Come (non) guidare d’inverno

Le difficili condizioni climatiche dell’inverno fanno sì che in Finlandia ci sia l’obbligo di ruote termiche o chiodate dal 1 novembre al 31 marzo. In questo video ci si può rendere conto del perché.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ktUbQlgoGP4#!

Vuoi saperne di più sull’inverno in Finlandia?

Il nuovo presidente Finlandese: Sauli Niinistö

Sauli Niinistö ha vinto le elezioni in Finlandia

Tarja Halonen dovrà lasciare a Marzo il posto al nuovo Presidente della Finlandia: Sauli Niinistö.
Il nuovo Presidente della Finlandia Sauli Niinistö

Come ampiamente previsto (anche da noi), Sauli Niinistö è il nuovo Presidente della Finlandia.
Niinistö, del partito conservatore Coalizione Nazionale già al governo, è il Primo capo di Stato finlandese da 30 anni a non fare parte del partito socialdemocratico. Il Presidente uscente, Tarja Halonen, è stata il primo capo di Stato donna del paese, carica che ha ricoperto per dodici anni (due mandati).

Sia Niinistö che il suo avversario, Pekka Haavisto, dei Verdi, hanno sempre avuto idee politiche molto simili, con una differenza principale. Entrambi sono europeisti convinti, ma Haavisto ha sempre sostenuto la possibilità di concedere aiuti economici e fiscali ai paesi in difficoltà dell’Unione Europea, uno dei temi più contestati dagli altri partiti.

Haavisto ha ricevuto il maggior numero di voti nella regione di Helsinki e nelle isole Åland, entrambe le regioni più “aperte” della Finlandia. Gay dichiarato, Haavisto ha indubbiamente perso anche i voti dei Finlandesi più conservatori.

[include file=/include/lsc.htm]

Sauli Niinistö è sopravvissuto allo Tsunami del 2004. Appeso ad un albero mentre intorno a lui l’acqua portava via tutto ciò che aveva con sé, Niinistö é riuscito fortunatamente a trarre in salvo anche suo figlio Matias. Una Finlandese gli prestò dei soldi per poter chiamare casa e sopravvivere nei giorni successivi al disastro. Tornato in patria, Niinistö ha cercato la benefattrice tramite un annuncio sui giornali e le ha quindi restituito i soldi che gli doveva.
[include file=/include/firma.htm]

Volete approfondire le vostre conoscenze in politica finlandese?

Il Presidente della Repubblica in Finlandia 

 

Il Presidente della Repubblica in Finlandia

La massima carica dello Stato finlandese

La carica di Presidente della Repubblica è la più alta carica nello Stato finlandese. Per questa ragione, il Presidente della Finlandia gode dell’immunità totale, ad eccezione dei reati di alto tradimento e di crimini contro l’umanità.
Urho Kekkonen fu il Presidente della Finlandia per ben 24 anni!

Compiti e poteri del Presidente della Repubblica in Finlandia

  • Il Presidente della Repubblica in Finlandia ratifica le leggi, in maniera simile al Presidente della Repubblica Italiana, che può firmare una proposta di legge o rinviarla al Parlamento per ulteriori modifiche. La ratifica tuttavia è solo nominale: la proposta di legge presentata dal governo previa approvazione della Camera è legge a tutti gli effetti, ed il Presidente si occupa solamente di attribuire ad essa un valore simbolico. In caso lo ritenga necessario, il Presidente finlandese può richiedere un parere alla Corte Costituzionale e al Tribunale Amministrativo Supremo sulla validità giuridica della proposta ricevuta.
  • Il Presidente della Repubblica finlandese detta la politica estera dello Stato, solitamente in concordanza con la linea decisa dal governo. In caso di divergenza di vedute la linea direttiva della Presidenza della Repubblica ha il sopravvento su quella del governo. Per lo stesso motivo rappresenta la Finlandia durante le visite dei capi di Stato esteri e nomina i diplomatici.
  • Il Presidente della Repubblica in Finlandia assume il ruolo di Capo supremo delle forze armate, si occupa delle direttive politiche e delle questioni che sottintendono la difesa della nazione, tra cui la nomina del capo di stato maggiore e la messa in stato di allerta delle forze armate.
  • Il Presidente nomina le cariche più alte dello Stato (tra cui il Primo Ministro, ma solo formalmente, giacché è scelto dal Parlamento), nonché quelle del Presidente della Corte Costituzionale, della Banca di Finlandia e del Cancelliere Giuridico.
  • Il Presidente finlandese scioglie il Parlamento ed indice elezioni anticipate, quando necessario.
  • Il Presidente della Repubblica Finlandese infine conferisce le onoreficenze civili e militari e decide riguardo alla grazia nei confronti dei condannati.

