Le zanzare in Finlandia

Le leggendarie zanzare finlandesi, sono davvero temibili come si dice?

La Finlandia, anche a causa dell’estensione delle sue aree naturali, ospita tutta una serie di insetti particolarmente irritanti. Difficili da notare se rimanete nei pressi dei maggiori centri abitativi, vi perseguiteranno in estate in paesi più piccoli, in campagna e nelle vicinanze dei laghi.
Fatevi mangiare vivi da sciami di zanzare!
Le zanzare in Finlandia

Fra gli animali più temibili ci sono sicuramente le zanzare finlandesi, che nell’immaginario comune sono fra le più feroci del mondo. Le zanzare, o hyttyset in finlandese, sono particolarmente comuni nella stagione estiva nelle vicinanze dei laghi e in Lapponia, soprattutto dopo un rovescio temporalesco. Le specie finlandesi non sono pericolose in senso stretto (non trasmettono malattie come la malaria, ad esempio), ma sono famose per il singolare suono che producono mentre puntano la preda, e i loro morsi possono causare forti pruriti.

Come di consueto anche le zanzare finlandesi sono più attive nelle ore che precedono l’alba e il tramonto…peccato che nell’estate finlandese il concetto vada ad allungarsi significativamente durando moltissime ore!
Se avete deciso di passare Juhannus (solstizio d’estate) in un cottage, in un parco nazionale o comunque non in città, ricordate di portare tutto l’occorrente per proteggervi efficacemente dalle zanzare:

– repellente spray
– anti-allerergici
– magliette con maniche lunghe e pantaloni lunghi
– cappello protettivo con retina per le vacanze più estreme

I negozi finlandesi vendono varie sostanze repellenti: fate attenzione però se le spruzzate sopra a certi tessuti, come ad esempio calze di nylon, potrebbero danneggiarli. L’antizanzare Off, la cui vendita è illegale in molti paesi, è sicuramente il più venduto ed utilizzato.

Se siete avventurosi e volete girare la Finlandia in tenda, assicuratevi di avere perlomeno il retino protettivo anti-zanzare, o le vostre notti potrebbero trasformarsi in un vero e proprio inferno. Anche alcuni anti-allergici potrebbero essere utili, in quanto sono in grado di neutralizzare i morsi delle zanzare a priori.

Le zanzare a Helsinki

Girando per Helsinki, in qualunque stagione, non avrete mai il problema delle zanzare. Potreste essere punti, questo sì, ma è più un evento raro. Il problema zanzare si verifica solo spostandosi in zone di campagna, appena fuori i centri abitati.

[include file=/include/lsc.htm]

Un altro tipo di insetto finlandese particolarmente temuto è lo hirvikärpänen, una specie di mosca che si lancia fra i capelli o nelle barbe perdendo le ali e andando a nascondersi in profondità. Vivono principalmente nelle foreste, e raramente mordono gli umani, essendo gli animali le loro “vittime” naturali. Nello sfortunato caso in cui doveste incontrarne uno, ricordatevi che potete usare un pettine per zecche per rimuoverlo.

[include file=/include/firma.htm]

Parchi Nazionali in Finlandia

Una vista ai Parchi Nazionali in Finlandia

Sul territorio finlandese sono istituiti 35 Parchi Nazionali e 19 Riserve Naturali Protette. Il Metsähallitus (la Guardia Forestale finlandese) è l’ente nazionale preposto alla gestione di questo immenso patrimonio naturalistico.
L’amore per la Natura dei Finlandesi si esprime anche attraverso una fitta rete di parchi nazionali che danno la possibilità di conoscere la Finlandia e capire meglio il carattere dei Finlandesi.

orso parco nazionale finlandese

Se siete appassionati della natura e avete tempo di visitare la Finlandia, dovete assolutamente includere una visita ad un parco nazionale finlandese. Rimarrete sconvolti dalla cura con cui questi parchi vengono gestiti. Percorsi sempre curati sia in estate che in inverno, numerose aree per la sosta, sia per picnic che per dormire e la possibilità di accendere fuochi in aree predisposte con la legna già tagliata e accessibile gratuitamente. In Finlandia si può campeggiare e fare picnic liberamente in qualunque area ed è sempre ammessa la raccolta di funghi e frutti di bosco. Liberamente significa che oltre alle normali aree adibite per il campeggio, a pagamento, è possibile campeggiare teoricamente in qualunque bosco o parco o persino terreno privato purché non si disturbi il proprietario.

Finlandia Meridionale – Parchi Nazionali

Parco Nazionale Nuuksio

Il Parco Nazionale Nuuksio si trova a Espoo, a meno di un’ora di autobus da Helsinki. Nuuksio è la meta ideale per chi vuole sfuggire alla confusione della città e pianificare escursioni di uno o due giorni. Il parco è ben attrezzato, i sentieri raggiungono i 33 chilometri ma ce ne sono due più piccoli, di due e sette kilometri. Tutti i percorsi sono ben segnalati e si possono ammirare numerosi laghi. E’ il terzo parco nazionale più visitato in Finlandia.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/nuuksio/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale Repovesi

Il Parco Nazionale Repovesi è il sesto parco nazionale in quanto a visite annuali. La sua vicinanza a Helsinki (circa due ore) e la sua unica bellezza lo rendono tra le mete preferite dei Finlandesi. Il parco offre innumerevoli possibilità per chi ha voglia di immergersi nella natura incontaminata e selvaggia. Presenti nel parco numerose colline (rare in Finlandia, soprattutto al sud) e una volta raggiunta la cima è possibile ammirare panorami mozzafiato, compresi laghi dalle acque cristalline. Se siete fortunati potrete incontrare anche lo scoiattolo volante (Pteromys volans).
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/repovesi/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale del Golfo di Finlandia Orientale (Eastern Gulf of Finland National Park)

Questo parco si trova nella parte meridionale della Finlandia al confine con la Russia. Sono organizzate visite in barca per esplorare l’arcipelago e ammirare le numerose specie di uccelli.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/gulfoffinland/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale dell’arcipelago di Ekenäs

L’intero parco è costituito su un territorio al 90% acqua e il 10% isole dell’arcipelago di Nyland, a sud-ovest di Helsinki. Offre numerose possibilità di escursioni in barca.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/ekenasarchipelago/Pages/Default.aspx

Altri parchi in Finlandia Meridionale:

Liesjärvi
Päijänne
Torronsuo
Valkmusa

Parchi Nazionali in Lapponia

Seppur i parchi della Finlandia meridionale sono molto belli, la vera Natura finlandese è visibile al Nord, dove l’uomo ancora non è arrivato se non solo in piccola parte. In tutte le stagioni il Nord della Finlandia offre spettacoli naturali e visivi fantastici, dall’aurora boreale d’inverno, alla ruska d’autunno, passando naturalmente per estati con 24 ore di luce e inverni pieni di neve.

