Aprile in Finlandia

I primi fiori della primavera in aprile

Ad Aprile (huhtikuu in Finlandese) arriva la primavera.
Come in Italia il primo d’aprile potreste incappare in qualche scherzetto (Aprilli in finlandese), magari organizzato da un’emittente televisiva o dall’Helsingin Sanomat, il maggiore quotidiano finlandese.

Il 9 Aprile è il giorno dedicato a Mikael Agricola, il fondatore della lingua finlandese scritta, e a Elias Lönntot, l’autore del Kalevala. In questo giorno viene celebrata la lingua finlandese.
Il 27 Aprile è la Giornata Nazionale dei Veterani di Guerra.
Il 30 Aprile iniziano i festeggiamenti per Vappu, la festa dei lavoratori e degli studenti. I centri delle città si riempiono di studenti e si procede al lavaggio della statua più importante della città. Alla statua viene messo il cappello da studente, il lakki e dalle 18.00 in poi iniziano le celebrazioni in giro per i locali
La Pasqua capita a Marzo o Aprile.

Aprile a Helsinki

Vappu a Helsinki viene celebrato presso Kauppatori, il 30 Aprile. Se siete ad Helsinki non potete mancare: tutta la città si raduna intorno alla statua di Havis Amanda per l’annuale cambio del cappello e lavaggio della fontana. Da non perdere.
Per gli amanti del Jazz ogni anno ad Aprile viene organizzato l’April Jazz Festival, nella vicina città di Espoo.
[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Marzo in Finlandia

Il centro di Helsinki all'inizio di marzo

Marzo (Maaliskuu in finlandese) è il mese in cui la neve inizia a sciogliersi e si comincia a rivedere la terra (Maa in finlandese).
Molto spesso è anche il mese della Pasqua.

L’8 marzo si festeggia anche in Finlandia la Festa della Donna, ma l’aria è ancora troppo rigida per vedere mimose. I finlandesi sono comunque usi regalare fiori o cioccolatini alle proprie donne.

Il 19 Marzo di celebra Minna Canth, scrittrice e attivista finlandese. Lo stesso giorno viene festeggiata e celebrata l’uguaglianza tra i sessi.
Il 21 Marzo è l’equinozio di primavera, il giorno e la notte hanno la stessa lunghezza.

Marzo a Helsinki

Marzo a Helsinki è il mese in cui le giornate iniziano sensibilmente ad allungarsi, c’è il passaggio dall’ora solare all’ora legale che se per tutto il mondo si traduce in un’ora in meno di sonno per la Finlandia vuol dire anche che per la prima volta la gente inizia a vedere un po’ di luce quando esce dall’ufficio. Un cambiamento importante che si traduce nell’umore dei Finlandesi. Si avvicina la primavera.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Dicembre in Finlandia

Le strade di Helsinki pronte per il Natale

Dicembre si dice joulukuu in finlandese, che vuol dire proprio il mese del Natale. Infatti tutta la Finlandia si concentra su uno dei suoi simboli più forti: il Natale e Babbo Natale. Le città si trasformano già da Novembre per accogliere i turisti. Ma non è solo una questione di soldi: i Finlandesi ci tengono molto al Natale e alle sue tradizioni.

Le giornate sono corte, nel nord della Finlandia il sole non sorge mai, a Helsinki il sole sorge la mattina alle 9 e tramonta verso le 15. Per chi lavora in ufficio, l’arrivo dell’inverno significa vedere la luce del sole per diversi mesi solo nel fine settimana.

Il 6 Dicembre si festeggia una delle feste più importanti per la Finlandia: il giorno dell’indipendenza.

Per tutto il mese di Dicembre Babbo Natale è in tour per le varie città finlandesi, salutando i bambini e preparandoli all’arrivo del Natale.

Il Natale in Finlandia viene festeggiato in famiglia. Da non perdere la tradizione di lasciare candele ad illuminare i cimiteri.

Capodanno in Finlandia?

Dicembre a Helsinki

Il giorno dell’indipendenza viene celebrato con una parata degli studenti per la città, salutati dal Presidente della Repubblica che saluta dal Palazzo Presidenziale. Il corteo finisce a Senaatintori (Piazza del Senato, dove c’è il Duomo) con il coro che intona l’inno nazionale in finlandese e svedese.

A Natale Helsinki si svuota: tutti stanno in casa o tornano nei propri villaggi natii in tutta la Finlandia. Il trasporto pubblico viene addirittura sospeso dal pomeriggio del 24 fino alla mattina di Natale. Se siete a Helsinki nel giorno della Vigila fate un giro per il cimitero principale della città a Hietaniemi.

Capodanno a Helsinki?
Molti Finlandesi festeggiano il capodanno in casa per poi uscire per strada e sparare fuochi d’artificio. La città di Helsinki organizza sempre un concerto nella Piazza del Senato. Vestitevi pesanti.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Febbraio in Finlandia

Il martedì grasso in Finlandia, tutti sullo slittino!

Febbraio (helmikuu) è un altro bellissimo mese per gli amanti dell’inverno finlandese. Temperature sotto lo zero (anche -20, -30 gradi) e neve su tutta la Finlandia. Il mar Baltico è ghiacciato e così anche tutti i laghi della Finlandia. Un mese ideale per gli amanti dello sci e del pattinaggio sul ghiaccio.

Tutte le scuole finlandesi chiudono per una settimana per permettere agli studenti e alle famiglie finlandesi di fare la settimana bianca. Le scuole non chiudono tutte insieme ma in scaglioni separati, da nord a sud, per non affollare le località turistiche, concentrate in Lapponia.

Se siete in Finlandia a febbraio vi consigliamo di fare una sauna: ne avrete sicuramente bisogno per riscaldarvi dopo una passeggiata a -20 gradi.

Parecchie ricorrenze ci sono a febbraio.
Il 5 Febbraio si festeggia l’anniversario della nascita del poeta Johan Ludvig Runeberg, con i tipici dolcetti (Runebergin torttu) venduti per l’occasione.
Il 14 Febbraio si festeggia San Valentino che però in Finlandia non è la festa degli innamorati bensì la festa dell’amicizia (ystävänpäivä). Oggigiorno ognuno lo celebra come vuole.
Il 28 Febbraio si festeggia il giorno del Kalevala con le bandiere finlandesi esposte per le strade. Con l’occasione si celebra anche il Giorno della Cultura Finlandese.

Febbraio a Helsinki

Laskiainen  è l’equivalente del nostro martedì grasso e molto probabilmente capiterà a febbraio (sette settimane prima di Pasqua). I Finlandesi si radunano in tutti i parchi cittadini scivolando con slittini e bob da ogni collina disponibile. A Helsinki gli studenti affollano principalmente Kaivopuisto e Koffinpuisto, su Bulevardi.

Oltre ai dolcetti di Runenberg avrete la possibilità di assaporare anche le laskiaispullat, simili ai nostri maritozzi con la panna.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Gennaio in Finlandia

Tipico paesaggio finlandese in Gennaio

Gennaio (tammikuu) è un mese pienamente invernale, temperature molto rigide e quasi sempre neve, da Helsinki fino alla Lapponia.
Il mese inizia con Uudenvuodenpäivä: la festa di Capodanno, che viene vissuta come l’ultima sbornia prima della pausa di un mese .

Dopo le pesanti feste natalizie  i Finlandesi hanno bisogno di depurarsi un po’ il corpo. Infatti gennaio viene anche chiamato tipaton (letteralmente senza goccia): il periodo di astensione dall’alcool. Ovviamente questi non vale per tutti.