Nomina del Presidente della Repubblica in Finlandia

In passato, il Presidente della Repubblica finlandese veniva scelto per mezzo di un’assemblea elettiva di 300 membri del popolo, ora invece viene eletto tramite elezione diretta. Il mandato presidenziale dura sei anni, e il Presidente può rimanere in carica per un massimo di due mandati, limitazione imposta dopo che Kekkonen era rimasto in carica per quattro mandati, per un totale 24 anni.

Elenco dei presidenti finlandesi

:

  • K. J. Ståhlberg (1919-1925)
  • Lauri Kristian Relander (1925-1931)
  • P. E. Svinhufvud (1931-1937)
  • Kyösti Kallio (1937-1940)
  • Risto Ryti (1940-1943)
  • Gustaf Mannerheim (1944-1946)
  • J. K. Paasikivi (1950-1956)
  • Urho Kekkonen (1956-1982, cambiò la legge in modo da restare più a lungo in carica)
  • Mauno Koivisto (1982-1994)
  • Martti Ahtisaari (1994-2000)
  • Tarja Halonen (2000-2012)
  • Sauli Niinistö (2012 – )

[include file=/include/lsc.htm]

Il Presidente della Repubblica finlandese ha tre residenze ufficiali, due delle quali situate a Helsinki. La prima, quella dove abita, è Mäntyniemi, a Meilahti, opera degli archietti Reima e Raili Pietilä, La seconda, quella di rappresentanza, corrispondente al nostro Quirinale, è Presidenttilinna, a Kauppatori, in pieno centro. Per finire il Presidente ha una terza residenza, quella estiva, detta “La spiaggia d’oro” (Kultaranta), nei pressi di Naantali, vicino a Turku

[include file=/include/firma.htm]

Pescare sotto il mare finlandese

Un video mozzafiato girato nell’acqua gelida del lago Saarijärvi

In questo bellissimo video girato da Juuso Mettälä, con la colonna sonora di Stefano Mocini “The end of the doubs”, alcuni finlandesi si divertono sott’acqua. Il lago ghiacciato è quello di Vaala, vicino a Oulu, in Finlandia.

Fishing under ice from Juuso Mettälä on Vimeo.

Volete vedere altri video finlandesi?

Video dalla Finlandia

Video divertenti

Video musicali 

Video sportivi

[include file=/include/firma.htm]

Aprire un’azienda in Finlandia

Come aprire una società in Finlandia

L’educazione e la funzionalità tipica dei finlandesi si trasmette ovviamente anche nel mondo del lavoro, soprattutto per chi vuole avviare una nuova attività.
In Finlandia non esistono i notai e la burocrazia è molto semplificata

In Finlandia non esistono i notai.

Il primo step della costituzione di una nuova attività parte da internet: si compila un apposito modulo dove vengono inseriti tutti i dati dei soci, la ripartizione delle quote, il capitale sociale (il minimo in Finlandia è di 2500 €), la sede della società e ovviamente l’oggetto. In Finlandia non ci possono essere aziende con lo stesso nome, quindi sul modulo si inseriscono due alternative.

Il secondo step è il versamento della quota capitale; si va in banca, la quale vi rilascierà la contabile. Con la stessa il commercialista può autenticare l’avvenuto versamento.

Terzo e ultimo step, fogli alla mano, si va all’ufficio delle entrate dove dopo pochi minuti vi viene rilasciata la partita iva .

In circa 24 ore siete pronti per iniziare a lavorare.

