Come rimorchiare ragazze finlandesi

Tutto quello che serve sapere per rimorchiare in Finlandia

Se vi interessa la Finlandia non è solo per l’organizzazione efficiente, l’aurora boreale e un buon tenore di vita… siete incuriositi anche dalle ragazze finlandesi e dai “leggendari” facili costumi della Scandinavia. Ma è tutto vero? GuidaFinlandia vi aiuta a scoprirlo.
Belle, bionde e senza troppi problemi… le ragazze finlandesi sono capaci di stregarvi, ma non fate i soliti pappagalli!

Un ragazzo adesca una ragazza finlandese in un bar
Quante volte avete sentito dire che le ragazze finlandesi sono facili e che si riesce a portarle sempre a letto la prima sera, soprattutto se siete italiani? Solo stereotipi? Vediamo di fare un po’ di chiarezza e di capire cosa piace e cosa non piace alle splendide donne della Finlandia.

Le ragazze finlandesi sono obiettivamente molto attraenti, specialmente agli occhi degli uomini mediterranei, poiché hanno lineamenti molto fini, occhi chiari e angelici sorrisi. Questo aspetto gentile, innocente nasconde un’anima indipendente, determinata, di colei che sa quello che vuole.

Dove e quando rimorchiare ragazze finlandesi?

Come già detto le ragazze finlandesi sanno quello che vogliono, quindi ci sono momenti e situazioni in cui sono socievoli, aperte e “rimorchiabili”, e altri in cui invece è più difficile.

Indubbiamente, la sera nei locali è il miglior momento per fare conoscenza e cominciare una conversazione. Nei locali troverete infatti tantissime ragazze. In media, più della metà dei clienti nei locali finlandesi sono donne, di solito in gruppetti di due o tre, che ballano, si divertono e bevono: un perfetto “set” d’inizio per rimorchiare in Finlandia.

Anche i numerosi caffè che ci sono in Finlandia – qui si passano ore per bere magari solo una tazza di caffè finlandese – sono posti buoni per attaccare bottone e sedurre ragazze, specialmente se queste sono da sole. Se non avete in mente una bella frase d’apertura, evitate di avvicinarvi a due, tre amiche che conducono una fitta discussione: stanno parlando dei fatti loro e non sono perciò recettive. Quello che potrete fare è però sorprenderle con una frase ad effetto o divertente, e magari fare in modo di lasciare la mail o il telefono, sperando che la prima impressione sia stata buona.

Ricordate che la sorpresa è un elemento fondamentale per rimorchiare in Finlandia. Ad esempio invece di chiedere il numero, lasciatelo. Non se lo aspettano e la curiosità può farle venire voglia di chiamarvi o scrivervi un messaggio.

Gli approcci nei mezzi pubblici (specialmente a Helsinki) sono possibili, ma di solito non avrete molto tempo e quindi anche qui potrete cercare di prendere il contatto con una conversazione di poche battute, e organizzare un incontro in un secondo momento. Più propizio è certamente il treno, dove trascorrerete più tempo in compagnia di qualche ragazza, magari sola e annoiata, e potrete giocarvi meglio le vostre carte.

Tutto è più molto facile invece su bus e treni notturni quando la maggior parte delle ragazze sono di ritorno da una serata in pub o discoteca e sono più propense ad intavolare un discorso anche con uno sconosciuto. Cercate solo di evitare che si senta a disagio perché la state rimorchiando. I Finlandesi sono in genere molto timidi, per cui quando si rivolge la parola ad una sconosciuta bisognerebbe cercare di essere il più naturali possibile.

Un luogo molto famoso per rimorchiare ragazze finlandesi è la Viking Line che collega ogni giorno Helsinki con Stoccolma. Sulla cosiddetta “Trombonave” (o Love boat) le ragazze, ma anche i ragazzi finlandesi, vanno esplicitamente per passare un fine settimana all’insegna dell’alcol e del divertimento.

Una notazione sul tempo e sulle stagioni: le ragazze finlandesi sono un po’ metereopatiche, allegre nelle giornate serene e più cupe in periodi grigi e bui. Infatti d’estate le donne sono più sorridenti, poiché possono passare tanto tempo all’aria aperta e godersi infinite giornate di luce. Le terrazze dei bar e i parchi, dove vengono improvvisati continuamente picnic (spesso alcolici), sono punti ideali per conoscere nuove persone e iniziare piacevoli e divertenti discussioni: approfittate del sole!

Come rimorchiare ragazze finlandesi?