Il 6 si festeggia l’Epifania, Loppiainen, ma di solito non si fanno i regali come alla Befana da noi.
Consultate la nostra guida su come vestirsi d’inverno.

Gennaio a Helsinki

A gennaio a Helsinki si respira ancora l’atmosfera natalizia. Se siete fortunati potreste trovare la neve, sicuramente temperature rigide soprattutto verso la fine del mese. Il mar Baltico potrebbe già essere ghiacciato e sicuramente merita fare una passeggiata sopra il mare. Per i più temerari perché non provare il nuoto invernale?

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Novembre in Finlandia

Novembre,marraskuu in finlandese, è il mese dei morti, come conferma anche il significato del nome in finnico. A Novembre piove e nevica moltissimo. Spesso la temperatura non è troppo rigida, attorno allo zero, e quindi la neve non attacca lasciando solo le strade molto bagnate (questo tipo di neve si chiama räntä in finlandese). In Lapponia al contrario le temperature sono ben al di sotto dello zero e la neve ricopre il paesaggio.

Il primo sabato di novembre è la Festa di Ognissanti (Pyhäinpäivä). In questo giorno i Finlandesi si mascherano e festeggiano Halloween.

Il 6 Novembre si festeggia la cultura e l’identità finno-svedese, una ricorrenza molto sentita da quel 5% della popolazione che parla lo svedese come prima lingua.

La seconda domenica di Novembre è la Festa del Papà, contrariamente all’Italia dove la Festa del Papà è il 19 marzo, nel giorno di S. Giuseppe.

A Novembre iniziano i primi pikkujoulut, le feste aziendali per festeggiare il Natale, un’occasione per ubriacarsi e divertirsi goliardicamente con i colleghi, dimenticando tutto il giorno successivo.

Novembre a Helsinki

Novembre non è il miglior mese per venire in Finlandia. La gente inizia ad essere triste per la mancanza di luce, il tempo è brutto, spesso piove, quando c’è la neve è sempre sciolta per le strade rendendo difficoltoso muoversi a piedi senza bagnarsi. Va aggiunto però che le ultime annate sono state in un certo senso “singolari”, con pesanti nevicate e la quasi totale assenza di precipitazioni. Difficile valutare se sia un trend in via di consolidamento, ma tenetelo presente!

La prima domenica di Avvento Babbo Natale in persona viene a salutare Helsinki a Senaatintori dando vita anche ad un’allegra processione per Alexanderinkatu.

A Helsinki, per i festeggiamenti dei pikkujoulut, viene rafforzato il servizio di trasporti urbano, con corse fino a tarda notte anche di mercoledì e giovedì.

Ottobre in Finlandia

Paesaggio finlandese ad ottobre in Lapponia

Ad Ottobre (lokakuu in finlandese) inizia a farsi largo l’inverno. Il buio prende piede dopo le lunghe giornate di luce, arrivano le prime pioggie e di solito le prime nevicate, quasi sempre in Lapponia. Al Sud ancora è possibile raccogliere funghi, mentre in Lapponia le temperature rigide lo rendano difficile: una specie che resiste anche a temperature sotto zero è il cantarello tubiforme, in finlandese suppilovahvero.

Il 10 Ottobre è l’anniversario della nascita dello scritto Aleksis Kivi (i 7 fratelli), e nello stesso giorno si celebra anche la letteratura finlandese.

Il 24 ottobre è il giorno dedicato alle Nazioni Unite.

In Finlandia Halloween non si festeggia il 31 ottobre ma il primo sabato di novembre.

Ottobre a Helsinki

Ad ottobre a Helsinki c’è la sagra dell’aringa del Baltico (silakkamarkkinat): attorno alla Piazza del Mercato decine di pescatori vendono i loro prodotti e in particolare le aringhe del Baltico, appunto, marinate in tantissimi modi.

A Helsinki il tempo è di solito abbastanza piovoso, seppur la possibilità di nevicate è piuttosto rara. Il clima è umido (viste le intense precipitazioni) e la temperatura si irrigidisce. Consigliamo di vestirsi bene.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Agosto in Finlandia – Agosto a Helsinki

Agosto in Finlandia

Agosto (elokuu in finlandese) è un mese di transizione.

Il 15 di Agosto riaprono le scuole finlandesi, in anticipo rispetto all’Italia dove Agosto è l’estate per antonomasia. Il tempo in Finlandia inizia a peggiorare e la sera bisogna portare un maglioncino e a volte anche la giacca. Torna la pioggia e la temperatura si abbassa velocemente.

Ferragosto non viene festeggiato in Finlandia.

Ad Agosto in moltissime città si festeggia una specie di Notte Bianca, la notte delle arti (The Nights of Arts)

Agosto a Helsinki

Helsinki è invasa dagli Italiani che vengono a refrigerarsi un po’ viste le miti temperature finlandesi. Da Stockmann, il centro commerciale più grande di Helsinki, si parla praticamente solo italiano ad Agosto.

Nonostante l’estate volga al termine sono moltissime le manifestazioni organizzate a Helsinki. Ne segnaliamo alcune.

La fine dell’estate viene celebrata verso la metà di Agosto con il Flow Festival, uno dei festival più attesi a Helsinki.

L’Helsinki Festival inizia a metà agosto e dura fino all’inizio di Settembre. La Notte delle Arti fa parte dell’Helsinki Festival. Una serie di eventi che comprendono letteratura, scultura, pittura, teatro, cinema e musica. Per maggiori informazioni:
http://www.helsinginjuhlaviikot.fi/

A Vantaa, a 20 minuti da Helsinki, c’è l’Ankka Rock, un festival rock che vede sempre la partecipazione massiva di moltissimi amanti del genere.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Settembre in Finlandia

Settembre in Finlandia

Settembre, chiamato syyskuu, che vuole appunto dire mese dell’autunno, è un mese piovoso. Gli alberi perdono le foglie e si può ammirare quell’eccezionale spettacolo di colori nelle immense foreste finlandesi chiamato ruska.

Il clima non è ancora rigido e tutta la pioggia che cade fa crescere tantissimi funghi. La Finlandia è famosissima per la quantità di funghi che cresce nei suoi boschi, soprattutto porcini e cantarelli, e raccogliere funghi è una delle attività preferite a Settembre in Finlandia. Troverete ottimi funghi a poco prezzo nei supermercati e nei banchetti dei mercati, venduti al litro e non al chilo.
I mercati sono letteralmente invasi dal genere preferito di funghi qui in Finlandia: i cantarelli.

Il 23 Settembre è l’equinozio d’autunno: il giorno e la notte hanno la stessa durata.

Settembre a Helsinki

Se siete ad Helsinki a Settembre potrebbe piovere spesso: le giornate di sole saranno ormai un ricordo lontano dell’estate. Perché non approfittarne per un giro al parco nazionale di Nuuksio, a meno di un’ora da Helsinki? Potrete ammirare la vera natura finlandese e tornare a casa con un cestino pieno di funghi.

A settembre a Helsinki viene organizzato il celebre Rakkautta & Anarkia (amore e anarchia), un festival cinematografico estremamente popolare.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Luglio in Finlandia

Ragazze finlandesi all'Ilosaari Rock Festival di Joensuu

Luglio in Finlandia

Luglio (heinäkuu in finlandese) è un mese caldo. Siamo nel pieno dell’estate finlandese. I finnici se la spassano stando al sole, nei prati, su una coperta con qualcosa da bere. In città è così che si passa la maggior parte del tempo.

Generalmente a luglio il Finlandese va in vacanza. Le aziende sono deserte perché è in questo periodo che la gente va in ferie (diversamente dall’Italia dove il periodo è Agosto). Molti passeranno le loro vacanze (o almeno un weekend) nel mökki, il cottage in riva al lago, un vero must tutto finlandese.