Parco Nazionale Urho Kekkonen

Il Parco Nazionale dedicato all’ex presidente della Repubblica Urho Kekkonen è il più esteso Parco Nazionale della Finlandia e il secondo come numero di visite annuali. La parte ovest del parco è segnalata con sentieri che permettono le esplorazioni anche per escursionisti non esperti mentre la parte est è totalmente incontaminata e si consiglia solo ad escursionisti esperti di avventurarsi in queste aree in quanto anche la copertura del cellulare non è sempre garantita.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/urhokekkonennationalpark/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale Pallas-Yllästunturi

Il parco nazionale di Pallas-Yllästunturi è il quinto parco più visitato in Finlandia. Si trova a Nord-Ovest della Finlandia, vicino al confine con la Svezia.
Gli scenari di questo parco sono dominati da colline (tunturi) immerse in foreste su cui l’intervento umano è praticamente assente. I sentieri permettono di esplorare il parco durante l’estate, a piedi, o in inverno muniti di sci da fondo.
La zona è famosa non solo per il parco nazionale (istituito nel 2005) ma anche per la sua fama come rinomata località sciistica.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/pallasyllastunturi/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale Lemmenjoki

Lemmenjoki è il parco nazionale più a Nord in Finlandia, esteso lungo il confine con la Norvegia. Tipico panorama della Lapponia: laghi, fiumi e acquitrini.
Si può raggiungere questo parco volando da Helsinki a Ivalo e poi prendere il bus che effettua servizio diretto fino al parco. Come tutti i parchi finlandesi il parco Lemmenjoki è ben organizzato e numerose sono le aree per campeggiare. Presenti anche cottage (baite in legno) e tantissimi percorsi segnalati per il turista in cerca di escursioni avventurose. In questo parco vivono l’orso bruno e il lupo.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/lemmenjoki/Pages/Default.aspx

Altri parchi in Lapponia

Perämeri
Pyhä-Luosto
Riisitunturi
Syöte

Ostrobotnia settentrionale e Kainuu – Parchi Nazionali

Parco Nazionale Oulanka

Il Parco Nazionale Oulanka è il più visitato in Finlandia. Situato tra le regioni di Kuusamo e Salla, nella parte Est della Finlandia al confine con la Russia, è una meta prelibata per gli amanti del trekking, forse anche per la presenza delle caratteristiche cascate di Kiutaköngäs.

Il famoso sentiero Karhunkierros, l’anello dell’Orso, si snoda per 80 km e offre un’esperienza unica per il turista amante dell’avventura. Esiste anche una versione ridotta di 12 km di questo sentiero chiamata Pieni Karhunkierros (il piccolo anello dell’orso). Le foreste in questo parco sono incontaminate. http://www.outdoors.fi/destinations/trails/karhunkierros80km/Pages/Default.aspx

Altri parchi nella zona

Hiidenportti
Rokua
Syöte

Finlandia Occidentale – Parchi Nazionali

Parco Nazionale dell’Arcipelago

L’arcipelago tra Turku e Stoccolma si è formato durante l’era glaciale. Oggi è un parco nazionale che può essere visitato utilizzando la propria barca, i traghetti o le visite guidate organizzate da diverse compagnie con partenza da Turku, Kasnäs o Hanko. E’ il quarto parco nazionale più visitato in Finlandia. http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/archipelago/Pages/Default.aspx

Parco Nazionale Seitseminen

Il Parco Nazionale Seitseminen si trova a Nord di Tampere ed è la meta ideale per uno o più giorni di trekking.
http://www.outdoors.fi/destinations/nationalparks/seitseminen/Pages/Default.aspx

Altri parchi in Finlandia Occidentale:

Helvetinjärvi
Isojärvi
Kauhaneva-Pohjankangas
Kurjenrahka
Lauhanvuori
Leivonmäki
Puurijärvi e Isosuo
Pyhä-Häkki
Salamajärvi

Finlandia Orientale – Parchi Nazionali

Koli
Kolovesi
Linnansaari
Patvinsuo
Petkeljärvi
Repovesi
Tiilikkajärvi

Per gli amanti della natura in cerca di escursioni questo è il link da seguire (in inglese):
http://www.luontoon.fi/

Qui una semplice mappa dei parchi nazionali

[include file=/include/lsc.htm]

In Finlandia esiste un istituto giuridico chiamato Diritto di Pubblico Accesso (Jokamiehenoikeus) che dà il diritto ad ogni persona di godere della Natura, seppur entro certi limiti. Ogni persona ha il diritto di attraversare qualunque parte del territorio, campeggiare in qualunque area e raccogliere frutti selvatici. Le uniche limitazioni sono relative al non disturbare la fauna http://www.guidafinlandia.it/informazioni/natura-informazioni/fauna-finlandese/, non danneggiare la flora e, nelle proprietà private, a volte è necessario richiedere il permesso al padrone della terra. La pesca senza mulinello è sempre permessa.

[include file=/include/firma.htm]

La flora finlandese

La Finlandia, con le sue foreste sconfinate, i suoi laghi e la gelida tundra costituisce l’habitat per migliaia di specie animali e vegetali.

Distese sconfinate di foreste, funghi, bacche, piante di ogni tipo… che la terra mitica di Iperborea, di cui parlavano i Greci, fosse proprio la Finlandia?

Condizioni estreme ed equilibri delicati: la flora della Finlandia è un vero e proprio gioiello della Natura.

Flora e fasce climatiche

La ripartizione delle specie vegetali sul territorio dipende largamente, oltre che dalle caratteristiche del suolo, anche dalle condizioni climatiche. La Finlandia è caratterizzata da tre fasce climatiche principali:
1) clima emiboreale, nella parte della costa meridionale;
2) clima boreale delle foreste, costantemente umido e con estate breve e fresca, dal sud fino ad arrivare alla Lapponia centro-meridionale;
3) clima tundrico nella Lapponia settentrionale.

