Laskiainen, il Martedì Grasso finlandese

Il Laskiainen, ovvero la festa più… scivolosa dell’anno

Iniziare il periodo di digiuno e riflessione spirituale con una bella discesa in slittino e tanti bei maritozzi con la crema potrebbe sembrare eccessivo a noi Italiani… ma per i Finlandesi è la regola.

Aspettare la Pasqua… scivolando

Laskiainen è una festa articolata su due giorni, la domenica (Laskiaissunnuntai) e il martedì successivo (Laskiaistiistai), sette settimane prima di Pasqua. Il Laskiaistiistai corrisponde al nostro Martedì Grasso, e come il nostrano Carnevale è un momento di gioia e umorismo generale. Durante questa giornata tutti quanti, giovani e meno giovani, si ritrovano nei parchi muniti di slittino, bob o immancabile bustona di plastica. Durante il Laskiainen si fanno due cose: si scivola tutti insieme sfruttando ogni discesa coperta di neve e si gustano le squisite laskiaispullat, molto simili ai nostri maritozzi alla panna. Per il pomeriggio del Laskiaistiistai le associazioni studentesche delle diverse università e scuole applicate organizzano delle feste all’aperto con musica, bevande e dolciumi, oltre vere competizioni a chi realizza la slitta più bizzarra con cui discendere da una collina locale (a Helsinki è tradizione scivolare giù per Tähtitorninmäki, la collina del vecchio Osservatorio Astronomico dalle parti del terminal Olympia, vicino il parco Kaivopuisto). In queste occasioni non è raro vedere divani e vasche da bagno sfrecciare giù per i pendii innevati.

Il nome “Laskiainen” deriva dal verbo laskea che vuol dire “contare”, poiché era l’inizio della conta dei 40 giorni di digiuno quaresimale. Dal momento che però in finlandese laskea significa anche “discendere”, “scivolare”, ecco spiegate le origini della tradizione dello scivolare giù per la collina, senza considerare il fatto che sia un divertimento a costo zero, e quindi l’unico praticabile dai contadini e braccianti agricoli nei secoli scorsi.

I cibi tradizionali del Laskiainen erano molto poveri e semplici. Ovviamente non contenevano carne (proibita nella Quaresima) ma questo divieto era aggirato parzialmente facendo affumicare i piatti assieme al prosciutto o altre parti del maiale. Le laskiaispullat apparvero solo nel 1800. Esse sono disponibili in tre squisite varietà: con la panna montata, con il marzapane e con la marmellata di fragole.

Capodanno in Finlandia

Capodanno in Finlandia

Intrigati dal Nord? Volete passare un Capodanno alternativo? La Finlandia vi offre la possibilità di finire l’anno tra palle di neve e concerti di musica dal vivo…o magari abbracciati ad ammirare un’aurora boreale. Ma occhio a preparare bene la valigia perché d’inverno, in Finlandia, può essere davvero freddo.

In Finlandia Capodanno è una festa da passare con gli amici. Spesso festeggiando a casa per poi finire per strada, a mezzanotte, a brindare.

Per Capodanno non aspettatevi dei cenoni costosissimi come da noi in Italia. In Finlandia il Capodanno si festeggia principalmente a casa con gli amici, chiacchierando, bevendo e uscendo per strada a mezzanotte a brindare, specialmente a Helsinki, dove di solito è organizzata la festa con i fuochi d’artificio.

Brindiamo al nuovo anno

L’aspetto più interessante di Capodanno è la non puntualità dei Finlandesi nel festeggiare lo scoccare della mezzanotte. In Italia siamo molto pignoli, mentre in Finlandia molto spesso si sta facendo la conta finale quando nella casa a fianco stanno già brindando, o viceversa.

L’ultima festa di un lungo Dicembre…

Dicembre è un mese ricco di feste in Finlandia. I Finlandesi iniziano a festeggiare il Natale già a Novembre con le famose feste natalizie, aziendali e non (pikkujoulut). L’ultima festa dell’anno è naturalmente Capodanno, che è vista come una festa “normale”: questo significa che i locali non alzano il prezzo del biglietto d’entrata. L’entrata ai locali è quasi sempre tra i 5 e i 10 euro (come avviene tutto l’anno). Informatevi se è possibile acquistare il biglietto in prevendita e se questo vi dà diritto a saltare la fila per entrare, visto che a Capodanno le code per entrare nei locali si allungano più del solito. Gli orari di apertura sono sempre gli stessi quindi non aspettatevi di fare mattina in discoteca. Alle 3.30, come da regola, inizieranno a mandarvi fuori.

