Ottobre in Finlandia

Paesaggio finlandese ad ottobre in Lapponia

Ad Ottobre (lokakuu in finlandese) inizia a farsi largo l’inverno. Il buio prende piede dopo le lunghe giornate di luce, arrivano le prime pioggie e di solito le prime nevicate, quasi sempre in Lapponia. Al Sud ancora è possibile raccogliere funghi, mentre in Lapponia le temperature rigide lo rendano difficile: una specie che resiste anche a temperature sotto zero è il cantarello tubiforme, in finlandese suppilovahvero.

Il 10 Ottobre è l’anniversario della nascita dello scritto Aleksis Kivi (i 7 fratelli), e nello stesso giorno si celebra anche la letteratura finlandese.

Il 24 ottobre è il giorno dedicato alle Nazioni Unite.

In Finlandia Halloween non si festeggia il 31 ottobre ma il primo sabato di novembre.

Ottobre a Helsinki

Ad ottobre a Helsinki c’è la sagra dell’aringa del Baltico (silakkamarkkinat): attorno alla Piazza del Mercato decine di pescatori vendono i loro prodotti e in particolare le aringhe del Baltico, appunto, marinate in tantissimi modi.

A Helsinki il tempo è di solito abbastanza piovoso, seppur la possibilità di nevicate è piuttosto rara. Il clima è umido (viste le intense precipitazioni) e la temperatura si irrigidisce. Consigliamo di vestirsi bene.

[include file=/include/calendario.htm]

Settembre in Finlandia

Settembre in Finlandia

Settembre, chiamato syyskuu, che vuole appunto dire mese dell’autunno, è un mese piovoso. Gli alberi perdono le foglie e si può ammirare quell’eccezionale spettacolo di colori nelle immense foreste finlandesi chiamato ruska.

Il clima non è ancora rigido e tutta la pioggia che cade fa crescere tantissimi funghi. La Finlandia è famosissima per la quantità di funghi che cresce nei suoi boschi, soprattutto porcini e cantarelli, e raccogliere funghi è una delle attività preferite a Settembre in Finlandia. Troverete ottimi funghi a poco prezzo nei supermercati e nei banchetti dei mercati, venduti al litro e non al chilo.
I mercati sono letteralmente invasi dal genere preferito di funghi qui in Finlandia: i cantarelli.

Il 23 Settembre è l’equinozio d’autunno: il giorno e la notte hanno la stessa durata.

Settembre a Helsinki

Se siete ad Helsinki a Settembre potrebbe piovere spesso: le giornate di sole saranno ormai un ricordo lontano dell’estate. Perché non approfittarne per un giro al parco nazionale di Nuuksio, a meno di un’ora da Helsinki? Potrete ammirare la vera natura finlandese e tornare a casa con un cestino pieno di funghi.

A settembre a Helsinki viene organizzato il celebre Rakkautta & Anarkia (amore e anarchia), un festival cinematografico estremamente popolare.

[include file=/include/calendario.htm]

Natale a Helsinki

A Helsinki è Natale tutto l’anno

Se avete deciso di passare il Natale a Helsinki, potreste essere davvero fortunati e ritrovarvi a passeggiare nel centro della città, ricoperta di neve, facendo shopping nel caratteristico mercatino di Natale nella centralissima piazza del Senato.

A Helsinki è Natale tutto l’anno: il negozio di Natale è infatti aperto 12 mesi all’anno: quest’anno nessuna scusa per non avere addobbi perfetti.

Natale a Helsinki - coro di babbo natale
Il Natale a Helsinki, come in tutte le grandi città, inizia a Novembre: le strade vengono addobbate con luci, festoni e alberi di Natale. La città cambia completamente immagine: da Aleksanterinkatu, la via dello shopping di Helsinki, le vetrine sono ricche di addobbi e luci colorate fino all’albero di Natale davanti alla cattedrale bianca che fa da cornice ai mercatini di Natale.

Verso l’inizio di dicembre Stockmann inaugura la stagione natalizia presentando la sua vetrina di Natale, che è la più grande della Finlandia: è tradizione che i genitori portino i propri figli a vedere la storia animata del Natale. Seppur il vero inizio della stagione natalizia lo segna l’arrivo di Babbo Natale direttamente da Rovaniemi, in Lapponia, con una cerimonia che inizia nella Piazza del Senato e si conclude con un carosello lungo le vie principali del centro, dove Babbo Natale viene portato su una carrozza (o una slitta se c’è neve) e tutta la città lo accoglie in festa.