Fascia emiboreale – Costa Meridionale

I boschi finlandesi della fascia emiboreale sono principalmente caratterizzati da conifere, tra cui pini (mänty) e abeti (kuusi), che rappresentano la specie prevalente. Sono anche presenti specie arboree latifoglie, come la betulla bianca (koivu) e, in certa misura, il nocciolo, l’acero, e il tiglio. I boschi finlandesi sono fitti, a crescita elevata e alti, come nella fascia boreale, ma è presente anche uno strato di sottobosco, con arbusti quali il pado e il ribes, meno comune più a nord.

Fascia boreale delle foreste – dal sud fino alla Lapponia

Detta anche taiga o fascia settentrionale delle conifere, questa fascia è caratterizzata da fitte foreste di conifere, con sporadica presenza di betulle. La specie dominante è l’abete, nella parte meridionale, e il pino in quella settentrionale. Il sottobosco è limitato in estensione e crescita a causa del clima freddo e dell’acidità e infertilità del terreno. Gli arbusti tipici includono il mirtillo (mustikka), sia quello nero che quello rosso, e il lampone artico o camemoro (lakka), che invece prosperano sui terreni acidi. Sono altresì abbondanti muschi, licheni e funghi.

Una peculiarità della fascia boreale finlandese è la presenza nella parte centrale di vaste aree acquitrinose e torbifere, caratterizzate da vegetazione molto bassa. Molto comuni sono le bacche, come il lampone artico, la mortella di palude (puolukka), il “cranberry” e una pianta carnivora, la rosolida.

Fascia tundrica – Lapponia settentrionale

Procedendo verso nord gli alberi diventano sempre più radi. Già a ridosso della fascia tundrica le foreste sono assenti. La vegetazione è scarsa a causa della brevità delle estati, e quindi limitata ad arbusti, piante basse come fiori, erba e graminacee, e licheni. Gli unici alberi presenti nell’area sono le betulle nane e le betulle della tundra, comuni soprattutto nella zona di Inari e Enontekiö. Oltre, più a nord, sopravvivono solo licheni e muschi.

[include file=/include/lsc.htm]

Il 29% della superficie della Finlandia è di tipo torbifero o acquitrinoso. Questo tipo di terreno è talmente comune da aver dato il nome alla nazione finlandese:
Suo —> Suomi, letteralmente “Finlandia” in finlandese

[include file=/include/firma.htm]

Le bacche e i frutti di bosco in Finlandia

Il tesoro meglio custodito della Natura finlandese: i frutti di bosco.

Le bacche o frutti di bosco rappresentano dal punto di vista nutritivo dei veri e propri elisir di lunga vita, poiché sono ricchi di vitamine, minerali, antiossidanti, flavonoidi. Anche il loro valore terapeutico è notevole, dal momento che servono ad alleviare un’infinità di malanni.

Ogni estate nei mercati finlandesi e di fronte ai supermercati è normale vedere almeno un banco che vende bacche di vario tipo… non perdete l’occasione di assaggiare frutti di bosco in Finlandia!

Il suolo acido e i terreni acquitrinosi tipici della Finlandia rappresentano condizioni ottimali per la crescita degli arbusti da bacca. Per questo motivo la Finlandia è un vero e proprio paradiso per gli amanti dei piccoli frutti succosi, oltre che essere una miniera d’oro per i coltivatori e commercianti.

Passiamo in rassegna gli arbusti più comuni:

Genere Ribes:

Ve ne sono di diversi tipi, tutti ricchi di flavonoidi, vitamina C ed E. Tra questi troviamo:

  • Ribes (Ribes Alpinum, taikinamarja): presenta bacche di colore rosso intenso ma perlopiù insipide. E’ utilizzato quasi esclusivamente con finalità decorative.
  • Ribes nero (Ribes Nigrum, mustaherukka): diffuso su tutto il territorio finlandese sia allo stato selvatico che in coltivazioni, presenta bacche di circa 6-12mm di diametro, ricchissime di vitamine C ed E. Dai suoi frutti si ricava un ottimo succo dal sapore dolce ed aspro al tempo stesso.
  • Ribes aureo (Ribes Aureum, kultaherukka): meno diffuso del ribes nero, presente fiori molto graziosi e piccole bacche dal sapore simile a quello del ribes nero, ma più dolci.
  • Ribes rosso (Ribes Rubrum, punaherukka): anch’esso diffuso sia allo stato selvatico che coltivato, presenta bacche dal sapore aspro e dolce al tempo stesso, molto apprezzate per l’ottimo sciroppo che se ne ricava. Assomiglia molto al ribes comune, tranne per il fatto che le bacche crescono in grappoli più grossi.

Genere Vaccinium:

  • Mirtillo (Vaccinium myrtillus, mustikka): cresce nei boschi su tutto il territorio finlandese, e preferisce gli ambienti umidi. Le bacche contengono molta vitamina A, B e C, nonché flavonoidi, magnesio, manganese e calcio, e vengono utilizzate per preparare succhi, confetture e squisite torte.
  • Mirtillo rosso (Vaccinium vitis-idaea, puolukka): resistente alle temperature bassissime (fino ai -40C), questo arbusto cresce solitamente vicino ai pini in zone ombreggiate, e presenta bacche simili a quelle del nostrano mirtillo ma di un rosso intenso, che maturano a settembre e vengono utilizzate per fare sciroppi, confetture e persino un tipo di vino. I mirtilli rossi accompagnano spesso piatti tipici nordici come lo stufato di renna.
  • Ossicocco, o cranberry (Vaccinium oxycoccos, isokarpalo): predilige gli ambienti torbiferi non boschivi, con bacche rosse dal sapore dolce-aspro.
  • Mirtillo palustre (Vaccinium uliginosum, juolukka): le sue bacche bluastre sono praticamente identiche a quelle del mirtillo, se non per la piccola apertura a forma di croce sulla cima, e per il colore del succo, che invece di essere blu-violaceo come quello del mirtillo, è trasparente. Il loro sapore è piuttosto blando, per questo nella preparazione di sciroppi viene spesso miscelato con del succo di mirtillo. Contiene moltissima vitamina C, ben più che nel mirtillo tradizionale.