E attenzione: la notte di Capodanno la temperatura potrebbe essere davvero bassa, quasi sicuramente sotto lo zero per tutta la notte. Preparatevi a lunghe code per prendere un taxi o un autobus. Il servizio non viene potenziato a Capodanno e ci si può ritrovare fuori al freddo, in coda, ad aspettare per troppo tempo.

Capodanno a Helsinki

Per l’ultimo dell’anno la città di Helsinki organizza un concerto nella Piazza del Senato, Senaatintori, al centro della città. Allo scoccare della mezzanotte c’é anche un bellissimo spettacolo pirotecnico. A settembre, un concorso a Töölönlahti, la baia nel cuore della città, sancisce il miglior organizzatore di fuochi d’artificio, che come premio avrà l’onore (e l’onere) di illuminare la notte della capitale finlandese il 31 dicembre.

Il centro città, specialmente Piazza del Senato e la via commerciale Aleksanterinkatu sono piene di gente, che dopo la mezzanotte si muove verso i locali notturni di Helsinki.

Capodanno in Lapponia

E’ possibile passare un Capodanno estremo in Lapponia a patto che ricordiate di mettere in valigia vestiti che vi tengano al caldo anche a -30 gradi. Se siete fortunati, potrete brindare al nuovo anno sotto ad un’aurora boreale da sogno. Scaldarsi davanti al fuoco in una kota (tenda lappone), partire per un safari artico con le slitte o fare una sauna sono solo alcune delle numerose attività che potrete fare durante una breve vacanza sopra al Circolo Polare Artico.

Come vestirsi per passare il Capodanno in Finlandia

Di solito a Capodanno ci si veste eleganti, ma molti si vestono anche casual e sicuramente non sfigurerete con abiti più confortevoli.

Se il vostro programma prevede invece di passare la serata fuori allora non sottovalutate il clima. Vi consigliamo una calzamaglia, calzini di lana e una maglietta termica sotto ai vestiti normali. Una giacca che vi ripari dal freddo ed eventualmente dal vento è essenziale. Ma siamo sicuri che se avete già passato qualche giorno in Finlandia il clima del 31 dicembre non vi prenderà così alla sprovvista.

Se poi continuate la festa in un locale allora vi consigliamo le scarpe di ricambio. Non è inusuale per tutto l’inverno arrivare in un locale e togliere gli scarponi invernali (che possono essere consegnati al guardaroba) e indossare scarpe più eleganti. Fate attenzione: il ghiaccio sulle strade può creare zone sdrucciolevoli, e una suola di gomma è preferibile a quella di cuoio di una classica scarpa elegante.

Gennaio, il mese “tipaton”

Il primo giorno dell’anno è un giorno speciale per molti Finlandesi. E’ l’inizio del tipaton tammikuu, ovvero il Gennaio senza alcool. Dopo un dicembre ricco di feste ad alto contenuto alcolico, quali i Pikkujoulut ad esempio, i Finlandesi sentono il bisogno di un mese per disintossicarsi. E gennaio è il mese in cui Alko, il monopolio di stato unico rivenditore per alcolici forti, vende meno alcool in assoluto di tutto l’anno.

Scopri il tuo futuro in una scultura di stagno. A capodanno in Finlandia è tradizione disciogliere una pezzo di stagno in un cucchiaino da te o in un pentolino e far colare questo liquido dentro un recipiente contenente acqua fredda. Lo stagno a contatto con l’acqua si solidificherà in pochi attimi e la “scultura” che otterrete vi dirà qualcosa sul vostro futuro.

La vita notturna in Finlandia

La vita notturna in Finlandia comincia molto presto ma finisce altrettanto presto: alle 3:30 chiudono tutti i locali!

I Finlandesi amano divertirsi, frequentano ristoranti, bar, locali e di solito non perdono l’occasione per bere qualche bicchiere in più. Troverete tante ragazze e nessuno che vuole menare le mani.
Nel fine settimana festa nei bar e anche per strada, ma cosa fare quando i locali chiudono così presto? Organizzate un after party!