Imprenditori in Finlandia

Il popolo finlandese è staticamente in Europa quello meno attratto dalla vita imprenditoriale. I dipendenti finlandesi godono di una serie di benefici ai quali difficilmente vogliono rinunciare.
Una grossa percentuale di aziende in Finlandia sono quindi di stranieri.
Per molti stranieri la soluzione migliore è creare una propria attività come piccoli ristoranti a tema in base alla loro provenienza invece che essere costretti a fare i conti con una lingua non troppo facile oltre alle difficoltà di inserirsi nella società finlandese.

Non si avranno così tanti benefici come essere dipendenti; tuttavia essere imprenditori in Finlandia non è male. Il sistema finlandese è altamente funzionale e le tasse sugli utili aziendali sono solo del 26%, aliquota simile ai paesi in via di sviluppo come la Polonia (19%) e la Lituania (21%) e decisamente piu bassa dell’Olanda (34%) o dell’Italia stessa (27,5%). L’aliquota è FLAT: non ha variazioni ed è uguale per tutti, indipendentemente dal reddito prodotto.

Non pagare le tasse in Finlandia

In Finlandia la privacy tra le aziende non esiste! Le informazioni di ogni attività sono facilmente reperibili su internet. Quindi, si può sempre valutare il rischio prima di iniziare un rapporto con un nuovo cliente, consultando il suo feedback. L’ evasione fiscale è (quasi) impossibile dato la facilità di controllo di ogni operazione bancaria tra imprese.

Modalità di pagamento dei beni e servizi in Finlandia

Un’abitudine tra cliente e fornitore è quella di pagare ogni servizio e/o bene acquistato entro 7 – 14 giorni (addirittura molti pagano anticipatamente). Questo fa sì che il livello di esposizione di un fornitore verso il proprio cliente sia basso e che non crei l’effetto “fallimento a catena” tristemente conosciuto in Italia dove chi paga lo fa solo dopo 60, 90 o 120 giorni.

Per questo motivo le aziende finlandesi faticano a esportare in alcuni paesi europei abituati a pagamenti lunghi, in quanto in Finlandia non esistono gli strumenti bancari (“salvo buon fine” o “factor”) per farsi anticipare il pagamento delle fatture, con scadenza a due o tre mesi.

Il sistema bancario finlandese è molto diverso da quello italiano.

Forti delle esperienze di crisi economica degli anni ’80 dove si concedevano prestiti e mutui senza troppe garanzie, portando poi al fallimento diversi istituti bancari, oggi le banche concedono poco o nulla e sempre in base al tipo di garanzie che si possono dare. Chi decide di aprire un’azienda lo fa perché ha almeno una parte di capitale propria su cui fare affidamento. Nel mercato ci sono quindi pochi imprenditori “improvvisati” e indebitati, ma tantissimi individui affidabili e con capitale disponibile.

Lo Stato Finlandese tutela e aiuta le aziende

Lo Stato finlandese aiuta le aziende dove può. Se una società ha pagato l’iva mensile due volte senza accorgersene, lo Stato invia una lettera all’azienda per metterlo al corrente dell’errore. Con la stessa lettera è possibile recarsi in banca e farsi rimborsare i soldi pagati in eccesso.

Un vero esempio di Stato sociale dalla parte dei cittadini.

[include file=/include/lsc.htm]

Tutti gli uffici della pubblica amministrazioni sono altamente efficienti, spesso basta una semplice email per ricevere tutte le informazioni richieste, quasi sempre entro 24 – 48 ore.

[include file=/include/firma.htm]

“OLEN ITALIANO”, un documentario sull’Italia vista dai Finlandesi

Olen Italiano è una docu-fiction su come il nostro paese è visto all’estero, in particolar modo in finlandia

.

Cosa pensano gli stranieri di Silvio Berlusconi?
Il protagonista incontra Kari Tapio

Gli autori ci hanno rilasciato questa descrizione del soggetto del documentario, diretto da Francesco Di Giorgio, scritto e interpretato da un caro amico di Guida Finlandia, Cristiano Sala:

Partendo dalle battute che Silvio Berlusconi ha fatto sulla Finlandia, vogliamo mostrare come quelli che sembrano degli scherzi innocenti si amplificano a livello europeo trascinando dietro tutta l’immagine di una nazione, in questo caso l’Italia.

Attraverso il viaggio che un ragazzo italiano decide di fare ad Helsinki abbiamo voluto ripercorrere i luoghi comuni che abitano l’immaginario degli italiani sulla Finlandia e, vice versa, scoprire quelli che i finlandesi in questi ultimi tempi hanno sull’Italia.

