Eurovision 2015 – Vienna

Quest’anno l’Eurovision Song Contest sarà una sfida tra Italia e Finlandia.

L’Italia si presenta con il trio Il Volo e la canzone, a nostro avviso bellissima, che ha vinto SanRemo: Grande Amore.


La Finlandia invece si presenta con il gruppo punk Pertti Kurikan Nimipäivät, il che non farebbe notizia se non fosse che la band è composta esclusivamente da membri con la sindrome di down.

La canzone che porteranno sul palco a Vienna è la più corta della storia dell’Eurovision, solo 1 minuto e 42 secondi e s’intitola “Aina un pitää”, “Sempre devo.”.


Che ne pensate? Chi vincerà tra Italia e Finlandia quest’anno?

Kalakukko

Il “gallo-pesce” (kalakukko)

    Ingredienti:

  • 600 gr di pesce persico eviscerato
  • 400 gr di pancetta di maiale fresca, abbastanza grassa
  • sale grosso
  • 1 kg farina di segale
  • 1 tazza farina bianca
  • 750 gr acqua

Questa ricetta è tipica della Savonia settentrionale: si tratta di una pagnotta di pane di segale ripiena di carne e pesce.

Preparate l’impasto con la farina, un po’ di sale e acqua. Stendete l’impasto fino allo spessore di un centimetro. Formate degli strati ponendo alternativamente il pesce persico, un po’ di sale e la pancetta a fettine abbastanza sottili.

Ora chiudete il kukko ermeticamente, magari aiutandovi con un po’ d’acqua per saldare insieme i bordi. Ponete in una busta da forno oppure arrotolate la pagnotta bene in un foglio di carta stagnola. Cucinate in forno per un’ora a 200 gradi e per le successive quattro ore a 125 gradi.

Nel caso utilizziate quantità ridotte, potete cuocere il gallo-pesce per meno tempo.

[include file=/include/ricette.htm]
[include file=/include/firma.htm]

I biscottini alla zenzero

Tipiche Ricette Finlandesi

biscotti allo zenzero guarniti

I biscotti alla zenzero (piparkakku) sono i più gustosi e popolari biscotti finlandesi. Sono molto popolari in tutti i paesi del Nord Europa.

    Ingredienti:

  • 600 gr farina
  • 200 gr burro
  • 1 dl sciroppo d’acero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiaini zenzero in polvere
  • 2 cucchiaini cannella in polvere
  • 1 cucchiaino chiodi garofano in polvere
  • 2 cucchiaini buccia d’arancia grattugiata
  • 2 cucchiaini bicarbonato

Mescolate burro, zucchero, sciroppo d’acero e le spezie a fuoco dolce e spegnete quando il burro è sciolto. Quando il composto si sarà raffreddato, aggiungete il bicarbonato sciolto in acqua, l’uovo e la farina, impastate e formate una massa omogenea.

Fate riposare per una notte in un luogo fresco.

Successivamente stendete una sfoglia molto sottile (circa mezzo centimetro) e fate dei biscottini con le forme desiderate: stelline, cuoricini etc.

Cuocete in forno per 10 minuti a 175 gradi.

Torna a ricette finlandesi.

[include file=/include/firma.htm]

Lo sformato di fegato

Ricette tipiche finlandesi

Lo sformato di fegato (maksalaatikko) è un piatto tipico finlandese che si mangia anche a Natale. E’ uno dei piatti più semplici da preparare. Si può trovare anche in confezioni pronte in tutti i supermercati: dovete slo scaldare in forno e gustare.

    Ingredienti:

  • 2 dl riso
  • 5 dl latte
  • burro q.b.
  • 1 cipolla media
  • 350 gr fegato bovino macinato
  • 1 uovo
  • una manciata di uva passita
  • sale, pepe bianco, maggiorana

Soffriggete la cipolla tagliata a cubetti nel burro. Fate bollire il riso già salato. Spegnete, aggiungete nella stessa pentola la cipolla, il latte, il fegato, l’uva passa e le spezie, e mescolate il tutto. Imburrate una pirofila e versatevi il composto. Spalmate un po’ di burro in superficie e mettete in forno per 75 minuti a 175 gradi.

