Cucina finlandese: le ricette popolari

Tante ricette finlandesi di carne e pesce

Le più popolari ricette finlandesi hanno come ingredienti principali carne, come la renna, o pesce, come salmone e aringhe. Senza tralasciare i dolci, di cui i finlandesi sono ghiotti.

Tipico piatto finlandese: lo stufato di renna

Provate il vorschmack, il piatto preferito dal generale Mannerheim!

I piatti della cucina finlandese non hanno una fama internazionale, ma ci sono ricette originali e molto gustose. I maggiori ingredienti sono carne e pesce, accompagnati sempre dalle patate. non dimenticatevi dei funghi, che potete trovare senza difficoltà nei boschi della Finlandia.

Potreste avere difficoltà nel trovare in Italia alcuni ingredienti autentici finlandesi, come carne di renna o alcune bacche finlandesi. Comunque la maggior parte degli ingredienti della cucina finlandese si trova anche in Italia.

Piatti finlandesi di carne

Tra i piatti di carne tipici della Finlandia uno dei più famosi è lo stufato di renna, lo sformato di fegato, lo spezzatino della Carelia e il vorschmack, una sorta di macinato composto da quattro ingredienti, il piatto preferito del generale Mannerheim.

Piatti finlandesi di pesce

Tra le ricette di pesce tradizionali finlandesi c’è il salmone (lohi) preparato marinato, affumicato o al forno con le patate, ma anche le piccole aringhe del baltico (silakka) hanno un ruolo da protagonista. Per fare il salmone affumicato avrete bisogno di un affumicatore e la procedura è molto veloce.

Dolci finlandesi

I Finlandesi sono molto golosi di dolci e ne mangiano in gran quantità. Sono molto diffusi i dolci con pan di spagna, bacche e panna montata. Le frittelle tipo crêpes (pannukakku) sono anche molto popolari, e si consumano con marmellate alle bacche (specialmente mirtillo e lampone) o panna montata, di solito il giovedì.

Tra la pasticceria più conosciuta menzioniamo dei dolci alla cannella (korvapuusti) e i biscottini allo zenzero (piparkakku).

Cucina careliana e della Savonia

Tra le cucine regionali finlandesi, la cucina della Finlandia orientale ha tante ricette che vengono utilizzate comunemente in tutta la Finlandia. La tradizione della Finlandia orientale ha sentito pesantemente gli influssi della vicina Russia. Tra le ricette più popolari, oltre al già menzionato spezzatino della Carelia, i tortini careliani (karjalan piirakka) e la pagnotta imbottita (kalakukko), tipici della Savonia.

Se volete saperne di più sulla gastronomia finlandese cliccate qui.

Lo chef Gordon Ramsay, uno dei giovani cuochi più famosi al mondo insieme a Jamie Oliver, ha dato un guidizio molto negativo sulla cucina finlandese, in particolare riferendosi al mämmi, porridge tipico del periodo di Pasqua, che assomigli secondo lui a pupù di bambino.

Lo stufato di renna

Lo stufato di renna

    Ingredienti:

  • 500 gr straccetti di carne di renna
  • 50 gr burro
  • 3 dl d’acqua o birra
  • sale, pepe aromatico
  • purea di patate (da preparare prima)
  • mirtilli rossi freschi o in salsa

Lo stufato di renna (poronkäristys) è uno dei piatti più tradizionali della cucina finlandese. Soffriggete la carne di renna nel burro caldo e quando sarà brunita aggiungete l’acqua o la birra e le spezie. Cuocete fino all’evaporazione del liquido. Servite in un piatto, formando un buco nella base di purea di patate, adagiatevi la carne e aggiungete i mirtilli rossi (puolukka) accanto.

Torna a ricette finlandesi.

La Pizza in Finlandia

La pizza in Finlandia: tradizionale italiana, versione “turca” o fatta in casa, molti modi per assaporare uno dei nostri piatti più famosi.

Mangiare la pizza in Finlandia è la cosa più semplice del mondo: sono moltissimi, infatti, i locali che la offrono a prezzi più o meno convenienti. Mangiare una pizza tradizionale è un po’ più difficile, ma non impossibile.
Potete visitare la Finlandia e non provare almeno una volta la famosa Pizza Berlusconi?
La pizza in Finlandia

In Finlandia ci sono almeno tre varianti “generali” di pizza fra cui scegliere. La prima, senza dubbio la più comune, è quella offerta dai vari venditori di kebap turchi, che nella quasi totalità dei casi offrono come alternativa anche felafel, pasta o, appunto, pizza.