Ecco a voi “Olen Italiano”, (italiano e inglese, sottotitolato in inglese).

Olen Italiano from Francesco Di Giorgio on Vimeo.

Solitamente timidi, i finlandesi qui non disdegnano commenti piuttosto cattivi sul nostro primo ministro.

Una scena del documentario è ambientata in un Karaoke Bar, dove alcuni finlandesi cantano una canzone italiana diventata inno nazionale finlandese: “Olen suomalainen” (letteralmente: “Sono finlandese”), da cui anche il titolo del docu-fiction. La canzone è una copia di “L’Italiano” di Toto Cotugno. Nel documentario c’è anche una bella intervista all’autore finlandese in persona, uno dei più grandi cantanti della storia del Paese: Kari Tapio (1945-2010).

[include file=/include/lsc.htm]

Il documentario “Olen italiano” è stato presentato già a numerosi festival di cortometraggi mondiali.
Per avere nuovi update e notizie, andate alla pagina facebook.

[include file=/include/firma.htm]

Carnevale Samba 2011 ad Helsinki

Il festival della samba torna come ogni anno nella capitale finlandese. Ecco le immagini più belle dell’edizione 2011

Samba Festival Helsinki

Sabato 11 Giugno 2011, sotto un bellissimo sole e con la cattedrale bianca sullo sfondo, si è svolto il festival della samba.

Un simil-carnevale brasiliano con ballerine e ballerini finlandesi (ma non solo), musica samba e tanti, tantissimi colori.

Ecco una raccolta delle foto più belle  (potete cliccare per mandare avanti le foto o semplicemente aspettare):

[fgallery id=1 w=615 h=750 t=0 title=”Samba Carnival”]

(grazie a Tommaso DeBenetti)

Ne volete sapere di più sui festival finlandesi?

Festival in Finlandia

[include file=/include/firma.htm]

Video: Trova casa (Muuto – Finding Home)

Cosa aspettarvi da una casa scandinava?

Muuto – Finding Home from Muuto on Vimeo.

In questo bel video ritroviamo tanti elementi di design scandinavi. Notate l’utilizzo massiccio di oggetto raffinati in legno, ceramica e vetro.

Ci sono anche elementi di cultura molto particolari del Nord, come bicchieri pieni di latte.

Ne volete sapere di più sul design scandinavo?

Design finlandese

Ne volete sapere di più sulla casa scandinava?

La casa finlandese

[include file=/include/firma.htm]

Documentario sulle Scorie Radioattive

Stoccaggio scorie nucleari radioattive

Le scorie radioattive prodotte in Finlandia vengono stoccate a 400 metri di profondità nel sito di Olkiluotonkalo, nei pressi di Olkiluoto, e possono rimanere lì fino a 100 mila anni, quando l’attività radioattiva sarà terminata. Questo deposito di scorie nucleari, la cui costruzione è suddivisa in quattro fasi, dovrebbe accogliere il combustibile utilizzato negli impianti finlandesi fino al 2120.

Into Eternity, un documentario del regista danese Michael Madsen, descrive l’implementazione e lo scavo del deposito di Onkalo, e cerca di analizzare le decisioni prese dalle istituzioni in base ai criteri di sicurezza.
Qui il trailer del documentario Into Eternity (in inglese)

Maggiori informazioni nel sito ufficiale Into Eternity The Movie
[include file=/include/firma.htm]

Sapore di Helsinki. In video.

Un video in stop-motion sulla capitale finlandese

In questo bellissimo video potrete assaporare la città di Helsinki d’estate.
Se amate la città di Helsinki, qui vedrete tantissimi posti familiari, dalla stazione a Lasipalatsi, da Töölö a Kallio, da Ruoholahti a Forum, e tanti altri ancora.

Il video è una raccolta di circa 3000 fotografie fatte nell’estate del 2009 con la Canon EOS 350D. Le immagini sono state editate con photoshop per creare un senso di “mondo in miniatura”.
Quicktime e Final Cut sono invece i programmi usati per montare ed editare il video.

L’autore è Juhana Hurtig.

Ne volete sapere di più sulla capitale finlandese?