Le donne finniche hanno bisogno di allegria e di buon umore, per cui fatele ridere! Siate simpatici, naturali e fate battute… senza esagerare però! Un uomo che le fa ridere, quasi senza provarci, ha già fatto un grande passo avanti nel guadagnarsi la fiducia della donna finlandese.

Ovviamente dovete essere capaci di comunicare bene in inglese, o finlandese. Tutte le ragazze parlano bene inglese e la loro pronuncia è chiara e pulita: un livello scolastico potrebbe non bastare. In quel caso potrete usare opportunamente il linguaggio del corpo che a volte può essere più efficace di 1000 parole. E’ importante non trasmettere che ci state provando. Meglio sembrare indifferenti al loro fascino: se trasmettete troppo presto di essere sessualmente interessati potreste perdere numerose occasioni.

Come a tutte le ragazze del mondo, anche alle ragazze finlandesi piacciono i complimenti. E come tutte le ragazze del mondo, anche loro sono abituate agli sdolcinati commenti da smaliziati uomini italiani. Gli italiani sono molto conosciuti anche qui, nel bene e nel male: quasi tutte sono state in Italia, specialmente a Milano, Roma e sul Lago di Garda, e conoscono perfettamente i pappagalli e tamarri italiani, che credono che la donna nordica stia aspettando proprio loro. Non fate come loro. Siate l’uomo che hanno sempre desiderato senza gettarvi ai loro piedi. E ricordate che parecchie ragazze finlandesi parlano o almeno comprendono un po’ d’italiano: evitate figuracce! La tecnica è fare un bel complimento seguito da un commento più acido, che farà intendere che sì, vi piace, ma insomma, potrebbe essere meglio. Le farete impazzire.

Per rimorchiare una ragazza finlandese potete sicuramente far leva su un aspetto, a cui le finniche non sono molto abituate: la galanteria. Le donne finlandesi non sono use ricevere dai loro compatrioti corteggiamenti o particolari gentilezze, e gradiranno molto questo tipo di atteggiamento. Vi consigliamo di farlo in maniera carina, spiritosa e molto naturale, senza forzare troppo la mano.

Un’altra cosa che le ragazze finlandesi adorano è un uomo che sappia ballare. Sono pochi gli uomini che ballano in Finlandia, rari o addirittura inesistenti nei piccoli centri, e infatti i corsi di ballo hanno una stragrande maggioranza di esponenti del gentil sesso e pochissimi ragazzi. Se siete capaci di ballare, quindi, provate un approccio diretto in pista. Ballate, anche da soli, fate vedere che vi state divertendo un mondo e poi -con il dovuto garbo- invitatele a ballare, a condividere il divertimento con voi. A volte basta prenderle gentilmente la mano e farla girare. Non state subito addosso però! Lasciatele il suo spazio e anche voi ballate da soli guardandovi intorno. Devono essere loro a cercare le vostre attenzioni ora, voi vi siete già esposti chiedendole di ballare. Il corteggiamento è un tira e molla.

Internet dating

Una risorsa da non sottovalutare in un Paese tecnologico come la Finlandia, sono i servizi di ricerca dell’anima gemella on-line. Sono molto usati e parecchi sono completamente gratuiti.

Fatevi il vostro account, mettete foto interessanti, senza mostrarvi seminudi, ubriachi etc., e potrete contattare parecchie ragazze finlandesi annoiate e in cerca di svago! Rendetevi simpatici e misteriosi (la chiave dell’on-line dating) e poi combinate un incontro dove lei voglia sapere di più.

Provate ad esempio http://treffit.suomi24.fi, http://www.city.fi/deitti o eliittikumpaani per iniziare, o perché no, la famosa applicazione “Tinder”, che potete usare direttamente sul vostro cellulare.

Con “l’anonimato” della rete potrebbe essere più facile rompere il ghiaccio con qualche ragazza e concedere tempi più lunghi al corteggiamento, piuttosto che in situazioni come discoteche o bar.

In confronto all’Italia vi accorgerete di come qui sia più facile passare la notte con una sconosciuta. Ma non date per scontato il classico momento romantico del giorno dopo, anzi spesso ci si vede per una volta sola, e poi potreste essere considerati anche come sconosciuti. Potrebbe essere uno shock per voi, ma è solo una cultura differente.

Cosa vedere a Helsinki

Cosa vedere a Helsinki: le attrazioni più caratteristiche per i turisti

Helsinki, la capitale della Finlandia, offre parecchie attrazioni da godersi specialmente nel periodo estivo. Ci sono numerosi parchi e monumenti originali. E non dimenticate l’isola di Suomenlinna!
A Helsinki ci sono molti luoghi giudicati dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità!