Genere Rubus:

  • Mora (Rubus fruticosus, karhunvatukka): cresce solo nella parte meridionale della Finlandia, perlopiù coltivata in serre. Le sue bacche sono molto apprezzate e utilizzate per fare confetture.
  • Lampone (Rubus idæus, vadelma): le sue bacche rosse ricche di magnesio e manganese vengono utilizzate per fare confetture, sciroppi, liquori e aceto.
  • Lampone artico (Rubus arcticus, mesimarja): le sue bacche rosso scuro sono simili a quelle del lampone, ma di forma sferica, e vengono utilizzate per fare confetture, infusi e aromatizzare liquori.
  • Camemoro, o rovo artico (Rubus chamaemorus, lakka o hilla): le tipiche bacche arancioni sono conosciutissime e apprezzate dai Finlandesi, che le considerano una vera prelibatezza. Contengono fino a 4 volte tanta vitamina C rispetto all’arancia, e vengono utilizzate per preparare confetture, succhi, caramelle, torte e l’omononimo liquore. Ogni estate e a Natale è un must mangiare il leipäjuusto, un formaggio cotto tipico della Finlandia settentrionale, con la marmellata di camemori. Il prezzo elevato delle bacche sul mercato è dovuto al fatto che i camemori crescono solo nella natura selvaggia, e non possono essere coltivati.

Altre specie:

  • Fragola (Fragaria, mansikka): esistono principalmente due specie, quelle piccole di bosco e quelle grosse coltivate.
  • Olivello spinoso (Hippophaë rhamnoides, tyrni): questo arbusto produce bacche arancioni di forma rotonda, che vengono utilizzate non solo con finalità decorative, ma anche in cucina e nella preparazione di cosmetici.

[include file=/include/lsc.htm]

I Finlandesi sono talmente orgogliosi della propria Natura, che hanno pensato bene di raffigurare la loro bacca più amata, il camemoro, sul retro della versione finlandese della moneta da 2 euro.

[include file=/include/firma.htm]

Il mökki: il cottage finlandese

Il cottage: un’esperienza veramente finlandese a stretto contatto con la natura

Andare al cottage (mökki in finlandese) è una delle più diffuse usanze finlandesi. In un Paese tra i più moderni al mondo, i Finlandesi amano ancora immergersi nella pace dei boschi e ricordare come si viveva secoli fa.
Rilassarsi al mökki tra il caldo vapore della sauna e la fresca acqua di lago!

Cottage finlandese sul lago al tramonto
Se girate per la Finlandia e guardate attentamente sulle coste degli innumerevoli laghi immersi nel verde, potrete notare delle casette di legno, circondate solamente da una fitta foresta di pini, abeti e betulle. Sono i famosi cottage finlandesi: i mökki.

La tradizione dei cottage in Finlandia è antichissima e viva ancora oggi, perché i Finlandesi sono molto legati alla natura e amano staccarsi dalla vita quotidiana per passare un po’ di tempo nella quiete della foresta, a volte anche da soli.

I cottage in Finlandia

Quanti cottage ci sono in Finlandia? Nel 2006 si contavano in Finlandia quasi 500.000 cottage, concentrati su tutto il territorio finlandese, ma soprattutto nella zona Sud-Occidentale e in Carelia.

Cosa c’è nei cottage finlandesi?

Il classico cottage finlandese è una modesta casetta di legno con una o due camere da letto e una cucina grande con il focolare a legna. Manca la luce elettrica e i comfort sono ridotti al minimo. Molti dei mökki odierni altro non sono che le case in cui viveva la maggior parte dei finlandesi fino all’urbanizzazione del dopoguerra, coltivando i campi, allevando il bestiame e pescando occasionalmente.

La sauna, immancabile, è di solito staccata dalla casa principale e molto vicina al lago o al mare. Le saune dei cottage sono tutte a legna e potrete notare la differenza di profumi e di atmosfera rispetto a quella elettrica.

Nel vero mökki è difficile trovare acqua corrente, specialmente in quelli che sono situati su isole dove non c’è né elettricità né tubature idrauliche. L’acqua viene spesso raccolta dalle grondaie in contenitori molto grandi (che possono raccogliere anche più di 20 litri).

Un metodo tradizionale per avere acqua pulita è quello di scaldare l’acqua (portandola ad ebollizione) in una caldaia metallica riscaldata a legna posta all’interno della sauna. Ad ogni modo, nella maggior parte dei mökki è spesso presente almeno un rubinetto esterno dal quale è possibile rifornirsi di acqua fresca e potabile.

Il wc si trova all’esterno ed è sostanzialmente una latrina a secco riparata in una piccola casetta di legno (ulkohussi): per eliminare i cattivi odori si gettano nel secchio corteccia d’albero triturata e foglie di betulla secche.
Ma ovviamente il progresso si è abbattuto anche sulle tradizioni finlandesi e sono relativamente pochi i cottage che seguono questi canoni: oggi parecchi mökki hanno accesso alla rete elettrica e alcuni anche l’acqua corrente, ma non quella calda, che viene ricavata ancora dalla sauna e raramente con un boiler elettrico.

Quando vanno i Finlandesi al cottage?

Come regola, ogni volta che vogliono staccarsi dalla frenetica vita quotidiana. Ogni estate chi ha un mökki, vi passa almeno qualche fine settimana, la festa di S.Giovanni (Juhannus in finlandese) o perfino un mese intero! Anche a Natale e a Pasqua alcuni Finlandesi, specie i più anziani, si recano nei loro cottage in riva al lago.

Cosa fanno i Finlandesi al cottage?

L’attività principale e quotidiana è senza dubbio la sauna, che viene accesa una o due volte al giorno, di solito la mattina e la sera. Il turno in sauna viene naturalmente alternato al bagno nel lago o al mare, e reso più piacevole da una birra fresca. Di solito al cottage ci sono anche piccole barchette a remi, che vengono usate per andare a pesca o semplicemente per fare una gita al lago. Inoltre, si possono fare lunghe passeggiate nella foresta, raccogliendo erbe, bacche di stagione o funghi.

Immancabile soprattutto d’estate sono i piccoli falò in cui abbriustolire i makkara, le salsicce finlandesi. Molti mökki prevedono anche una vera e propria griglia, per mangiare all’aperto con la luce del sole di mezzanotte, bevendo birra e viina, l’acquavite finlandese.

Affittare un cottage

E’ facile affittare un cottage in Finlandia, ma dovrete stare attenti a prenotare con buon anticipo, nel caso andiate in qualche periodo particolare, come Juhannus.

E’ di solito abbastanza difficile raggiungere i cottage con i mezzi pubblici – la fermata del bus più vicina potrebbe essere a qualche chilometro dopo un lungo sentiero nella foresta-, per cui conviene senza dubbio andare in macchina.

Conviene inoltre portarvi dietro tutto quello di cui potreste avere bisogno, poiché il negozio o farmacia più vicina può distare parecchio. Non dimenticate l’essenziale carta igienica, l’acqua e prodotti contro le zanzare che in Finlandia d’estate sono endemiche e molto aggressive.