Simile nella forma e nell’aspetto, questo tipo di pizza turca tende però ad essere offerta con un miscuglio di ingredienti che vanno contro ogni più elementare regola gastronomica della cucina italiana. In primo luogo il formaggio non è mai mozzarella, ma pizzajuusto (“formaggio da pizza”), una specie di julienne di formaggi vari. Le farine usate non sono sempre il massimo nemmeno nei ristoranti italiani, e tendono per la pizza turca a diventare piuttosto “creative”. Quasi tutte le versioni si limitano a mescolare gli stessi 5-6 ingredienti in quantità diverse: non è raro veder mischiare carne e pesce, ad esempio, o cipolle e aglio. La pizza turca ha comunque dei vantaggi: è generalmente mangiabile, nonostante il gusto non esattamente “italiano”; inoltre costa relativamente poco (la trovate anche a 6€) e funziona perfettamente come riempitivo prima o dopo serate troppo alcoliche.

La seconda opzione è ovviamente quella di recarsi in un locale italiano per ottenere qualcosa di più simile a quello che siamo abituati a mangiare in Italia. Il livello di approssimazione cambia notevolmente da pizzeria a pizzeria, ma in generale i locali italiani usano ingredienti di qualità migliore. Inoltre le pizzerie italiane non si lanciano in accostamenti azzardati, anche se qualche concessione ai gusti locali viene sempre fatta (la pizza con ananas e formaggio piccante è una costante). Per avvicinarvi ad un gusto più “italiano”, vi consigliamo di richiedere mozzarella in luogo del pizzajuusto descritto sopra.

Per un elenco dei migliori ristoranti italiani di Helsinki, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Un’ultima opzione è ovviamente rappresentata dalla possibilità di cucinare la pizza in casa. Quasi tutte le cucine finlandesi sono dotate di forno, quindi la cottura non dovrebbe essere un problema. Trovare gli ingredienti non è complesso -solo i negozi più piccoli potrebbero deludervi- ma per farvi, ad esempio, una pizza al prosciutto crudo di Parma, preparatevi a spendere in totale non meno di 8€ (sfortunatamente, sia la mozzarella che gli affettati d’importazione costano un occhio della testa, con una possibile eccezione rappresentata da quanto offerto al LIDL).

La Pizza Berlusconi

Le brutte figure di Berlusconi all’estero sono note, e le sue performance finlandesi non fanno certo eccezione. Di particolare rilevanza è la Pizza Berlusconi, una pizza offerta dalla catena Kotipizza e nata dopo le famose dichiarazioni del politico italiano sulla povertà dell’offerta gastronomica finlandese in rapporto a quella italiana (riassumibili in: “I Finlandesi hanno solo il prosciutto di renna”). La Pizza Berlusconi, che peraltro è stata eletta come pizza più buona del mondo nel 2008, è condita con renna affumicata, cipolle rosse, un formaggio finlandese simil-gorgonzola (aurajuusto) e funghi tipici finlandesi (cantarello tubiforme, suppilovahvero in finnico). A nostro parere, la Pizza Berlusconi è difficilmente “la più buona del mondo”, ma senza dubbio si tratta di una variazione simpatica ed originale!

C’è da fare qualche differenza anche fra i locali italiani gestiti da italiani, e quelli gestiti dai finlandesi. Il ristorante “Mare Chiaro” a Helsinki, ad esempio, è famoso per avere un pizzaiolo finlandese abbastanza scorbutico. La pizza è ottima, ma in forma, ingredienti e dimensioni si allontana abbastanza dalla ricetta tradizionale. Ovviamente la proprietà italiana non garantisce cibo migliore a priori. Da notare che sono pochi i ristoranti con un forno a legna. In tutta Helsinki, ad esempio, solo il ristorante Virgin Oil ne ha uno, e la differenza in termini di gusto si sente.

Safari Artico in Lapponia

Safari artico in Lapponia: il ghiaccio al posto della savana

Il safari artico, un modo unico e sicuro per assaporare l’incontaminata natura finlandese. Per singoli, coppie o grandi gruppi, il safari è una delle esperienze consigliate per vivere a stretto contatto con l’incontaminata natura della Lapponia. Inoltre potrete conoscere da vicino le abitudini delle popolazioni Sami.