Il 6 luglio si celebra l’anniversario della nascita del poeta Eino Leino, occasione per celebrare la poesia e l’estate (poetry and summer).

Luglio è il mese dei Festival in Finlandia:
A Pori (costa Ovest) c’è il Pori Jazz Festival, il festival jazz più famoso della Finlandia.

A Joensuu c’è il festival rock chiamato Ilosaarirock. A turku viene organizzato il Ruis Rock.

A Savonlinna continua per tutto il mese di Luglio il festival dell’opera (che inizia a giugno).

Luglio a Helsinki

Hietsu (la spiaggia di Hietaniemi, la più famosa di Helsinki) è il posto dove troverete metà degli abitanti della città durante le giornate di sole. La spiaggia si affolla di gente che cerca di godersi le poche splendide giornate di sole.

Luglio è il mese dei festival in Finlandia e in special modo a Helsinki. Ogni settimana un parco di Helsiki (kaivopiusto, alppilapuisto, koffinpuisto…) ospita un festival, dalla musica rock alla musica elettronica fino alla musica jazz. Ai finlandesi piace l’estate, il sole, la musica e l’alcol e troverete tutte queste componenti sapientemente mixate.

Se siete amanti della musica metal il festival Tuska fa per voi. In quel fine settimana il colore predominante della città è il nero, con migliaia di amanti della musica metal in giro per la città.

[include file=/include/calendario.htm]

[include file=/include/firma.htm]

Maggio in Finlandia

Maggio (toukokuu, mese del lavoro).

Kaivoupisto, il primo di Maggio

Maggio in Finlandia

Il primo Maggio è la giornata ufficiale dei lavoratori, Vappu in Finlandese. Il popolo finlandese si riversa nel parco più grande della città per un mastodontico picnic di massa.
Molti passano la notte nel parco per accaparrarsi i posti migliori.
Fate la spesa in anticipo e portatevi una coperta. Non dimenticate di comprare Sima e tippaleipä, bevanda e dolci classici del Primo Maggio in Finlandia.

La seconda domenica di maggio è la festa della Mamma, molto sentita in Finlandia (vedrete sventolare le bandiere finlandesi per le strade.

Il 9 maggio si festeggia la Giornata dell’Europa e anche per quest’occasione vengono affisse le bandiere della Finlandia.

Il 12 maggio invece è l’anniversario di Johan Vilhelm Snellman, statista Finlandese e ideatore del marco finlandese, la moneta in corso prima della venuta dell’euro.

La terza domenica di maggio è il giorno della memoria per i caduti durante la Guerra Civile e la Seconda Guerra Mondiale.

A maggio inizia il campionato di calcio finlandese ed è anche il periodo delle finali dei campionati mondiali di hockey sul ghiaccio: solitamente la Finlandia arriva seconda o terza.

A fine maggio finiscono le scuole.

Maggio a Helsinki

Il picnic di Vappu è organizzato tutti gli anni nel parco di Kaivopuisto, nel sud della città.
Cercate di andare presto per prendere un bel posto oppure andate là in tarda mattinata se volete osservare lo spettacolo offerto dal popolo finlandese. Ci sono le bande che suonano, musica di tutti i tipi suonata dai vari stand, intere famiglie a godersi, si spera, la bellissima giornata di sole, e gli studenti che festeggiano spesso (e volentieri) ubriachi. Per i più temerari è anche possibile fare una sauna in una speciale sauna mobile ricavata da un furgone.

Alla fine di Maggio a Helsinki c’è il World Village Festival, un festival che promuove la globalizzazione con cibi, artigianato, prodotti di ogni tipo provenienti da tutto il mondo.

[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Giugno in Finlandia

Tempo bellissimo e visite al lago

Giugno in Finlandia

Giugno si dice kesäkuu in finlandese, che vuol dire mese dell’estate.
A Giugno le giornate sono lunghissime, in quasi tutta la Finlandia il sole non tramonta mai ed è possibile ammirare lo spettacolo del sole di mezzanotte. Siamo nel periodo del solstizio d’estate, celebrato in tutta la Finlandia durante la festa di San Giovanni Juhannus.

Dal mese di Giugno in ogni angolo delle principali città e in tutti i mercati troverete banchetti con fresche fragole, ciliegie, fave e altri frutti di bosco. I prezzi esposti sono al litro e non al chilo.

Il primo sabato di giugno si festeggiano le feste di diploma: la festa di diploma è la seconda festa più importante dopo il matrimonio per un finlandese e vi capiterà sicuramente di vedere molta gente elegante per strada che porta dei fiori.

Il 4 Giugno in tutta la Finlandia si festeggia Carl Gustaf Emil Mannerheim, maresciallo finlandese e presidente della Repubblica. Mannerheim ha combattuto per l’indipendenza della Finlandia durante la Guerra Civile. Oltre a Mannerheim si festeggia anche l’Esercito Finlandese e tutta la Difesa.

Il 21 Giugno è il solstizio d’estate, il giorno ha la sua durata massima rispetto alla notte.

Il venerdì tra il 20 e il 26 Giugno iniziano i festeggiamenti per la mezza estate, Juhannus, forse una delle feste più sentite dai Finlandesi. Il venerdì (Juhannusaatto) la bandiera finlandese viene issata per l’occasione alle 6 del pomeriggio e mantenuta per tutta la notte fino alle 9 di sera del giorno dopo (Juhannuspäivä).

A Juhannus i Finlandesi lasciano la città e vanno nei loro cottage per passare un fine settimana in tranquillità tra saune e bagni al lago.

A Seinäjoki c’è il Provinssi Rock , un festival di musica rock.

A Savonlinna inizia invece il festival dell’opera di Savonlinna (che dura fino alla fine di luglio).

Giugno a Helsinki

Giugno è un mese bellissimo, la città di Helsinki è un’esplosione di colori, il clima mite e il sole tramonta per pochissime ore, con la notte che non scende mai completamente sulla città.

Verso la seconda settimana di Giugno viene organizzata nella città di Helsinki il carnevale in stile samba: ballerine e ballerini di samba sfoggiano i loro costumi di piume per le strade della città. (qui le foto del carnevale samba 2011)

Il 12 giugno è l’anniversario della città di Helsinki. Date un occhiata agli eventi e agli sconti speciali. La grande piscina all’aperto Olympiastadion, ad esempio, è gratis durante tutta la giornata del 12 giugno.

Se capitate a Helsinki il fine settimana tra il 20 e il 26 Giugno vi troverete di fronte una città deserta. Sono tutti partiti per le vacanze di mezza estate, Juhannus, per passare un fine settimana nei cottage in riva al lago.
[include file=/include/calendario.htm]
[include file=/include/firma.htm]

Calendario Eventi Finlandia

Per non perdere la bussola, un calendario sulla Finlandia sul clima, gli eventi e i mutamenti di umore dei Finlandesi. Per ogni mese abbiamo raccolto i principali eventi in giro per la Finlandia, una panoramica sulle previsioni del tempo e un paragrafo speciale su cosa succede a Helsinki
Una guida da consultare su cosa accade in Finlandia, mese per mese.
Il sole di mezzanotte in Lapponia. Luglio.