Torna a ricette finlandesi.

I dolci alla cannella

Ricette tipiche finlandesi

I korvapuusti, tipico dolce finlandese alla cannella

I dolci alla cannella (korvapuusti) sono una delle ricette più tradizionali della pasticceria finlandese e ne esistono innumerevoli versioni. Qui ne presentiamo due leggeremente diverse. A voi la scelta.

Prima ricetta

    Ingredienti:

  • 1 kg farina
  • 500 gr latte
  • 50 gr lievito
  • 1 uovo
  • 2 dl zucchero
  • un pizzico di sale
  • cardamomo
  • 150 gr margarina
  • per la farcitura

  • margarina, zucchero in grani o perlato, cannella in polvere

Scaldate a 37-40 gradi il latte e unite uova, zucchero, sale e cardamomo. Aggiungete anche metà della farina e il lievito. Quando l’impasto è omogeneo aggiungete la margarina sciolta e il resto della farina. Fate un bell’impasto e lasciatelo crescere per un’ora. Quando l’impasto è cresciuto stendetelo col mattarello in una sfoglia di un centimetro di spessore e spennellare margarina, zucchero e abbondante cannella. Arrotolate, tagliate diagonalmente (a forma di V) questo rotolo in paste da 2-5 cm e schiacciate leggermente al centro di ogni pezzo per dare la classica forma. Fate crescere per un paio d’ore, spennellate la superficie con dell’uovo sbattuto, aggiungete zucchero in grani e mettete in forno per 10 minuti a 250 gradi.

Seconda ricetta

    Ingredienti:

  • 4dl acqua
  • 50 gr lievito
  • 14dl farina
  • 1 uovo
  • zucchero in grani e cannella

Unire acqua e lievito, aggiungere la farina e mescolare per ottenere una massa omogenea. Lasciar crescere per 40-50 minuti.

Stendere la sfoglia fino allo spessore di un centimetro, aggiungere cannella e zucchero abbondantemente.

Rotolare, tagliare a triangolo e schiacciare leggermente al centro. Far crescere per altri 10-15 minuti. Spennellare con uovo crudo e aggiungere in superfice un po’ di zucchero in grani.

Far cuocere in forno per 15 minuti a 200 gradi

Torna a ricette finlandesi.

Il vorschmack

Ricette tipiche finlandesi

Una raffinata presentazione del vorschmack

    Ingredienti:

  • 250 gr carne di agnello macinata
  • 20 gr burro o margarina
  • 400 gr carne di manzo macinata
  • 1 cipolla grande
  • 4 spicchi d’aglio
  • 100 gr di filetti di acciughe
  • 2 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • sale, pepe nero
  • in aggiunta

  • 8 patate grandi
  • barbabietole rosse marinate
  • capperi sotto aceto o freschi
  • cetrioli marinati
  • panna acida (smetana)

Il vorschmack ha un nome tedesco che vuole dire quattro sapori. E’ semplice da preparare ma richiede un po’ di tempo. Il generale Mannerheim, eroe della guerra d’inverno, ne andava ghiotto.

Fate bollire le patate e fatele raffreddare per rimuovere la pelle.

Soffriggete la carne di agnello e, quando pronta, ponetela in una grande pentola con il coperchio. Procedete allo stesso modo con la carne di manzo. Ora soffriggete aglio e cipolla sminuzzati e versateli nella pentola con la carne, continuando la cottura. Tagliate a pezzettini i filetti di acciuga e aggiungeteli al composto con le spezie e il concentrato di pomodoro. Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua e fate cuocere in forno a 150 gradi per un’ora e mezza. Controllate di tanto in tanto che lo stufato non sia troppo secco.

Servite il vorschmack con le patate togliate a fette grandi, i cetriolini, le barbabietole, i capperi e un cucchiaio di panna acida.

Torna a ricette finlandesi.

