Le bistecche di aringa del Baltico

Tipiche Ricette Finlandesi

Le famose silakkapihvit

    Ingredienti

  • 600 gr filetto di aringa del Baltico
  • burro per friggere
  • farina di segale
  • sale, pepe bianco
  • aneto

Le bistecche di aringa del Baltico (silakkapihvit) sono un piatto molto tipico della Finlandia, poiché questa piccola aringa si trovi solo nel Baltico.

Eviscerate le aringhe, rimuovete la spina dorsale e lavatele velocemente. Mettete i filetti aperti sul tagliere e ponetevi sale, pepe e aneto tritato. Unite ogni coppia di filetti pressandoli nella parte interna, in modo che rimangano attaccate. Passatele delicatamente nella farina di segale e ponetele in un tegame caldo dove avrete sciolto un pochino di burro. Friggetele a fuoco moderato girandole di tanto in tanto fin quando non diventano brunite.

[include file=/include/ricette.htm]

Torna a ricette finlandesi.

Il Salmone in Finlandia

I piatti più popolari a base di Salmone, il famoso pesce rosa della Nazione

Pietanza gourmet, zuppa o piatto alla griglia acquistabile nella Piazza del Mercato di qualsivoglia cittadina finlandese, il salmone è uno dei cibi più apprezzati in Finlandia, indipendentemente dall’occasione.

La carne dei Finlandesi è…il pesce, ed in particolar modo il salmone!

Salmone Lohi

I Finlandesi hanno una relazione particolare con il salmone. Tanto è l’apprezzamento che nutrono nei confronti delle sue carni, che non è azzardato paragonarlo alla pasta per gli italiani: buono per ogni occasione, dalla mangiata caciarona con gli amici alle ricette più squisite nei ristoranti esclusivi.

Le ricette tipiche

Fra i piatti più gettonati a base di salmone ci sono sicuramente il filetto al forno o alla griglia (servito spesso con pepe bianco e rosso, aneto e panna) e il salmone affumicato (con cui si produce anche una salsa, i cui restanti ingredienti comprendono aneto, limone, farina, olio, sale, pepe e porro).

Altri piatti molto conosciuti sono la casseruola di salmone (con patate, cipolle, panna, latte, sale e pepe), la zuppa di salmone (a seconda delle versioni con vino, patate, carote, finocchio, cipolle, aneto, sale e pepe oppure con latte, prezzemolo, burro, timo e panna) e il salmone marinato al limone (con lime, limone, succo d’arancia, zucchero e aneto).

Il salmone è un piatto talmente comune che al supermercato lo potete trovare anche a meno di 5 euro al kilo! Per una festa con amici, il salmone è l’ideale. Cospargetelo di sale grosso e pepe al limone e mettetelo in forno. In mezz’ora avrete un chilo di filetto di gustoso salmone al forno per soli 5 euro. Un vero affare!

Anche nel caso in cui decideste di assaggiarlo in uno dei tanti ristoranti di cucina tipica finlandese, i prezzi non sono solitamente inavvicinabili: dipende ovviamente da dove lo state mangiando e in che modo è stato preparato, ma in linea generale un piatto a base di salmone vi costerà sempre meno di un piatto a base di carne.

Dove si trova

In Finlandia il salmone viene pescato principalmente in due fiumi vicini alla costa Nord-Est, il Tenajoki e il Näätämönjoki. Una volta il salmone era presente in più di 20 fiumi sulla costa finlandese del mar Baltico, ma ad oggi solo due fiumi (il Tornionjoki e il Simojoki) hanno salmone a sufficienza per auto-sostenersi. Anche il lago Saimaa ospita una particolare varietà di salmone, rilasciata successivamente anche in altri grossi laghi finlandesi, come Inarijärvi e Päijänne.

Nei pressi di Kotka (Sud-Est della Finlandia) si trova ancora un cottage dove lo Zar di Russia e la sua famiglia passavano le vacanze estive. il fiume sembra ancora un ottimo posto per la pesca al salmone.

C’è una differenza tra il salmone di lago e di mare. In Finlandia, poiché il mar Baltico ha alti livelli di diossina, non è consigliabile mangiare salmone di mare per più di una volta a settiamana, in quanto potrebbe essere tossico. Non ci sono controindicazioni per il salmone pescato in acqua dolce. Da notare infine che nei supermercati la maggior parte del salmone viene dai mari della Norvegia, e non dalla Finlandia stessa.

