Lost and Found

Il Lost and Found, chiamato Lostari dagli abitanti di Helsinki, è una tappa obbligata se si vuol conoscere a fondo la vera vita notturna finlandese.

AGGIORNAMENTO: Il Lost and Found è stato chiuso
Il Lost and Found, nato come locale gay diversi anni fa, è diventato con il tempo un punto di ritrovo per chiunque: gay, etero, studenti, ricchi imprenditori. Nel Lost and Found, durante il weekend, si concentra il meglio e il peggio di Helsinki.
Con la sua pista di 3 metri quadrati il Lost and Found è probabilmente il punto con la più alta densità di popolazione di tutta la Finlandia…e forse anche con il tasso alcolico più elevato.

Lost and Found - Lostari - la vita notturna a Helsinki

Il Lost and Found (Annankatu 6, Helsinki) è un locale molto spartano, con un limite minimo di età di 24 anni.

Come molti locali finlandesi l’ingresso è gratuito e si paga solo il guardaroba (2.5euro).

Il piano superiore è ideale per chiacchierare e conoscere meglio i Finlandesi. Qui il silenzio non va di moda: il tasso alcolico è molto alto e tutti sembrano avere una gran voglia di parlare e socializzare.

Al piano inferiore, raggiungibile tramite una stretta scala a chiocciola, si respira la vera Finlandia by night. Birra che scorre a fiumi e interi bicchieri che si riversano addosso alle persone, vista l’altissima concentrazione di gente e l’equilibrio molto precario degli avventori, soprattutto verso la fine della serata.

La musica suonata è molto commerciale: i successi del momento vengono alternati ad altri classici intramontabili come YMCA.

Ad ogni modo la musica non è certo il motivo per cui si va al Lost and Found… anzi, forse il motivo per cui i clienti bevono così tanto è perchè si tratta dell’unico modo per apprezzarla fino in fondo.

Degno di nota è il fatto che si suona anche hit italiane di successo: un unico pezzo, suonato praticamente tutte le sere – L’ombelico del mondo di Jovanotti.

Al Lost and Found è facile incontrare stranieri e specialmente Italiani. Forse perché il locale è diventato famoso per il suo “alto tasso di rimorchio”: è probabile tornare a casa “accompagnati” dopo una serata al Lostari. Potrete trovare qualcuno/a che alle 3.30 di mattina, orario di chiusura, vi chiederà di andare “a bere un drink” a casa sua.

Meglio non arrivare troppo tardi perché intorno all’una di notte potreste trovare una lunga coda per entrare, che può durare spesso mezz’ora.

[include file=/include/firma.htm]

[include file=/include/vitanotturna.htm]

2 pensieri riguardo “Lost and Found”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>