Lo spezzatino della Carelia

Ricette tipiche finlandesi

Lo spezzatino careliano

    Ingredienti:

  • 300 gr carne di maiale
  • 300 gr carne di manzo
  • 300 gr carne di agnello
  • 3 cipolle medie
  • 2 carote
  • sale, pepe in grani e qualche foglia di alloro

Lo spezzatino della Carelia (karjalanpaisti) è un piatto molto semplice da preparare. Mettete la carne in una pirofila e mettere in forno per 20 minuti a 200 gradi per far chiudere i pori della carne; il maiale andrebbe messa sopra.

Di seguito aggiungere le verdure tagliate grossolanamente, le spezie e il sale. Aggiungere acqua fin quando la carne non sia coperta e mettere il forno a 150-175 gradi per 2-3 ore: più la carne cuoce, più diventa morbida.

Potete coprire con un foglio di carta stagnola per evitare che si secchi troppo.

Accompagnare la carne con purea di patate o patate bollite.

[include file=/include/firma.htm]

Torna a ricette finlandesi.

I tortini careliani

Tipiche ricette finlandesi

I tortini careliani (karjalanpiirakka)

    Ingredienti:

  • 1,5 dl farina di segale
  • 1 dl farina bianca
  • 1 dl acqua
  • 1-2 dl riso
  • 1 l latte
  • sale

I tortini careliani (karjalanpiirakat) sono tra le più popolari ricette finlandesi. Seppur siano un piatto regionale -della Carelia, appunto- vengono mangiati in tutta la Finlandia.

Preparate la pasta con i due tipi di farina, sale e acqua. Nel frattempo cuocete il riso nel latte, salate.

Lasciate raffreddare il riso e dividete l’impasto in 15 parti circa formando delle barchette e farcendole con il riso.

Potete puntare i bordi con la forchetta. Mettete in forno per 20 minuti a 250 gradi.

Servite calde, accompagnandole se volete con il munavoi: burro mescolato con uova sode sbriciolate.

[include file=/include/firma.htm]

Torna a ricette finlandesi.

Le bistecche di aringa del Baltico

Tipiche Ricette Finlandesi

Le famose silakkapihvit

    Ingredienti

  • 600 gr filetto di aringa del Baltico
  • burro per friggere
  • farina di segale
  • sale, pepe bianco
  • aneto

Le bistecche di aringa del Baltico (silakkapihvit) sono un piatto molto tipico della Finlandia, poiché questa piccola aringa si trovi solo nel Baltico.

Eviscerate le aringhe, rimuovete la spina dorsale e lavatele velocemente. Mettete i filetti aperti sul tagliere e ponetevi sale, pepe e aneto tritato. Unite ogni coppia di filetti pressandoli nella parte interna, in modo che rimangano attaccate. Passatele delicatamente nella farina di segale e ponetele in un tegame caldo dove avrete sciolto un pochino di burro. Friggetele a fuoco moderato girandole di tanto in tanto fin quando non diventano brunite.

[include file=/include/ricette.htm]

[include file=/include/firma.htm]

Torna a ricette finlandesi.

Google e la Finlandia

Google, data center in Finlandia

Ad Hamina, 200km a est di Helsinki, Goolge ha installato un data center raffreddato con l’acqua del Mar Baltico.
Il freddo Mar Baltico utilizzato per riscaldare i server di Google in modo ecologico.

Google, all’avanguardia nell’utilizzo delle energie rinnovabili, ha acquistato una vecchia fabbrica ad Hamina, nel sud della Finlandia, convertendola in un data center riscaldato pompando acqua fredda del Mar Baltico.

SeaWater Air Conditioning, o SWAC

Nessun sistema di refrigerazione viene utilizzato, solo ed esclusivamente l’acqua proveniente dal mare (mare che durante l’inverno è ghiacciato).
SeaWater Air Conditioning, o SWAC, è il nome dell’impianto.

Investimento molto costoso ma che nel lungo termine farà risparmiare moltissimi soldi contribuendo a non inquinare l’ambiente.