Un tipico locale di Helsinki: tante ragazze bionde che si divertono
La vita notturna in Finlandia è molto attiva e ci sono divertimenti per ogni età. I Finlandesi amano divertirsi e spesso il frequentare locali e feste è uno dei mezzi più efficienti per mantenere una vita sociale attiva, specialmente d’inverno. Pub e discoteche si trovano quasi sempre in centro città per permettere a tutti di potervi giungere agevolmente con il trasporto pubblico, taxi o bicicletta, senza bisogno di prendere mezzi propri e di privarsi quindi di qualche birra!

Nelle discoteche e nei pub rimarrete colpiti dalla quantità di ragazze presenti. Se in Italia la maggioranza è principalmente maschile, qui sono le ragazze finlandesi ad essere in numero sempre più elevato. Soprattutto in pista, non troverete quasi mai più uomini che donne. Anzi, vi capiterà spesso, se siete Italiani e se è ancora presto, di essere gli unici uomini in pista.

I locali notturni, le discoteche, i pub e le birrerie sono categorizzati come ristoranti: in Finlandia li troverete infatti sotto la dicitura ravintola. Seppur nelle città la distinzione tra le discoteche e i veri e propri ristoranti sia evidente, nei paesini spesso lo stesso locale ha funzione di ristorante e di locale notturno. Generalmente i locali si affollano dalle 23 a mezzanotte, ma già prima è possibile trovare gente.

Di solito le discoteche vere e proprie non sono grandissime e il prezzo d’ingresso è inferiore ai 15 euro. Ricordate che ciò non comprende nessuna consumazione. I drink generalmente sono abbastanza costosi; in più la quantità di alcool servita per ogni cocktail o shot è misurata attentamente per mezzo di misurini. Altra peculiarità dei locali finlandesi è che il servizio guardaroba è obbligatorio – spesso anche in assenza di giacche – e di solito costa 2 euro. Per molti locali questo è anche l’unico prezzo di entrata che pagherete.

In Finlandia il gioco d’azzardo è legalizzato e nella maggior parte dei locali potete sedervi al tavolo e giocare a poker, black jack o alla classica roulette.

I locali in Finlandia chiudono al massimo alle h 3:30. A quell’ora la musica si ferma e gli addetti alla sicurezza iniziano ad invitare i clienti a lasciare il locale. Quello è l’orario dopo il quale, per legge, non è possibile servire bevande alcoliche, almeno fino alle 9 di mattina. Cosa fare? Se avete conosciuto qualcuno e guadagnato la sua fiducia, potete organizzare un after-party (jatkot) a casa o in albergo, per continuare a bere e divertirvi fino a quando non siete esausti… D’estate, alla chiusura dei locali troverete gente per strada ancora per qualche ora, perché c’è già luce nelle strade grazie al sole di mezzanotte.

I generi preferiti dai Finlandesi sono la musica commerciale, il rock e la musica elettronica. Popolare è anche il pop finlandese (suomipoppi), che i Finlandesi amano poiché possono cantare le canzoni a squarciagola anche ballando ubriachi sui tavoli. Non a caso il karaoke è una delle attività preferite dai Finlandesi, che cantano canzoni sia finlandesi che straniere. Tra le più famose ci sono due cover: Olen suomalainen -cover de “l’Italiano” di Toto Cutugno- e Aikuinen nainen -cover di “Maledetta primavera” di Loretta Goggi. Se conoscete queste canzoni magari potete divertirvi con qualche finlandese a cantarla a due voci (e due lingue).

Una peculiarità tutta finlandese sono le feste in casa. Ogni occasione è buona per organizzare feste, riunirsi e bere qualcosa insieme. Compleanni (synttärit), feste d’inaugurazione della casa (polttarit) e persino feste di divorzio sono le più gettonate. Generalmente il padrone di casa è uso offrire un punch alcolico e qualche stuzzichino da mangiare, tra cui le immancabili caramelle gommose, che i Finlandesi adorano. Le bevande? Ognuno se le porta da casa e non è comune condividerle. Queste feste cominciano verso le 18 e il grado di rumore (e umore) aumenta col passare del tempo. Ricordate che dopo le 23 in Finlandia non si può urlare per non disturbare la tranquillità dei vicini! A quell’ora la festa si sposta altrove.

Nei piccoli villaggi non troverete quasi mai uomini che ballano nelle discoteche. Di solito le donne ballano e gli uomini rimangono seduti a continuare a bere. Il ballo non è considerato molto virile nelle campagne finlandesi.

