La regione dei laghi in Finlandia

La regione dei laghi: una delle mete preferite dai turisti in estate

La regione dei laghi è una delle regioni più estese dell’intera geografia finlandese. La superficie di quest’area è coperta prevalentemente da foreste e laghi e la particolare configurazione territoriale è dovuta al recedere dei ghiacciai quasi 10.000 anni fa.
187.888 laghi, tutti da visitare…
Lago finlandese
Una tipica immagine di un lago finlandese

La regione dei laghi occupa la maggior parte della Finlandia centrale e orientale, corrispondenti alle regioni della Savonia e della Carelia, ed è delimitata a Sud dal crinale di Salpausselkä. Ad Est, la regione dei laghi si estende fino alla Russia, innestandosi nella Carelia, un’area per la quale i due paesi hanno a lungo combattuto. Una delle conseguenze di questa configurazione è che non esiste, tecnicamente parlando, un confine naturale fra Russia e Finlandia.

I laghi in Finlandia

A seconda della definizione che vogliamo dare al termine lago, il conteggio dei laghi finlandesi in questa nazione oscilla fra i 55.000 e i 187.888. In media, ci sono 40 laghi ogni 100 km quadrati.

Il lago più grande è proprio il lago Saimaa che si trova al centro della regione dei laghi. Il lago Saimaa, con una superficie di circa 4400 chilometri quadrati, è anche famoso per essere praticamente l’unico posto al mondo dove si può trovare la rarissima Foca dagli Anelli, una specie di foca che vive in acque dolci.

I laghi veri e propri occupano circa il 25% di tutta l’area. Il resto è occupato prevalentemente da foreste e la densità della popolazione è molto bassa. Vi capiterà, nel caso decideste di fare un viaggio in auto nella zona, di pensare alla Finlandia come ad una grande foresta con qualche villaggio qui e lì!

Turismo nella Regione dei laghi

Tutta l’area del Saimaa è particolarmente bella in estate. Distese d’acqua blu, i piccoli villaggi e centri vacanze non mancheranno di intrattenere i turisti che vorranno avventurarcisi.

Per esempio, è possibile prenotare viaggi di lunghezza variabile fra due ore e due giorni da Lappeenranta, uno dei centri della regione dei laghi, oppure fare il giro del Canale di Saimaa fino al confine russo.

Se vi interessate di pesca, in quest’area potrete anche pescare e cucinare le vostre prede senza particolari restrizioni.

Savonlinna è un’altra possibilità per i turisti che vogliano approfondire la loro conoscenza della Regione dei laghi. La cittadina, piccola ma molto graziosa, è famosa soprattutto per il Festival dell’Opera, che si svolge nel castello di Olaf (Olavinlinna), il più grande di tutta la Finlandia. Se siete dotati di auto, girovagare nelle vicinanze di Savonlinna visitando laghi e poi tornare in città verso sera per un po’ di svago è la scelta migliore che potreste fare.

I laghi di Tampere

Anche Tampere, la seconda città più grande della Finlandia, si trova in una posizione geografica favorevole all’esplorazione dei laghi, posizionandosi in un’area di ampie foreste e grandi specchi d’acqua. Meno caratteristica di Savonlinna, ma decisamente più moderna e con più scelta di locali, Tampere rimane sempre un’ottima alternativa. Nel caso visitaste d’estate, non mancate di fare un salto a Särkänniemi, il parco giochi più famoso della Finlandia.

[include file=/include/lsc.htm]

Una delle più celebri band finlandesi, gli Amorphis, hanno rilasciato nel 1994 un album intitolato Tales from the Thousand Lakes, ispirato al Kalevala e alla natura finlandese. L’album, di genere death metal melodico, è ad oggi riconosciuto come uno dei capolavori della musica estrema ed emblema della “finnicità” musicale. Se ne volete un assaggio, provate ad ascoltare il pezzo “Black Winter Day“. Nel tempo gli Amorphis si sono evoluti esplorando altri landscape musicali, più soft e psichedelici.

[include file=/include/firma.htm]

I fiordi in Finlandia

Fiordi in Finlandia: sì no forse…

Ma in Finlandia ci sono i fiordi? Se lo chiedono in tanti in Italia, forse complice la generale confusione che regna quando si parla dei Paesi Nordici… è arrivato il momento di scoprire la verità…

Se un amico vi chiede di partire con lui a vedere i fiordi in Finlandia… forse conviene restare a casa!