Per facilitare la vita a voi che avete deciso di venire in viaggio in Finlandia da turisti o per voi che abitate in Finlandia e volete sapere cosa succede da queste parti, ecco una pratica guida sulla vita finlandese mese per mese

 

Gennaio in Finlandia – tammikuu
Febbraio in Finlandia – helmikuu
Marzo in Finlandia –maaliskuu
Aprile in Finlandia – huhtikuu
Maggio in Finlandia toukokuu
Giugno in Finlandiakesäkuu
Luglio in Finlandiaheinäkuu
Agosto in Finlandia elokuu
Settembre in Finlandia syskuu
Ottobre in Finlandia – lokakuu
Novembre in Finlandia – marraskuu
Dicembre in Finlandia – joulokuu

[include file=/include/firma.htm]

Pasqua in Finlandia

Come viene celebrata in Finlandia Pääsiäinen, ovvero la Pasqua?

Tradizionalmente, la Pasqua finlandese viene celebrata con un pranzo in famiglia, la caccia all’uovo per i bambini e per i più religiosi con la messa di Pasqua.
Caccia all’uovo!
Fazer Mignon
Il Fazer Mignon, un uovo interamente ripieno di cioccolato nel guscio di un uovo vero, una delle star del periodo di pasqua

In Finlandia la Pasqua è un giorno riservato alla famiglia. Dopo colazione si partecipa all’immancabile sauna. Poi si pranza insieme (il menu tipico comprende prosciutto al forno o agnello, spesso con purè di patate e salsa di funghi) e ci si intrattiene in attività ludiche come la caccia all’uovo.

La caccia all’uovo è abbastanza simile a quella che viene messa in atto in alcune regioni italiane: le uova (quando non sono di cioccolato o zucchero) vengono bollite, colorate e disseminate in giardino. I più piccoli poi avranno ovviamente il compito di trovarle.

La temperatura solitamente si aggira sui 10 °C, ma dipende molto da quando cade il giorno di Pasqua. Il tempo potrebbe essere soleggiato ma comunque abbastanza freddo e ventoso. E’ probabile che vi siano anche rimasugli di neve, che a volte non si sciolgono fino a maggio inoltrato!

Attività pasquali in Finlandia

Fra le attività più popolari post-pranzo c’è la camminata sul lungomare con il gelato (nonostante le temperature, i Finlandesi non dicono mai di no al gelato). Molte attività in periodo pasquale rimangono chiuse dal Venerdì Santo al Lunedì di Pasquetta, con la possibile eccezione di alcuni ristoranti, ma vi consigliamo caldamente di tenere d’occhio rispettivi siti web e orari d’apertura.

Il grande falò di Pasqua

In tutta la Finlandia, così come San Giovanni (Juhannus) anche il giorno di Pasqua è caratterizzato dai grandi falò, kokko in finlandese, per spaventare le streghe e i mostri della foresta.

Pasqua a Helsinki

A Helsinki, sull’isola di Seurasaari, potrete ammirare i bambini vestiti da streghe che cantano canzoni e recitano poesie per il pubblico. Un’alternativa è il museo dei giocattoli di Suomenlinna, che riapre le porte dopo esser stato chiuso tutto l’inverno proprio a Pasqua.

La messa di Pasqua

La Finlandia non è un paese particolarmente religioso. Almeno a Pasqua, però, sono molte le persone che si recano in chiesa. I riti vengono celebrati sia nelle chiese luterane, che in quelle ortodosse, che in quelle cattoliche.

[include file=/include/lsc.htm]

La domenica delle Palme, cioè la domenica che precede Pasqua, i bambini si travestono come streghe e folletti e girano di casa in casa chiedendo caramelle e dolciumi (esattamente come ad Halloween). In cambio, canteranno canzoni per spaventare gli spiriti maligni e allontanarli dalla vostra casa. Munitevi di dolciumi anzitempo!

[include file=/include/firma.htm]

Natale in Finlandia

Come si celebra il Natale in Finlandia, la patria di Babbo Natale?

La vigilia di Natale è un giorno molto importante in Finlandia: le famiglie, che spesso abitano lontano, si riuniscono e celebrano tre giorni con le persone care, andando in sauna e mangiando cibi tradizionali – tra cui il tanto agognato prosciutto al forno – e rispettando alcune tradizioni che risalgono al Medioevo!

Babbo Natale che entra dalla porta durante il giorno, beve un bicchierino, parla ai bambini e lascia non uno ma dieci regali?! Questa è la norma in un Natale in Finlandia!


Il giorno di Natale è un giorno sacro in Finlandia, amato dai più piccoli, come dai più grandi. E’ forse l’unica occasione dell’anno in cui tutta la famiglia si riunisce e passa molte ore insieme. Con “famiglia” però non intendiamo la classica famiglia italiana, composta da genitori, figli, nonni, cugini e zii. A Natale in Finlandia si riunisce solo il nucleo familiare formato da genitori e figli. I nonni ad esempio non passano normalmente il Natale con i nipoti.

Vigilia o giorno di Natale?

Vigilia. I Finlandesi festeggiano il Natale il 24 dicembre. Il 25 dicembre è ancora un giorno di festa, ma il giorno principale di festa del Natale è il giorno della Vigilia. È l’unico giorno dell’anno in cui i Finlandesi siedono a tavola per più di mezz’ora e, come in ogni tradizione finlandese, ci sono dei rituali da rispettare. A Natale i rituali cominciano addirittura il giorno prima!

La sauna e la dichiarazione di pace del Natale in Finlandia

Il Natale comincia con l’immancabile sauna familiare. Il giorno della Vigilia di solito sono i genitori, che si sono alzati presto per riscaldare la sauna e controllare il cibo, che entrano per primi, seguiti poi dai figli. La casa viene pulita, ordinata, le candele accese e la tavola imbandita a festa. I bambini guardano i cartoni animati, con edizioni speciali per il giorno di Natale, che, ricordiamo, è il 24 dicembre.

A mezzogiorno si sintonizzano i canali delle televisioni per seguire la Dichiarazione di Pace del Natale dalla città di Turku. La Dichiarazione di Pace è una tradizione che viene rispettata ogni anno dal Medioevo (tranne nel 1939 durante la Guerra) ed è ormai letta in ogni grande città della Finlandia, ma quella della vecchia capitale Turku è l’unica trasmessa in tutto il Paese dal 1935.

La Dichiarazione di Pace del Natale comincia con una canzone, viene poi letto un testo vecchissimo in cui si proclama che nel giorno del Santo Natale sia rispettata la pace tra gli abitanti della città. La cerimonia si conclude con l’inno finlandese e tra le altre cose sancisce che per il 24 e 25 dicembre non si caccia e non si spara.

Il cenone di Natale in Finlandia

Finita la dichiarazione è giunto il momento di mangiare: qui il prosciutto è l’attore principale. Una particolarità tutta finlandese e motivo di schock culturale è senza dubbio lo stile a buffet del pranzo. Anche in un ambiente privato e intimo, bisogna mettersi in fila, fare la coda, scegliere il cibo e poi aspettare che tutti siano tornati al tavolo per iniziare a mangiare. Per quanto riguarda i piatti, non c’è un ordine preciso, non si dividono i cibi in antipasti, primi e secondi. Tutto va sullo stesso tavolo e ognuno decide da sé da cosa partire.

Cosa si mangia a Natale in Finlandia?

Il grande protagonista gastronomico del Natale è il prosciutto di Natale. I Finlandesi attendono di mangiare questa prelibatezza tutto l’anno. Il prosciutto di Natale viene consumato anche alle feste aziendali di Natale (pikkujoulut), ma per chi non partecipa a queste feste (come i più piccoli), l’unica occasione di mangiarlo è proprio il giorno di Natale. Il prosciutto viene comprato qualche giorno prima surgelato. Verrà poi fatto scongelare, ricoperto di pane grattugiato, alcune spezie, mostarda, bagnato con una birra non alcolica casereccia o acqua e cotto in forno per più di 10 ore (di solito un’ora per ogni chilo di carne). Il forno viene acceso la sera prima e il prosciutto è così pronto al mattino del giorno di Natale. Ma non caldo. Il prosciutto viene servito a fette molto sottili.