Mercatini di Natale a Helsinki

Helsinki si riempie di mercatini a Natale. Da quest’anno il più famoso mercatino di Natale è  davanti alla cattedrale bianca nella piazza del Senato: ben 157 casette di legno rosse vengono montate  e dal Giorno dell’Indipendenza (6 dicembre) in poi è possibile passeggiare tra le varie bancarelle, sorseggiare una bevanda calda ed acquistare oggetti d’artigianato finlandese. Troverete gioielli, addobbi per il Natale, calzettoni di lana, cappelli, foto di aurore boreali, vestitini per i bambini, maglioni finlandesi, prodotti tradizionali, oggetti in legno per la casa e la cucina, souvenir e le immancabili caramelle (karkit), disponibili in tutte le forme e gusti.

Un altro mercatino viene organizzato di fronte al centro commerciale Kamppi, ma qui troverete soprattutto aziende locali che effettuano promozioni natalizie. Sul palco in mezzo alla piazza viene suonata continuamente musica natalizia e gruppi dal vivo intrattengono i passanti. Per i più piccoli c’è una giostra di cavalli.

Negozio di Natale a Helsinki

Sempre su Esplanadi (Pohjoisesplanadi 35, tra i café Esplanadi e Strindberg) si trova il negozio di artigianato e souvenir Kankurin Tupa. La caratteristica di questo negozio è che ha un reparto natalizio aperto tutto l’anno, molto suggestivo soprattutto se visitato in estate. Troverete addobbi per l’albero di Natale, oggetti per la tavola, cartoline natalizie, folletti e troll di diverse dimensioni.

Durante il Natale e la vigilia di Natale è tradizione visitare i cimiteri portando una candela per onorare i propri cari. Una passeggiata al cimitero di Hietaniemi, non lontano dal centro di Helsinki, è un’esperienza indimenticabile se avete deciso di passare il Natale nella capitale finlandese. Per l’occasione il cimitero è aperto 24 ore su 24.

Le bacche e i frutti di bosco in Finlandia

Il tesoro meglio custodito della Natura finlandese: i frutti di bosco.

Le bacche o frutti di bosco rappresentano dal punto di vista nutritivo dei veri e propri elisir di lunga vita, poiché sono ricchi di vitamine, minerali, antiossidanti, flavonoidi. Anche il loro valore terapeutico è notevole, dal momento che servono ad alleviare un’infinità di malanni.

Ogni estate nei mercati finlandesi e di fronte ai supermercati è normale vedere almeno un banco che vende bacche di vario tipo… non perdete l’occasione di assaggiare frutti di bosco in Finlandia!

Il suolo acido e i terreni acquitrinosi tipici della Finlandia rappresentano condizioni ottimali per la crescita degli arbusti da bacca. Per questo motivo la Finlandia è un vero e proprio paradiso per gli amanti dei piccoli frutti succosi, oltre che essere una miniera d’oro per i coltivatori e commercianti.

Passiamo in rassegna gli arbusti più comuni:

Genere Ribes:

Ve ne sono di diversi tipi, tutti ricchi di flavonoidi, vitamina C ed E. Tra questi troviamo:

  • Ribes (Ribes Alpinum, taikinamarja): presenta bacche di colore rosso intenso ma perlopiù insipide. E’ utilizzato quasi esclusivamente con finalità decorative.
  • Ribes nero (Ribes Nigrum, mustaherukka): diffuso su tutto il territorio finlandese sia allo stato selvatico che in coltivazioni, presenta bacche di circa 6-12mm di diametro, ricchissime di vitamine C ed E. Dai suoi frutti si ricava un ottimo succo dal sapore dolce ed aspro al tempo stesso.
  • Ribes aureo (Ribes Aureum, kultaherukka): meno diffuso del ribes nero, presente fiori molto graziosi e piccole bacche dal sapore simile a quello del ribes nero, ma più dolci.
  • Ribes rosso (Ribes Rubrum, punaherukka): anch’esso diffuso sia allo stato selvatico che coltivato, presenta bacche dal sapore aspro e dolce al tempo stesso, molto apprezzate per l’ottimo sciroppo che se ne ricava. Assomiglia molto al ribes comune, tranne per il fatto che le bacche crescono in grappoli più grossi.