Un’esperienza indimenticabile avvolti dall’incantevole natura finlandese immersi nel silenzio di panorami lapponi mozzafiato.

safari artico lapponia - renne
safari artico lapponia - renne

I safari artici sono dei pacchetti organizzati da operatori turistici in Lapponia per permettere al maggior numero di persone di vivere sulla propria pelle la vita a nord del Circolo Polare Artico. I safari artici sono molto differenziati e ci sono diverse offerte dedicate ai singoli, ai gruppi numerosi, alle coppie, ai giovani e meno giovani e persino ai disabili. Un modo davvero alternativo di andare in vacanza, o di passare il Capodanno o il Natale.

L’esplorazione della natura lappone è al centro di questi safari come lo è la voglia di far conoscere la cultura dei Sami, il popolo che abita la Lapponia.

I safari possono durare da un giorno fino a una o due settimane. Il pernottamento potrebbe essere in tenda o in rifugi lungo il tragitto. Se la situazione climatica è particolarmente rigida gli organizzatori vi forniranno anche l’abbigliamento giusto per permettervi di godere al massimo l’esperienza senza morire di freddo.

Slitta trainata dalle renne

Le renne sono una delle attrazioni principali per chi prenota un safari artico. La visita agli allevamenti di renne è d’obbligo e non si può davvero rinunciare ad un giro in slitta e sentirsi come Babbo Natale. In alternativa altri safari artici prevedono un’esperienza di slitta trainata da husky.

Al termine del safari verrà consegnata una patente di guida per le slitte, naturalmente “per turisti”.

Motoslitta

Per gli amanti del brivido e della velocità la motoslitta è l’ideale: viene utilizzata per l’affidabilità e perché permette di compiere grandi distanze in pochissimo tempo. A tutti i partecipanti viene mostrato il funzionamento della motoslitta, ricevendo informazioni su come guidarla in totale sicurezza. Durante il safari artico le guide spiegheranno come riconoscere i sentieri tracciati dai vari animali selvatici: renne, volpi, linci, alci e lepri (no, l’orso polare non vive in Finlandia ma potete ammirarlo nello zoo vicino a Rovaniemi).

Affittare una motoslitta

Per affittare una motoslitta (gatto delle nevi) occorre innanzitutto avere una patente di guida valida. Le motoslitte sono solitamente per due persone e i prezzi variano a seconda della potenza del motore e del tempo di utilizzo.

In media, due ore costano all’incirca 65 euro sulla slitta meno potente, che può essere ad esempio un Touring 380. Un MXZ/F 550, una delle più potenti della categoria, costa anche 85 euro per due ore.

Naturalmente i prezzi salgono col tempo d’affitto. Per i modelli citati prima, due giorni possono costare rispettivamente 260 e 300 euro.
Il tempo massimo di affitto é generalmente una settimana (con prezzo da concordare).

L’incontro con Babbo Natale

Se siete a Rovaniemi e specialmente in compagnia di bambini, non perdete l’occasione d’incontrare Babbo Natale. Tutte le compagnie offriranno la possibilità di incontrare di persona Babbo Natale, di fare foto con lui e di spedire cartoline direttamente dal suo ufficio.

Pesca invernale

Per gli amanti della pesca molti safari offrono la possibilità di avventurarsi nei boschi finlandesi (tramite motoslitta o slitta trainata da cani) per arrivare a laghi ghiacciati dove è possibile passeggiare sulla superficie ghiacciata, fare un foro e pescare attraverso quel foro. Per chi ama la pesca è un’esperienza davvero indimenticabile.

Lo zoo più a Nord del mondo

A 80 km da Rovaniemi si trova lo zoo più a Nord del mondo. Una visita per i più piccoli ma anche per chi ha voglia di vedere gli animali artici nel loro habitat naturale. All’interno dello zoo di Ranua ci sono anche due orsi polari. Per maggiori informazioni

A caccia di aurore boreali

Molti safari vi permetteranno di osservare con i vostri occhi lo spettacolo delle aurore boreali, molto frequenti in Lapponia. Si possono ammirare aurore boreali con maggiore probabilità in autunno o a fine marzo, ma in inverno il paesaggio completamente innevato e i colori vivaci dell’aurora boreale creano un effetto unico.

Sci di fondo e racchette da neve

Questo tipo di safari è quello che vi permetterà un’esperienza molto intima con la natura finlandese. Con gli sci ai piedi o dotati di racchette da neve potrete camminare agevolmente anche sulla neve fresca e ammirare la natura incontaminata godendo del soffice silenzio che solo l’inverno finlandese può farvi provare.

