lago e di mare. In Finlandia, poiché il mar Baltico ha alti livelli di diossina, non è consigliabile mangiare salmone di mare per più di una volta a settiamana, in quanto potrebbe essere tossico. Non ci sono controindicazioni per il salmone pescato in acqua dolce. Da notare infine che nei supermercati la maggior parte del salmone viene dai mari della Norvegia, e non dalla Finlandia stessa.

Pare che alcuni studi condotti in Finlandia e altre parti del mondo suggeriscano che mangiare salmone aiuti a diminuire il tasso di omicidi di un paese. Merito, pare, delle vitamine (in particolare della celebre Omega-3) contenute nel pesce!

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Un vero paradiso per il turista alla ricerca di un souvenir artigianale o di un bel piatto di pesce appena pescato. Kauppatori è un punto di interesse conosciutissimo, forse tra i più conosciuti della capitale finlandese, Helsinki. Con il suo mercato caratteristico, Kauppatori accoglie non solo i Finlandesi, ma anche e soprattutto molti turisti.

La gastronomia e l’artigianato finlandese racchiusi in una piazza. A Kauppatori trovate i funghi cantarelli (o finferli), le migliori verdure, le pregiate bacche artiche, nonché pelli e carne di renna, pesce appena pescato e tutto l’artigianato finlandese come le famose tazze in legno fatte in Lapponia. Ideale per chi ha fretta di trovare un souvenir e per chi ha più tempo da spendere tra le miriadi di prodotti tipici finlandesi.

Kauppatori  piazza del mercato di Helsinki

Kauppatori è la piazza del Mercato affacciata sul porto di Helsinki. Il nome in finlandese deriva appunto da kauppa = mercato e tori = piazza.

A Kauppatori viene organizzato il mercato praticamente tutto l’anno. Kauppatori è una piazza in cui i turisti passano molto tempo passeggiando per il piccolo mercato, acquistando souvenir artigianali fatti in legno oppure facendo la spesa tra le verdure e le carni provenienti dalle campagne e boschi finlandesi. Non solo, a Kauppatori è anche possibile mangiare. Ci sono numerosi stand che cucinano pesce, come i coregoni fritti (muikut) o il salmone, serviti con patate e salse tipiche. Inoltre, non avrete difficoltà a trovare un posto dove riposarvi sorseggiando caffè e mangiando dolci o le famose crêpes con panna e marmellata (pannukakku).

Se visitate Kauppatori in una giornata senza il mercato noterete l’obelisco di granito al centro della piazza: la Keisarinnan kivi, costruita da K. Engel nel 1835. In cima all’obelisco si trova una palla di bronzo sopra la quale svetta un’aquila a due teste. Il monumento è dedicato allo Zar Nicola I e sua moglie Alessandra Feodorovna Romanova, i quali visitarono Helsinki durante il periodo della dominazione russa.

Molti dei traghetti turistici provenienti dalla Svezia, dall’Estonia o dalla Russia attraccano nelle vicinanze di Kauppatori, passando per il Golfo di Finlandia. Oltre alle grandi navi da crociera, da Kauppatori partono anche i traghetti che collegano Helsinki a Suomenlinna e allo zoo di Helsinki (Korkeasaari). Inoltre ogni giorno parte una vecchia nave, la “M/s Runeberg”, che in tre ore collega la capitale finlandese alla città di Porvoo.

Nei pressi di Kauppatori

La piccola via Sofiankatu (ancora in ciottolato originale) divide Kauppatori da Senaatintori, la famosa Piazza del Senato dove si può ammirare l’imponente chiesa bianca (Tuomiokirkko), il Duomo di Helsinki, vero simbolo della capitale finlandese. A pochi passi dal Duomo luterano si trova la cattedrale ortodossa Uspenski, da cui potrete avere una visione di Kauppatori dall’alto.

Nelle vicinanze della Piazza del Mercato c’è anche un mercato coperto (Kauppahalli), famoso per la qualità degli alimenti, con le macellerie, pescherie e prodotti tipici alimentari e non.

Da Kauppatori è possibile imboccare Esplanadi, una via alberata ricca di negozi di design “made in Finland” come Iittala, Arabia e Marimekko, o camminare per Alekanderinkatu, la via dello shopping di Helsinki, che termina con i grandi magazzini di Stockmann.