La città di Helsinki
Cosa vedere a Helsinki

[include file=/include/firma.htm]

Le biciclette in Finlandia

In estate la Finlandia è fatta su misura per le bici!

La Finlandia è una meta perfetta per gli amanti delle biciclette, a patto che ci si venga in primavera o estate! Ma alcuni temerari finlandesi non hanno paura di sfidare il freddo artico anche durante la stagione invernale, montando ruote chiodate
Girare la Finlandia in bicicletta percorrendo chilometri e chilometri di piste ciclabili

Visitare la Finlandia in bicicletta è davvero un’ottima idea. Preparatevi a vedere tanti alberi, foreste, laghi e strade lunghissime.

Particolarmente affascinante è la zona lappone, che in estate ricorda abbastanza da vicino la Contea vista nei film de Il Signore degli Anelli.

In tutta la Finlandia d’estate le giornate sono lunghissime, con tantissime ore di luce e il sole che, in prossimità del solstizio d’estate (Juhannus), non tramonta mai. Si possono organizzare escursioni partendo a qualunque ora del giorno e della notte grazie al sole di mezzanotte.

Percorsi per ciclisti

La Finlandia ha un network “ufficiale” di 72 percorsi ciclabili e centinaia di percorsi locali più piccoli. I sei percorsi principali sono:

  • Via Finlandia – 596 km (fra Helsinki e Vaasa)
  • La strada dei Re – 253 km (Bergen-Turku-Vyborg)
  • Il percorso dei Grandi Laghi – 458 km (Lappeenranta, Imatra, Savonlinna e Mikkeli)
  • Il percorso della Finlandia Meridionale – 360 km (Turku-Oulu)
  • Il percorso della Finlandia Centrale – 312 km (Helsinki-Jyväskylä)

Piste ciclabili in città

La maggior parte delle città e dei villaggi hanno piste ciclabili che costeggiano tutte le strade principali. Queste piste sono quasi sempre divise in due: una sezione è dedicata ai pedoni, l’altra alle bici. Prestate attenzione a dove state camminando perché i Finlandesi prendono la divisione molto seriamente, sfrecciando a velocità sostenuta nell’area riservata alle bici.

Gli automobilisti sono piuttosto cortesi con le biciclette, e generalmente non avrete problemi ad attraversare anche una strada molto trafficata.

Il casco in bicicletta è obbligatorio per legge e molti Finlandesi lo indossano anche se è altrettanto vero che la maggioranza dei ciclisti se lo “dimentica” e la polizia non sembra particolarmente interessata a far rispettare la regola.

Campeggi per ciclisti

La Finlandia ha circa 200 campeggi sparsi in tutta la nazione. Considerate la possibilità di muovervi in bicicletta fra uno e l’altro! Solitamente questi campeggi sono dotati di tutti i comfort di base, incluse docce, una zona cucina, una zona per grigliare e, se siete fortunati, anche una sauna.

La bicicletta nei treni finlandesi

Trasportare la bicicletta in treno è relativamente facile in Finlandia, tanto che anche alcuni treni locali sono attrezzati con zone portabicicletta. Nell’area urbana il trasporto è gratuito, mentre nei treni a lunga percorrenza dovrete pagare un piccolo sovrapprezzo a seconda della destinazione. Ulteriori informazioni sul sito delle ferrovie: http://www.vr.fi/en/

Le biciclette comuni, in prestito, gratis

In alcune città finlandesi esiste la possibilità, in estate, di prendere in prestito gratuitamente delle “biciclette comuni”. Riconoscibili per il colore specifico (verde ad Helsinki) e per le rastrelliere in cui sono parcheggiate, potrete semplicemente prelevare una di queste biciclette ed utilizzarla per girare la città. Ricordatevi però di riposizionarla in una delle rastrelliere quando avrete finito, e cercate di non danneggiarla! Non serve nessun documento, si prelevano come i carrelli al supermercato: inserite una moneta da due euro e potrete usare la bicicletta per tutto il tempo che vorrete.

In bicicletta a Helsinki

Nella capitale finlandese potete spostarvi da una parte all’altra della città usando quasi esclusivamente piste ciclabili. Oltre alle normali regole valide anche in Italia, ricordate di dare la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali e rispettate i semafori per le biciclette, quelli più piccoli posti in basso.