Il Santasport Center

Nelle vicinanze di Rovaniemi è stata creata una struttura, il Santasport Center sul colle Ounasvaara, dov’è possibile praticare fino a 50 sport diversi. Lo sci alpino e lo sci di fondo sono i due sport più quotati ma non mancano piste per la slitta e percorsi per le racchette da neve.

La struttura è dotata anche di un centro termale dov’è possibile rilassarsi, aperto tutto l’anno.

Quanto costa un safari artico?

Qualunque sia la soluzione scelta i prezzi sono alti e variano da 90 euro a persona fino a più di 200 euro a testa. Informatevi presso un’agenzia di viaggi in Italia o visitando direttamente i siti delle compagnie che offrono safari artici in Lapponia, come quelle di seguito:

Lapland Safaris (in inglese)
http://www.lapinsafarit.fi/In_English/Home.iw3

Visit Rovaniemi (in italiano)
http://www.visitrovaniemi.fi/In_Italiano_/Attivit%C3%A0__.iw3

Un esempio di safari con cani da slitta

Un safari interessante è quello che parte dal villagio di Muonio, al confine con la Svezia. (Nord-Ovest della Finlandia). Il safari artico dura circa tre giorni avventurandosi nella natura lappone trainati da slitte. Il safari solitamente termina con una notte passata in un caratteristico hotel di legno sulle rive di un fiume (Harriniva) dotato di sauna.

E’ possibile prenotare safari artici anche d’estate quando si fanno escursioni in barca, rafting nei fiumi lapponi, trekking ed ovviamente visite gli allevamenti di renne. Per i meno avventurosi niente di meglio di una rilassante partita a golf. In estate è possibile giocare per 24 ore al giorno visto che il sole non tramonta mai. Tre i campi da golf presenti in Lapponia: uno a Levi, il più a Nord di tutta la Finlandia, un altro a Kemi e l’ultimo a Tornio, al confine tra la Svezia e la Finlandia.

Lapponia

La Lapponia, per chi ama davvero la natura!

La Lapponia è forse il posto più magico di tutta la Finlandia. Il sole che non tramonta mai durante l’estate, le aurore boreali che illuminano le lunghe notti polari, gli allevamenti di renne e le avventure immersi nella natura senza incontrare mai un uomo per settimane…forse uno degli unici posti al mondo dove i telefoni cellulari sono inutili visto che spesso non c’è campo.

Famosa per essere la casa di Babbo Natale, la Lapponia è una regione abitata principalmente da renne.

Lo spettacolo del sole di mezzanotte in Lapponia

La Lapponia è la più grande provincia della Finlandia (circa il 30% del territorio finlandese) ed è la regione finlandese che si trova più a Nord: la maggior parte del territorio si trova al di sopra del Circolo Polare Artico (napapiiri in finlandese).

Con Lapponia si indica in modo più esteso l’insieme delle regioni del Nord appartenenti alla Finlandia, alla Svezia, alla Norvegia e alla Russia. Questo perché la popolazione che vive in queste terre, i Sami, condivide lingua e cultura con gli abitanti delle nazioni confinanti.

Rovaniemi

Per i turisti italiani la Lapponia è sicuramente Rovaniemi, il capoluogo della regione. A Rovaniemi si trova l’attrazione turistica più importante: l’ufficio di Babbo Natale (nonché il suo parco giochi), dove potrete incontrare di persona il vecchietto più amato dai bambini. Sempre da Rovaniemi partono i famosi safari artici che permettono di provare l’emozione di guidare una slitta trainata da cani, sfrecciare ad alta velocità nelle pianure innevate lapponi usando un gatto delle nevi o semplicemente ammirare lo spettacolo delle giornate di 24 ore di luce o 24 di buio (dipende se state visitando la Lapponia d’estate o d’inverno). Il sole di mezzanotte è un fenomeno che avviene d’estate in Lapponia. In alcune città il sole non tramonta completamente per diversi mesi.

I Finlandesi e la Lapponia

Per i Finlandesi la Lapponia è sinonimo di Babbo Natale. I Finlandesi sono orgogliosi di avere Babbo Natale come compatriota e il simpatico vecchietto va in tour ogni anno nelle città della Finlandia per inaugurare la stagione natalizia.