Inoltre si mangiano cibi tipici della gastronomia finlandese : salmone , stufato di renna al forno con bacche rosse, sformato di patate, carote, rapa svedese (lanttu), pane di segale, insalata mista e un assortimento di formaggi da cui non manca mai il leipäjuusto, formaggio di mucca fresco guarnito di marmellata di lakka.

L’albero di Natale in Finlandia

Dopo il cenone, la famiglia si riunisce per addobbare l’albero di Natale. L’albero di Natale in Finlandia è principalmente un abete vero. In Finlandia l’albero finto non va di moda e si rischia di essere giudicati negativamente se si adotta la soluzione albero di plastica. L’albero di Natale viene scelto nelle foreste adiacenti la casa (è legale) e prima della caduta delle prime nevi, già a novembre. Ognuno segna il proprio albero con un nastro colorato o un cartellino col proprio nome. L’albero viene tagliato qualche giorno prima di Natale o il 23 dicembre e portato in casa.

Gli addobbi dell’albero il giorno di Natale in Finlandia non sono molto differenti da quelli italiani, con palle di Natale e drappi colorati. Se c’è una differenza, è che in Finlandia, come sulle pizze, non c’è un limite: mettono drappi e palline finché possono, senza un vero senso o ordine logico.

L’arrivo di Babbo Natale e i tanti regali

Verso le 17 arriva Babbo Natale. Ma arriva davvero!

In Finlandia Babbo Natale non viene di notte, non scende dal camino e non si nasconde da occhi curiosi ma bussa la porta la Vigilia di Natale, entra e parla con tutta la famiglia, interroga i bambini se sono stati buoni durante l’anno e quindi meritevoli dei tanti regali che il simpatico vecchietto ha in dono. Joulupukki (Babbo Natale in finlandese) porta tantissimi regali a tutti i membri della famiglia. Le calze e i guanti di lana sono tra i suoi doni preferiti, ma anche caramelle di ogni genere e regali sia economici che costosi, fino a raggiungere anche dieci regali ciascuno.

Ma chi è Babbo Natale? Un membro della famiglia che non abita lontano, un amico o un vicino. Ma non solo, negli ultimi anni sono infatti stati tantissimi gli studenti che per guadagnarsi qualcosa durante la pausa invernale fanno i “Babbo Natale in affitto”, andando di casa in casa a portare doni ai più piccini e liberando la famiglia del fardello di trovare per quell’anno chi indossi la barba e il cappello rosso.

Dopo la consegna dei doni Babbo Natale se ne va, ma non prima di aver consumato un bicchierino e qualche dolcetto. Gli studenti “affittati” da molte famiglie spesso si ritrovano in poche ore parecchio brilli a cantare a bambini mai visti. Aperti i regali, il giorno della Vigilia del Natale volge lentamente al termine. La famiglia si riunisce a giocare a tavola o a guardare un film, bevendo vino rosso e glögi, il vin brulè finlandese.

La Santa Messa di Natale in Finlandia

La Messa di Natale è a mezzanotte del 24 dicembre, come in Italia. Molto popolari anche la messa delle sei di mattina, a mezzogiorno e alla sera.

Ricordiamo che la maggior parte della popolazione (più del 90%) è protestante quindi informatevi sul calendario delle celebrazioni cattoliche, sempre che non vogliate partecipare alla celebrazione del Natale luterano protestante.

Il Natale in Finlandia, tra parenti vivi e morti

Oltre all’immancabile sauna mattutina, è tradizione far visita ai parenti deceduti. Da questo punto di vista il Natale si può paragonare al 2 Novembre in Italia, quando i cimiteri sono affollati di visitatori. Ma non solo, visto che si è ormai usciti di casa, di solito il giorno seguente la Vigilia si fa visita ai parenti, ai nonni, agli zii e cugini più vicini. I cimiteri rimangono aperti con orario prolungato e senza illuminazione che viene sostituita dalle centinaia di candele che tutti portano sulle tombe dei propri cari. Uno spettacolo da non perdere.

[include file=/include/lsc.htm]

Il cenone di Natale viene mangiato di continuo durante l’arco dei due tre giorni di festa. Ci si siede a tavola tutti insieme solo una volta, poi il tavolo del buffet rimane lì pronto ogni qualvolta si voglia avere un altro po’ di quello che è rimasto.

[include file=/include/firma.htm]

Laskiainen, il Martedì Grasso finlandese

Il Laskiainen, ovvero la festa più… scivolosa dell’anno

Iniziare il periodo di digiuno e riflessione spirituale con una bella discesa in slittino e tanti bei maritozzi con la crema potrebbe sembrare eccessivo a noi Italiani… ma per i Finlandesi è la regola.

Aspettare la Pasqua… scivolando

Laskiainen è una festa articolata su due giorni, la domenica (Laskiaissunnuntai) e il martedì successivo (Laskiaistiistai), sette settimane prima di Pasqua. Il Laskiaistiistai corrisponde al nostro Martedì Grasso, e come il nostrano Carnevale è un momento di gioia e umorismo generale. Durante questa giornata tutti quanti, giovani e meno giovani, si ritrovano nei parchi muniti di slittino, bob o immancabile bustona di plastica. Durante il Laskiainen si fanno due cose: si scivola tutti insieme sfruttando ogni discesa coperta di neve e si gustano le squisite laskiaispullat, molto simili ai nostri maritozzi alla panna. Per il pomeriggio del Laskiaistiistai le associazioni studentesche delle diverse università e scuole applicate organizzano delle feste all’aperto con musica, bevande e dolciumi, oltre vere competizioni a chi realizza la slitta più bizzarra con cui discendere da una collina locale (a Helsinki è tradizione scivolare giù per Tähtitorninmäki, la collina del vecchio Osservatorio Astronomico dalle parti del terminal Olympia, vicino il parco Kaivopuisto). In queste occasioni non è raro vedere divani e vasche da bagno sfrecciare giù per i pendii innevati.

Il nome “Laskiainen” deriva dal verbo laskea che vuol dire “contare”, poiché era l’inizio della conta dei 40 giorni di digiuno quaresimale. Dal momento che però in finlandese laskea significa anche “discendere”, “scivolare”, ecco spiegate le origini della tradizione dello scivolare giù per la collina, senza considerare il fatto che sia un divertimento a costo zero, e quindi l’unico praticabile dai contadini e braccianti agricoli nei secoli scorsi.

[include file=/include/lsc.htm]

I cibi tradizionali del Laskiainen erano molto poveri e semplici. Ovviamente non contenevano carne (proibita nella Quaresima) ma questo divieto era aggirato parzialmente facendo affumicare i piatti assieme al prosciutto o altre parti del maiale. Le laskiaispullat apparvero solo nel 1800. Esse sono disponibili in tre squisite varietà: con la panna montata, con il marzapane e con la marmellata di fragole.

[include file=/include/firma.htm]

Capodanno in Finlandia

Capodanno in Finlandia

Intrigati dal Nord? Volete passare un Capodanno alternativo? La Finlandia vi offre la possibilità di finire l’anno tra palle di neve e concerti di musica dal vivo…o magari abbracciati ad ammirare un’aurora boreale. Ma occhio a preparare bene la valigia perché d’inverno, in Finlandia, può essere davvero freddo.

In Finlandia Capodanno è una festa da passare con gli amici. Spesso festeggiando a casa per poi finire per strada, a mezzanotte, a brindare.