[include file=/include/firma.htm]

Cucina finlandese: le ricette popolari

Tante ricette finlandesi di carne e pesce

Le più popolari ricette finlandesi hanno come ingredienti principali carne, come la renna, o pesce, come salmone e aringhe. Senza tralasciare i dolci, di cui i finlandesi sono ghiotti.

Tipico piatto finlandese: lo stufato di renna

Provate il vorschmack, il piatto preferito dal generale Mannerheim!

I piatti della cucina finlandese non hanno una fama internazionale, ma ci sono ricette originali e molto gustose. I maggiori ingredienti sono carne e pesce, accompagnati sempre dalle patate. non dimenticatevi dei funghi, che potete trovare senza difficoltà nei boschi della Finlandia.

Potreste avere difficoltà nel trovare in Italia alcuni ingredienti autentici finlandesi, come carne di renna o alcune bacche finlandesi. Comunque la maggior parte degli ingredienti della cucina finlandese si trova anche in Italia.

Piatti finlandesi di carne

Tra i piatti di carne tipici della Finlandia uno dei più famosi è lo stufato di renna, lo sformato di fegato, lo spezzatino della Carelia e il vorschmack, una sorta di macinato composto da quattro ingredienti, il piatto preferito del generale Mannerheim.

Piatti finlandesi di pesce

Tra le ricette di pesce tradizionali finlandesi c’è il salmone (lohi) preparato marinato, affumicato o al forno con le patate, ma anche le piccole aringhe del baltico (silakka) hanno un ruolo da protagonista. Per fare il salmone affumicato avrete bisogno di un affumicatore e la procedura è molto veloce.

Dolci finlandesi

I Finlandesi sono molto golosi di dolci e ne mangiano in gran quantità. Sono molto diffusi i dolci con pan di spagna, bacche e panna montata. Le frittelle tipo crêpes (pannukakku) sono anche molto popolari, e si consumano con marmellate alle bacche (specialmente mirtillo e lampone) o panna montata, di solito il giovedì.

Tra la pasticceria più conosciuta menzioniamo dei dolci alla cannella (korvapuusti) e i biscottini allo zenzero (piparkakku).

Cucina careliana e della Savonia

Tra le cucine regionali finlandesi, la cucina della Finlandia orientale ha tante ricette che vengono utilizzate comunemente in tutta la Finlandia. La tradizione della Finlandia orientale ha sentito pesantemente gli influssi della vicina Russia. Tra le ricette più popolari, oltre al già menzionato spezzatino della Carelia, i tortini careliani (karjalan piirakka) e la pagnotta imbottita (kalakukko), tipici della Savonia.

Se volete saperne di più sulla gastronomia finlandese cliccate qui.

[include file=/include/lsc.htm]

Lo chef Gordon Ramsay, uno dei giovani cuochi più famosi al mondo insieme a Jamie Oliver, ha dato un guidizio molto negativo sulla cucina finlandese, in particolare riferendosi al mämmi, porridge tipico del periodo di Pasqua, che assomigli secondo lui a pupù di bambino.

[include file=/include/firma.htm]

Salmone marinato

Il carpaccio di salmone

    Ingredienti:

  • 700 gr -1 kg filetto di salmone
  • sale grosso
  • un cucchiaino di zucchero
  • pepe bianco o pepe rosa in grani
  • aneto fresco

Il carpaccio di salmone (graavilohi) è una delle ricette più popolari e diffuse in tutta la Finlandia. Ci sono tante preparazioni diverse di questa ricetta. Qui vi proponiamo quella forse più semplice. Pulite il filetto di salmone di tutte le lische e adagiatelo in un grande vassoio avendo cosparso precedentemente il fondo con qualche grano di sale grosso. A questo punto aggiungete in superficie il sale grosso (circa 2 cucchiai per chilo), il pepe e lo zucchero. Considerate anche che in Italia si trovano salmoni più piccoli e meno grassi che in Finlandia, per cui avranno bisogno di meno sale. Mettete in frigo, coprendo con la carta trasparente e, se volete, un peso per favorie la fuoriuscita dei liquidi dal salmone. Scolate l’acqua che il pesce rilascia ogni 12-24 ore. Dopo tre giorni il salmone è pronto. Servitelo tagliato a fettine molto sottili con aneto fresco e qualche goccia di limone a piacere.