La città di Helsinki ha tanti punti di interesse, per lo più concentrati nella zona del centro. Soprattutto in estate, tutte le maggiori attrazioni sono raggiungibili a piedi, anche seguendo il nostro tour. In questo articolo vi descriveremo le principali cose da vedere della capitale della Finlandia.

Il centro di Helsinki

Per ammirare il centro di Helsinki, consigliamo di partire dalla Piazza del Mercato (Kauppatori), situata sul mare. Troverete tante bancarelle dove comprare originali souvenir d’artigianato finlandese, ma anche banchi di pesce fresco e stand per pranzare all’aperto. Dalla Piazza del Mercato partono le navi per un tour di Helsinki e per l‘isola di Suomenlinna. Di fronte a Kauppatori si erge un edificio in mattoni facciavista, il mercato coperto (Kauppahalli), dove gustare prelibatezze locali come renna, salmone e aringhe.

Dalla parte opposta invece, scorgerete una chiesa rossa: la cattedrale ortodossa di Uzpenski, la più grande cattedrale ortodossa al di fuori della Russia. Vale la pena visitarla sia all’interno, sia all’esterno, per il suo colore rosso vivo e perchè dalla terrazza della chiesa si può ammirare la baia di Helsinki dall’alto.

Adiacente la Piazza del Mercato si stagliano il palazzo presidenziale, l’ambasciata svedese e il municipio.

Lasciata Kauppatori, un lungo viale costeggiato da alberi (Esplanadi) vi porterà nel vero e proprio centro. All’inizio vedrete una fontana con quattro foche e la statua di Havis Amanda. Questa statua viene lavata dagli studenti durante le celebrazioni del Primo Maggio (Vappu) e le viene posto il tipico cappello che si riceve quando ci si diploma, il lakki. Proseguendo per il viale di Esplanadi, affollato nei suoi prati durante le calde giornate estive, giungerete di fronte a Stockmann, i grandi magazzini più grandi della scandinavia. Lungo Esplanadi, nel periodo natalizio, viene allestito il classico mercatino di Natale, con bancarelle di prodotti di artigianato e alimentari tipici finlandesi.

Dall’altra parte di Stockmann entrerete in Alexanderinkatu, la via più famosa di Helsinki, aperta solo al traffico di tram e taxi. Qui all’inizio del periodo natalizio Babbo Natale fa la sua parata su una slitta trainata da renne. Aleksanderinkatu è la più famosa via per lo shopping nella capitale finlandese. Percorrendola tutta partendo da Stockmann, troverete sulla sinistra la piazza del Senato (Senaatintori) con la statua di Alessandro II, duca di Finlandia nel XIX secolo, ma soprattutto potrete ammirare l’imponente chiesa bianca simbolo della città: il Duomo di Helsinki (Tuomiokirkko). Da Senaatintori c’è Sofiankatu, unica via ad Helsinki dove è stato lasciato il pavimento originale in ciottoli di pietra e una vecchia cabina telefonica.

Tornando verso il centro, poco distante dal Duomo c’è il piazzale della stazione (Rautatientori). Costeggiata da casinò, hotel, musei e bar, da Rautatientori partono la linea metropolitana di Helsinki, numerosi tram e autobus verso tutte le direzioni, compreso quello per l’aeroporto (il 615 e, dall’altra parte della stazione, il Finnair Bus). Nel centro del piazzale si erge la statua di Aleksis Kivi, famoso scrittore finlandese e autore dell’opera “I sette fratelli”. Si può inoltre ammirare la caratteristica torre dell’orologio della stazione di Helsinki e i famosissimi quattro uomini di pietra (kivimiehet) che sorreggono il mondo.

Dietro il centro commerciale Sokos, parte Mannerheimintie, la via più grande di Helsinki. Seguendo la strada verso Nord, troverete la statua equestre di Mannerheim, davanti al museo di arte contemporanea Kiasma, mentre più avanti dalla parte opposta si erge l’imponente Parlamento finlandese, seguito dal Museo Nazionale (Kansallismuseo), di fronte a Finlandia Talo, una sala concerti con una eccezionale acustica, progettata dal famoso architetto finlandese Alvar Aalto.

Dietro Finlandia Talo potrete proseguire per la baia di Töölö (Töölönlahti). Non è un lago, come potrebbe sembrare, ma il mar Baltico connesso ad un bacino più grande tramite un canale. D’inverno questa baia si ghiaccia e si può attraversare senza bisogno di camminarci attorno. Su Töölönlahti, a pochi metri dal Finlandia Talo, si trova anche l’Opera Nazionale (kansallisooppera). Nel quartiere di Töölö è presente la famosa chiesa luterana di Temppeliaukio, anche conosciuta come “chiesa nella roccia”, costruita recentemente da due architetti finlandesi che, invece di costruirla sopra la collina, l’hanno costruita… dentro la collina. È a nostro parere una delle chiese più suggestive e particolari al mondo e vale davvero la pena visitarla.