Genere Vaccinium:

  • Mirtillo (Vaccinium myrtillus, mustikka): cresce nei boschi su tutto il territorio finlandese, e preferisce gli ambienti umidi. Le bacche contengono molta vitamina A, B e C, nonché flavonoidi, magnesio, manganese e calcio, e vengono utilizzate per preparare succhi, confetture e squisite torte.
  • Mirtillo rosso (Vaccinium vitis-idaea, puolukka): resistente alle temperature bassissime (fino ai -40C), questo arbusto cresce solitamente vicino ai pini in zone ombreggiate, e presenta bacche simili a quelle del nostrano mirtillo ma di un rosso intenso, che maturano a settembre e vengono utilizzate per fare sciroppi, confetture e persino un tipo di vino. I mirtilli rossi accompagnano spesso piatti tipici nordici come lo stufato di renna.
  • Ossicocco, o cranberry (Vaccinium oxycoccos, isokarpalo): predilige gli ambienti torbiferi non boschivi, con bacche rosse dal sapore dolce-aspro.
  • Mirtillo palustre (Vaccinium uliginosum, juolukka): le sue bacche bluastre sono praticamente identiche a quelle del mirtillo, se non per la piccola apertura a forma di croce sulla cima, e per il colore del succo, che invece di essere blu-violaceo come quello del mirtillo, è trasparente. Il loro sapore è piuttosto blando, per questo nella preparazione di sciroppi viene spesso miscelato con del succo di mirtillo. Contiene moltissima vitamina C, ben più che nel mirtillo tradizionale.

Genere Rubus:

  • Mora (Rubus fruticosus, karhunvatukka): cresce solo nella parte meridionale della Finlandia, perlopiù coltivata in serre. Le sue bacche sono molto apprezzate e utilizzate per fare confetture.
  • Lampone (Rubus idæus, vadelma): le sue bacche rosse ricche di magnesio e manganese vengono utilizzate per fare confetture, sciroppi, liquori e aceto.
  • Lampone artico (Rubus arcticus, mesimarja): le sue bacche rosso scuro sono simili a quelle del lampone, ma di forma sferica, e vengono utilizzate per fare confetture, infusi e aromatizzare liquori.
  • Camemoro, o rovo artico (Rubus chamaemorus, lakka o hilla): le tipiche bacche arancioni sono conosciutissime e apprezzate dai Finlandesi, che le considerano una vera prelibatezza. Contengono fino a 4 volte tanta vitamina C rispetto all’arancia, e vengono utilizzate per preparare confetture, succhi, caramelle, torte e l’omononimo liquore. Ogni estate e a Natale è un must mangiare il leipäjuusto, un formaggio cotto tipico della Finlandia settentrionale, con la marmellata di camemori. Il prezzo elevato delle bacche sul mercato è dovuto al fatto che i camemori crescono solo nella natura selvaggia, e non possono essere coltivati.

Altre specie:

  • Fragola (Fragaria, mansikka): esistono principalmente due specie, quelle piccole di bosco e quelle grosse coltivate.
  • Olivello spinoso (Hippophaë rhamnoides, tyrni): questo arbusto produce bacche arancioni di forma rotonda, che vengono utilizzate non solo con finalità decorative, ma anche in cucina e nella preparazione di cosmetici.

I Finlandesi sono talmente orgogliosi della propria Natura, che hanno pensato bene di raffigurare la loro bacca più amata, il camemoro, sul retro della versione finlandese della moneta da 2 euro.

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Kauppatori, la Piazza del Mercato di Helsinki

Un vero paradiso per il turista alla ricerca di un souvenir artigianale o di un bel piatto di pesce appena pescato. Kauppatori è un punto di interesse conosciutissimo, forse tra i più conosciuti della capitale finlandese, Helsinki. Con il suo mercato caratteristico, Kauppatori accoglie non solo i Finlandesi, ma anche e soprattutto molti turisti.

La gastronomia e l’artigianato finlandese racchiusi in una piazza. A Kauppatori trovate i funghi cantarelli (o finferli), le migliori verdure, le pregiate bacche artiche, nonché pelli e carne di renna, pesce appena pescato e tutto l’artigianato finlandese come le famose tazze in legno fatte in Lapponia. Ideale per chi ha fretta di trovare un souvenir e per chi ha più tempo da spendere tra le miriadi di prodotti tipici finlandesi.