Ci sono parecchi siti internet dove poter affittare un cottage in Finlandia. Troverete tutte le informazioni di cui avrete bisogno, come dimensioni, locazione, servizi e perfino la distanza dal cottage del vicino, che è di almeno 50 metri! Di seguito ve ne riportiamo alcuni, da cui potete trovare anche informazioni in inglese:

http://www.mokkiloma.net
http://www.huvila.net/english.htm
http://www.finnishlakesidecabins.com/
http://www.cottageinfinland.com/
http://www.lomarengas.fi/

[include file=/include/lsc.htm]

Una volta i bambini venivano alla luce nella sauna. Poiché è un luogo ad alta temperatura, la sauna era il posto più igienico della casa. Inoltre era facile reperirvi acqua calda, continuamente prodotta dalla caldaia.

[include file=/include/firma.htm]

I funghi in Finlandia

Raccogliere funghi: un passatempo che avvicina i Finlandesi alla natura

Negli immensi boschi della Finlandia si trovano tantissime specie di funghi e la stagione per la raccolta dura circa sei mesi. Un vero paradiso per gli appassionati!
Vai nel bosco e riempi il tuo cestino con decine di porcini… in Finlandia non c’è bisogno di licenza!

La varietà dei funghi in Finlandia
La varietà dei funghi in Finlandia

In Finlandia si trovano più di 2000 specie di funghi (sienet in finnico) e più di 200 sono commestibili. In altre parole ogni anno in Finlandia ci sono 500 milioni di chili di funghi eduli. Delle specie commestibili, 91 sono di qualità eccellente mentre le restanti sono comunque di buona qualità. Inoltre ce ne sono molte altre commestibili ma meno gustose.

Da notare che in Finlandia non serve alcuna licenza per raccogliere funghi e bacche nei boschi, né tanto meno ci sono limiti di peso. E’ bene comunque andare con un esperto almeno le prime volte, viste che ci sono specie non commestibili o addirittura velenose!

Quando si raccolgono i funghi in Finlandia?

La stagione di raccolta dei funghi va da aprile a novembre inoltrato, dipende dalla zona della Finlandia. Ovviamente la neve che cade in Lapponia già in ottobre uccide la maggior parte dei funghi. Nel Sud della Finlandia, invece, nelle annate più temperate si può andare nel bosco a raccogliere fino al tardo autunno.

Da aprile a giugno si possono raccogliere i korvasieni (gyromitra esculenta), che è un fungo molto simile alla spugnola e dal forte odore. Sebbene debba essere bollito per dieci minuti per rimuovere il suo veleno, questa spugnola è uno dei funghi, di cui i Finlandesi sono più ghiotti. Infatti i korvasieni sono di solito utilizzati in gustose salse per accompagnare le carni.

Il mese di luglio, generalmente secco, non si presta alla raccolta dei funghi in Finlandia, ad eccezione della Lapponia, dove le pioggie di fine mese favoriscono la crescita di qualche specie.

Da agosto comincia il periodo clou per la raccolta dei funghi in Finlandia. L’autunno infatti è la stagione dei funghi (e delle bacche). Nei boschi finlandesi c’è abbondanza di funghi porcini, di galletti o finferli, di lattari, di russule e di moltissime altre specie. I porcini sono la specie più abbondante in Finlandia, seppur i Finlandesi non ne siano particolarmente attratti.

L’arrivo della neve consente in Finlandia di raccogliere una specie di fungo che resiste al gelo: il pregiato cantarello tubiforme (suppilovahvero in finnico). Questo può essere raccolto anche scavando il manto nevoso ed è la specie di funghi preferita dai Finlandesi.

Dove si raccolgono i funghi in Finlandia?

In Finlandia ci sono boschi e foreste sia in Lapponia che al Sud, perciò ogni posto è buono per raccogliere funghi. Pini, abeti e betulle costituiscono l’ambiente ideale per la crescita di funghi, grazie anche a periodi piovosi con temperature miti. D’altro canto la quantità e le specie di funghi non sono uniformi su tutto il territorio finlandese.

La Carelia del Nord, in particolare la zona di Joensuu, è la più famosa per la raccolta dei funghi, tanto che vengono anche organizzate competizioni di raccolta nel tempo di due ore. Tra tutte le specie, i porcini sono quelli più abbondanti, persino i pregiati boletus edulis. In Finlandia i porcini vengono preparati in salse da accompagnare al filetto di manzo o anche di alce con contorno di purea di patate. Le cappelle dei funghi più grandi possono essere semplicemente grigliate e riempite con formaggio fresco o gorgonzola, o anche avvolte in una fetta di pancetta.

Se raccogliete funghi nella zona Sud-Occidentale della Finlandia, tenete presente che questi potrebbero aver tracce di cesio-137, dovuti all’esplosione della centrale nucleare di Chernobyl del 1986. Il cesio, solubile in acqua, si può eliminare con acqua corrente o consumando i funghi previa bollitura. Secondo alcune ricerche la quantità di funghi finlandesi da consumare non dovrebbe eccedere il chilo alla settimana per persona.

Le specie di funghi in Finlandia

Di seguito una lista dei funghi eduli più comuni in Finlandia:

  • i porcini, tra cui principalmente ci sono il boletus edulis, il boletus pinophilus e il boletus reticulatus.
  • i cantarelli, tra cui i famosi gallinacci (cantharellus cibarius) e il cantarello tubiforme (cantharellus tubaeformis), di cui i Finlandesi sono ghiotti.
  • i lattari, specialmente nelle varietà lactarius trivialis e lactarius rufus.
  • le russole, in particolare la russola paludosa, la russula decolorans e la russula vinosa, oltre all’eccellente fungo del pane albatrellus ovinus, che può essere molto abbondante in alcune foreste.

[include file=/include/lsc.htm]

Toivo Rautavaara scrisse nel 1947 un libro “La raccolta dei funghi in Finlandia” (Suomen sienisato è il titolo originale), con lo scopo di indicare quanto siano pochi i funghi che si raccolgono in Finlandia rispetto alle potenzialità del Paese. Dal 1969 la Forestale (Metsähallitus) cominciò a formare istruttori. Attualmente in Finlandia ci sono 70 mila persone col diploma di istruttore.