Le isole di Helsinki

Non ci sono veri e propri laghi a Helsinki, ma una moltitudine di isole e isolette, connesse da ponti o da traghetti. Le due isole più popolari di Helsinki sono Suomenlinna e Seurasaari.

Per andare a Suomenlinna si prende il traghetto dalla Piazza del Mercato e il viaggio dura circa venti minuti. Suomenlinna è in realtà un’isola-fortezza, che veniva usata per difendere Helsinki dagli attacchi dei nemici. La fortezza di Suomenlinna, patrimonio dell’UNESCO, è costruita su tante piccole isolette connesse da ponti e si può percorrere a piedi. Non vi sono auto nell’isola, tranne per i pochi residenti, e una parte è zona militare. Suomenlinna è anche una delle mete preferite dai giovani Finlandesi, che durante le belle giornate estive organizzano spesso picnic. Negli inverni più rigidi, quando il mare è ghiacciato, l’isola può essere raggiunta anche a piedi. Un tunnel sottomarino collega Suomenlinna alla terra ferma ma viene usato solo in casi di emergenza.

A venti minuti di autobus dal centro (autobus numero 24), connessa alla terraferma tramite un ponte, si trova l’isola di Seurasaari. Nell’isola non ci sono residenti ed è allestito un “museo all’aperto”, che consta di abitazioni e barche rinvenute in ogni parte della Finlandia, smontate e ricostruite su quest’isola. Potrete fare una passeggiata immersi nel verde e cercare di avvicinare i numerosi scoiattoli (notate che gli scoiattoli sono golosi di nocciole!). Durante la festa di San Giovanni (Juhannus) a Seurasaari viene organizzato il tradizionale falò (kokko), alto fino a cinque metri. A Seurasaari si trova anche una spiaggia per nudisti divisa in una sezione per uomini e una per donne.

I parchi di Helsinki

A Helsinki ci sono numerosi parchi molto puliti e curati, dove potrete passare qualche ora in relax. I Finlandesi amano passeggiare per i parchi, organizzare picnic e anche passare le lunghe notti di luce estive bevendo all’aria aperta.

Nella zona Sud di Helsinki, nel quartiere di Eira, c’è il parco di Kaivopuisto. Questo popolare parco affacciato al mare viene invaso durante il Primo Maggio (Vappu) da migliaia di persone, che grigliano, ballano e bevono festeggiando fino a sera. D’estate, un grande festival di musica gratuito si svolge tra le betulle del parco più famoso della capitale finlandese.

A Töölö si trova il parco di Sibelius (Sibeliuksen puisto). Questo è uno dei parchi più famosi di Helsinki per il monumento di Sibelius, una scultura astratta, che venne rivelata nel 1976, centenario della nascita del compositore finlandese. Il monumento consta di una serie di tubi di varie dimensioni, con cui vi potrete divertire a emettere diverse note. Di questo monumento è presente una miniatura nel museo dell’UNESCO a Parigi.

All’inizio del viale Bulevardi c’è Ruttopuisto, che in realtà è un cimitero dove sono sepolte le vittime di un’epidemia di peste (rutto in finnico) che colpì la città di Helsinki. Non è raro, quando è caldo, trovare molti giovani stesi a fare picnic tra le lapidi di pietra.

In fondo a Bulevardi troverete infine il parco di Sinebrychoff, chiamato anche Koffin puisto, poiché ospitava la vecchia fabbrica della birra Koff. Questo parco è molto frequentato d’estate da numerosi giovani, che si riuniscono per festival musicali gratuiti o per il consueto brunch della domenica. D’inverno invece, le sue pendenze innevate vengono utilizzate come rampe di discesa per gli slittini, tanto amati dai finlandesi.

Infine, per gli appassionati di animali ricordiamo lo zoo di Helsinki. Sull’isola di Korkeasaari, il giardino zoologico di Helsinki ospita numerose specie di animali provenienti dalle regioni artiche del paese, ma anche una vasta collezione di animali di origine tropicale. Lo zoo di Helsinki è aperto tutto l’anno, anche se per ragioni climatiche alcuni animali sono visibili solamente nelle stagioni estive ed altri solo in quelle invernali.

La maggiori strade di Helsinki, come Alexanderinkatu, sono tutte riscaldate, perciò, anche in pieno inverno, non vedrete strati di ghiaccio e potrete camminarvici agevolmente.