In mancanza di una pista ciclabile, non potete usare il marciapiede, dedicato ai pedoni, ma dovrete stare sulla carreggiata dedicata alle auto.

Per pianificare i vostri spostamenti in bicicletta potete usare questo comodo sito web con tutti i percorsi (valido anche se volete spostarvi a piedi)
http://pk.hsl.fi/en/

Isole Åland e arcipelago di Turku

Da Turku si può partire in bicicletta per un lungo viaggio, passando da un’isola all’altra (usufruendo dei traghetti che sono gratuiti per i ciclisti) arrivando fino alle isole Åland, un arcipelago tra la Svezia e la Finlandia tutto particolare, politicamente vicino alla Svezia ma amministrato dalla Finlandia.

Le Åland hanno una loro indipendenza, francobolli e perfino una bandiera diversa dalla bandiera finlandese.

La Viking Line che collega Helsinki (o Turku) a Stoccolma fa scalo nel cuore della notte proprio a
Mariehamn (Maarianhamina in finlandese). Potreste decidere di continuare il vostro viaggio in nave e risvegliarvi a Stoccolma o Helsinki.

[include file=/include/lsc.htm]

Le biciclette finlandesi sono senza freni! Avete letto bene, sul manubrio di molti modelli non troverete i classici freni. Per frenare, in Finlandia, bisogna pedalare al contrario.

[include file=/include/firma.htm]

Le zanzare in Finlandia

Le leggendarie zanzare finlandesi, sono davvero temibili come si dice?

La Finlandia, anche a causa dell’estensione delle sue aree naturali, ospita tutta una serie di insetti particolarmente irritanti. Difficili da notare se rimanete nei pressi dei maggiori centri abitativi, vi perseguiteranno in estate in paesi più piccoli, in campagna e nelle vicinanze dei laghi.
Fatevi mangiare vivi da sciami di zanzare!
Le zanzare in Finlandia

Fra gli animali più temibili ci sono sicuramente le zanzare finlandesi, che nell’immaginario comune sono fra le più feroci del mondo. Le zanzare, o hyttyset in finlandese, sono particolarmente comuni nella stagione estiva nelle vicinanze dei laghi e in Lapponia, soprattutto dopo un rovescio temporalesco. Le specie finlandesi non sono pericolose in senso stretto (non trasmettono malattie come la malaria, ad esempio), ma sono famose per il singolare suono che producono mentre puntano la preda, e i loro morsi possono causare forti pruriti.

Come di consueto anche le zanzare finlandesi sono più attive nelle ore che precedono l’alba e il tramonto…peccato che nell’estate finlandese il concetto vada ad allungarsi significativamente durando moltissime ore!
Se avete deciso di passare Juhannus (solstizio d’estate) in un cottage, in un parco nazionale o comunque non in città, ricordate di portare tutto l’occorrente per proteggervi efficacemente dalle zanzare:

– repellente spray
– anti-allerergici
– magliette con maniche lunghe e pantaloni lunghi
– cappello protettivo con retina per le vacanze più estreme

I negozi finlandesi vendono varie sostanze repellenti: fate attenzione però se le spruzzate sopra a certi tessuti, come ad esempio calze di nylon, potrebbero danneggiarli. L’antizanzare Off, la cui vendita è illegale in molti paesi, è sicuramente il più venduto ed utilizzato.

Se siete avventurosi e volete girare la Finlandia in tenda, assicuratevi di avere perlomeno il retino protettivo anti-zanzare, o le vostre notti potrebbero trasformarsi in un vero e proprio inferno. Anche alcuni anti-allergici potrebbero essere utili, in quanto sono in grado di neutralizzare i morsi delle zanzare a priori.

Le zanzare a Helsinki

Girando per Helsinki, in qualunque stagione, non avrete mai il problema delle zanzare. Potreste essere punti, questo sì, ma è più un evento raro. Il problema zanzare si verifica solo spostandosi in zone di campagna, appena fuori i centri abitati.