[include file=/include/firma.htm]

La Fauna Finlandese

La fauna finlandese

La Finlandia si trova molto al Nord e parte del territorio si trova al di sopra del Circolo Polare Artico. Proprio per questo la fauna è molto diversa da quella a cui siamo abituati in Italia ma non aspettatevi di certo di trovare orsi polari e pinguini.

La Finlandia: un mondo magico dove gli animali non hanno paura degli uomini

Il cigno in Finlandia

Il cigno è considerato l’animale nazionale simbolo della Finlandia, raffigurato anche nella moneta da un euro. Il cigno (joutsen) è presente sia nelle città che nelle foreste finlandesi. Il suo habitat naturale è nei pressi di bacini d’acqua come laghi o sulle rive mare. Non è raro incontrare numerose famiglie sia nei parchi delle maggiori città sia nei boschi.

L’orso in Finlandia

L’orso (karhu) è un animale rispettato. Sebbene sia molto difficile avvistare un orso (si stima siano presenti solo 900-1300 esemplari sul territorio finlandese), nei giornali capita spesso di leggere di avvistamenti di orsi bruni ai margini del centro delle maggiori città. Fondamentalmente gli orsi sono diffusi su tutto il territorio finlandese, ad eccezione delle isole Åland. La loro caccia è regolata da norme severe. E’ possibile acquistare carne di orso presso alcuni mercati e negozi come i grandi magazzini Stockmann. La parola finlandese per indicare l’orso (karhu) dà anche il nome ad una famosa birra locale.

La volpe in Finlandia

La volpe (kettu) è un animale diffuso in Finlandia. Sebbene non sia così frequente l’avvistamento di una volpe nel centro cittadino, come in Inghilterra, questi animali si avvicinano spesso alle città e capita, raramente, di incontrare una volpe in un parco al centro di Helsinki.

Il lupo in Finlandia

Il lupo (susi) è sempre stato temuto dai Finlandesi. In Finlandia è presente il lupo grigio, ma non è così frequente incontrarlo nelle foreste.

La renna in Finlandia

La renna (poro) è un animale presente unicamente in Lapponia, e il loro allevamento è una delle attività principali dei Sami, o lapponi. Le renne sono molto pericolose per gli automobilisti in quanto attraversano la strada in modo scomposto. Si consiglia sempre molta prudenza quando si deve guidare in zone dove ci sono renne.

La carne di renna può essere acquistata in tutti i negozi, mercati e supermercati. I Finlandesi la utilizzano anche per condire una pizza, chiamata pizza Berlusoni.

L’alce in Finlandia

L’alce (hirvi) abita le foreste finlandesi e ogni anno, prima che inizi la stagione di caccia, un apposito ente definisce il numero di alci che è necessario abbattere in modo da mantenere un equilibrio nella popolazione. Non spaventatevi se guardando fuori dalla finestra di una casa in campagna, nel mezzo della notte, vi capiterà di guardare negli occhi questo grande animale dalle possenti corna. Le alci si avvicinano alle abitazioni delle case in campagna e scappano non appena entrano in contatto con l’uomo.

Pinguini e orsi polari in Finlandia

Ci dispiace informarvi che in Finlandia non ci sono pinguini. Se cercate dei pinguini dovete andare al Polo Sud, in Sud Africa e in Patagonia.

Una leggenda metropolitana, forse iniziata in America tramite una pubblicità, ha convinto molte persone che in Finlandia si possa incontrare l’Orso polare. Purtroppo no, gli orsi polari non vivono in Finlandia e non ci hanno mai vissuto.

La foca in Finlandia

Nella regione dei laghi, a Est di Helsinki, vive la foca dagli anelli. La foca dagli anelli (Saimaan norppa) è unica nel suo genere in quanto appartiene ad una delle tre specie di foca, il cui habitat naturale è il lago e non il mare. Il numero delle foche si aggira sui 300 esemplari ma viaggiando in traghetto lungo il bacino del lago Saimaa non è raro avvistarle.

Sulle spiagge costiere finlandesi capita di avvistare foche marine. Su una spiaggia vicina ad Helsinki, il Primo aprile di qualche anno fa è stata trovata una foca e molti giornali ne hanno pubblicato la foto, ma in molti hanno pensato che si trattasse di un pesce d’aprile.

Il salmone in Finlandia

Le acque finlandesi sono il paradiso dei pescatori e il salmone può essere pescato pressoché ovunque lungo le coste finlandesi. Il salmone è presente in gran numero nella costa sud-occidentale e nei pressi dell’arcipelago delle isole Åland. Il salmone più grande pescato in Finlandia, lungo il fiume Tornio, pesava 42kg.

La trota in Finlandia

In Finlandia troviamo sia la trota fario che la trota di mare. Le trote che è possibile pescare nel mar Baltico sono molto più grandi delle trote pescate in lago in quanto nel Baltico hanno a disposizione molto più cibo, potendo banchettare tra i banchi di aringhe.

Il luccio in Finlandia

Il luccio (hauki) è uno dei pesci più diffusi nella acque dolci finlandesi. L’hobby della pesca sportiva dà grandi soddisfazioni in quanto questi pesci sono molto grandi (quasi fino ad un metro) e fanno molta resistenza durante la pesca. Non hanno però un buon sapore, quindi la sfida è meramente volta al pescarli e rilasciarli subito dopo.

Lo scoiattolo

In Finlandia, lo scoiattolo (orava) non ha paura dell’uomo. In molti parchi capita spesso di vedere scoiattoli arrampicati addosso ai bambini in cerca di qualcosa da mangiare. Da segnalare che in alcuni parchi come il parco nazionale di Nuuksio vive una specie di scoiattolo, lo scoiattolo volante, così chiamata perché riesce a compiere grandi balzi planando da un albero all’altro.

Conigli e lepri

Non di rado, passeggiando al centro di una città finlandese, capita di imbattersi in conigli o grandi lepri. Questi roditori si riproducono in grande quantità e per città come Helsinki questo causa spesso problemi tanto che l’amministrazione è costretta ad abbatterli prima che si riproducano in modo incontrollato.

Nel libro “L’anno della lepre” (Jäniksen vuosi in finnico), dell’autore finlandese Arto Pasilinna, racconta la storia di un uomo e di una lepre ed è un libro molto popolare anche in italia.

Le zanzare in Finlandia

D’estate una passeggiata nei boschi finlandesi può trasformarsi in un incubo se non si è dotati della giusta attrezzatura (abbigliamento e spray repellenti). La zanzara (hyttynen), proliferando in zone dove ci sono molti bacini d’acqua stagnante, trova terreno fertile in Finlandia e alcune serate estive si caratterizzano per punture continue. A volte è quasi impossibile rimanere all’aperto.