Il salmone preparato in questo modo si conserva parecchi giorni in frigo, basta tenerlo coperto con la carta trasparente per evitare che si secchi troppo.

Una simpatica variante sono dei rotolini di salmone ripieni di formaggio. Prendete il vostro salmone già marinato e tagliato a fettine sottili, e ponetelo su un foglio di pellicola. Preparate una crema di formaggio fresco con varie erbe come aneto e erba cipollina e spalmatelo sulle fettine di salmone. Ora, aiutandovi con la carta trasparente arrotolate strettamente e ponete questo rotolo in congelatore per circa un’ora, in modo che prenda la sua forma. Scongelate e servite a rotolini.

Torna a ricette finlandesi.

Lo stufato di renna

Lo stufato di renna

    Ingredienti:

  • 500 gr straccetti di carne di renna
  • 50 gr burro
  • 3 dl d’acqua o birra
  • sale, pepe aromatico
  • purea di patate (da preparare prima)
  • mirtilli rossi freschi o in salsa

Lo stufato di renna (poronkäristys) è uno dei piatti più tradizionali della cucina finlandese. Soffriggete la carne di renna nel burro caldo e quando sarà brunita aggiungete l’acqua o la birra e le spezie. Cuocete fino all’evaporazione del liquido. Servite in un piatto, formando un buco nella base di purea di patate, adagiatevi la carne e aggiungete i mirtilli rossi (puolukka) accanto.

Torna a ricette finlandesi.

Arto Paasilinna

Arto Paasilinna, l’autore finlandese più amato in Italia

Il giornalista e scrittore Arto Paasilinna è riuscito dove nessun altro finlandese riuscì: scalare le classifiche di vendita dei libri in Italia

Arto Paasilinna

L’ex-boscaiolo, ex-giornalista ed ex-poeta Arto Paasilinna, classe 1942, è il maestro indiscusso nel tratteggiare la vena di follia anarchica che si nasconde dietro l’apparenza di conformismo di ogni finlandese.

Arto Paasilinna gode indubbiamente di più successo all’estero che in madrepatria, dove il giudizio dei critici è positivo ma le vendite non raggiungono i livelli del nostro Paese.

Acquista i libri di Arto Paasilinna on line

Considerato uno “scrittore per uomini”, Paasilinna è salito molte vote agli onori di cronaca per le figuracce o per il comportamento riprovevole dovuto alle frequenti sbornie. Tra queste citiamo la condotta molesta durante un ricevimento ufficiale all’ambasciata finlandese a Oslo e l’aver afferrato per la gola un ragazzino di 17 anni durante una lite nel centro commerciale Iso Omena ad Espoo.

I libri di Arto Paasilinna

Fino ad oggi Paasilinna ha pubblicato 35 romanzi, tradotti in oltre 46 lingue, oltre a numerose opere di altro tipo. Di questi romanzi, solamente 10 sono stati tradotti in italiano, e sono tutti editi da Iperborea:

L’anno della lepre
(Jäniksen vuosi, 1975)
Iperborea, 1994 trad. Ernesto Boella

Il bosco delle volpi
(Hirtettyjen Kettujen Metsä – 1983)
Iperborea, 1996 trad. E. Boella

Il mugnaio urlante
(Ulvova mylläri – 1981)
Iperborea, 1997 trad. E. Boella

Il figlio del dio del tuono
(Ukkosenjumalan poika – 1984)
Iperborea, 1998 trad. E. Boella

“Lo smemorato di Tapiola
(Elämä lyhyt, Rytkönen pitkä – 1991)
Iperborea, 2001 trad. H. Kangas H e A. Maiorca

I veleni della dolce Linnea
(Suloinen myrkynkeittäjä – 1988)
Iperborea, 2003 trad. H. Kangas e A. Maiorca

