Le bacche e i frutti di bosco in Finlandia

Il tesoro meglio custodito della Natura finlandese: i frutti di bosco.

Le bacche o frutti di bosco rappresentano dal punto di vista nutritivo dei veri e propri elisir di lunga vita, poiché sono ricchi di vitamine, minerali, antiossidanti, flavonoidi. Anche il loro valore terapeutico è notevole, dal momento che servono ad alleviare un’infinità di malanni.

Ogni estate nei mercati finlandesi e di fronte ai supermercati è normale vedere almeno un banco che vende bacche di vario tipo… non perdete l’occasione di assaggiare frutti di bosco in Finlandia!

Il suolo acido e i terreni acquitrinosi tipici della Finlandia rappresentano condizioni ottimali per la crescita degli arbusti da bacca. Per questo motivo la Finlandia è un vero e proprio paradiso per gli amanti dei piccoli frutti succosi, oltre che essere una miniera d’oro per i coltivatori e commercianti.

Passiamo in rassegna gli arbusti più comuni:

Genere Ribes:

Ve ne sono di diversi tipi, tutti ricchi di flavonoidi, vitamina C ed E. Tra questi troviamo:

  • Ribes (Ribes Alpinum, taikinamarja): presenta bacche di colore rosso intenso ma perlopiù insipide. E’ utilizzato quasi esclusivamente con finalità decorative.
  • Ribes nero (Ribes Nigrum, mustaherukka): diffuso su tutto il territorio finlandese sia allo stato selvatico che in coltivazioni, presenta bacche di circa 6-12mm di diametro, ricchissime di vitamine C ed E. Dai suoi frutti si ricava un ottimo succo dal sapore dolce ed aspro al tempo stesso.
  • Ribes aureo (Ribes Aureum, kultaherukka): meno diffuso del ribes nero, presente fiori molto graziosi e piccole bacche dal sapore simile a quello del ribes nero, ma più dolci.
  • Ribes rosso (Ribes Rubrum, punaherukka): anch’esso diffuso sia allo stato selvatico che coltivato, presenta bacche dal sapore aspro e dolce al tempo stesso, molto apprezzate per l’ottimo sciroppo che se ne ricava. Assomiglia molto al ribes comune, tranne per il fatto che le bacche crescono in grappoli più grossi.

Genere Vaccinium:

  • Mirtillo (Vaccinium myrtillus, mustikka): cresce nei boschi su tutto il territorio finlandese, e preferisce gli ambienti umidi. Le bacche contengono molta vitamina A, B e C, nonché flavonoidi, magnesio, manganese e calcio, e vengono utilizzate per preparare succhi, confetture e squisite torte.
  • Mirtillo rosso (Vaccinium vitis-idaea, puolukka): resistente alle temperature bassissime (fino ai -40C), questo arbusto cresce solitamente vicino ai pini in zone ombreggiate, e presenta bacche simili a quelle del nostrano mirtillo ma di un rosso intenso, che maturano a settembre e vengono utilizzate per fare sciroppi, confetture e persino un tipo di vino. I mirtilli rossi accompagnano spesso piatti tipici nordici come lo stufato di renna.
  • Ossicocco, o cranberry (Vaccinium oxycoccos, isokarpalo): predilige gli ambienti torbiferi non boschivi, con bacche rosse dal sapore dolce-aspro.
  • Mirtillo palustre (Vaccinium uliginosum, juolukka): le sue bacche bluastre sono praticamente identiche a quelle del mirtillo, se non per la piccola apertura a forma di croce sulla cima, e per il colore del succo, che invece di essere blu-violaceo come quello del mirtillo, è trasparente. Il loro sapore è piuttosto blando, per questo nella preparazione di sciroppi viene spesso miscelato con del succo di mirtillo. Contiene moltissima vitamina C, ben più che nel mirtillo tradizionale.

