Nokia e la Finlandia

La Nokia, la più famosa compagnia finlandese, ha prodotto e distribuito il 30% dei telefonini del mondo

Nokia, la multinazionale Finlandese delle telecomunicazioni, è il più grande produttore di telefonini al mondo, con più di 123.000 dipendenti a livello globale, vendite in 150 nazioni e un fatturato annuale di 41 miliardi di €.
Storia passata e presente di Nokia, la compagnia che nel bene e nel male ha rivoluzionato il mondo della comunicazione portatile.
nokia-logo

Nokia, senza dubbio il marchio finlandese più conosciuto all’estero anche se molti pensano sia una ditta giapponese, è il più grande produttore di telefonini al mondo, sebbene negli ultimi anni la sua posizione dominante sia stata insidiata da alcuni nuovi operatori come, ad esempio, Apple o Samsung. Nonostante la grande penetrazione a livello globale dell’iPhone e dei telefoni Android, Nokia mantiene, nel terzo quarto del 2010, ancora l’incredibile percentuale del 30% dei telefonini mondiali.

Nokia produce dispositivi di oni tipo: GSM, CDMA, UMTS e altri. Non solo specializzata nella produzione di hardware, negli ultimi anni Nokia è entrata anche nel mercato della distribuzione digitale di media con la piattaforma OVI e l’OVI store, il negozio di applicazioni online. Mentre la sussidiaria Nokia-Siemens si occupa di equipaggiamento per network di telecomunicazione, Navteg, interamente di proprietà Nokia, si occupa del mercato delle mappe digitali e dei navigatori.

Ricerca, sviluppo e peso economico della Nokia

Nokia è un’azienda che investe molto in ricerca e sviluppo: il 30% della forza lavoro totale, distribuita in 16 paesi diversi, si occupa infatti dello sviluppo di nuovi dispositivi e soluzioni.
La produzione è distribuita in 15 diversi paesi: si parte con Espoo, in Finlandia, per arrivare fino a Pechino in Cina, o Jucu, in Messico.

I dipartimenti di design sono invece posizionati a Londra e a Calabasas, in California.

Come è logico aspettarsi, l’azienda ricopre un ruolo strategico all’interno del mercato Finlandese, tanto che la Borsa di Helsinki dipende da Nokia per quasi un terzo delle operazioni. Nel 2004, il prodotto interno lordo Finlandese doveva un notevolissimo 3.5% a Nokia.

Storia della Nokia

Incredibile a dirsi, la Nokia che conosciamo oggi inizia i suoi passi come…fabbrica di stivali.

La storia è complessa: nel 1871, Frederik Idestam e Leo Mechelin, decisero infatti, dopo un periodo passato nel business dei mulini, di rinominare la loro compagnia in Nokia, in onore della città vicino a Tampere dove si trovava il primo stabilimento.

Nel 1902 Nokia entrò nel business dell’elettricità, seguendo la visione dell’allora Presidente Mechelin, che di fatto ha dovuto aspettare il ritiro dalla direzione di Idestam, contrario ad un business “troppo innovativo”.

Nel 1912, un’altra compagnia chiamata Finnish Cable Works iniziò a produrre per Nokia telefoni, telegrafi e cavi elettrici. Verso la fine della Prima guerra mondiale, per salvare la compagnia dalla bancarotta, Finnish Rubber Work, che fino a quel momento si era occupata di prodotti in gomma (fra cui i famosi stivali), acquisì il business di Nokia. Nel 1922 Finnish Cable Works e Finnish Rubber Works si fusero, e continuarono il loro business dialogando con l’Unione Sovietica e altri Paesi.

Finnish Rubber Works Ltd (Suomen Gummitehdas) e Finnish Cable Works Ltd (Suomen Kaapelitehdas Oy) sono ad oggi riconosciuti come gli “antenati” di Nokia vera e propria.

Nokia Corporation, il prototipo di quello che conosciamo, iniziò ad esistere solo dal 1967. In quegli anni la compagnia però aveva il piede in molte staffe: carta, auto, biciclette, stivali, cavi, televisioni, elettrodomestici, PC, equipaggiamento militare ed altro.

Solo negli anni Novanta la compagnia decise di concentrarsi unicamente nel mondo delle telecomunicazioni e sul business che conosciamo oggi.

Nel 2010, per la prima volta nella sua storia, come Nokia CEO amministratore delegato è stato scelto un non-finlandese, Stephen Elop, di nazionalità canadese, precedentemente impegnato in ruoli dirigenziali in Microsoft ed Adobe.

Telefoni Nokia

La prima linea di telefoni Nokia, Mobira Cityman, fu lanciata nel 1987. Nokia fu anche uno degli sviluppatori chiave dello standard GSM, adottato nel 1987 come standard europeo. La prima chiamata GSM al mondo risale al 1/7/1991, e proveniva da Helsinki.

Lo standard GSM, nel 2008, contava tre miliardi di telefoni connessi, con più di 700 diversi operatori sparsi in 218 paesi.

Tra i modelli Nokia più famosi troviamo sicuramente “l’indistruttibile” 3310, il C7, l’N8, l’E7 e il 7110, divenuto celebre per essere il telefono utilizzato da Neo nel film Matrix.