Kauppatori  piazza del mercato di Helsinki

Kauppatori è la piazza del Mercato affacciata sul porto di Helsinki. Il nome in finlandese deriva appunto da kauppa = mercato e tori = piazza.

A Kauppatori viene organizzato il mercato praticamente tutto l’anno. Kauppatori è una piazza in cui i turisti passano molto tempo passeggiando per il piccolo mercato, acquistando souvenir artigianali fatti in legno oppure facendo la spesa tra le verdure e le carni provenienti dalle campagne e boschi finlandesi. Non solo, a Kauppatori è anche possibile mangiare. Ci sono numerosi stand che cucinano pesce, come i coregoni fritti (muikut) o il salmone, serviti con patate e salse tipiche. Inoltre, non avrete difficoltà a trovare un posto dove riposarvi sorseggiando caffè e mangiando dolci o le famose crêpes con panna e marmellata (pannukakku).

Se visitate Kauppatori in una giornata senza il mercato noterete l’obelisco di granito al centro della piazza: la Keisarinnan kivi, costruita da K. Engel nel 1835. In cima all’obelisco si trova una palla di bronzo sopra la quale svetta un’aquila a due teste. Il monumento è dedicato allo Zar Nicola I e sua moglie Alessandra Feodorovna Romanova, i quali visitarono Helsinki durante il periodo della dominazione russa.

Molti dei traghetti turistici provenienti dalla Svezia, dall’Estonia o dalla Russia attraccano nelle vicinanze di Kauppatori, passando per il Golfo di Finlandia. Oltre alle grandi navi da crociera, da Kauppatori partono anche i traghetti che collegano Helsinki a Suomenlinna e allo zoo di Helsinki (Korkeasaari). Inoltre ogni giorno parte una vecchia nave, la “M/s Runeberg”, che in tre ore collega la capitale finlandese alla città di Porvoo.

Nei pressi di Kauppatori

La piccola via Sofiankatu (ancora in ciottolato originale) divide Kauppatori da Senaatintori, la famosa Piazza del Senato dove si può ammirare l’imponente chiesa bianca (Tuomiokirkko), il Duomo di Helsinki, vero simbolo della capitale finlandese. A pochi passi dal Duomo luterano si trova la cattedrale ortodossa Uspenski, da cui potrete avere una visione di Kauppatori dall’alto.

Nelle vicinanze della Piazza del Mercato c’è anche un mercato coperto (Kauppahalli), famoso per la qualità degli alimenti, con le macellerie, pescherie e prodotti tipici alimentari e non.

Da Kauppatori è possibile imboccare Esplanadi, una via alberata ricca di negozi di design “made in Finland” come Iittala, Arabia e Marimekko, o camminare per Alekanderinkatu, la via dello shopping di Helsinki, che termina con i grandi magazzini di Stockmann.

Webcam Helsinki

Su Kauppatori è puntata una delle più interessanti webcam di Helsinki

http://www.ek.fi/www/fi/nettikamera/index.php

Dopo la vittoria del gruppo Lordi all’Eurovision 2006 (manifestazione canora chiamata Eurovision molto seguita in Finlandia), venne organizzato a Kauppatori un mega concerto gratuito durante il quale il Presidente della Finlandia, Tarja Halonen, consegnò simbolicamente le chiavi della città al cantante del gruppo di “mostri” finlandesi più famoso nel mondo.

Cosa vedere a Helsinki

Cosa vedere a Helsinki: le attrazioni più caratteristiche per i turisti

Helsinki, la capitale della Finlandia, offre parecchie attrazioni da godersi specialmente nel periodo estivo. Ci sono numerosi parchi e monumenti originali. E non dimenticate l’isola di Suomenlinna!
A Helsinki ci sono molti luoghi giudicati dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità!

La città di Helsinki ha tanti punti di interesse, per lo più concentrati nella zona del centro. Soprattutto in estate, tutte le maggiori attrazioni sono raggiungibili a piedi, anche seguendo il nostro tour. In questo articolo vi descriveremo le principali cose da vedere della capitale della Finlandia.