Webcam Helsinki

Su Kauppatori è puntata una delle più interessanti webcam di Helsinki

http://www.ek.fi/www/fi/nettikamera/index.php

Dopo la vittoria del gruppo Lordi all’Eurovision 2006 (manifestazione canora chiamata Eurovision molto seguita in Finlandia), venne organizzato a Kauppatori un mega concerto gratuito durante il quale il Presidente della Finlandia, Tarja Halonen, consegnò simbolicamente le chiavi della città al cantante del gruppo di “mostri” finlandesi più famoso nel mondo.

La Fauna Finlandese

La fauna finlandese

La Finlandia si trova molto al Nord e parte del territorio si trova al di sopra del Circolo Polare Artico. Proprio per questo la fauna è molto diversa da quella a cui siamo abituati in Italia ma non aspettatevi di certo di trovare orsi polari e pinguini.

La Finlandia: un mondo magico dove gli animali non hanno paura degli uomini

Il cigno in Finlandia

Il cigno è considerato l’animale nazionale simbolo della Finlandia, raffigurato anche nella moneta da un euro. Il cigno (joutsen) è presente sia nelle città che nelle foreste finlandesi. Il suo habitat naturale è nei pressi di bacini d’acqua come laghi o sulle rive mare. Non è raro incontrare numerose famiglie sia nei parchi delle maggiori città sia nei boschi.

L’orso in Finlandia

L’orso (karhu) è un animale rispettato. Sebbene sia molto difficile avvistare un orso (si stima siano presenti solo 900-1300 esemplari sul territorio finlandese), nei giornali capita spesso di leggere di avvistamenti di orsi bruni ai margini del centro delle maggiori città. Fondamentalmente gli orsi sono diffusi su tutto il territorio finlandese, ad eccezione delle isole Åland. La loro caccia è regolata da norme severe. E’ possibile acquistare carne di orso presso alcuni mercati e negozi come i grandi magazzini Stockmann. La parola finlandese per indicare l’orso (karhu) dà anche il nome ad una famosa birra locale.

La volpe in Finlandia

La volpe (kettu) è un animale diffuso in Finlandia. Sebbene non sia così frequente l’avvistamento di una volpe nel centro cittadino, come in Inghilterra, questi animali si avvicinano spesso alle città e capita, raramente, di incontrare una volpe in un parco al centro di Helsinki.

Il lupo in Finlandia

Il lupo (susi) è sempre stato temuto dai Finlandesi. In Finlandia è presente il lupo grigio, ma non è così frequente incontrarlo nelle foreste.

La renna in Finlandia

La renna (poro) è un animale presente unicamente in Lapponia, e il loro allevamento è una delle attività principali dei Sami, o lapponi. Le renne sono molto pericolose per gli automobilisti in quanto attraversano la strada in modo scomposto. Si consiglia sempre molta prudenza quando si deve guidare in zone dove ci sono renne.

La carne di renna può essere acquistata in tutti i negozi, mercati e supermercati. I Finlandesi la utilizzano anche per condire una pizza, chiamata pizza Berlusoni.

L’alce in Finlandia

L’alce (hirvi) abita le foreste finlandesi e ogni anno, prima che inizi la stagione di caccia, un apposito ente definisce il numero di alci che è necessario abbattere in modo da mantenere un equilibrio nella popolazione. Non spaventatevi se guardando fuori dalla finestra di una casa in campagna, nel mezzo della notte, vi capiterà di guardare negli occhi questo grande animale dalle possenti corna. Le alci si avvicinano alle abitazioni delle case in campagna e scappano non appena entrano in contatto con l’uomo.

Pinguini e orsi polari in Finlandia

Ci dispiace informarvi che in Finlandia non ci sono pinguini. Se cercate dei pinguini dovete andare al Polo Sud, in Sud Africa e in Patagonia.

Una leggenda metropolitana, forse iniziata in America tramite una pubblicità, ha convinto molte persone che in Finlandia si possa incontrare l’Orso polare. Purtroppo no, gli orsi polari non vivono in Finlandia e non ci hanno mai vissuto.

La foca in Finlandia

Nella regione dei laghi, a Est di Helsinki, vive la foca dagli anelli. La foca dagli anelli (Saimaan norppa) è unica nel suo genere in quanto appartiene ad una delle tre specie di foca, il cui habitat naturale è il lago e non il mare. Il numero delle foche si aggira sui 300 esemplari ma viaggiando in traghetto lungo il bacino del lago Saimaa non è raro avvistarle.

Sulle spiagge costiere finlandesi capita di avvistare foche marine. Su una spiaggia vicina ad Helsinki, il Primo aprile di qualche anno fa è stata trovata una foca e molti giornali ne hanno pubblicato la foto, ma in molti hanno pensato che si trattasse di un pesce d’aprile.