Genere Rubus:

  • Mora (Rubus fruticosus, karhunvatukka): cresce solo nella parte meridionale della Finlandia, perlopiù coltivata in serre. Le sue bacche sono molto apprezzate e utilizzate per fare confetture.
  • Lampone (Rubus idæus, vadelma): le sue bacche rosse ricche di magnesio e manganese vengono utilizzate per fare confetture, sciroppi, liquori e aceto.
  • Lampone artico (Rubus arcticus, mesimarja): le sue bacche rosso scuro sono simili a quelle del lampone, ma di forma sferica, e vengono utilizzate per fare confetture, infusi e aromatizzare liquori.
  • Camemoro, o rovo artico (Rubus chamaemorus, lakka o hilla): le tipiche bacche arancioni sono conosciutissime e apprezzate dai Finlandesi, che le considerano una vera prelibatezza. Contengono fino a 4 volte tanta vitamina C rispetto all’arancia, e vengono utilizzate per preparare confetture, succhi, caramelle, torte e l’omononimo liquore. Ogni estate e a Natale è un must mangiare il leipäjuusto, un formaggio cotto tipico della Finlandia settentrionale, con la marmellata di camemori. Il prezzo elevato delle bacche sul mercato è dovuto al fatto che i camemori crescono solo nella natura selvaggia, e non possono essere coltivati.

Altre specie:

  • Fragola (Fragaria, mansikka): esistono principalmente due specie, quelle piccole di bosco e quelle grosse coltivate.
  • Olivello spinoso (Hippophaë rhamnoides, tyrni): questo arbusto produce bacche arancioni di forma rotonda, che vengono utilizzate non solo con finalità decorative, ma anche in cucina e nella preparazione di cosmetici.

I Finlandesi sono talmente orgogliosi della propria Natura, che hanno pensato bene di raffigurare la loro bacca più amata, il camemoro, sul retro della versione finlandese della moneta da 2 euro.

Estate in Finlandia

L’Estate finlandese: quando la natura e l’uomo si amano davvero

L’estate finlandese, seppur breve, è la stagione che i Finlandesi aspettano maggiormente. In una giornata estiva di sole qualunque area verde delle città è invasa da Finlandesi pronti con la loro coperta ad organizzare un pic-nic ad ogni ora del giorno…visto che il sole non tramonta mai.

Giornate che non finiscono mai, sole di mezzanotte, pic-nic, festival, visitare la Finlandia d’estate è un’esperienza indimenticabile.

D’estate la Finlandia e i Finlandesi si trasformano completamente. Non c’è più traccia della neve e i Finlandesi, sapendo quanto sia breve questa splendida stagione al Nord, ne godono ogni singolo momento.

L’aspetto più particolare dell’estate finlandese è caratterizzato dalla lunghezza delle giornate: in molte parti della Finlandia il sole non tramonta. Parliamo infatti del famoso sole di mezzanotte e cioè quando a mezzanotte (per via dell’ora legale il fenomeno si manifesta all’una di mattina) il sole rimane ancora sopra l’orizzonte. In pratica non c’è tramonto e il sole invece di tramontare e nascondersi dietro l’orizzonte inizia ad ergersi di nuovo. La notte, d’estate in Finlandia, non scende mai .

Giornate di 24 ore permettono ai Finlandesi di godere a pieno della natura, di cui sono grandi amanti. Molti Finlandesi partono per una gita nei cottage estivi: niente di meglio di una vacanza lontano da tutto e tutti e dove la sauna e il bagno nel lago sono all’ordine del giorno.

I Finlandesi amano nuotare. D’estate la temperatura del mar Baltico varia riscaldandosi un po’ ma sono i laghi a farla da padrone. Le acque di molti laghi raggiungono una temperatura che permette di nuotare piacevolmente, cosa non possibile o proibitiva durante il resto dell’anno, quando le acque sono fredde o spesso ghiacciate.

Il calendario delle manifestazioni è vivissimo e in tutta la Finlandia vengono organizzati numerosissimi festival, musicali e non.

Quello che colpisce è vedere ogni singolo angolo verde nelle città invaso da numerosissima gente. Pic-nic improvvisati: basta una coperta, un cestino con qualcosa da mangiare, magari accompagnato da un po’ di alcool, e interi pomeriggi con gli amici vengono passati a chiacchierare e a godersi il meraviglioso spettacolo della Finlandia d’estate. E durante tutta la giornata è possibile acquistare presso le bancarelle sparse in ogni parte della città fragole, ciliegie, bacche provenienti dai boschi finlandesi e delle fave dolci vendute fresche nei loro baccelli verdi.

Unica nota negativa dell’estate finlandese? Le zanzare! Se passate tutta l’estate in città, potreste non notarle eccessivamente. Se invece organizzate un’escursione in campagna o a passate un fine settimana vicino ad un lago e vi accorgerete di come anche i repellenti più potenti non terranno lontani a lungo questi piccoli voraci insetti.