Il centro di Helsinki

Per ammirare il centro di Helsinki, consigliamo di partire dalla Piazza del Mercato (Kauppatori), situata sul mare. Troverete tante bancarelle dove comprare originali souvenir d’artigianato finlandese, ma anche banchi di pesce fresco e stand per pranzare all’aperto. Dalla Piazza del Mercato partono le navi per un tour di Helsinki e per l‘isola di Suomenlinna. Di fronte a Kauppatori si erge un edificio in mattoni facciavista, il mercato coperto (Kauppahalli), dove gustare prelibatezze locali come renna, salmone e aringhe.

Dalla parte opposta invece, scorgerete una chiesa rossa: la cattedrale ortodossa di Uzpenski, la più grande cattedrale ortodossa al di fuori della Russia. Vale la pena visitarla sia all’interno, sia all’esterno, per il suo colore rosso vivo e perchè dalla terrazza della chiesa si può ammirare la baia di Helsinki dall’alto.

Adiacente la Piazza del Mercato si stagliano il palazzo presidenziale, l’ambasciata svedese e il municipio.

Lasciata Kauppatori, un lungo viale costeggiato da alberi (Esplanadi) vi porterà nel vero e proprio centro. All’inizio vedrete una fontana con quattro foche e la statua di Havis Amanda. Questa statua viene lavata dagli studenti durante le celebrazioni del Primo Maggio (Vappu) e le viene posto il tipico cappello che si riceve quando ci si diploma, il lakki. Proseguendo per il viale di Esplanadi, affollato nei suoi prati durante le calde giornate estive, giungerete di fronte a Stockmann, i grandi magazzini più grandi della scandinavia. Lungo Esplanadi, nel periodo natalizio, viene allestito il classico mercatino di Natale, con bancarelle di prodotti di artigianato e alimentari tipici finlandesi.

Dall’altra parte di Stockmann entrerete in Alexanderinkatu, la via più famosa di Helsinki, aperta solo al traffico di tram e taxi. Qui all’inizio del periodo natalizio Babbo Natale fa la sua parata su una slitta trainata da renne. Aleksanderinkatu è la più famosa via per lo shopping nella capitale finlandese. Percorrendola tutta partendo da Stockmann, troverete sulla sinistra la piazza del Senato (Senaatintori) con la statua di Alessandro II, duca di Finlandia nel XIX secolo, ma soprattutto potrete ammirare l’imponente chiesa bianca simbolo della città: il Duomo di Helsinki (Tuomiokirkko). Da Senaatintori c’è Sofiankatu, unica via ad Helsinki dove è stato lasciato il pavimento originale in ciottoli di pietra e una vecchia cabina telefonica.

Tornando verso il centro, poco distante dal Duomo c’è il piazzale della stazione (Rautatientori). Costeggiata da casinò, hotel, musei e bar, da Rautatientori partono la linea metropolitana di Helsinki, numerosi tram e autobus verso tutte le direzioni, compreso quello per l’aeroporto (il 615 e, dall’altra parte della stazione, il Finnair Bus). Nel centro del piazzale si erge la statua di Aleksis Kivi, famoso scrittore finlandese e autore dell’opera “I sette fratelli”. Si può inoltre ammirare la caratteristica torre dell’orologio della stazione di Helsinki e i famosissimi quattro uomini di pietra (kivimiehet) che sorreggono il mondo.

Dietro il centro commerciale Sokos, parte Mannerheimintie, la via più grande di Helsinki. Seguendo la strada verso Nord, troverete la statua equestre di Mannerheim, davanti al museo di arte contemporanea Kiasma, mentre più avanti dalla parte opposta si erge l’imponente Parlamento finlandese, seguito dal Museo Nazionale (Kansallismuseo), di fronte a Finlandia Talo, una sala concerti con una eccezionale acustica, progettata dal famoso architetto finlandese Alvar Aalto.

Dietro Finlandia Talo potrete proseguire per la baia di Töölö (Töölönlahti). Non è un lago, come potrebbe sembrare, ma il mar Baltico connesso ad un bacino più grande tramite un canale. D’inverno questa baia si ghiaccia e si può attraversare senza bisogno di camminarci attorno. Su Töölönlahti, a pochi metri dal Finlandia Talo, si trova anche l’Opera Nazionale (kansallisooppera). Nel quartiere di Töölö è presente la famosa chiesa luterana di Temppeliaukio, anche conosciuta come “chiesa nella roccia”, costruita recentemente da due architetti finlandesi che, invece di costruirla sopra la collina, l’hanno costruita… dentro la collina. È a nostro parere una delle chiese più suggestive e particolari al mondo e vale davvero la pena visitarla.