Cos’è esattamente un fiordo?
Il fiordo (dal norvegese fjord, approdo) è sostanzialmente un’insenatura di mare profonda, molto stretta e dalle pareti ripide, che si incunea nella terraferma per qualche kilometro (il più lungo al mondo, lo Scoreby Sund in Groenlandia, raggiunge i 350km). I fiordi si sono formati in diverse regioni del mondo al termine dell’Era Glaciale, quando i ghiacciai che si trovavano sotto il livello del mare si sono ritirati e le acque hanno invaso le valli scavate. È questo il motivo per cui in Finlandia non troverete fiordi, perlomeno nell’accezione più stretta del termine: non vi sono catene montuose degne di nota, soprattutto nell’area costale lungo il Mar Baltico.
Se però ignoriamo uno dei requisiti per la classificazione dei fiordi, ovvero il fatto di essere privi di isole, ecco che nella Finlandia meridionale ne troviamo uno, il Paarlahti, lungo 10 km.

Esistono anche dei fiordi nel lago di Inari nella Lapponia orientale. Questo lago è stato per diverse centinaia di anni al termine dell’Era Glaciale un fiordo del Mare Glaciale Artico, ma il sollevamento della parte superficiale della crosta terrestre che seguì allo scioglimento dei ghiacci lo isolò dal mare, facendolo divenire un lago. Sforzandosi un minimo è possibile individuare all’interno del lago questi fiordi, di cui i più conosciuti sono Nanguvuono e Peuravuono (vuono in finlandese vuol dire per l’appunto “fiordo”).

[include file=/include/lsc.htm]

Anche in tempi più recenti dell’Era Glaciale la Finlandia ha avuto dei fiordi. Fino al 1945, anno in cui venne ceduta all’URSS come risarcimento di guerra, ha fatto parte del territorio finlandese anche l’area di Petsamo, in cui si trova il fiordo omonimo, lungo circa 18 km.

[include file=/include/firma.htm]

La Scandinavia

La Finlandia fa parte della Scandinavia oppure no?

La Scandinavia è una regione del Nord Europa che, nell’accezione comune, include Danimarca, Norvegia e Svezia. La Finlandia è spesso considerata un paese scandinavo, così come, a volte, l’Islanda e le Isole Faroe. Ma geograficamente parlando, chi ha ragione?
Quando qualcuno vi chiede “com’è la vita in Scandinavia?”, siate pronti nella risposta! La Finlandia non fa parte della Scandinavia ma….

Scandinavia

Il termine “Scandinavia” si riferisce alla regione geografica che comprende Norvegia, Svezia e la parte Nord della Finlandia. La Danimarca non viene sempre inclusa nella definizione di Scandinavia, anche se generalmente per vicinanza culturale viene considerata come regione appartenente all’area. La Scandinavia sconfina oltre il Circolo Polare Artico, anche se, considerata la latitudine estrema, il clima è relativamente temperato grazie all’influenza della Corrente del Golfo.

L’utilizzo del termine “Scandinavia” come termine che include Danimarca, Norvegia e Svezia è relativamente recente: secondo alcuni storici è stato adottato solo a partire dal XVIII secolo, quando l’idea di un’identità condivisa iniziò a farsi largo nella letteratura delle regioni interessate.

Come termine politico, invece, “Scandinavia” fu un termine usato in primo luogo dagli studenti del Pan-Scandinavismo dal 1830 in avanti. L’uso popolare del termine come concetto unificante divenne accettato nel XIX secolo grazie alle opere di autori come Hans Christian Andersen (“Io sono Scandinavo” risale infatti al 1839).

La particolare situazione della Finlandia rispetto alla definizione di Scandinavia ha molto a che fare con la storia: la Finlandia è stata infatti per lungo tempo parte della Svezia. Ad ogni modo, l’identità finlandese è frutto dell’unione di influenze sia svedesi che russe, quindi la sua reale appartenenza all’area scandinava è più una questione di definizioni e interessi che una realtà oggettiva di cui discutere.

Fra le altre cose va considerato l’aspetto linguistico: mentre il danese, lo svedese e il norvegese appartengono allo stesso ceppo linguistico e gli abitanti delle rispettive nazioni si possono capire tra di loro pur parlando tre lingue differenti, il finlandese appartiene al ceppo ugro-finnico ed è una lingua completamente diversa dalle quelle sopra menzionate.

[include file=/include/lsc.htm]

Un termine più inclusivo che racchiude tutte le nazioni del Nord Europa è “Nordic Countries”, ovvero Paesi del Nord. Il termine non si riferisce solamente a radici culturali e storiche condivise, ma anche all’appartenenza di queste regioni al Concilio del Nord. Dei Paesi del Nord fanno parte Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Isole Faroe, Groenlandia e Isole Åland, e hanno tutte bandiere nazionali crociate.

[include file=/include/firma.htm]