Pare che alcuni studi condotti in Finlandia e altre parti del mondo suggeriscano che mangiare salmone aiuti a diminuire il tasso di omicidi di un paese. Merito, pare, delle vitamine (in particolare della celebre Omega-3) contenute nel pesce!

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Un vero paradiso per il turista alla ricerca di un souvenir artigianale o di un bel piatto di pesce appena pescato. Kauppatori è un punto di interesse conosciutissimo, forse tra i più conosciuti della capitale finlandese, Helsinki. Con il suo mercato caratteristico, Kauppatori accoglie non solo i Finlandesi, ma anche e soprattutto molti turisti.

La gastronomia e l’artigianato finlandese racchiusi in una piazza. A Kauppatori trovate i funghi cantarelli (o finferli), le migliori verdure, le pregiate bacche artiche, nonché pelli e carne di renna, pesce appena pescato e tutto l’artigianato finlandese come le famose tazze in legno fatte in Lapponia. Ideale per chi ha fretta di trovare un souvenir e per chi ha più tempo da spendere tra le miriadi di prodotti tipici finlandesi.

Kauppatori  piazza del mercato di Helsinki

Kauppatori è la piazza del Mercato affacciata sul porto di Helsinki. Il nome in finlandese deriva appunto da kauppa = mercato e tori = piazza.

A Kauppatori viene organizzato il mercato praticamente tutto l’anno. Kauppatori è una piazza in cui i turisti passano molto tempo passeggiando per il piccolo mercato, acquistando souvenir artigianali fatti in legno oppure facendo la spesa tra le verdure e le carni provenienti dalle campagne e boschi finlandesi. Non solo, a Kauppatori è anche possibile mangiare. Ci sono numerosi stand che cucinano pesce, come i coregoni fritti (muikut) o il salmone, serviti con patate e salse tipiche. Inoltre, non avrete difficoltà a trovare un posto dove riposarvi sorseggiando caffè e mangiando dolci o le famose crêpes con panna e marmellata (pannukakku).

Se visitate Kauppatori in una giornata senza il mercato noterete l’obelisco di granito al centro della piazza: la Keisarinnan kivi, costruita da K. Engel nel 1835. In cima all’obelisco si trova una palla di bronzo sopra la quale svetta un’aquila a due teste. Il monumento è dedicato allo Zar Nicola I e sua moglie Alessandra Feodorovna Romanova, i quali visitarono Helsinki durante il periodo della dominazione russa.

Molti dei traghetti turistici provenienti dalla Svezia, dall’Estonia o dalla Russia attraccano nelle vicinanze di Kauppatori, passando per il Golfo di Finlandia. Oltre alle grandi navi da crociera, da Kauppatori partono anche i traghetti che collegano Helsinki a Suomenlinna e allo zoo di Helsinki (Korkeasaari). Inoltre ogni giorno parte una vecchia nave, la “M/s Runeberg”, che in tre ore collega la capitale finlandese alla città di Porvoo.

Nei pressi di Kauppatori

La piccola via Sofiankatu (ancora in ciottolato originale) divide Kauppatori da Senaatintori, la famosa Piazza del Senato dove si può ammirare l’imponente chiesa bianca (Tuomiokirkko), il Duomo di Helsinki, vero simbolo della capitale finlandese. A pochi passi dal Duomo luterano si trova la cattedrale ortodossa Uspenski, da cui potrete avere una visione di Kauppatori dall’alto.

Nelle vicinanze della Piazza del Mercato c’è anche un mercato coperto (Kauppahalli), famoso per la qualità degli alimenti, con le macellerie, pescherie e prodotti tipici alimentari e non.

Da Kauppatori è possibile imboccare Esplanadi, una via alberata ricca di negozi di design “made in Finland” come Iittala, Arabia e Marimekko, o camminare per Alekanderinkatu, la via dello shopping di Helsinki, che termina con i grandi magazzini di Stockmann.

Webcam Helsinki

Su Kauppatori è puntata una delle più interessanti webcam di Helsinki

http://www.ek.fi/www/fi/nettikamera/index.php

Dopo la vittoria del gruppo Lordi all’Eurovision 2006 (manifestazione canora chiamata Eurovision molto seguita in Finlandia), venne organizzato a Kauppatori un mega concerto gratuito durante il quale il Presidente della Finlandia, Tarja Halonen, consegnò simbolicamente le chiavi della città al cantante del gruppo di “mostri” finlandesi più famoso nel mondo.