IT e computer Nokia

Negli anni Ottanta la divisione Nokia Data produsse una serie di personal computer chiamata MikroMikko, più o meno in contemporanea con il lancio del primo PC IBM. La divisione personal computer venne però presto venduta a British ICL, che successivamente divenne Fujitsu. Nel 2000 Fujitsu chiuse l’unica fabbrica finlandese dedita alla produzione di personal computer, con grande scorno della città di Espoo, dove la fabbrica operava.

Nel 2009, Nokia ha deciso di rientrare nel mercato dei PC con un netbook chiamato Nokia Booklet 3G.

I telefoni Nokia ebbero un enorme aiuto pubblicitario nel 1987, quando il leader dell’Unione Sovietica Mikhail Gorbachev fu fotografato con un Mobira Cityman mentre chiamava Mosca da Helsinki. Questo fatto costò al Mobira Cityman il soprannome “Gorba”.

Come trovare lavoro in Finlandia

Trovare un lavoro in Finlandia non è impossibile, l’importante è armarsi di un po’ di pazienza essendo determinati e perseveranti.

Il mercato del lavoro in Finlandia è molto flessibile, sia in entrata che in uscita. Ciò significa che trovare lavoro potrebbe risultare un’opera fattibile, ma allo stesso tempo avere la garanzia di un posto fisso non è una delle caratteristiche principali del mercato del lavoro finlandese.

Info, consigli e “dritte” su come trovare un lavoro in Finlandia: ecco una pratica guida per voi!

Dove cercare lavoro in Finlandia, contatti e siti utli

Prima di tutto visitate www.mol.fi, il sito del Ministero del Lavoro in Finlandia. Il sito raccoglie gli annunci lavorativi dai più noti siti finlandesi.

Su www.mol.fi troverete il link AVOIMET TYÖPAIKAT.

Cliccando vi si presenterà un facile sistema di ricerca attraverso la scelta di vari parametri tra cui la regione (=maakunta). Per la zona di Helsinki,Vantaa ed Espoo, mettete Uusimaa), la città (=kunta) e la chiave di ricerca (sanahaku=parola da ricercare).

Se state cercando lavoro in ambito tecnico, commerciale o marketing vi consigliamo www.monster.fi.

Se siete già in Finlandia non scordatevi di dare un’occhiata anche al maggior quotidiano finlandese, l’Helsingin Sanomat, che presenta varie offerte (la maggior parte in finlandese) in un apposita sezione dell’edizione domenicale.

Agenzie di Collocamento Finlandesi

Un altro consiglio che vi possiamo dare, specialmente se siete già in Finlandia, è quello di andare in qualche agenzia di collocamento o lavoro interinale. Tra le più note citiamo Eilakaisla, Barona e Manpower.

Consigli utili per cercare lavoro in Finlandia

Non siamo un’agenzia di collocamento e non vi promettiamo che troverete un lavoro, ma sicuramente potrete trarre qualche utile consiglio su come muovervi nel caso stiate cercando lavoro in Finlandia.

Innanzitutto, se avete una formazione di tipo tecnico, specialmente nel campo delle telecomunicazioni o dell’informatica, partirete avvantaggiati rispetto a chi ha una formazione di tipo umanistico. Molto richiesti dal mercato finlandese sono anche web designer e grafici. Questo non significa però che non ci sia un lavoro adatto anche per persone che non siano ingegneri o matematici.

In Finlandia danno molta importanza ai titoli e all’esperienza lavorativa. I titoli vi permettono di ottenere uno stipendio adeguato alla vostra formazione in ambito accademico e non. In molte aziende, generalmente, una laurea breve equivale ad uno stipendio minimo di circa 2200 € (lordi), mentre una laurea quinquennale vale sicuramente di più.

Attenzione, alcune delle più famose aziende, come ad esempio Accenture (vincitore del premio “Miglior Posto di Lavoro in Finlandia” nel 2007 e nel 2008) non assumono più candidati privi di laurea quinquennale. Se non avete completato gli studi universitari inviate i vostri curriculum quindi ad aziende adatte.

L’esperienza lavorativa è quella che viene maggiormente apprezzata e considerata dai datori di lavoro nella fase di ricerca di un candidato che possa soddisfare le loro esigenze. Gli anni di esperienza lavorativa ed i risultati raggiunti in precedenti occupazioni hanno anche moltissima influenza nella fase di negoziazione dello stipendio, visto che in Finlandia è molto comune il fatto che vi venga chiesto in fase di colloquio di fare la vostra richiesta di salario lordo su base annuale o mensile.

La conoscenza della lingua finlandese è relativa al tipo di lavoro che si sta cercando. Per lavori in ambito tecnico un inglese fluente può essere sufficiente. Comunque, vista la crisi del 2008 che non ha risparmiato neppure la Finlandia, il finlandese è sempre più richiesto, anche se non fosse un requisito necessario per la posizione richiesta. Comunque, grandi aziende finlandesi come Nokia, Wärtsilä o ABB, usano l’inglese come lingua aziendale. Dato il loro profilo multinazionale e i prodotti che sviluppano, queste utilizzano infatti documentazione esclusivamente in inglese.

Grandi compagnie finlandesi come Nokia, Kone o UPM ricevono più di 1000 curriculum al giorno. Nel caso in cui troviate un annuncio con un numero di telefono, preparate il Curriculum Vitae (in formato pdf!) ma prima di mandarlo chiamate. Spesso il numero in questione è del Recruitment Office (ufficio risorse umane). Dite che siete interessati al lavoro e state per mandare un curriculum. In questo modo è più difficile che ignorino la vostra applicazione.