La bandiera finlandese nelle strade: liputuspäivät

Durante l’anno la bandiera finlandese sventola spesso nelle vie delle città finlandesi

E’ frequente in Finlandia issare la bandiera per le strade delle città. La bandiera a croce blu viene ostentata sia in ricorrenze patriottiche come la Festa dell’Indipendenza, sia in occasioni come la Festa della Mamma o del Papà.

Per quasi 20 giorni all’anno vedrete la bandiera finlandese sventolare sopra le vostre teste!

Durante l’anno ci sono numerose feste e ricorrenze durante le quali la bandiera finlandese, a croce blu su campo bianco, viene issata presso tutti gli edifici pubblici e privati. Ogni edificio è infatti dotato di un’asta che serve appunto per affiggere la bandiera.

Ci sono giorni in cui si deve issare la bandiera a norma di legge e altri – di solito legati a personaggi celebri della storia della Finlandia – in cui è consuetudine ostentare la bandiera, seppur non sia obbligatorio.

Giorni di ostensione (liputuspäivät) stabiliti per legge:

28 febbraio: Giornata del Kalevala e della Cultura Finlandese
1 maggio: Vappu, Festa dei Lavoratori e degli Studenti
Seconda Domenica di maggio: Festa della Mamma
4 giugno: Anniversario della nascita di Carl Gustaf Emil Mannerheim. Si festeggiano anche le forze armate finlandesi
il Sabato tra il 20 e il 26 giugno: Festa di Mezza Estate o S.Giovanni (juhannus
6 dicembre: Fests dell’Indipendenza Finlandese
I giorni delle Elezioni dei Membri del Parlamento, delle Elezioni Amministrative, delle Elezioni per il Parlamento Europeo oppure un referendum.
Il giorno in cui il nuovo Presidente della Repubblica viene eletto

E’ diventata consuetudine issare la bandiera anche nelle seguenti giornate:

5 febbraio: Anniversario della nascita del poeta Johan Ludvig Runeberg
19 marzo: Anniversario della nascita di Minna Canth e Giornata dell’Uguaglianza (dal 2007)
9 aprile: Anniversario della morte di Mikael Agricola, fondatore della lingua scritta finnica, e anniversario della nascita di Elias Lönnrot, autore del Kalevala. Festa della Lingua Finnica
27 aprile: Giornata Nazionale dei Veterani di Guerra
12 maggio: Anniversario della nascita dello statista Johan Vulhelm Snellman
Terzo Sabato di maggio: Giornata della Memoria per i Caduti della Guerra Civile e delle Guerre Finlandesi
6 luglio: Anniversario della nascita del poeta Eino Leino. Celebrazione della Poesia e dell’Estate.
10 ottobre: Anniversario della nascita dello scrittore Aleksis Kivi. Si celebra la Letteratura Finlandese
24 ottobre: Giornata delle Nazioni Unite
6 novembre: Giornata dell’Identità Svedese
Seconda Domenica di novembre: Festa del Papà

Regole per l’ostensione della bandiera

La bandiera viene issata dalle 8 di mattina fino al tramonto. In Finlandia l’orario in cui il sole tramonta varia notevolmente in base alla stagione e alla latitudine. Ad ogni modo la bandiera non viene mai esposta oltre le nove di sera. Esistono tuttavia tre eccezioni.

Per Juhannus la bandiera viene issata alle 6 di pomeriggio del giorno prima fino alle 9 di sera di Juhannus.

Il 6 Dicembre, giornata dell’indipendenza finlandese, la bandiera viene esposta dalle 8 di mattina alle 8 di sera.

Durante le elezioni, la bandiera viene esposta al massimo fino alle 8 di sera.

Babbo Natale

Babbo Natale: il personaggio più amato dai bambini

Tutti i bimbi (e anche alcuni adulti) sognano di incontrare Babbo Natale… ora vi sveliamo dove vive!

Babbo Natale potrebbe essere il Santo patrono dei pendolari: ogni giorno percorre un totale di 465 km sulla sua slitta (che non è volante come in America), da casa al lavoro e viceversa!

Se vi trovaste a camminare nel centro di Helsinki durante la penultima domenica di novembre potreste imbattervi in una folla di bambini che aspettano impazientemente sui marciapiedi di Aleksanterinkatu l’arrivo di qualcuno. E se decideste di unirvi nell’attesa la vostra pazienza verrebbe sicuramente premiata, dal momento che vedreste arrivare a bordo della sua slitta trainata da renne, direttamente dalla Lapponia, niente-poco-di-meno-ché Babbo Natale in persona.

Dove vive Babbo Natale?