Per Capodanno non aspettatevi dei cenoni costosissimi come da noi in Italia. In Finlandia il Capodanno si festeggia principalmente a casa con gli amici, chiacchierando, bevendo e uscendo per strada a mezzanotte a brindare, specialmente a Helsinki, dove di solito è organizzata la festa con i fuochi d’artificio.

Brindiamo al nuovo anno

L’aspetto più interessante di Capodanno è la non puntualità dei Finlandesi nel festeggiare lo scoccare della mezzanotte. In Italia siamo molto pignoli, mentre in Finlandia molto spesso si sta facendo la conta finale quando nella casa a fianco stanno già brindando, o viceversa.

L’ultima festa di un lungo Dicembre…

Dicembre è un mese ricco di feste in Finlandia. I Finlandesi iniziano a festeggiare il Natale già a Novembre con le famose feste natalizie, aziendali e non (pikkujoulut). L’ultima festa dell’anno è naturalmente Capodanno, che è vista come una festa “normale”: questo significa che i locali non alzano il prezzo del biglietto d’entrata. L’entrata ai locali è quasi sempre tra i 5 e i 10 euro (come avviene tutto l’anno). Informatevi se è possibile acquistare il biglietto in prevendita e se questo vi dà diritto a saltare la fila per entrare, visto che a Capodanno le code per entrare nei locali si allungano più del solito. Gli orari di apertura sono sempre gli stessi quindi non aspettatevi di fare mattina in discoteca. Alle 3.30, come da regola, inizieranno a mandarvi fuori.

E attenzione: la notte di Capodanno la temperatura potrebbe essere davvero bassa, quasi sicuramente sotto lo zero per tutta la notte. Preparatevi a lunghe code per prendere un taxi o un autobus. Il servizio non viene potenziato a Capodanno e ci si può ritrovare fuori al freddo, in coda, ad aspettare per troppo tempo.

Capodanno a Helsinki

Per l’ultimo dell’anno la città di Helsinki organizza un concerto nella Piazza del Senato, Senaatintori, al centro della città. Allo scoccare della mezzanotte c’é anche un bellissimo spettacolo pirotecnico. A settembre, un concorso a Töölönlahti, la baia nel cuore della città, sancisce il miglior organizzatore di fuochi d’artificio, che come premio avrà l’onore (e l’onere) di illuminare la notte della capitale finlandese il 31 dicembre.

Il centro città, specialmente Piazza del Senato e la via commerciale Aleksanterinkatu sono piene di gente, che dopo la mezzanotte si muove verso i locali notturni di Helsinki.

Capodanno in Lapponia

E’ possibile passare un Capodanno estremo in Lapponia a patto che ricordiate di mettere in valigia vestiti che vi tengano al caldo anche a -30 gradi. Se siete fortunati, potrete brindare al nuovo anno sotto ad un’aurora boreale da sogno. Scaldarsi davanti al fuoco in una kota (tenda lappone), partire per un safari artico con le slitte o fare una sauna sono solo alcune delle numerose attività che potrete fare durante una breve vacanza sopra al Circolo Polare Artico.

Come vestirsi per passare il Capodanno in Finlandia

Di solito a Capodanno ci si veste eleganti, ma molti si vestono anche casual e sicuramente non sfigurerete con abiti più confortevoli.

Se il vostro programma prevede invece di passare la serata fuori allora non sottovalutate il clima. Vi consigliamo una calzamaglia, calzini di lana e una maglietta termica sotto ai vestiti normali. Una giacca che vi ripari dal freddo ed eventualmente dal vento è essenziale. Ma siamo sicuri che se avete già passato qualche giorno in Finlandia il clima del 31 dicembre non vi prenderà così alla sprovvista.

Se poi continuate la festa in un locale allora vi consigliamo le scarpe di ricambio. Non è inusuale per tutto l’inverno arrivare in un locale e togliere gli scarponi invernali (che possono essere consegnati al guardaroba) e indossare scarpe più eleganti. Fate attenzione: il ghiaccio sulle strade può creare zone sdrucciolevoli, e una suola di gomma è preferibile a quella di cuoio di una classica scarpa elegante.

Gennaio, il mese “tipaton”

Il primo giorno dell’anno è un giorno speciale per molti Finlandesi. E’ l’inizio del tipaton tammikuu, ovvero il Gennaio senza alcool. Dopo un dicembre ricco di feste ad alto contenuto alcolico, quali i Pikkujoulut ad esempio, i Finlandesi sentono il bisogno di un mese per disintossicarsi. E gennaio è il mese in cui Alko, il monopolio di stato unico rivenditore per alcolici forti, vende meno alcool in assoluto di tutto l’anno.

[include file=/include/lsc.htm]

Scopri il tuo futuro in una scultura di stagno. A capodanno in Finlandia è tradizione disciogliere una pezzo di stagno in un cucchiaino da te o in un pentolino e far colare questo liquido dentro un recipiente contenente acqua fredda. Lo stagno a contatto con l’acqua si solidificherà in pochi attimi e la “scultura” che otterrete vi dirà qualcosa sul vostro futuro.

[include file=/include/firma.htm]

Feste e tradizioni in Finlandia

Come ogni nazione, anche la Finlandia ha tantissime feste e tradizioni

In Finlandia sono numerose le ricorrenze, le feste e le tradizioni che ogni mese portano il popolo finlandese a celebrare a casa, per strada, nei parchi, nei cottage estivi o nei locali notturni. Tra le ricorrenze più sentite ci sono indubbiamente il Natale e il Primo di Maggio, ma queste sono solo due delle numerosissime feste, di cui parleremo qui.

“Qualsiasi ragione è buona per mettersi in maschera e divertirsi insieme”

Feste principali in Finlandia

Le feste principali in Finlandia sono il Natale e la Pasqua, ma anche il Primo Maggio e la Festa di Mezza Estate.

Natale in Finlandia – Joulu

La ricorrenza più sentita è sicuramente il Natale. Babbo Natale è nato in Finlandia e le celebrazioni cominciano già a novembre. Il Natale viene in realtà festeggiato il 24 dicembre e trascorso rigorosamente in famiglia. Un Italiano che passa il Natale in Finlandia sarà colpito dalla quantità di regali che i Finlandesi si scambiano, anche dieci ciascuno.

Pasqua in Finlandia – Pääsiäinen

La Pasqua in Finlandia comincia alla mattina presto, quando i bambini si vestono da streghe e vanno a bussare alla porta dei vicini, chiedendo cioccolatini e caramelle in cambio del “salvataggio” dagli incantesimi malefici. Dopo l’immancabile sauna, così come alla festa di San Giovanni, anche a Pasqua è di tradizione avere un grande falò per ogni villaggio, per spaventare le streghe e i mostri della foresta. Il Venerdì Santo (pitkäperjantai) è festivo, come una domenica.

Primo di Maggio in Finlandia – Vappu

Se dovete visitare la Finlandia per un giorno solo, fatelo durante il Primo di Maggio, chiamato Vappu qui in Finlandia. Tutti i Finlandesi si riversano nelle strade e nei parchi sia il 30 aprile che il Primo Maggio, felici, colorati, celebrando la festa dei lavoratori ma soprattutto quella degli studenti.

Festa di mezz’estate in Finlandia – Juhannus

Juhannus, la festa che celebra l’estate e la luce. Se passate dalla Finlandia durante la festa di San Giovanni, non vedrete quasi nessuno in giro in città, ma di sicuro vedrete fumo in lontananza. Per Juhannus i Finlandesi vanno di solito ai cottage estivi con amici o famiglia e accendono falò.