La gastronomia finlandese

La gastronomia finlandese: una cucina ricca per sopportare bene il freddo inverno

La cucina finlandese risente molto delle influenze dei paesi limitrofi, come Svezia e Russia. Nonostante ciò esistono molte specialità che si possono trovare solo in Finlandia: il leipäjuusto, formaggio cotto a fiamma, il kalakukko, una pagnotta di pane di segale ripiena di pesce e carne di maiale o il tradizionale joulukinkku, un grande prosciutto cotto lentamente al forno. Grande è la varietà di pane, preparato con farine di diversi cereali, e dolci finlandesi.
Non solo patate! Carne, pesce, formaggi e dolci… lasciatevi stupire dalla gastronomia finlandese!

Tipico cottage finlandese con cibi tradizionali

La Finlandia, per la sua particolare posizione geografica fra Occidente e Oriente, è stata influenzata sia dalle popolazioni europee – in particolare dalla Svezia – che dalla Russia. I principali alimenti della cucina finlandese sono il pesce, specialmente di lago e di fiume, la carne bovina e suina, il latte e i suoi derivati (fra tutti la panna), ma anche bacche e funghi, che vengono utilizzati specialmente nel periodo autunnale. Molto vari e gustosi sono i diversi tipi di pane così come la pasticceria finlandese.

La patata è l’alimento più comune della cucina finlandese. Serve tipicamente per accompagnare il piatto principale di carne o pesce. Viene generalmente servita bollita, come pure in casseruola con panna o aglio. Molto comune è anche il purè di patate. Anche la rapa (nauris), in tante varietà, è assai popolare.

Il salmone (lohi) spicca tra i pesci più comuni ed è assai più economico che in Italia. Può essere servito al forno con patate ma è molto gustoso e particolare quello essiccato (graavilohi). In questa preparazione il salmone viene salato da crudo e, successivamente, vengono aggiunti pepe rosa in grani e aneto.

Altri tipi di pesce diffusi in Finlandia sono il luccio (hauki), il pesce persico (ahven), il coregone (siika), il luccioperca (kuha) nonché l’aringa del Baltico (silakka) e un pesciolino di lago chiamato muikku.

Fra le carni, la renna (poro) è senza dubbio la più caratteristica, ma non la più diffusa. Gli allevamenti di renne si trovano in Lapponia, ma è abbastanza comune trovare carne di renna (inscatolata o surgelata, fresca è una rarità) al supermercato in tutta la Finlandia. Lo stufato di renna (poron käristys) è la più classica delle ricette; esso viene accompagnato da purea di patate e mirtilli rossi. C’è comunque un largo consumo di carne suina e bovina, specialmente come spezzatini e stufati.

Il latte (maito) è molto popolare tra i Finlandesi, visto che viene bevuto perfino a pranzo e consumato anche sotto forma di latte acido (piimä). Nella cucina finlandese, inoltre, sono molto utilizzati la panna da cucina (ruokakerma) ed il burro (voi) per la preparazione di molti piatti. La gastronomia finlandese presenta alcune specialità di formaggi: tra tutte il leipäjuusto, un formaggio lappone cotto a fiamma da gustare con una confettura di mora di palude (lakka).

Le bacche sono molto utilizzate dal finlandese. Specialmente nel periodo autunnale le bacche si trovano in tutti i mercati e vengono vendute a usando come unità di misura il litro! Oltre a fragole, mirtilli, more e lamponi esistono in Finlandia alcune bacche che non potete gustare in Italia, come il rovo artico (lakka) o l’olivello spinoso (tyrni).

In autunno, inoltre, nelle numerose foreste finlandesi si trovano moltissimi funghi, fra tutti porcini (tatti) e gallinacci (kantarelli).

Le varietà di pane sono tantissime. Il pane di segale (ruisleipä) ha un ruolo principale sulle tavole finlandesi e viene consumato in abbondanza specialmente dalle persone anziane. Sono sicuramente da provare anche alcuni tortini salati. I più famosi sono i karjalanpiirakka, che sono costituiti da un impasto di farina di segale ed un ripieno di riso cotto nel latte (riisipuuro).

Infine, i Finlandesi sono ghiotti di dolci e, per questo, la gastronomia finlandese conta tante specialità di pasticceria. Tra tutti consigliamo il korvapuusti, che è un rotolo di pasta con zucchero, cardamomo e cannella.

Il fiore del lampone artico è raffigurato nella moneta finlandese da due euro