Heavy Metal in Finlandia

Come altri Paesi del Nord Europa in Finlandia la musica heavy metal è sempre in cima alle classifiche

La Finlandia, come altri Paesi scandinavi, ha da sempre una fortissima passione per l’heavy metal e il rock in generale. Mentre i Paesi mediterranei tendono ad avere radio e trasmissioni televisive che trasmettono principalmente musica leggera, i Finlandesi (così come Svedesi, Norvegesi e Danesi) non hanno paura di dedicare intere stazioni radiofoniche e trasmissioni televisive ad un tipo di musica che il pubblico medio italiano giudicherebbe di gran lunga troppo pesante.
La Finlandia alza il pugno al cielo e urla “Heavy Metal!”
Heavy Metal in Finlandia

Sebbene il genere stia perdendo un po’ di popolarità rispetto agli anni ’90 grazie al diffondersi di festival hipster come il Flow Festival, l’heavy metal vede nel Nord Europa la sua fortezza inespugnabile di fan, tanto che anche giochi musicali come Guitar Hero e Rockband sono spesso ai primi posti delle classifiche finlandesi.

Le ragioni per questa infatuazione sono molteplici: incoraggiamento culturale e sociale a suonare uno strumento, un clima avverso e, per lunghi mesi, poco “solare”, e un certo rispecchiarsi del genere nelle caratteristiche tipiche del popolo finlandese: onesto, con pochi fronzoli e dritto al punto.

Come altre regioni della zona, Svezia e Norvegia in primis, la Finlandia è in prima linea nella battaglia delle celebrità Heavy Metal. Possiamo senza dubbio elencare gli HIM e Ville Valo, Alexi Laiho e i suoi Children of Bodom, i Lordi, vincitori dell’Eurovision 2006, Tarja Turunen (prima con i Nightwish e ora in veste solista), e i Korpiklaani, band nota soprattutto per lo strano miscuglio di folk ugrofinnico con sonorità heavy, saliti alle luci della ribalta con il loro album di “debutto” datato 2003 (era in realtà il loro terzo, ma il primo con il nome nuovo).

Generi di heavy metal in Finlandia

Sebbene sia difficile da comprendere per i non insider, l’heavy metal non è un genere granitico, ma si suddivide in una serie di numerosissimi sottogeneri piuttosto diversi fra loro. Gli HIM, ad esempio, hanno creato un genere loro, chiamato per l’occasione “love metal“. Altri generi popolari in Finlandia sono il death metal (generalmente molto tecnico, con voce in growl, di cui i più famosi esponenti finlandesi sono forse i primi Amorphis, che però tendono ad essere anche molto melodici), il black metal (meno tecnico del death, con voce screaming e tematiche “sataniche” o giù di lì; un buon esempio sono gli Impaled Nazarene di Suomi Perkele Finland o Nihil, finiti addirittura in bocca ad alcune gerarchie ecclesiastiche preoccupate delle loro “influenze perverse” sulle menti dei giovani italiani) e il goth/dark metal, un genere con molte variazioni al suo interno ma a cui possono appartenere alcuni dischi (gli ultimi) dei leggendari Sentenced o cose un po’ più “light” come ad esempio i dischi di To/Die/For, Poisonblack o The 69 Eyes.

Festival e concerti heavy metal in Finlandia

Il più famoso festival heavy metal finlandese è sicuramente il Tuska (“Dolore”), che ogni anno produce invasioni di tizi nero-vestiti per interi weekend fra le strade di Helsinki.

I concerti heavy sono comunque all’ordine del giorno, a Helsinki ad esempio il Tavastia ha praticamente ogni settimana un grande nome, come anche il Nosturi.

Sono diversi anche i locali che suonano heavy metal o che ospitano heavy metal karaoke. Nell’area di Helsinki, ad esempio, potete provare Heavy Corner, Prkl, On the Rocks e qualche volta anche al Loose.

[include file=/include/lsc.htm]
L’heavy metal in Finlandia è talmente diffuso che, in alcuni casi, ha trovato un suo spazio anche nelle pause musicali…in chiesa! Che sia tutto merito dei Lordi e del loro Hard Rock Halleluja?
[include file=/include/firma.htm]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>