Oltre a Babbo Natale per i Finlandesi la Lapponia vuol dire trekking. In estate, se non si ha paura delle zanzare, la Lapponia è una meta molto ambita per escursioni indimenticabili. La natura incontaminata, il sole di mezzanotte, le renne, le alci, gli orsi: la Lapponia lascia un segno indelebile nel cuore di chi la visita. Il periodo più bello è sicuramente settembre, quando l’estate è finita e arriva l’autunno. Le foglie cadono e i colori del paesaggio cambiano radicalmente, spesso sotto i vostri stessi occhi: questo fenomeno è chiamato in finlandese ruska. Durante il periodo di ruska la Lapponia si colora di marrone, giallo, rosso e alcuni paesaggi sono davvero mozzafiato.

In Lapponia sono concentrate le uniche montagne finlandesi. Anche se nessuna montagna finlandese raggiunge i 2000 metri, queste alture permettono comunque di praticare sport invernali. In alcune località come Ruka, Inari o Pallas, sono presenti impianti di risalita, quindi è possibile portare gli sci e lo snowboard oppure noleggiare i racchettoni e fare delle passeggiate sulla neve fresca alta diversi metri. Se poi siete coraggiosi potete sempre provare il salto con gli sci (mäkihyppy in finnico), in cui i Finlandesi sono dei veri maestri.

Unica nota negativa delle Lapponia in estate sono le zanzare. Le zanzare compaiono appena la temperatura smette di scendere sotto lo zero di notte. Se avete intenzione di passare alcune giornate in Lapponia acquistate spray anti zanzare o indossate cappelli con la retina e magliette a maniche lunghe. Nelle giornate poco ventose potreste venire assaliti da sciami di zanzare…meglio prepararsi al peggio.

La Fauna Finlandese

La fauna finlandese

La Finlandia si trova molto al Nord e parte del territorio si trova al di sopra del Circolo Polare Artico. Proprio per questo la fauna è molto diversa da quella a cui siamo abituati in Italia ma non aspettatevi di certo di trovare orsi polari e pinguini.

La Finlandia: un mondo magico dove gli animali non hanno paura degli uomini

Il cigno in Finlandia

Il cigno è considerato l’animale nazionale simbolo della Finlandia, raffigurato anche nella moneta da un euro. Il cigno (joutsen) è presente sia nelle città che nelle foreste finlandesi. Il suo habitat naturale è nei pressi di bacini d’acqua come laghi o sulle rive mare. Non è raro incontrare numerose famiglie sia nei parchi delle maggiori città sia nei boschi.

L’orso in Finlandia

L’orso (karhu) è un animale rispettato. Sebbene sia molto difficile avvistare un orso (si stima siano presenti solo 900-1300 esemplari sul territorio finlandese), nei giornali capita spesso di leggere di avvistamenti di orsi bruni ai margini del centro delle maggiori città. Fondamentalmente gli orsi sono diffusi su tutto il territorio finlandese, ad eccezione delle isole Åland. La loro caccia è regolata da norme severe. E’ possibile acquistare carne di orso presso alcuni mercati e negozi come i grandi magazzini Stockmann. La parola finlandese per indicare l’orso (karhu) dà anche il nome ad una famosa birra locale.

La volpe in Finlandia

La volpe (kettu) è un animale diffuso in Finlandia. Sebbene non sia così frequente l’avvistamento di una volpe nel centro cittadino, come in Inghilterra, questi animali si avvicinano spesso alle città e capita, raramente, di incontrare una volpe in un parco al centro di Helsinki.

Il lupo in Finlandia

Il lupo (susi) è sempre stato temuto dai Finlandesi. In Finlandia è presente il lupo grigio, ma non è così frequente incontrarlo nelle foreste.

La renna in Finlandia

La renna (poro) è un animale presente unicamente in Lapponia, e il loro allevamento è una delle attività principali dei Sami, o lapponi. Le renne sono molto pericolose per gli automobilisti in quanto attraversano la strada in modo scomposto. Si consiglia sempre molta prudenza quando si deve guidare in zone dove ci sono renne.

La carne di renna può essere acquistata in tutti i negozi, mercati e supermercati. I Finlandesi la utilizzano anche per condire una pizza, chiamata pizza Berlusoni.

L’alce in Finlandia

L’alce (hirvi) abita le foreste finlandesi e ogni anno, prima che inizi la stagione di caccia, un apposito ente definisce il numero di alci che è necessario abbattere in modo da mantenere un equilibrio nella popolazione. Non spaventatevi se guardando fuori dalla finestra di una casa in campagna, nel mezzo della notte, vi capiterà di guardare negli occhi questo grande animale dalle possenti corna. Le alci si avvicinano alle abitazioni delle case in campagna e scappano non appena entrano in contatto con l’uomo.