[include file=/include/lsc.htm]

Un altro tipo di insetto finlandese particolarmente temuto è lo hirvikärpänen, una specie di mosca che si lancia fra i capelli o nelle barbe perdendo le ali e andando a nascondersi in profondità. Vivono principalmente nelle foreste, e raramente mordono gli umani, essendo gli animali le loro “vittime” naturali. Nello sfortunato caso in cui doveste incontrarne uno, ricordatevi che potete usare un pettine per zecche per rimuoverlo.

[include file=/include/firma.htm]

Stoccolma

Stoccolma, la capitale della Svezia

Stoccolma è una delle città più belle del mondo. Sorge su un arcipelago di 14 isole, incanta per la bellezza dei suoi palazzi e l’organizzazione della città che unisce antico e moderno in un connubio davvero unico.
Stoccolma, con la sua rete metropolitana dove i telefonini prendono anche nei tunnel sott’acqua: una città moderna con solide radici nella sua storia imperiale.

Il centro di Stoccolma

Un viaggio a Stoccolma

Stoccolma è una città stupenda, forse una delle più belle al mondo. La città si affaccia sulla costa orientale sul mar Baltico, protetta da un arcipelago di 24 mila isole che potete ammirare arrivando in nave dalla Finlandia. La stessa Stoccolma è stata fondata su questo arcipelago e gli edifici sono stati costruiti lungo 14 isole. Gamla Stan, il centro vecchio, è un quartiere costruito sull’isola di Stadsholmen, la parte della città più visitata dai turisti. Gamla Stan piace molto ai turisti per i suoi vicoli medievali stretti e le sue strade fatte di ciottoli.

Gli abitanti della capitale della Svezia, considerando anche i comuni limitrofi che fanno parte della Grande Stoccolma (Storstockholm), sono quasi due milioni.

Cosa visitare a Stoccolma

Il centro di Stoccolma è ricco di attrazioni. In base al clima potete scegliere se passare più tempo all’aperto (magari in estate) o rinchiudervi nel Palazzo Reale, in musei e chiese durante il gelido inverno.

Numerosi i musei della capitale svedese: oltre ai classici musei come il Museo Marittimo, il Museo della Tecnica, il Museo Nazionale e il Museo di Arte Moderna, il Museo della Storia e dell’Antichità, troviamo il Museo Vasa, probabilmente il museo più conosciuto e visitato di Stoccolma, dove è possibile visitare il relitto di un veliero del XVII secolo, conservato in ottimo stato. Per gli appassionati del gruppo c’è il Museo degli ABBA. Il Museo del Nobel si trova a Gamla Stan e racconta la storia di questo prestigioso premio.

Skansen è la destinazione svedese preferita dai turisti: un parco e giardino zoologico costruito su un’intera isola per rivivere la Svezia nella sua forma più tradizionale e suggestiva (aperto da Maggio a Settembre)

Se volete vedere Stoccolma dall’alto, consigliamo la piattaforma Katarinahissen, che si erge vicino a Slüssen, nel cuore della capitale. Dall’alto avrete una splendida vista sulla città e sulla via dello shopping, Gamla Stan. Un’alternativa per un panorama mozzafiato è salire la torre del municipio. Il Palazzo Municipale di Stoccolma è famoso anche per la Sala Oro, decorata con mosaici in tasselli dorati.

Per i romantici e appassionati della Corona non può mancare una visita al Palazzo Reale, residenza della famiglia reale svedese.

Östermalms Saluhall per gli amanti della buona tavola, un mercato di bancarelle, ristoranti, enoteche e caffetterie, per gustare specialità svedesi e i migliori prodotti tipici svedesi.

Per chi ha apprezzato la “Trilogia del Millennio” di Stieg Larsson, è oggi possibile visitare i luoghi di Stoccolma seguendo le tracce dei personaggi Lisbeth Salander e Mikeal Blomqvist, con l’ufficio del fittizio magazine “Millenium” incluso. Il tour guidato è una delle attrazioni per turisti più in voga negli ultimi tempi.

Gröna Lund è l’attrazione dedicata ai bambini (insieme allo zoo di Skansen). Un parco giochi con tutti i tipi di attrazioni.

Infine potete ammirare i capolavori dello scultore Carl Milles a Millesgården, il museo-giardino della capitale svedese.