Altre feste importanti

Durante l’anno ci sono altre feste importanti per i Finlandesi. Tra queste le famose feste prenatalizie e la festa della Mamma, ma non solo…

Feste prenatalizie in Finlandia – Pikkujoulut

Da fine novembre a metà dicembre in Finlandia è costume organizzare feste prenatalizie, pikkujoulut, nate come feste aziendali e divenute col tempo consuetudine anche tra amici e associazioni sportive. Praticamente ogni weekend di dicembre è occupato da un pikkujoulut, una festicciola dove bisogna vestirsi molto eleganti, bere a dismisura e… pentirsene il giorno dopo.

Festa della Mamma in Finlandia – Äitienpäivä

La seconda domenica di maggio è celebrata la festa della Mamma. La tradizione vuole che i bambini si sveglino presto la mattina, preparino la colazione alla madre e gliela portino a letto, dove i bambini passeranno un po’ di tempo nel letto materno.

Capodanno in Finlandia – Uuden vuoden aatto

Il Capodanno finlandese altro non è che un normale sabato sera. Le temperature proibitive non permettono di stare a lungo all’aperto. Anche nelle grandi città si va in piazza 10 minuti prima della mezzanotte, per rientrare al caldo 20 minuti dopo.

Eurofestival – Eurovision Song Contest

Spettacolo televisivo di fine maggio, l’Eurovision Song Contest, una specie di Festival di Sanremo internazionale, è il programma non sportivo più visto del mondo ed è molto famoso anche in Finlandia, così famoso che il sabato dell’Eurovision non vedrete nessuno per le strade fino al termine dello spettacolo, intorno all’una di notte.

La Finlandia ha (incredibilmente) vinto l’Eurovision Song Contest nel 2006 con la rock band LORDI grazie allla hit “Hard Rock Hallelujah”

Halloween in Finlandia

Visto che non si celebra il Carnevale, il primo sabato di novembre (pyhäinpäivä) viene “preso in prestito” Halloween dalla cultura anglosassone. Ovunque in città ci sono feste e le discoteche sono piene di qualsiasi personaggio immaginabile.

Festa di inaugurazione della casa – Tuparit

Una tradizione finlandese è celebrare un nuovo appartamento o casa con una festa tra amici. La casa non ha veramente vita, finché questa festa non è stata celebrata. La tradizione vorrebbe che il regalo da fare agli abitanti sia sale e pane di segale ma ormai si portano regali di ogni tipo. L’unico elettrodomestico necessario è la macchina per fare il caffè.

Matrimonio e dintorni

I Finlandesi amano celebrare la famiglia, dal fidanzamento al battesimo del neonato, passando per matrimonio e dintorni.

Festa di fidanzamento ufficiale in Finlandia – Kihlaus

In Finlandia il fidanzamento ufficiale può avvenire anche tre anni prima del matrimonio, e viene celebrato con una festa in cui s’invitano vicini e amici e familiari. Tutti portano un regalo che sia di buon auspicio alla coppia e li aiuti nei primi momenti di vita insieme.

Addio al celibato o nubilato in Finlandia – Polttarit

L’addio al celibato finlandese si può organizzare anche mesi prima del matrimonio. Si “rapisce” il malcapitato alla mattina presto e si riconsegna ore o giorni dopo. Una delle ricorrenze preferite negli addii al celibato è travestire il futuro sposo in modo ridicolo e farlo girare per il centro cittadino, dove dovrà compiere ogni sorta di gioco per gioia dei partecipanti, tra cui vendere buffi oggetti.

L’addio al nubilato in Finlandia è molto particolare. Solitamente le ragazze si riuniscono al mattino e poi seguono una procedura, che prevede, tra le altre cose, la sauna, con un rituale molto antico per verificare l’amore per il futuro sposo. Anche le ragazze come gli uomini vanno in giro per la città. Solitamente tutte le partecipanti si vestono in modo uguale e la futura sposa porta qualche buffo accessorio.

Matrimoni – häät

Il matrimonio finlandese è leggermente diverso dal tipico matrimonio nostrano. Innanzitutto è molto raro che gli sposi si comprino i vestiti nuziali. Gli sposi in Finlandia sono soliti affittare sia il vestito di lui che quello di lei. Se uno dei due decide di comprarne uno, questo sarà probabilmente rivenduto.

Il pasto è sempre a buffet, come nella tradizione dei pasti in Finlandia e solitamente è presente una band che suona canzoni tipiche finlandesi. Il matrimonio finlandese è molto più basso profilo rispetto ad un italiano e questo perché di solito sono gli sposi stessi a pagare il tutto (e non le famiglie, come spesso avviene in Italia) e i partecipanti non superano mai il centinaio. .

Visto che solitamente gli sposi vivono già insieme da parecchi anni, il matrimonio non si conclude mai con gli sposi in viaggio per una luna di miele, ma finisce spesso in discoteca con i partecipanti.

Battesimo in Finlandia – Kastajaiset

Il battesimo è una celebrazione molto importante in Finlandia. Non tanto per il suo significato religioso, quanto perché prima del battesimo il nascituro non ha nome! I genitori dei bimbi appena nati hanno tre mesi per registrare il nome all’anagrafe, e prima di quel giorno non si usa dire a nessuno il nome scelto. In Finlandia quindi, nelle prime settimane (o mesi) di vita, si guarda se il nome scelto può essere effettivamente accostato al carattere del bambino.

Varpajaiset

Quando nasce un bambino, il padre finlandese aiuta molto in casa. Per questo all’incirca un mese o due dopo la nascita, il padre celebra con alcuni amici maschi il cosiddetto varpajaiset, che prevede una sauna, cena e notte in discoteca, per togliersi, almeno per una sera, lo stress dell’essere neo-padre.

Altre ricorrenze

Altre ricorrenze particolari in Finlandia sono il carnevale, i funerali e… il mese di gennaio.

Gennaio senza bere in Finlandia – Tippaton

Se Dicembre è il mese più alcolico dell’anno per colpa delle Piccole Feste di Natale, Gennaio è il mese meno alcolico di tutti. La tradizione vuole che Gennaio sia il cosiddetto mese tippaton, ovvero, senza goccia. Per pulirsi il corpo, e la mente.

Carnevale in Finlandia

Il Carnevale, in Finlandia, non viene festeggiato mascherandosi. Il martedì grasso (laskiaiset), c’è l’usanza di lanciarsi con slittini nei parchi e per le pendenze innevate. Quasi in ogni altra festa è usanza avere costumi allegri e simpatici e i Finlandesi non hanno quindi bisogno di un ulteriore tradizione in cui vestirsi in modo eccentrico.

Funerali in Finlandia – Hautajaiset

I funerali finlandesi si discostano un po’ dal modello italiano. Innanzitutto non è tradizione vedere il morto, come da noi. Il funerale poi avviene anche quattro settimane dalla morte e si riceve un invito per la partecipazione. In Finlandia, è buona tradizione offrire cioccolatini e caffè ai partecipanti del funerale.

[include file=/include/firma.htm]

Lo sapevi che…?

Molto curioso è il fatto che in Finlandia i partecipanti a queste feste, dai matrimoni alle feste di Natale, raggiungano il posto indicato in taxi o in autobus, per potersi concedere anche un bicchiere in più.

Juhannus

Juhannus: la festa di mezza estate e anche festa della luce

La festa di Juhannus si festeggia ogni anno il sabato tra il 20 e il 26 giugno. Juhannus è una delle più sentite in Finlandia e porta i Finlandesi a stretto contatto con la natura.

Scopri l’incontaminata natura finlandese in un giorno che non finisce mai!