Dove vive esattamente Babbo Natale? Se lo si chiede ad un americano, la risposta sarà inequivocabilmente “al Polo Nord”. Per gli Europei, invece, Babbo Natale abita in Finlandia, in Lapponia, per la precisione a Korvatunturi, al confine con la Russia. La leggenda narra che il luogo sia stato scelto come dimora di Babbo Natale dal presentatore finlandese Markus Rautio (in arte Markus-setä, “zio Markus”), che negli anni Venti conduceva un programma radiofonico per bambini, Lastentunti. Zio Markus narrava ai bimbi che dall’alto della cima di Korvatunturi (La montagna dell’orecchio Babbo Natale era in grado di ascoltare tutto ciò che i bambini dicevano, scoprendo quindi se facevano i capricci o facevano i bravi. Se Babbo Natale è in grado di sentire tutto, ha però bisogno di occhi vigili: a questo ci pensano i piccoli gnomi (joulutontut), che spiano i bimbi dalle finestre delle loro camerette per vedere se fanno i monelli e fanno rapporto al capo.

Dal momento che l’officina in cui Babbo Natale e gli gnometti preparano i regali per i bambini buoni è un po’ fuori mano, lui riceve i suoi ospiti, grandi e piccoli, presso il suo ufficio postale a Rovaniemi, ufficio a cui possono essere indirizzate le lettere con le liste dei regali. L’indirizzo è

Joulupukki, 96930 Rovaniemi Finland.

Alternativamente inviate le vostre richieste direttamente a casa sua, indirizzandole alla casella postale di babbo natale: casella postale 99999, Korvatunturi Finland.

Le origini di Babbo Natale in Finlandia

Chi è Babbo Natale per i Finlandesi? Sicuramente è una figura molto importante, dal momento che possibilmente si tratta del loro connazionale più famoso al mondo. Babbo Natale è costantemente presente nella vita dei Finlandesi anno dopo anno nel periodo natalizio, dai libri ai film, fino ad arrivare agli spazi mediatici (è un personaggio molto amato e che “fa notizia”). Le origini del personaggio sono però alquanto singolari: secoli fa Babbo Natale era alquanto diverso e non propriamente “amichevole”.

Inizialmente in Finlandia non esisteva Babbo Natale, San Nicola, o Gesù Bambino. All’inizio esisteva solamente il Capro di Canuto. Il nuuttipukki (Capro di Nuutti, o Canuto) era un uomo che nel giorno di San Canuto (Nuuttipäivä, 13 gennaio) si travestiva da capro -figura simbolica dei riti sciamanistici della fertilità- e girava di casa in casa nei villaggi. Con indosso una pelle di capra girata al contrario, corna e maschera di corteccia, si faceva offrire dai padroni di casa bevande alcoliche, che solitamente venivano elargite a profusione per garantirsi la benevolenza degli spiriti. Tradizionalmente questo personaggio, che finiva per ubriacarsi pesantemente, spaventava i bambini della casa con le sue fattezze orrende. Questa figura veniva quindi raffigurata come una sorta di Babau, una creatura orrida che spaventa i bambini ed esige da loro regali, anziché donarli. Esso rimase popolare in Finlandia fino all’inizio del Novecento, in cui la figura a noi più nota del vecchietto con la barba bianca si diffuse soppiantandolo. Il “tema caprino” era però destinato a rimanere: il nome in finnico di Babbo Natale è infatti Joulupukki, letteralmente “Caprone Natale”. Un’altra caratteristica che deriva dalla tradizione del Capro di Canuto è che in Finlandia Babbo Natale non si intrufola di nascosto nelle case di notte per portare i regali, come in America, ma entra dalla porta principale, si intrattiene con tutta la famiglia e dialoga coi bambini per vedere se sono stati bravi.

Dal sito delle Poste finlandesi è possibile ordinare per i vostri bimbi una lettera illustrata scritta direttamente da Babbo Natale, e farla recapitare al vostro indirizzo. La lettera, che è accompagnata da un minicalendario natalizio, è disponibile in sette lingue (tra cui l’italiano) e viene affrancata con un francobollo ad annullamento speciale. Per ordinarne una (costo: 7 euro) e fare la felicità dei vostri bimbi recatevi al sito (in inglese): https://verkkokauppa.posti.fi/PublishedService?pageID=18&freePage=1699. Dal momento che la Finlandia è un Paese molto tecnologico, Babbo Natale si è adeguato ai tempi ed è possibile contattarlo anche tramite un modulo elettronico: http://www.santaclauslive.com/main.php?link=kirjoita_joulupukille&pid=2