Il salmone in Finlandia

Le acque finlandesi sono il paradiso dei pescatori e il salmone può essere pescato pressoché ovunque lungo le coste finlandesi. Il salmone è presente in gran numero nella costa sud-occidentale e nei pressi dell’arcipelago delle isole Åland. Il salmone più grande pescato in Finlandia, lungo il fiume Tornio, pesava 42kg.

La trota in Finlandia

In Finlandia troviamo sia la trota fario che la trota di mare. Le trote che è possibile pescare nel mar Baltico sono molto più grandi delle trote pescate in lago in quanto nel Baltico hanno a disposizione molto più cibo, potendo banchettare tra i banchi di aringhe.

Il luccio in Finlandia

Il luccio (hauki) è uno dei pesci più diffusi nella acque dolci finlandesi. L’hobby della pesca sportiva dà grandi soddisfazioni in quanto questi pesci sono molto grandi (quasi fino ad un metro) e fanno molta resistenza durante la pesca. Non hanno però un buon sapore, quindi la sfida è meramente volta al pescarli e rilasciarli subito dopo.

Lo scoiattolo

In Finlandia, lo scoiattolo (orava) non ha paura dell’uomo. In molti parchi capita spesso di vedere scoiattoli arrampicati addosso ai bambini in cerca di qualcosa da mangiare. Da segnalare che in alcuni parchi come il parco nazionale di Nuuksio vive una specie di scoiattolo, lo scoiattolo volante, così chiamata perché riesce a compiere grandi balzi planando da un albero all’altro.

Conigli e lepri

Non di rado, passeggiando al centro di una città finlandese, capita di imbattersi in conigli o grandi lepri. Questi roditori si riproducono in grande quantità e per città come Helsinki questo causa spesso problemi tanto che l’amministrazione è costretta ad abbatterli prima che si riproducano in modo incontrollato.

Nel libro “L’anno della lepre” (Jäniksen vuosi in finnico), dell’autore finlandese Arto Pasilinna, racconta la storia di un uomo e di una lepre ed è un libro molto popolare anche in italia.

Le zanzare in Finlandia

D’estate una passeggiata nei boschi finlandesi può trasformarsi in un incubo se non si è dotati della giusta attrezzatura (abbigliamento e spray repellenti). La zanzara (hyttynen), proliferando in zone dove ci sono molti bacini d’acqua stagnante, trova terreno fertile in Finlandia e alcune serate estive si caratterizzano per punture continue. A volte è quasi impossibile rimanere all’aperto.

Le zecche in Finlandia

La zecca (punkki) è diffusa in Finlandia. Questi parassiti possono veicolare con il loro morso numerose malattie, anche molto gravi, come ill morbo di Lyme o l’encefalite da zecca. Durante l’estate, le escursioni e le attività all’aria aperta comportano il rischio di essere punti da questi animali. Per questo motivo i genitori controllano sempre i bambini quando tornano a casa per controllare che non abbiano portato con sè sgraditi “ospiti” attaccati alla cute. Nelle isole Åland le zecche sono particolarmente diffuse.

Serpenti Velenosi

In Finlandia è diffusa solo una specie di serpente velenoso, la vipera (kyykäärme), la cui popolazione è in continua diminuzione. I morsi sono letali solo per i bambini e gli animali domestici, ma ad ogni modo fate sempre attenzione quando camminate d’estate in un bosco e nelle zone rocciose.

Ragni e Scorpioni

Nelle case in città non capita mai di vedere ragni o scorpioni. Gli scorpioni sono sconosciuti in Finlandia, e raramente si vedono ragni.

Il Leone, simbolo della FInlandia

Il leone non fa parte degli animali che vivono in Finlandia (ne esiste un esemplare allo zoo di Korkeasaari, a Helsinki), ma esso campeggia al centro dello stemma araldico della nazione. Può far sorridere il fatto che un Paese freddo come la Finlandia abbia adottato proprio il leone come suo simbolo.

Gli uccelli in Finlandia

Numerose specie di uccelli vivono in Finlandia. Il gallo cedrone (metso), celebrato anche in quadro presso il museo Ateneum di Helsinki, il falco pescatore, il fringuello, la gazza, il picchio, il gufo. Il bird watching è molto praticato in Finlandia.

Ci sono anche numerosi esemplari di papere, anatre e gabbiani, facilmente avvicinabili dall’uomo, specialmente in estate.

Cani e Gatti randagi in Finlandia

Da segnalare che in Finlandia non esistono gatti e cani randagi. Cani e gatti sono adottati come animali domestici, anche dai numerosi single, sono sempre di razza pura e mai incroci.