Le isole di Helsinki

Non ci sono veri e propri laghi a Helsinki, ma una moltitudine di isole e isolette, connesse da ponti o da traghetti. Le due isole più popolari di Helsinki sono Suomenlinna e Seurasaari.

Per andare a Suomenlinna si prende il traghetto dalla Piazza del Mercato e il viaggio dura circa venti minuti. Suomenlinna è in realtà un’isola-fortezza, che veniva usata per difendere Helsinki dagli attacchi dei nemici. La fortezza di Suomenlinna, patrimonio dell’UNESCO, è costruita su tante piccole isolette connesse da ponti e si può percorrere a piedi. Non vi sono auto nell’isola, tranne per i pochi residenti, e una parte è zona militare. Suomenlinna è anche una delle mete preferite dai giovani Finlandesi, che durante le belle giornate estive organizzano spesso picnic. Negli inverni più rigidi, quando il mare è ghiacciato, l’isola può essere raggiunta anche a piedi. Un tunnel sottomarino collega Suomenlinna alla terra ferma ma viene usato solo in casi di emergenza.

A venti minuti di autobus dal centro (autobus numero 24), connessa alla terraferma tramite un ponte, si trova l’isola di Seurasaari. Nell’isola non ci sono residenti ed è allestito un “museo all’aperto”, che consta di abitazioni e barche rinvenute in ogni parte della Finlandia, smontate e ricostruite su quest’isola. Potrete fare una passeggiata immersi nel verde e cercare di avvicinare i numerosi scoiattoli (notate che gli scoiattoli sono golosi di nocciole!). Durante la festa di San Giovanni (Juhannus) a Seurasaari viene organizzato il tradizionale falò (kokko), alto fino a cinque metri. A Seurasaari si trova anche una spiaggia per nudisti divisa in una sezione per uomini e una per donne.

I parchi di Helsinki

A Helsinki ci sono numerosi parchi molto puliti e curati, dove potrete passare qualche ora in relax. I Finlandesi amano passeggiare per i parchi, organizzare picnic e anche passare le lunghe notti di luce estive bevendo all’aria aperta.

Nella zona Sud di Helsinki, nel quartiere di Eira, c’è il parco di Kaivopuisto. Questo popolare parco affacciato al mare viene invaso durante il Primo Maggio (Vappu) da migliaia di persone, che grigliano, ballano e bevono festeggiando fino a sera. D’estate, un grande festival di musica gratuito si svolge tra le betulle del parco più famoso della capitale finlandese.

A Töölö si trova il parco di Sibelius (Sibeliuksen puisto). Questo è uno dei parchi più famosi di Helsinki per il monumento di Sibelius, una scultura astratta, che venne rivelata nel 1976, centenario della nascita del compositore finlandese. Il monumento consta di una serie di tubi di varie dimensioni, con cui vi potrete divertire a emettere diverse note. Di questo monumento è presente una miniatura nel museo dell’UNESCO a Parigi.

All’inizio del viale Bulevardi c’è Ruttopuisto, che in realtà è un cimitero dove sono sepolte le vittime di un’epidemia di peste (rutto in finnico) che colpì la città di Helsinki. Non è raro, quando è caldo, trovare molti giovani stesi a fare picnic tra le lapidi di pietra.

In fondo a Bulevardi troverete infine il parco di Sinebrychoff, chiamato anche Koffin puisto, poiché ospitava la vecchia fabbrica della birra Koff. Questo parco è molto frequentato d’estate da numerosi giovani, che si riuniscono per festival musicali gratuiti o per il consueto brunch della domenica. D’inverno invece, le sue pendenze innevate vengono utilizzate come rampe di discesa per gli slittini, tanto amati dai finlandesi.

Infine, per gli appassionati di animali ricordiamo lo zoo di Helsinki. Sull’isola di Korkeasaari, il giardino zoologico di Helsinki ospita numerose specie di animali provenienti dalle regioni artiche del paese, ma anche una vasta collezione di animali di origine tropicale. Lo zoo di Helsinki è aperto tutto l’anno, anche se per ragioni climatiche alcuni animali sono visibili solamente nelle stagioni estive ed altri solo in quelle invernali.

La maggiori strade di Helsinki, come Alexanderinkatu, sono tutte riscaldate, perciò, anche in pieno inverno, non vedrete strati di ghiaccio e potrete camminarvici agevolmente.