Le zecche in Finlandia

La zecca (punkki) è diffusa in Finlandia. Questi parassiti possono veicolare con il loro morso numerose malattie, anche molto gravi, come ill morbo di Lyme o l’encefalite da zecca. Durante l’estate, le escursioni e le attività all’aria aperta comportano il rischio di essere punti da questi animali. Per questo motivo i genitori controllano sempre i bambini quando tornano a casa per controllare che non abbiano portato con sè sgraditi “ospiti” attaccati alla cute. Nelle isole Åland le zecche sono particolarmente diffuse.

Serpenti Velenosi

In Finlandia è diffusa solo una specie di serpente velenoso, la vipera (kyykäärme), la cui popolazione è in continua diminuzione. I morsi sono letali solo per i bambini e gli animali domestici, ma ad ogni modo fate sempre attenzione quando camminate d’estate in un bosco e nelle zone rocciose.

Ragni e Scorpioni

Nelle case in città non capita mai di vedere ragni o scorpioni. Gli scorpioni sono sconosciuti in Finlandia, e raramente si vedono ragni.

Il Leone, simbolo della FInlandia

Il leone non fa parte degli animali che vivono in Finlandia (ne esiste un esemplare allo zoo di Korkeasaari, a Helsinki), ma esso campeggia al centro dello stemma araldico della nazione. Può far sorridere il fatto che un Paese freddo come la Finlandia abbia adottato proprio il leone come suo simbolo.

Gli uccelli in Finlandia

Numerose specie di uccelli vivono in Finlandia. Il gallo cedrone (metso), celebrato anche in quadro presso il museo Ateneum di Helsinki, il falco pescatore, il fringuello, la gazza, il picchio, il gufo. Il bird watching è molto praticato in Finlandia.

Ci sono anche numerosi esemplari di papere, anatre e gabbiani, facilmente avvicinabili dall’uomo, specialmente in estate.

Cani e Gatti randagi in Finlandia

Da segnalare che in Finlandia non esistono gatti e cani randagi. Cani e gatti sono adottati come animali domestici, anche dai numerosi single, sono sempre di razza pura e mai incroci.

Nei boschi e nella tundra finlandese è possibile incontrare anche la lince, il porcospino e il lemming.

I laghi in Finlandia

Finlandia, la terra dei 1000 laghi

La Finlandia è famosa in tutto il mondo per l’enorme numero di laghi presenti sul territorio. Nonostante si sia soliti associarla con la dicitura “terra dei 1000 laghi”, in Finlandia ci sono ben 187.888 laghi!
Se amate la pesca o volete provare a fare un bagno nel lago, magari un lago ghiacciato, la Finlandia è il posto che fa per voi.

Il lago Pitkäjärvi nel Parco Nazionale di Nuuksio

Ben 309 dei 187.888 laghi Finlandesi hanno superfici che si estendono per più di 10 km quadrati. Il più grande lago finlandese, il Saimaa, è situato nel Sud-Est del Paese, ha una superficie di oltre 4400 km quadrati ed è collegato al mare tramite una fitta rete di canali artificiali. Nella top ten rientrano anche i laghi Suur-Saimaa, Päijänne, Inari, Pielinen, Oulujärvi, Pihlajavesi, Orivesi, Haukivesi e Keitele.

Nonostante il buon senso e la loro posizione “immersa nella natura” suggeriscano il contrario, molti laghi finlandesi soffrono di un discreto inquinamento dovuto soprattutto ai rifiuti rilasciati nelle acque dall’industria cartiera o da quella del legno.

Questo non ferma i Finlandesi in vacanza dal nuotarci dentro senza farsi particolari problemi: è raro infatti trovare un lago in Finlandia che non abbia sulle rive almeno un mökki, ovvero il tipico cottage per le ferie costruito interamente in legno. Spesso la sauna associata al mökki, presente nella quasi totalità dei casi, ha addirittura uno sbocco diretto ad un pontile che dà sul lago, per rinfrescarsi le idee dopo essersi cotti per bene con il vapore bollente…

In inverno su alcuni laghi viene praticato l’avanto, ovvero viene fatto un buco nel ghiaccio dove i più temerari possono immergersi nelle acque a temperature poco sopra lo zero.

L’area della Finlandia a più alta concentrazione di laghi è quella centrale. Se volete ad esempio raggiungere Savonlinna, la principale città della zona, vi suggeriamo di farlo con l’auto. L’intera zona che circonda la città si estende tra strette lingue di terra che separano un lago dall’altro e formano così il più straordinario e tipico panorama finlandese che potreste mai vedere. Altamente consigliato.

Un’altra attività estremamente popolare nei laghi finlandesi è la pesca. Con una profondità media di 11 metri, le specie di pesci che si possono trovare variano dal luccio al salmone. I laghi migliori per pescare sono Virrat, Keurusselkä e Ruovesi.

[include file=/include/lsc.htm]

Il lago Saimaa ospita la rarissima Foca dagli Anelli (Saimaan norppa), una delle tre specie di foca lacustre esistenti al mondo. L’intera popolazione di questa specie protetta ammonta a poco più di 300 esemplari.

[include file=/include/firma.htm]

Camminare sul mare in Finlandia

In inverno in Finlandia camminare sulle acque non è poi così difficile…

In inverno, specialmente nei primi mesi dell’anno (gennaio, febbraio, marzo, spesso anche aprile) i laghi finlandesi e il mare si ghiacciano completamente permettendo alle persone di camminare sulla loro superficie senza pericolo.

Camminare sulle acque senza bagnarsi!

In Finlandia, è piuttosto comune uscire per una passeggiata durante una bella giornata invernale e vedere un laghetto o il mare affollati di gente che…ci cammina sopra. Contrariamente al buon senso, quando la temperatura è sufficientemente bassa, la crosta ghiacciata che si forma è talmente spessa da sopportare senza problemi non solo il peso delle persone, ma anche quello di macchinari decisamente più pesanti, come ad esempio quello di un gatto delle nevi.

Coppie di anziani si cimentano in traversate altrimenti impossibili, e i bambini si divertono a far finta di camminare sulle acque. Nonostante gli incidenti siano estremamente scarsi, è bene informarsi preventivamente sullo spessore della crosta ghiacciata per evitare pericolose cadute in acque freddissime. Esistono infatti dei reportage giornalieri stilati da specialisti e reperibili sul giornale, che si appostano in zone specifiche con un trapano per verificare lo spessore dello strato di ghiaccio. Generalmente 10 cm di ghiaccio sono sufficienti per reggere il peso delle persone.