Pinguini e orsi polari in Finlandia

Ci dispiace informarvi che in Finlandia non ci sono pinguini. Se cercate dei pinguini dovete andare al Polo Sud, in Sud Africa e in Patagonia.

Una leggenda metropolitana, forse iniziata in America tramite una pubblicità, ha convinto molte persone che in Finlandia si possa incontrare l’Orso polare. Purtroppo no, gli orsi polari non vivono in Finlandia e non ci hanno mai vissuto.

La foca in Finlandia

Nella regione dei laghi, a Est di Helsinki, vive la foca dagli anelli. La foca dagli anelli (Saimaan norppa) è unica nel suo genere in quanto appartiene ad una delle tre specie di foca, il cui habitat naturale è il lago e non il mare. Il numero delle foche si aggira sui 300 esemplari ma viaggiando in traghetto lungo il bacino del lago Saimaa non è raro avvistarle.

Sulle spiagge costiere finlandesi capita di avvistare foche marine. Su una spiaggia vicina ad Helsinki, il Primo aprile di qualche anno fa è stata trovata una foca e molti giornali ne hanno pubblicato la foto, ma in molti hanno pensato che si trattasse di un pesce d’aprile.

Il salmone in Finlandia

Le acque finlandesi sono il paradiso dei pescatori e il salmone può essere pescato pressoché ovunque lungo le coste finlandesi. Il salmone è presente in gran numero nella costa sud-occidentale e nei pressi dell’arcipelago delle isole Åland. Il salmone più grande pescato in Finlandia, lungo il fiume Tornio, pesava 42kg.

La trota in Finlandia

In Finlandia troviamo sia la trota fario che la trota di mare. Le trote che è possibile pescare nel mar Baltico sono molto più grandi delle trote pescate in lago in quanto nel Baltico hanno a disposizione molto più cibo, potendo banchettare tra i banchi di aringhe.

Il luccio in Finlandia

Il luccio (hauki) è uno dei pesci più diffusi nella acque dolci finlandesi. L’hobby della pesca sportiva dà grandi soddisfazioni in quanto questi pesci sono molto grandi (quasi fino ad un metro) e fanno molta resistenza durante la pesca. Non hanno però un buon sapore, quindi la sfida è meramente volta al pescarli e rilasciarli subito dopo.

Lo scoiattolo

In Finlandia, lo scoiattolo (orava) non ha paura dell’uomo. In molti parchi capita spesso di vedere scoiattoli arrampicati addosso ai bambini in cerca di qualcosa da mangiare. Da segnalare che in alcuni parchi come il parco nazionale di Nuuksio vive una specie di scoiattolo, lo scoiattolo volante, così chiamata perché riesce a compiere grandi balzi planando da un albero all’altro.

Conigli e lepri

Non di rado, passeggiando al centro di una città finlandese, capita di imbattersi in conigli o grandi lepri. Questi roditori si riproducono in grande quantità e per città come Helsinki questo causa spesso problemi tanto che l’amministrazione è costretta ad abbatterli prima che si riproducano in modo incontrollato.

Nel libro “L’anno della lepre” (Jäniksen vuosi in finnico), dell’autore finlandese Arto Pasilinna, racconta la storia di un uomo e di una lepre ed è un libro molto popolare anche in italia.

Le zanzare in Finlandia

D’estate una passeggiata nei boschi finlandesi può trasformarsi in un incubo se non si è dotati della giusta attrezzatura (abbigliamento e spray repellenti). La zanzara (hyttynen), proliferando in zone dove ci sono molti bacini d’acqua stagnante, trova terreno fertile in Finlandia e alcune serate estive si caratterizzano per punture continue. A volte è quasi impossibile rimanere all’aperto.

Le zecche in Finlandia

La zecca (punkki) è diffusa in Finlandia. Questi parassiti possono veicolare con il loro morso numerose malattie, anche molto gravi, come ill morbo di Lyme o l’encefalite da zecca. Durante l’estate, le escursioni e le attività all’aria aperta comportano il rischio di essere punti da questi animali. Per questo motivo i genitori controllano sempre i bambini quando tornano a casa per controllare che non abbiano portato con sè sgraditi “ospiti” attaccati alla cute. Nelle isole Åland le zecche sono particolarmente diffuse.

Serpenti Velenosi

In Finlandia è diffusa solo una specie di serpente velenoso, la vipera (kyykäärme), la cui popolazione è in continua diminuzione. I morsi sono letali solo per i bambini e gli animali domestici, ma ad ogni modo fate sempre attenzione quando camminate d’estate in un bosco e nelle zone rocciose.