In Finlandia vengono venduti spray contro le zanzare che sono illegali in altri paesi. Ma in Lapponia questo problema è serio e spesso è necessario indossare maniche lunghe e cappelli con visiera e retina per evitare di essere punti continuamente

La gastronomia finlandese

La gastronomia finlandese: una cucina ricca per sopportare bene il freddo inverno

La cucina finlandese risente molto delle influenze dei paesi limitrofi, come Svezia e Russia. Nonostante ciò esistono molte specialità che si possono trovare solo in Finlandia: il leipäjuusto, formaggio cotto a fiamma, il kalakukko, una pagnotta di pane di segale ripiena di pesce e carne di maiale o il tradizionale joulukinkku, un grande prosciutto cotto lentamente al forno. Grande è la varietà di pane, preparato con farine di diversi cereali, e dolci finlandesi.
Non solo patate! Carne, pesce, formaggi e dolci… lasciatevi stupire dalla gastronomia finlandese!

Tipico cottage finlandese con cibi tradizionali

La Finlandia, per la sua particolare posizione geografica fra Occidente e Oriente, è stata influenzata sia dalle popolazioni europee – in particolare dalla Svezia – che dalla Russia. I principali alimenti della cucina finlandese sono il pesce, specialmente di lago e di fiume, la carne bovina e suina, il latte e i suoi derivati (fra tutti la panna), ma anche bacche e funghi, che vengono utilizzati specialmente nel periodo autunnale. Molto vari e gustosi sono i diversi tipi di pane così come la pasticceria finlandese.

La patata è l’alimento più comune della cucina finlandese. Serve tipicamente per accompagnare il piatto principale di carne o pesce. Viene generalmente servita bollita, come pure in casseruola con panna o aglio. Molto comune è anche il purè di patate. Anche la rapa (nauris), in tante varietà, è assai popolare.

Il salmone (lohi) spicca tra i pesci più comuni ed è assai più economico che in Italia. Può essere servito al forno con patate ma è molto gustoso e particolare quello essiccato (graavilohi). In questa preparazione il salmone viene salato da crudo e, successivamente, vengono aggiunti pepe rosa in grani e aneto.

Altri tipi di pesce diffusi in Finlandia sono il luccio (hauki), il pesce persico (ahven), il coregone (siika), il luccioperca (kuha) nonché l’aringa del Baltico (silakka) e un pesciolino di lago chiamato muikku.

Fra le carni, la renna (poro) è senza dubbio la più caratteristica, ma non la più diffusa. Gli allevamenti di renne si trovano in Lapponia, ma è abbastanza comune trovare carne di renna (inscatolata o surgelata, fresca è una rarità) al supermercato in tutta la Finlandia. Lo stufato di renna (poron käristys) è la più classica delle ricette; esso viene accompagnato da purea di patate e mirtilli rossi. C’è comunque un largo consumo di carne suina e bovina, specialmente come spezzatini e stufati.

Il latte (maito) è molto popolare tra i Finlandesi, visto che viene bevuto perfino a pranzo e consumato anche sotto forma di latte acido (piimä). Nella cucina finlandese, inoltre, sono molto utilizzati la panna da cucina (ruokakerma) ed il burro (voi) per la preparazione di molti piatti. La gastronomia finlandese presenta alcune specialità di formaggi: tra tutte il leipäjuusto, un formaggio lappone cotto a fiamma da gustare con una confettura di mora di palude (lakka).

Le bacche sono molto utilizzate dal finlandese. Specialmente nel periodo autunnale le bacche si trovano in tutti i mercati e vengono vendute a usando come unità di misura il litro! Oltre a fragole, mirtilli, more e lamponi esistono in Finlandia alcune bacche che non potete gustare in Italia, come il rovo artico (lakka) o l’olivello spinoso (tyrni).

In autunno, inoltre, nelle numerose foreste finlandesi si trovano moltissimi funghi, fra tutti porcini (tatti) e gallinacci (kantarelli).

Le varietà di pane sono tantissime. Il pane di segale (ruisleipä) ha un ruolo principale sulle tavole finlandesi e viene consumato in abbondanza specialmente dalle persone anziane. Sono sicuramente da provare anche alcuni tortini salati. I più famosi sono i karjalanpiirakka, che sono costituiti da un impasto di farina di segale ed un ripieno di riso cotto nel latte (riisipuuro).

Infine, i Finlandesi sono ghiotti di dolci e, per questo, la gastronomia finlandese conta tante specialità di pasticceria. Tra tutti consigliamo il korvapuusti, che è un rotolo di pasta con zucchero, cardamomo e cannella.

Il fiore del lampone artico è raffigurato nella moneta finlandese da due euro