La bandiera finlandese nelle strade: liputuspäivät

Durante l’anno la bandiera finlandese sventola spesso nelle vie delle città finlandesi

E’ frequente in Finlandia issare la bandiera per le strade delle città. La bandiera a croce blu viene ostentata sia in ricorrenze patriottiche come la Festa dell’Indipendenza, sia in occasioni come la Festa della Mamma o del Papà.

Per quasi 20 giorni all’anno vedrete la bandiera finlandese sventolare sopra le vostre teste!

Durante l’anno ci sono numerose feste e ricorrenze durante le quali la bandiera finlandese, a croce blu su campo bianco, viene issata presso tutti gli edifici pubblici e privati. Ogni edificio è infatti dotato di un’asta che serve appunto per affiggere la bandiera.

Ci sono giorni in cui si deve issare la bandiera a norma di legge e altri – di solito legati a personaggi celebri della storia della Finlandia – in cui è consuetudine ostentare la bandiera, seppur non sia obbligatorio.

Giorni di ostensione (liputuspäivät) stabiliti per legge:

28 febbraio: Giornata del Kalevala e della Cultura Finlandese
1 maggio: Vappu, Festa dei Lavoratori e degli Studenti
Seconda Domenica di maggio: Festa della Mamma
4 giugno: Anniversario della nascita di Carl Gustaf Emil Mannerheim. Si festeggiano anche le forze armate finlandesi
il Sabato tra il 20 e il 26 giugno: Festa di Mezza Estate o S.Giovanni (juhannus
6 dicembre: Fests dell’Indipendenza Finlandese
I giorni delle Elezioni dei Membri del Parlamento, delle Elezioni Amministrative, delle Elezioni per il Parlamento Europeo oppure un referendum.
Il giorno in cui il nuovo Presidente della Repubblica viene eletto

E’ diventata consuetudine issare la bandiera anche nelle seguenti giornate:

5 febbraio: Anniversario della nascita del poeta Johan Ludvig Runeberg
19 marzo: Anniversario della nascita di Minna Canth e Giornata dell’Uguaglianza (dal 2007)
9 aprile: Anniversario della morte di Mikael Agricola, fondatore della lingua scritta finnica, e anniversario della nascita di Elias Lönnrot, autore del Kalevala. Festa della Lingua Finnica
27 aprile: Giornata Nazionale dei Veterani di Guerra
12 maggio: Anniversario della nascita dello statista Johan Vulhelm Snellman
Terzo Sabato di maggio: Giornata della Memoria per i Caduti della Guerra Civile e delle Guerre Finlandesi
6 luglio: Anniversario della nascita del poeta Eino Leino. Celebrazione della Poesia e dell’Estate.
10 ottobre: Anniversario della nascita dello scrittore Aleksis Kivi. Si celebra la Letteratura Finlandese
24 ottobre: Giornata delle Nazioni Unite
6 novembre: Giornata dell’Identità Svedese
Seconda Domenica di novembre: Festa del Papà

Regole per l’ostensione della bandiera

La bandiera viene issata dalle 8 di mattina fino al tramonto. In Finlandia l’orario in cui il sole tramonta varia notevolmente in base alla stagione e alla latitudine. Ad ogni modo la bandiera non viene mai esposta oltre le nove di sera. Esistono tuttavia tre eccezioni.

Per Juhannus la bandiera viene issata alle 6 di pomeriggio del giorno prima fino alle 9 di sera di Juhannus.

Il 6 Dicembre, giornata dell’indipendenza finlandese, la bandiera viene esposta dalle 8 di mattina alle 8 di sera.

Durante le elezioni, la bandiera viene esposta al massimo fino alle 8 di sera.

Feste e tradizioni in Finlandia

Come ogni nazione, anche la Finlandia ha tantissime feste e tradizioni

In Finlandia sono numerose le ricorrenze, le feste e le tradizioni che ogni mese portano il popolo finlandese a celebrare a casa, per strada, nei parchi, nei cottage estivi o nei locali notturni. Tra le ricorrenze più sentite ci sono indubbiamente il Natale e il Primo di Maggio, ma queste sono solo due delle numerosissime feste, di cui parleremo qui.

“Qualsiasi ragione è buona per mettersi in maschera e divertirsi insieme”

Feste principali in Finlandia

Le feste principali in Finlandia sono il Natale e la Pasqua, ma anche il Primo Maggio e la Festa di Mezza Estate.