Nei boschi e nella tundra finlandese è possibile incontrare anche la lince, il porcospino e il lemming.

La gastronomia finlandese

La gastronomia finlandese: una cucina ricca per sopportare bene il freddo inverno

La cucina finlandese risente molto delle influenze dei paesi limitrofi, come Svezia e Russia. Nonostante ciò esistono molte specialità che si possono trovare solo in Finlandia: il leipäjuusto, formaggio cotto a fiamma, il kalakukko, una pagnotta di pane di segale ripiena di pesce e carne di maiale o il tradizionale joulukinkku, un grande prosciutto cotto lentamente al forno. Grande è la varietà di pane, preparato con farine di diversi cereali, e dolci finlandesi.
Non solo patate! Carne, pesce, formaggi e dolci… lasciatevi stupire dalla gastronomia finlandese!

Tipico cottage finlandese con cibi tradizionali

La Finlandia, per la sua particolare posizione geografica fra Occidente e Oriente, è stata influenzata sia dalle popolazioni europee – in particolare dalla Svezia – che dalla Russia. I principali alimenti della cucina finlandese sono il pesce, specialmente di lago e di fiume, la carne bovina e suina, il latte e i suoi derivati (fra tutti la panna), ma anche bacche e funghi, che vengono utilizzati specialmente nel periodo autunnale. Molto vari e gustosi sono i diversi tipi di pane così come la pasticceria finlandese.

La patata è l’alimento più comune della cucina finlandese. Serve tipicamente per accompagnare il piatto principale di carne o pesce. Viene generalmente servita bollita, come pure in casseruola con panna o aglio. Molto comune è anche il purè di patate. Anche la rapa (nauris), in tante varietà, è assai popolare.

Il salmone (lohi) spicca tra i pesci più comuni ed è assai più economico che in Italia. Può essere servito al forno con patate ma è molto gustoso e particolare quello essiccato (graavilohi). In questa preparazione il salmone viene salato da crudo e, successivamente, vengono aggiunti pepe rosa in grani e aneto.

Altri tipi di pesce diffusi in Finlandia sono il luccio (hauki), il pesce persico (ahven), il coregone (siika), il luccioperca (kuha) nonché l’aringa del Baltico (silakka) e un pesciolino di lago chiamato muikku.

Fra le carni, la renna (poro) è senza dubbio la più caratteristica, ma non la più diffusa. Gli allevamenti di renne si trovano in Lapponia, ma è abbastanza comune trovare carne di renna (inscatolata o surgelata, fresca è una rarità) al supermercato in tutta la Finlandia. Lo stufato di renna (poron käristys) è la più classica delle ricette; esso viene accompagnato da purea di patate e mirtilli rossi. C’è comunque un largo consumo di carne suina e bovina, specialmente come spezzatini e stufati.

Il latte (maito) è molto popolare tra i Finlandesi, visto che viene bevuto perfino a pranzo e consumato anche sotto forma di latte acido (piimä). Nella cucina finlandese, inoltre, sono molto utilizzati la panna da cucina (ruokakerma) ed il burro (voi) per la preparazione di molti piatti. La gastronomia finlandese presenta alcune specialità di formaggi: tra tutte il leipäjuusto, un formaggio lappone cotto a fiamma da gustare con una confettura di mora di palude (lakka).

Le bacche sono molto utilizzate dal finlandese. Specialmente nel periodo autunnale le bacche si trovano in tutti i mercati e vengono vendute a usando come unità di misura il litro! Oltre a fragole, mirtilli, more e lamponi esistono in Finlandia alcune bacche che non potete gustare in Italia, come il rovo artico (lakka) o l’olivello spinoso (tyrni).

In autunno, inoltre, nelle numerose foreste finlandesi si trovano moltissimi funghi, fra tutti porcini (tatti) e gallinacci (kantarelli).

Le varietà di pane sono tantissime. Il pane di segale (ruisleipä) ha un ruolo principale sulle tavole finlandesi e viene consumato in abbondanza specialmente dalle persone anziane. Sono sicuramente da provare anche alcuni tortini salati. I più famosi sono i karjalanpiirakka, che sono costituiti da un impasto di farina di segale ed un ripieno di riso cotto nel latte (riisipuuro).

Infine, i Finlandesi sono ghiotti di dolci e, per questo, la gastronomia finlandese conta tante specialità di pasticceria. Tra tutti consigliamo il korvapuusti, che è un rotolo di pasta con zucchero, cardamomo e cannella.

Il fiore del lampone artico è raffigurato nella moneta finlandese da due euro