Referendum popolare del 12-13 giugno

Referendum 2011: come votare se residenti in Finlandia

Se sei iscritto all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) l’ambasciata italiana in Finlandia ti spedirà a casa il plico per votare al referendum che in Italia si svolgerà il 12 e il 13 giugno.

Se non aveste ricevuto il plico entro il 29 maggio, contattate immediatamente il Consolato italiano in Finlandia entro il 1 giugno. Le schede votate, se pervenute entro il 9 giugno 2011 in Ambasciata a Helsinki verranno spedite in Italia per lo spoglio.

Il referendum è di tipo abrogativo. Il voto SI quindi indica la volontà di abrogare la normativa che vuole essere approvata dal governo. Votate NO se siete d’accordo con queste normative.

I cittadini dovranno rispondere a quattro quesiti:

  1. Il primo è sull’affidamento del servizio acqua pubblica ad operatori privati.
  2. Il secondo è per il calcolo della tariffa dell’acqua secondo le logiche di mercato
  3. Il terzo è sulla costruzione d’impianti di produzione di energia nucleare
  4. Il quarto è sul legittimo impedimento

Ad esempio, votando SI a tutti e quattro, evitate che l’acqua sia privatizzata, che ci possano essere profitti dall’erogazione dall’acqua potabile, evitate che vengano costruite centrali nucleari in Italia e siete contrari al principio che il Presidente del consiglio (in questo momento Silvio Berlusconi) o i ministri pos­sano de­ci­dere di non com­pa­rire in tri­bu­nale nei pro­cessi che li ri­guar­dano.

Se invece siete d’accordo per uno o più punti, votate NO.

Volete saperne di più sul nucleare in Finlandia?

L’energia nucleare in Finlandia

Scoop di Guida Finlandia: Berlusconi innamorato della Halonen!

Tutte le foto, i video e gli audio del flirt

Svelata la fidanzata segreta del premier

In Finlandia è ormai su tutti i giornali: Silvio Berlusconi è innamorato della presidentessa finlandese Tarja Halonen.

“I bunga bunga sono tutte invenzioni, per questo non sono preoccupato e non do le dimissioni. Se sapeste la verità…” diceva Silvio Berlusconi poche settimane fa, all’inizio del Rubygate.

I giornali finlandesi non parlano d’altro. “Ci sono foto, video e audio” ha detto un giornalista dell’Helsingin Sanomat.

Ed eccole qui le foto sconvolgenti, gli audio e i video dei baci appassionati tra Silvio Berlusconi e Tarja Halonen nell’ultima visita del premier italiano a Helisnki: LINK

Finta terremotata a Forum

La bufala di Marina Villa, finta terremotata de L’Aquila andata a Forum (programma condotto da Rita Dalla Chiesa) elogiando l’operato del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, leggendo un copione per 300 euro, è arrivata anche in Finlandia.

L’Helsingin Sanomat, il quotidiano di maggior tiratura nazionale finlandese dedica un articolo dettagliato sulla vicenda.

Qui lo spezzone del video. Nella puntata la signora Marina Villa, la finta terremotata, è in lite con il finto marito Gualtiero Bianchini per la ricostruzione del negozio di abiti da sposa. Ad un certo punto elogia l’operato del PresDelCon Silvio Berlusconi e Rita Dalla Chiesa fa ringraziare anche Bertolaso e scatta l’applauso. Pesante la polemica della donna sul fatto che i pochi rimasti senza casa, in albergo (3-400 dice lei), lo fanno perché gli fa comodo a spese dello Stato. Per queste sue dichiarazioni forti la signora ha pubblicato un video su youtube dove si scusa con gli Aquilani…

 

Berlusconi a Helsinki

Venerdì 4 marzo 2011 il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi sarà in visita a Helsinki per la riunione del Partito Popolare Europeo, indetta dal Ministro delle Finanze finlandese Jyrki Katainen, rappresentante del Partito di Centrodestra in Finlandia (Kokoomus). Tra le altre personalità ci saranno anche il Ministro francese François Fillon e la Cancelliera tedesca Angela Merkel.

Se volete saperne di più sulle gaffe di Berlusconi sulla Finlandia cliccate qui

La Pizza in Finlandia

La pizza in Finlandia: tradizionale italiana, versione “turca” o fatta in casa, molti modi per assaporare uno dei nostri piatti più famosi.

Mangiare la pizza in Finlandia è la cosa più semplice del mondo: sono moltissimi, infatti, i locali che la offrono a prezzi più o meno convenienti. Mangiare una pizza tradizionale è un po’ più difficile, ma non impossibile.
Potete visitare la Finlandia e non provare almeno una volta la famosa Pizza Berlusconi?
La pizza in Finlandia

In Finlandia ci sono almeno tre varianti “generali” di pizza fra cui scegliere. La prima, senza dubbio la più comune, è quella offerta dai vari venditori di kebap turchi, che nella quasi totalità dei casi offrono come alternativa anche felafel, pasta o, appunto, pizza.