In alcune zone (a Helsinki ricordiamo la spiaggia presso il caffè Regatta nel quartiere di Töölö) esistono anche delle speciali giostre di legno, simili a dondoli, che si possono utilizzare solo ed esclusivamente quando la superficie dell’acqua è ghiacciata, e sono altrimenti irraggiungibili nelle altre stagioni.

Nei pressi dei porti è possibile inoltre vedere, durante i periodi in cui l’acqua si ghiaccia, navi rompighiaccio in azione, che spezzano la crosta permettendo al traffico navale di continuare regolarmente

Un passatempo invernale praticato dai Finlandesi sullo strato di ghiaccio è la pesca. Si può praticare un foro con apposite trivelle a mano e calare un filo con un’esca nel buco.

Per i più temerari, un famoso passatempo da fare nel mare ghiacciato è l’avanto, o nuoto invernale.

[include file=/include/lsc.htm]

Spesso la pratica di “camminare sul mare” viene utilizzata per raggiungere isole o zone della città altrimenti irraggiungibili a piedi. Negli inverni più rigidi o in Lapponia è possibile percorrere anche diversi chilometri “camminando sulle acque”. Un esempio noto (ma non sempre praticabile) è la camminata dal porto di Helsinki all’isola fortezza di Suomenlinna.

[include file=/include/firma.htm]

L’aurora boreale in Finlandia

L’aurora boreale: uno degli spettacoli più belli che la Natura possa offrire

In Finlandia, specialmente in Lapponia è molto probabile assistere a un’aurora boreale. È importante, però, indovinare la stagione, poiché questi fenomeni non avvengono tutto l’anno.
Incredibili giochi di luci e colori, uno scenario che vi farà rimanere senza fiato!

Un'aurora boreale in Lapponia

L’aurora boreale (revontulet in finnico) è un fenomeno luminoso visibile nel cielo notturno e si manifesta in un insieme di sfumature variopinte e cangianti. I colori più comuni che si possono osservare sono giallo, verde, rosso, azzurro e violetto.

L’aurora boreale nasce dall’interazione del vento solare con il campo elettromagnetico terrestre e può essere facilmente ammirata nell’estremo Nord o Sud del pianeta, poiché questa interazione è più forte ai Poli.

Grazie alla sua posizione geografica, la Finlandia è uno dei Paesi al mondo dove avrete buone probabilità di assistere ad un’aurora boreale. Specialmente in Lapponia, durante la lunga notte polare (kaamos) è possibile assistere a incredibili aurore boreali, poiché gli effetti luminosi riverberano nel buio intenso. A Sud della Finlandia, ad esempio nella zona di Helsinki, fenomeni luminosi come l’aurora boreale accadono più raramente.

Il periodo dove l’aurora boreale si palesa più frequentemente è tra febbraio e marzo o tra settembre e ottobre, all’incirca in coincidenza con gli equinozi.

Durante l’estate non è possibile vedere questi fenomeni poiché il periodo di buio è brevissimo o inesistente.

In condizioni di cielo sereno, la fase del giorno migliore per assistere ad un’aurora boreale è quella tra le nove di sera e l’una di notte.

Non è facile prevedere un’aurora boreale. L’Istituto Meteorologico Finlandese (Ilmatieteen Laitos) studia continuamente tali fenomeni, cercando di preannunciare sempre più accuratamente quando questi accadano. Secondo le statistiche, nelle zone dell’estremo Nord della Finlandia, come Kilpisjärvi e Utsjoki, ogni quattro notti su cinque il cielo, quando sereno, è illuminato da aurore boreali. Nella zona di Helsinki, ciò succede circa una notte ogni venti. Previsioni in tempo reale sono possibili ma non ancora così affidabili.

Per maggiori informazioni potete consultare: http://aurora.fmi.fi/public_service/

[include file=/include/lsc.htm]

La parola finnica revontulet deriva da una leggenda lappone e significa “fuochi della volpe“. Infatti si credeva che gli effetti variopinti di luce fossero creati dalla coda di una grande volpe che in inverno, sfiorando i cumuli di neve, creava scie luminose in cielo.

[include file=/include/firma.htm]

Sole di mezzanotte

Il sole di mezzanotte – il sole anche di notte

Nelle settimane che seguono e precedono juhannus, nel periodo coincidente con il solstizio d’estate, in Finlandia di notte non fa mai veramente buio. I Finlandesi, rinvigoriti nel corpo e nello spirito dopo il lungo inverno, approfittano delle giornate lunghissime per dedicarsi a molte attività all’aria aperta.
L’estate nordica si bagna di luce esotica, e la festa non finisce mai.

Sole di mezzanotte in Finlandia

Il sole di mezzanotte è un fenomeno a cui è possibile assistere nelle regioni più a nord del Circolo Polare Artico e nella fascia immediatamente a sud di esso. Dal momento che un quarto della superficie del Paese si trova al di sopra del Circolo Polare Artico (napapiiri in finnico), la Finlandia è uno dei luoghi ideali per osservare questo esotico fenomeno. Per ragioni geografiche le date di inizio e fine tendono a cambiare a seconda della zona. Ad esempio ad Utsjoki, nell’estremo Nord, è osservabile dal 18 Maggio al 27 Luglio. A Kemi invece, situata poco al di sotto del Circolo Polare Artico, solo nella settimana dal 18 al 24 Giugno.

Al Sud, come ad esempio a Helsinki o Turku, nelle settimane a ridosso del solstizio d’estate assistiamo alle notti bianche, in cui il sole tramonta per poco tempo e sembra quasi che la notte non arrivi mai, dal momento che l’oscurità non è mai completa.

Le ore più profonde della notte sono caratterizzate da una sorta di lungo crepuscolo che rinvigorisce i giovani Finlandesi e contribuisce all’umore “festaiolo”, che invade le strade. Anche le giornate ovviamente si allungano, consentendo una serie di attività all’aria aperta – picnic, sport, eventi musicali, weekend al cottage (mökki) – difficilmente possibili negli altri periodi dell’anno.

Lo Sapevate che…?
Uno dei luoghi comuni sulla Finlandia è che si vive sei mesi alla luce e sei mesi al buio. Questo in realtà si verifica solamente ai Poli, dove in un anno il sole sorge e tramonta una sola volta.

[include file=/include/firma.htm]