Natale in Finlandia – Joulu

La ricorrenza più sentita è sicuramente il Natale. Babbo Natale è nato in Finlandia e le celebrazioni cominciano già a novembre. Il Natale viene in realtà festeggiato il 24 dicembre e trascorso rigorosamente in famiglia. Un Italiano che passa il Natale in Finlandia sarà colpito dalla quantità di regali che i Finlandesi si scambiano, anche dieci ciascuno.

Pasqua in Finlandia – Pääsiäinen

La Pasqua in Finlandia comincia alla mattina presto, quando i bambini si vestono da streghe e vanno a bussare alla porta dei vicini, chiedendo cioccolatini e caramelle in cambio del “salvataggio” dagli incantesimi malefici. Dopo l’immancabile sauna, così come alla festa di San Giovanni, anche a Pasqua è di tradizione avere un grande falò per ogni villaggio, per spaventare le streghe e i mostri della foresta. Il Venerdì Santo (pitkäperjantai) è festivo, come una domenica.

Primo di Maggio in Finlandia – Vappu

Se dovete visitare la Finlandia per un giorno solo, fatelo durante il Primo di Maggio, chiamato Vappu qui in Finlandia. Tutti i Finlandesi si riversano nelle strade e nei parchi sia il 30 aprile che il Primo Maggio, felici, colorati, celebrando la festa dei lavoratori ma soprattutto quella degli studenti.

Festa di mezz’estate in Finlandia – Juhannus

Juhannus, la festa che celebra l’estate e la luce. Se passate dalla Finlandia durante la festa di San Giovanni, non vedrete quasi nessuno in giro in città, ma di sicuro vedrete fumo in lontananza. Per Juhannus i Finlandesi vanno di solito ai cottage estivi con amici o famiglia e accendono falò.

Altre feste importanti

Durante l’anno ci sono altre feste importanti per i Finlandesi. Tra queste le famose feste prenatalizie e la festa della Mamma, ma non solo…

Feste prenatalizie in Finlandia – Pikkujoulut

Da fine novembre a metà dicembre in Finlandia è costume organizzare feste prenatalizie, pikkujoulut, nate come feste aziendali e divenute col tempo consuetudine anche tra amici e associazioni sportive. Praticamente ogni weekend di dicembre è occupato da un pikkujoulut, una festicciola dove bisogna vestirsi molto eleganti, bere a dismisura e… pentirsene il giorno dopo.

Festa della Mamma in Finlandia – Äitienpäivä

La seconda domenica di maggio è celebrata la festa della Mamma. La tradizione vuole che i bambini si sveglino presto la mattina, preparino la colazione alla madre e gliela portino a letto, dove i bambini passeranno un po’ di tempo nel letto materno.

Capodanno in Finlandia – Uuden vuoden aatto

Il Capodanno finlandese altro non è che un normale sabato sera. Le temperature proibitive non permettono di stare a lungo all’aperto. Anche nelle grandi città si va in piazza 10 minuti prima della mezzanotte, per rientrare al caldo 20 minuti dopo.

Eurofestival – Eurovision Song Contest

Spettacolo televisivo di fine maggio, l’Eurovision Song Contest, una specie di Festival di Sanremo internazionale, è il programma non sportivo più visto del mondo ed è molto famoso anche in Finlandia, così famoso che il sabato dell’Eurovision non vedrete nessuno per le strade fino al termine dello spettacolo, intorno all’una di notte.

La Finlandia ha (incredibilmente) vinto l’Eurovision Song Contest nel 2006 con la rock band LORDI grazie allla hit “Hard Rock Hallelujah”

Halloween in Finlandia

Visto che non si celebra il Carnevale, il primo sabato di novembre (pyhäinpäivä) viene “preso in prestito” Halloween dalla cultura anglosassone. Ovunque in città ci sono feste e le discoteche sono piene di qualsiasi personaggio immaginabile.

Festa di inaugurazione della casa – Tuparit

Una tradizione finlandese è celebrare un nuovo appartamento o casa con una festa tra amici. La casa non ha veramente vita, finché questa festa non è stata celebrata. La tradizione vorrebbe che il regalo da fare agli abitanti sia sale e pane di segale ma ormai si portano regali di ogni tipo. L’unico elettrodomestico necessario è la macchina per fare il caffè.

Matrimonio e dintorni

I Finlandesi amano celebrare la famiglia, dal fidanzamento al battesimo del neonato, passando per matrimonio e dintorni.

Festa di fidanzamento ufficiale in Finlandia – Kihlaus

In Finlandia il fidanzamento ufficiale può avvenire anche tre anni prima del matrimonio, e viene celebrato con una festa in cui s’invitano vicini e amici e familiari. Tutti portano un regalo che sia di buon auspicio alla coppia e li aiuti nei primi momenti di vita insieme.