Simile nella forma e nell’aspetto, questo tipo di pizza turca tende però ad essere offerta con un miscuglio di ingredienti che vanno contro ogni più elementare regola gastronomica della cucina italiana. In primo luogo il formaggio non è mai mozzarella, ma pizzajuusto (“formaggio da pizza”), una specie di julienne di formaggi vari. Le farine usate non sono sempre il massimo nemmeno nei ristoranti italiani, e tendono per la pizza turca a diventare piuttosto “creative”. Quasi tutte le versioni si limitano a mescolare gli stessi 5-6 ingredienti in quantità diverse: non è raro veder mischiare carne e pesce, ad esempio, o cipolle e aglio. La pizza turca ha comunque dei vantaggi: è generalmente mangiabile, nonostante il gusto non esattamente “italiano”; inoltre costa relativamente poco (la trovate anche a 6€) e funziona perfettamente come riempitivo prima o dopo serate troppo alcoliche.

La seconda opzione è ovviamente quella di recarsi in un locale italiano per ottenere qualcosa di più simile a quello che siamo abituati a mangiare in Italia. Il livello di approssimazione cambia notevolmente da pizzeria a pizzeria, ma in generale i locali italiani usano ingredienti di qualità migliore. Inoltre le pizzerie italiane non si lanciano in accostamenti azzardati, anche se qualche concessione ai gusti locali viene sempre fatta (la pizza con ananas e formaggio piccante è una costante). Per avvicinarvi ad un gusto più “italiano”, vi consigliamo di richiedere mozzarella in luogo del pizzajuusto descritto sopra.

Per un elenco dei migliori ristoranti italiani di Helsinki, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Un’ultima opzione è ovviamente rappresentata dalla possibilità di cucinare la pizza in casa. Quasi tutte le cucine finlandesi sono dotate di forno, quindi la cottura non dovrebbe essere un problema. Trovare gli ingredienti non è complesso -solo i negozi più piccoli potrebbero deludervi- ma per farvi, ad esempio, una pizza al prosciutto crudo di Parma, preparatevi a spendere in totale non meno di 8€ (sfortunatamente, sia la mozzarella che gli affettati d’importazione costano un occhio della testa, con una possibile eccezione rappresentata da quanto offerto al LIDL).

La Pizza Berlusconi

Le brutte figure di Berlusconi all’estero sono note, e le sue performance finlandesi non fanno certo eccezione. Di particolare rilevanza è la Pizza Berlusconi, una pizza offerta dalla catena Kotipizza e nata dopo le famose dichiarazioni del politico italiano sulla povertà dell’offerta gastronomica finlandese in rapporto a quella italiana (riassumibili in: “I Finlandesi hanno solo il prosciutto di renna”). La Pizza Berlusconi, che peraltro è stata eletta come pizza più buona del mondo nel 2008, è condita con renna affumicata, cipolle rosse, un formaggio finlandese simil-gorgonzola (aurajuusto) e funghi tipici finlandesi (cantarello tubiforme, suppilovahvero in finnico). A nostro parere, la Pizza Berlusconi è difficilmente “la più buona del mondo”, ma senza dubbio si tratta di una variazione simpatica ed originale!

C’è da fare qualche differenza anche fra i locali italiani gestiti da italiani, e quelli gestiti dai finlandesi. Il ristorante “Mare Chiaro” a Helsinki, ad esempio, è famoso per avere un pizzaiolo finlandese abbastanza scorbutico. La pizza è ottima, ma in forma, ingredienti e dimensioni si allontana abbastanza dalla ricetta tradizionale. Ovviamente la proprietà italiana non garantisce cibo migliore a priori. Da notare che sono pochi i ristoranti con un forno a legna. In tutta Helsinki, ad esempio, solo il ristorante Virgin Oil ne ha uno, e la differenza in termini di gusto si sente.

Silvio Berlusconi Cafone dell’anno

Silvio Berlusconi è stato votato quasi all’unanimità dai lettori dell’Helsingin Sanomat, il principale quotidiano finlandese, Cafone dell’Anno per il 2010.

Ecco il podio
1. Silvio Berlusconi, il nostro amato Presidente del consiglio italiano (39% dei voti)

2. Tiger Woods, l’amato campione di golf protagonista dei gossip del 2010 per aver tradito sua moglie (22%)

3. Jonas Bergström, ex fidanzato della principessa norvegese Madeleine, colpevole di averla tradita dopo 8 anni di fidanzamento e poco prima delle loro nozze…annullate (15%)