Ragni e Scorpioni

Nelle case in città non capita mai di vedere ragni o scorpioni. Gli scorpioni sono sconosciuti in Finlandia, e raramente si vedono ragni.

Il Leone, simbolo della FInlandia

Il leone non fa parte degli animali che vivono in Finlandia (ne esiste un esemplare allo zoo di Korkeasaari, a Helsinki), ma esso campeggia al centro dello stemma araldico della nazione. Può far sorridere il fatto che un Paese freddo come la Finlandia abbia adottato proprio il leone come suo simbolo.

Gli uccelli in Finlandia

Numerose specie di uccelli vivono in Finlandia. Il gallo cedrone (metso), celebrato anche in quadro presso il museo Ateneum di Helsinki, il falco pescatore, il fringuello, la gazza, il picchio, il gufo. Il bird watching è molto praticato in Finlandia.

Ci sono anche numerosi esemplari di papere, anatre e gabbiani, facilmente avvicinabili dall’uomo, specialmente in estate.

Cani e Gatti randagi in Finlandia

Da segnalare che in Finlandia non esistono gatti e cani randagi. Cani e gatti sono adottati come animali domestici, anche dai numerosi single, sono sempre di razza pura e mai incroci.

Nei boschi e nella tundra finlandese è possibile incontrare anche la lince, il porcospino e il lemming.

Carne di Renna

Se il cigno è il simbolo ufficiale del Paese, la renna ne è quello spirituale…e gastronomico!

I bambini la conoscono come l’animale che traina la slitta di Babbo Natale, gli adulti, spesso, preferiscono pensare alla renna come ad un ottimo piatto di carne.

Dalla slitta di Babbo Natale fino al piatto con contorno di patate, la renna è un animale che non lascia nessun Finlandese indifferente.

Mangiare Renna
Estremamente popolare sulle tavole finlandesi, la renna ha carni morbide che ben si accompagnano al vino rosso, alla birra, al purè di patate e alla salsa di mirtilli rossi (puolukat).

Altri contorni tipici che vengono serviti con la renna sono una deliziosa crema di funghi o contorni come spinaci e patate novelle, bacche come mirtilli e ribes e persino formaggio di capra o piccante.

Troverete la carne di renna principalmente preparata come stufato (poronkäristys), accompagnato dal purè di patate e salsa di mirtilli rossi. E’ meno frequente la preparazione del filetto o controfiletto semplicemente arrostiti in padella, poiché la carne ha un sapore particolare e può risultare troppo forte se non accompagnato da qualche salsa o contorno. La renna viene anche consumata affumicata, o come ingrediente per salse che accompagnano altri cibi.

Nonostante la sua diffusione, i prezzi per la carne di renna sono notevolmente più alti rispetto a quelli di carni più comuni. Il filetto fresco, preso al bancone o confezionato, si aggira sui 50 euro al chilo, mentre la carne di renna per stufati congelata è assai più economica (dai 18 ai 40€ a seconda della provenienza).

Gli allevamenti di renne sono diffusi soprattutto in Lapponia, e tutte le provvigioni dipendono dalla produzione interna di circa 5000 fattorie, solitamente gestite da piccoli gruppi familiari di quattro o cinque persone. Ogni anno, circa il 2% dei prodotti gastronomici a base di renna vengono esportati verso altri paesi. La Finlandia da sola consuma circa 2,5 milioni di chili di carne di renna all’anno, di cui un terzo direttamente ai consumatori, mentre il resto a ristoranti ed alberghi.

La renna come ingrediente è stato messo dai Finlandesi persino sulla pizza. Infatti la celebre Pizza Berlusconi è una pizza impastata con farine di segale e di grano integrali, e guarnita con cipolle rosse, funghi, straccetti di renna e un formaggio finlandese simile al gorgonzola (aurajuusto). Il singolare nome di questa prelibatezza, creata dalla catena di pizzerie Kotipizza, è dovuto ad una famosa battuta di Silvio Berlusconi pronunciata in segno di spregio verso la gastronomia finlandese, durante il periodo della diatriba relativa all’assegnazione territoriale dell’EFSA, l’autorità europea per la sicurezza alimentare. I Finlandesi, non gradendo l’uscita dell’allora Primo Ministro italiano, hanno ben pensato di battezzare una pizza così patriottica in suo onore. Ironia della sorte, al momento della sua introduzione sul mercato, la Pizza Berlusconi è stata internazionalmente dichiarata la “più buona del mondo”.