Piccoli suicidi tra amici
(Hurmaava joukkoitsemrha – 1990)
Iperborea, 2006 trad. M.A. Iannella e N. Rainò

Il migliore amico dell’orso
(Rovasti Huuskosen petomainen miespalvelija, 1995)
Iperborea, 2008 trad. Nicola Rainò

Prigionieri del Paradiso
(Paratiisisaaren vangit – 1974)
Iperborea, 2009 trad. M. Ganassini

L’allegra apocalisse
(Maailman paras kylä – 1992)
Iperborea, 2010 trad. N. Rainò

Il tema ricorrente nelle opere di Paasilinna è l’improvvisa rottura delle convenzioni sociali restrittive che regolano la vita moderna.

La rottura può avvenire mediante la fuga on the road dalle responsabilità e dagli affanni del milieu urbano (“L’anno della lepre”), da uno stato di follia o eccentricità prolungata (“Lo smemorato di Tapiola”, “Il mugnaio urlante”) o dall’entrata in scena di personaggi che per la loro diversità hanno un effetto dirompente sulla vita quotidiana dei protagonisti (“Il figlio del Dio del Tuono”).

Lo stile umoristico e leggero di Paasilinna rende scorrevole la lettura e ben si adatta ai personaggi allegramente anarchici e imprevedibili delle sue opere.

In Finlandia alcuni romanzi di Arto Paasilinna sono stati trasformati in opere cinematografiche e televisive: “L’anno della lepre”, “Il mugnaio urlante” e “Lo smemorato di Tapiola”.

“Piccoli suicidi tra amici” è stato girato in versione più lunga per essere trasmesso come mini-serie televisiva.

“I veleni della dolce Linnea”, al contrario, è stato portato direttamente sul piccolo schermo.

Nell’Ottobre del 2009 Paasilinna è stato ricoverato per un ictus e la conseguente emorragia cerebrale. Dopo un lungo ricovero, lo scrittore è tornato a parlare e a camminare, ma la sua carriera artistica pare irrimediabilmente finita.

[include file=/include/lsc.htm]

I fratelli Paasilinna (Arto, Erno, Mauri ed Reino) sono noti per essere (o essere stati) tutti scrittori, anche se il solo ad esserlo stato a tempo pieno per quasi tutta la vita è Arto.

[include file=/include/firma.htm]

Il nucleare in Finlandia

Il nucleare in Finlandia produce un terzo dell’energia del Paese

Il nucleare è una della fonti energetiche più importanti in Finlandia. Quattro reattori sono attivi e altri in costruzione. In Finlandia nascerà il primo reattore nucleare al mondo di terza generazione.

L'ampliamento della centrale di Olkiluoto

Un reattore nucleare in grado di resistere a un incidente come quello delle Torri Gemelle!

La Finlandia non ha grandi giacimenti di materie prime, e per la sua posizione geografica e la conformazione del territorio non è in grado di ricorrere in maniera significativa alle risorse rinnovabili come il sole, il vento e l’energia idrica. La produzione di energia elettrica in Finlandia è affidata al carbone, alle biomasse e al nucleare.

In Finlandia le decisioni più importanti riguardo l’energia nucleare (ydinvoima) sono prese dal Parlamento. Non è mai stato fatto nessun referendum sul nucleare in Finlandia.

Malgrado il governo finlandese abbia avallato di recente la costruzione di due nuovi impianti, la catastrofe di Fukushima in Giappone ha smosso l’opinione pubblica a discostarsi dall’energia nucleare anche in Finlandia. Greenpeace e altre associazioni di cittadini contrari a questo tipo di energia hanno organizzato manifestazioni contro la diffusione di questo tipo di tecnologia.

Quando è nata l’energia nucleare in Finlandia

Il primo reattore atomico in Finlandia è stato attivato nel 1977 a Loviisa, a meno di 100 km a Est di Helsinki. Successivamente dal 1979 al 1982 sono stati attivati altri tre reattori in due centrali nucleari, di cui due a Olkiluoto, sulla costa occidentale della Finlandia nel comune di Eurajoki, e un altro sempre a Loviisa. La produzione totale di energia di questi reattori è di poco inferiore a 3000 MW.