L’economia di Stoccolma

La maggior parte degli Svedesi residenti a Stoccolma lavora nel settore terziario. Proprio per l’assenza di industrie pesanti Stoccolma è una delle capitali meno inquinate al mondo. Stoccolma è anche sede della borsa svedese, la Stockholm Stock Exchange.

Viaggiare a Stoccolma

Il turismo a Stoccolma è molto vivo, forse anche grazie alla facilità di accesso alla capitale svedese. Se siete Italiani vi basta la carta d’identità in corso di validità.
La Ryanair vola a Stoccolma sull’aeroporto di Stoccolma-Skavsta, vicino Norkopping, un po’ fuori mano ma collegato con la città da un’ora di autobus della compagnia Flygbussarna.

Le principali compagnie aeree volano utilizzando l’aeroporto svedese Stoccolma-Arlanda, collegato con la città da un treno rapido che in 20 minuti vi porterà alla stazione centrale.
Se siete in interrail, la stazione centrale dei treni di Stoccolma è collegata direttamente con la stazione centrale di Oslo in Norvegia e la stazione centrale di Copenhagen in Danimarca.

Da Helsinki il collegamento è in aereo o in nave, tramite la famosa Viking Line  (affettuosamente chiamata “love boat” o un po’ meno affettuosamente “trombonave” dalle nostre parti) o quella un po’ meno famosa della Tallink-Silja.

Vita notturna a Stoccolma

Stoccolma è una città molto giovane e la sera, soprattutto nei weekend, la metropolitana è aperta fino a tardi ed è una movida continua di giovani che si muovono incessantemente da una parte all’altra del centro.

Una nota negativa è che a Stoccolma bisogna conoscere le persone giuste per entrare nei locali “in”.

Molti locali a Stoccolma chiudono più tardi che in Finlandia: sono spesso aperti fino alle 5 di mattina (in Finlandia i locali chiudono per legge alle 3:30). In Svezia hanno il permesso per servivere alcolici fino alle 5 di mattina.

Se vi ritrovate a Stoccolma e non sapete in che locale andare, un consiglio è quello di andare alla stazione centrale e fermare un gruppo di persone che pensate possa avere i vostri stessi gusti o la vostra età e chiedete informazioni sui locali. Non abbiate timore, gli svedesi sono molto cordiali.

Per i turisti è d’obbligo una visita all’Ice Bar (a Vasaplan nel Nordic Sea Hotel), un bar interamente fatto di ghiaccio, dai bicchieri fino ai tavoli e le sedie.

Lo Spy Bar è il locale più “in” di Stoccolma. E’ qui che i VIP, i famosi e a volte persino i membri della famiglia reale passano la notte ballando bevendo e chiacchierando. L’entrata è permessa solo se in abiti eleganti. Se volete entrare, vi consigliamo di provare molto presto, prima delle 23:00, quando fuori dal locale non ci sono molti clienti. Convincere il personale fuori dal bar a farvi entrare è arduo ma non impossibile. Dopo le 23, se non siete con amici svedesi che hanno le conoscenze “giuste”, non avrete speranze.
Lo Spybar è a Birger Jarlsgatan.

E ora una lista di locali consigliati e presenti in quasi tutte le guide turistiche:

  • AG 925, (Kronobergsgatan 37)
  • Hotellet (Linnégatan 18)
  • Metró (Götgatan 93)
  • Köket (Sturegatan 4)
  • Fashing (Gamla Brogatan 44)
  • Mosebacke (Mosebacke torg 3)
  • Debaser (Karl-Johans torg)
  • Grodan Grev Ture (Grev Turegatan 16)
  • Café Opera (Kungsträdgården)
  • Nox (Grev Turegatan 30)
  • Riche (Birger Jarlsgatan 4)
  • Berns (Berzelii Park)
  • Solidaritet (Lästmakargatan 3)

Se siete stati in uno di questi locali o ne conoscete qualcun’altro che vale la pena visitare, non esitate ad aggiungerlo nei commenti con una piccola recensione!
[include file=/include/lsc.htm]

Il trasporto pubblico urbano e in particolare la metropolitana di Stoccolma valgono la pena di essere utilizzati. Non solo per la comodità con cui permettono di raggiungere ogni parte della città in qualunque ora del giorno o della notte, ma soprattutto per la bellezza delle stazioni, vere e proprie opere d’arte ognuna diversa dall’altra.