La gastronomia finlandese

La gastronomia finlandese: una cucina ricca per sopportare bene il freddo inverno

La cucina finlandese risente molto delle influenze dei paesi limitrofi, come Svezia e Russia. Nonostante ciò esistono molte specialità che si possono trovare solo in Finlandia: il leipäjuusto, formaggio cotto a fiamma, il kalakukko, una pagnotta di pane di segale ripiena di pesce e carne di maiale o il tradizionale joulukinkku, un grande prosciutto cotto lentamente al forno. Grande è la varietà di pane, preparato con farine di diversi cereali, e dolci finlandesi.
Non solo patate! Carne, pesce, formaggi e dolci… lasciatevi stupire dalla gastronomia finlandese!

Tipico cottage finlandese con cibi tradizionali

La Finlandia, per la sua particolare posizione geografica fra Occidente e Oriente, è stata influenzata sia dalle popolazioni europee – in particolare dalla Svezia – che dalla Russia. I principali alimenti della cucina finlandese sono il pesce, specialmente di lago e di fiume, la carne bovina e suina, il latte e i suoi derivati (fra tutti la panna), ma anche bacche e funghi, che vengono utilizzati specialmente nel periodo autunnale. Molto vari e gustosi sono i diversi tipi di pane così come la pasticceria finlandese.

La patata è l’alimento più comune della cucina finlandese. Serve tipicamente per accompagnare il piatto principale di carne o pesce. Viene generalmente servita bollita, come pure in casseruola con panna o aglio. Molto comune è anche il purè di patate. Anche la rapa (nauris), in tante varietà, è assai popolare.

Il salmone (lohi) spicca tra i pesci più comuni ed è assai più economico che in Italia. Può essere servito al forno con patate ma è molto gustoso e particolare quello essiccato (graavilohi). In questa preparazione il salmone viene salato da crudo e, successivamente, vengono aggiunti pepe rosa in grani e aneto.

Altri tipi di pesce diffusi in Finlandia sono il luccio (hauki), il pesce persico (ahven), il coregone (siika), il luccioperca (kuha) nonché l’aringa del Baltico (silakka) e un pesciolino di lago chiamato muikku.

Fra le carni, la renna (poro) è senza dubbio la più caratteristica, ma non la più diffusa. Gli allevamenti di renne si trovano in Lapponia, ma è abbastanza comune trovare carne di renna (inscatolata o surgelata, fresca è una rarità) al supermercato in tutta la Finlandia. Lo stufato di renna (poron käristys) è la più classica delle ricette; esso viene accompagnato da purea di patate e mirtilli rossi. C’è comunque un largo consumo di carne suina e bovina, specialmente come spezzatini e stufati.

Il latte (maito) è molto popolare tra i Finlandesi, visto che viene bevuto perfino a pranzo e consumato anche sotto forma di latte acido (piimä). Nella cucina finlandese, inoltre, sono molto utilizzati la panna da cucina (ruokakerma) ed il burro (voi) per la preparazione di molti piatti. La gastronomia finlandese presenta alcune specialità di formaggi: tra tutte il leipäjuusto, un formaggio lappone cotto a fiamma da gustare con una confettura di mora di palude (lakka).

Le bacche sono molto utilizzate dal finlandese. Specialmente nel periodo autunnale le bacche si trovano in tutti i mercati e vengono vendute a usando come unità di misura il litro! Oltre a fragole, mirtilli, more e lamponi esistono in Finlandia alcune bacche che non potete gustare in Italia, come il rovo artico (lakka) o l’olivello spinoso (tyrni).

In autunno, inoltre, nelle numerose foreste finlandesi si trovano moltissimi funghi, fra tutti porcini (tatti) e gallinacci (kantarelli).

Le varietà di pane sono tantissime. Il pane di segale (ruisleipä) ha un ruolo principale sulle tavole finlandesi e viene consumato in abbondanza specialmente dalle persone anziane. Sono sicuramente da provare anche alcuni tortini salati. I più famosi sono i karjalanpiirakka, che sono costituiti da un impasto di farina di segale ed un ripieno di riso cotto nel latte (riisipuuro).

Infine, i Finlandesi sono ghiotti di dolci e, per questo, la gastronomia finlandese conta tante specialità di pasticceria. Tra tutti consigliamo il korvapuusti, che è un rotolo di pasta con zucchero, cardamomo e cannella.

Il fiore del lampone artico è raffigurato nella moneta finlandese da due euro