Addio al celibato o nubilato in Finlandia – Polttarit

L’addio al celibato finlandese si può organizzare anche mesi prima del matrimonio. Si “rapisce” il malcapitato alla mattina presto e si riconsegna ore o giorni dopo. Una delle ricorrenze preferite negli addii al celibato è travestire il futuro sposo in modo ridicolo e farlo girare per il centro cittadino, dove dovrà compiere ogni sorta di gioco per gioia dei partecipanti, tra cui vendere buffi oggetti.

L’addio al nubilato in Finlandia è molto particolare. Solitamente le ragazze si riuniscono al mattino e poi seguono una procedura, che prevede, tra le altre cose, la sauna, con un rituale molto antico per verificare l’amore per il futuro sposo. Anche le ragazze come gli uomini vanno in giro per la città. Solitamente tutte le partecipanti si vestono in modo uguale e la futura sposa porta qualche buffo accessorio.

Matrimoni – häät

Il matrimonio finlandese è leggermente diverso dal tipico matrimonio nostrano. Innanzitutto è molto raro che gli sposi si comprino i vestiti nuziali. Gli sposi in Finlandia sono soliti affittare sia il vestito di lui che quello di lei. Se uno dei due decide di comprarne uno, questo sarà probabilmente rivenduto.

Il pasto è sempre a buffet, come nella tradizione dei pasti in Finlandia e solitamente è presente una band che suona canzoni tipiche finlandesi. Il matrimonio finlandese è molto più basso profilo rispetto ad un italiano e questo perché di solito sono gli sposi stessi a pagare il tutto (e non le famiglie, come spesso avviene in Italia) e i partecipanti non superano mai il centinaio. .

Visto che solitamente gli sposi vivono già insieme da parecchi anni, il matrimonio non si conclude mai con gli sposi in viaggio per una luna di miele, ma finisce spesso in discoteca con i partecipanti.

Battesimo in Finlandia – Kastajaiset

Il battesimo è una celebrazione molto importante in Finlandia. Non tanto per il suo significato religioso, quanto perché prima del battesimo il nascituro non ha nome! I genitori dei bimbi appena nati hanno tre mesi per registrare il nome all’anagrafe, e prima di quel giorno non si usa dire a nessuno il nome scelto. In Finlandia quindi, nelle prime settimane (o mesi) di vita, si guarda se il nome scelto può essere effettivamente accostato al carattere del bambino.

Varpajaiset

Quando nasce un bambino, il padre finlandese aiuta molto in casa. Per questo all’incirca un mese o due dopo la nascita, il padre celebra con alcuni amici maschi il cosiddetto varpajaiset, che prevede una sauna, cena e notte in discoteca, per togliersi, almeno per una sera, lo stress dell’essere neo-padre.

Altre ricorrenze

Altre ricorrenze particolari in Finlandia sono il carnevale, i funerali e… il mese di gennaio.

Gennaio senza bere in Finlandia – Tippaton

Se Dicembre è il mese più alcolico dell’anno per colpa delle Piccole Feste di Natale, Gennaio è il mese meno alcolico di tutti. La tradizione vuole che Gennaio sia il cosiddetto mese tippaton, ovvero, senza goccia. Per pulirsi il corpo, e la mente.

Carnevale in Finlandia

Il Carnevale, in Finlandia, non viene festeggiato mascherandosi. Il martedì grasso (laskiaiset), c’è l’usanza di lanciarsi con slittini nei parchi e per le pendenze innevate. Quasi in ogni altra festa è usanza avere costumi allegri e simpatici e i Finlandesi non hanno quindi bisogno di un ulteriore tradizione in cui vestirsi in modo eccentrico.

Funerali in Finlandia – Hautajaiset

I funerali finlandesi si discostano un po’ dal modello italiano. Innanzitutto non è tradizione vedere il morto, come da noi. Il funerale poi avviene anche quattro settimane dalla morte e si riceve un invito per la partecipazione. In Finlandia, è buona tradizione offrire cioccolatini e caffè ai partecipanti del funerale.

Lo sapevi che…?

Molto curioso è il fatto che in Finlandia i partecipanti a queste feste, dai matrimoni alle feste di Natale, raggiungano il posto indicato in taxi o in autobus, per potersi concedere anche un bicchiere in più.