La festa di Juhannus (San Giovanni in italiano) è la festa della luce e si celebra infatti in corrispondenza del solstizio d’estate. In questo periodo in Finlandia le giornate sono lunghissime e, in Lapponia, si può addirittura vedere il sole alto a mezzanotte!

L’origine religiosa della festa ricorda S.Giovanni Battista, che viene celebrato il 24 giugno. Nei Paesi Nordici, e quindi anche in Finlandia, la festa di Juhannus viene chiamata festa di mezza estate, poiché si identifica in quel periodo la metà della breve estate finlandese.

Se vi capita di essere in Finlandia nel periodo di Juhannus, potrete sicuramente notare che le città sono praticamente deserte. I Finlandesi, infatti, passano il fine settimana di Juhannus nei loro cottage (mökki) sul lago, poiché è il periodo migliore dell’anno per godersi attività all’aperto vista la lunghezza delle giornate. Infatti il giovedì e venerdì che precedono la festa di Juhannus le strade che portano fuori dalla città sono spesso intasate.

Nei mökki i Finlandesi trascorrono molte ore fra saune caldissime, tuffi nella fresca acqua del lago, sorseggiando birra o sidro a seconda dei gusti. Come generalmente succede nelle feste, parecchio alcool viene consumato. Inoltre, sono molto comuni le grigliate di carne o verdure, dove non mancheranno le tipiche makkara, le famose salsicce finlandesi. A volte si griglia anche del pesce, pescato direttamente dal lago.

Altra tradizione, specialmente nel Sud della Finlandia, è quella di fare un grande falò (juhannuskokko) sulla spiaggia o in spazi aperti. Il significato di ciò è quello di spaventare gli spiriti malvagi.
[include file=/include/lsc.htm]

Anticamente a Juhannus si usava fare grandi pulizie annuali della casa. Questa tradizione è ancora oggi conservata in alcune famiglie. Inoltre venivano appese nelle scale, alle porte e alle finestre, delle coroncine realizzate con ramoscelli di betulla. Questi ramoscelli sono anche utilizzati a mazzetti nella sauna come abbellimento.

[include file=/include/firma.htm]

Vappu

Festa del Primo Maggio finlandese

La festa dei lavoratori e la festa degli studenti, il Primo Maggio è in Finlandia la festa non religiosa più sentita dell’anno. I festeggiamenti si protraggono non-stop per 48 ore e comprendono tutte le generazioni, dai bambini agli adulti.
La festa di primavera in grande stile: picnic, alcool e berretto bianco! Il Primo Maggio come non l’avete mai visto!

Se vi trovate nei paraggi di Helsinki, comprate qualcosa per fare un picnic, a Kaivopuisto più di 50 mila persone ogni anno festeggiano il ponte del Primo Maggio in un clima di pura allegria.

Il Primo Maggio è celebrato in Finlandia anche di più dell’ultimo dell’anno. Il Primo Maggio rappresenta la fine del lungo inverno scandinavo e l’arrivo della primavera. Non è solo la festa dei lavoratori, ma anche la festa degli studenti finlandesi.

Il Primo Maggio è conosciuto come Vappu e si festeggia in tutte le città finlandesi, in particolare è molto famoso il Vappu ad Helsinki.

La festa del Primo Maggio comincia il giorno prima, il 30 Aprile, un po’ come succede in Olanda per la Festa della Regina.

Il Primo Maggio celebra infatti anche la fine delle lezioni e, infatti, il 30 aprile orde di ex e nuovi studenti si riuniscono nelle strade per festeggiare l’evento. Tutti indossano l’ylioppilaslakki o più brevemente lakki, il cappello bianco con visierina nera tipico di chi si è diplomato al liceo (lukio).

È molto affascinante vedere anziani di 80 anni insieme a studenti di 18, tutti con il lakki e alcuni pure con l’immancabile haalari, la tuta integrale degli studenti universitari. Tutti i partecipanti manifestano così l’orgoglio di essere stati in grado di finire l’unica scuola che permette di accedere all’università.

Con gli studendi festeggiano anche i lavoratori, perché non dimentichiamo che il Primo Maggio è anche in Finlandia la Festa dei lavoratori.

L’usanza vuole che in ogni città finlandese gli studenti di un’università diversa si riuniscano attorno alla statua più rappresentativa della città per lavarla e adornarla con il lakki. È il segnale che inaugura l’inizio del Vappu e apre i festeggiamenti, nelle strade e nei locali, accompagnati dalle giornate ormai lunghissime (16 ore di luce in media) e attendendo con ansia il giorno dopo, quando comincia il vero e proprio Vappu.

Durante il Primo Maggio ci si riunisce con amici e familiari e si celebra la festa con uno dei più grandi picnic comuni del mondo. In ogni città finlandese, la stragrande maggioranza degli abitanti, tempo permettendo, occupa il parco principale della città dalle prime ore del mattino con coperte, tavoli e gazebo. Per il picnic è ammesso di tutto, anche grigliate sul posto, ma quasi tutti i partecipanti hanno almeno una bottiglia di prosecco e un munkki, (una ciambella tipica della stagione) ciascuno.

Vestiti con maschere e accessori più inusuali, la Festa del Primo Maggio finlandese diventa un vero e proprio carnevale di colori e allegria. Inoltre, come ogni festa finlandese che si rispetti, l’alcool scorre a fiumi.

Solitamente verso le tre del pomeriggio le famiglie coi bambini si ritirano e rimangono per lo più studenti e giovanissimi, che occuperanno i parchi fino a che le gambe reggono o finché ci sarà dell’alcool disponibile.

Il Vappu ad Helsinki

La capitale finlandese ospita il più suggestivo e tipico Primo Maggio finlandese, che come partecipazione ricorda il concerto del Primo Maggio a Roma.

Il 30 aprile una grandissima folla si riunisce nel primo pomeriggio per le strade del centro. Alla vigilia del Vappu infatti gli studenti di un’università – ogni anno ne viene designata una a rotazione tra quelle di Helsinki – procedono a lavare la statua di Havis Amanda a Kauppatori con detersivi e grandi spazzoloni. Dopodiché alle 18 in punto viene posto il lakki sulla statua, come una vera e propria cerimonia d’investitura. In questa festa la maggior parte degli studenti indossa l’haalari, la tipica e colorata salopette universitaria dei Paesi Nordici.

Le strade tra Esplanadi e Senaatintori e tutti i locali della città sono piene di gente fino alle ore piccole della notte. Il giorno dopo, il Primo Maggio, quasi tutti gli abitanti di Helsinki si ritrovano per l’usuale picnic di Vappu a Kaivopuisto. Il parco ospita decine di migliaia di persone, molte delle quali con il lakki, alcune con l’haalari, ma tutte con un bicchiere in mano. Le scene del Vappu a Helsinki sono tra le più memorabili della vita finlandese e non solo perchè Kaivopuisto si affaccia sulla baia di Helsinki di fronte a Suomenlinna e all’arcipelago, ma per le stranezze a cui si assiste. Roulotte parcheggiate nel mezzo del parco, gazebo immensi, sfide tra cori e balli sono infatti solo alcune delle tipiche situazioni da Primo Maggio ad Helsinki che non dimenticherete facilmente.

Per gli amanti della musica techno, ci sono a Kaivopuisto durante il Vappu di solito anche due sound system all’aperto (tempo permettendo).

[include file=/include/lsc.htm]

Alcuni finlandesi costruiscono vere e proprie saune, che agganciano ad automobili e camper. Le portano a Kaivopuisto e fanno la sauna in mezzo ai partecipanti del Vappu, completamente nudi, per poi tuffarsi in mare. Anche questa è una di quelle scene che non scorderete tanto facilmente.

[include file=/include/firma.htm]