I reattori di Loviisa sono di tecnologia VVER – acronimo russo che indica un reattore energetico acqua-acqua – mentre quelli di Olkiluoto sono già BWR, che sono quelli di seconda generazione (Boiling Water Reactor). I reattori di Loviisa prevedono di essere dismessi tra il 2027 e il 2030, quelli di Olkiluoto si prevede funzionino fino al 2040.

I reattori in costruzione in Finlandia

Nel 2003 è cominciato l’ampliamento della centrale di Olkiluoto con un nuovo reattore, che è il primo al mondo di terza generazione: tecnologia EPR (Evolutionary Power Reactor) ad acqua sottoraffreddata presente nel nocciolo per la refrigerazione e il controllo del reattore. La realizzazione è affidata alla francese Areva, unita con Siemens. L’attivazione di Olkiluoto-3 è prevista per il 2012.

La tecnologia EPR prevede altissime misure di sicurezza, per evitare qualsiasi conseguenza in seguito ad un eventuale incidente.

    Questi accorgimenti sono:

  • quattro circuiti di raffreddamento d’emergenza indipendenti, ciascuno capace di spegnere il nocciolo
  • un contenitore metallico per contenere le eventuali fuoriuscite di materiale radioattivo, in caso di rottura del circuito primario
  • un bunker attorno al nocciolo (core catcher) capace di richiudersi su se stesso in caso di fusione del nocciolo
  • una parete protettiva in cemento armato spessa quasi tre metri che dovrebbe resistere alla collisione di un grande aereo di linea carico di combustibile

Nonostante tutti questi accorgimenti l’impianto ha ricevuto critiche riguardo il grado di indipendenza dei vari circuiti di sicurezza.

Nel 2010 il Parlamento finlandese ha approvato la costruzione di due nuovi reattori nucleari in Finlandia. TVO (Teollisuuden Voima) ha preso l’appalto del quarto reattore di Olkiluoto, mentre Fennovoima ha ottenuto il permesso per la costruzione di una nuova centrale, il cui sito è da individuare tra Simo o Pyhäjoki, entrambe a Nord sulla costa Ovest della Finlandia.

A seguito dell’approvazione di questi nuovi siti Greenpeace ha organizzato una manifestazione costruendo una lapide, chiamata memoriale dell’egoismo (itsekkyyden muistomerkki), con i nomi di tutti i parlamentari che hanno sottoscritto la costruzione dei nuovi impianti.

Lo smaltimento delle scorie nucleari

La politica finlandese prevede di smaltire le scorie nucleari sul territorio nazionale, senza esportarle all’estero. A questo proposito diciamo che la Finlandia non ha rischio di sismi e ha un sottosuolo di granito, che è un materiale durissimo e molto isolante.

Le scorie radioattive prodotte in Finlandia vengono stoccate a 400 metri di profondità nel sito di Onkalo, nei pressi di Olkiluoto, e possono rimanere lì fino a 100 mila anni, quando l’attività radioattiva sarà terminata. Questo deposito di scorie nucleari, la cui costruzione è suddivisa in quattro fasi, dovrebbe accogliere il combustibile utilizzato negli impianti finlandesi fino al 2120.

Into Eternity, un documentario del regista danese Michael Madsen, descrive l’implementazione e lo scavo del deposito di Onkalo, e cerca di analizzare le decisioni prese dalle istituzioni in base ai criteri di sicurezza.

I rifugi anti-atomici in Finlandia

In Finlandia ci sono moltissimi rifugi anti-atomici sparsi per il territorio, in modo da poter contenere letteralmente tutta la popolazione. In quasi tutti gli edifici, questi vengono utilizzati come cantina, ma all’occorrenza possono ospitare gente in caso di esplosione nucleare.

[include file=/include/lsc.htm]

Dopo la catastrofe di Fukushima in Finlandia c’è stata una vera e propria corsa alle tavolette di iodio, nonostante il governo finlandese avesse dichiarato che non ce ne fosse alcun bisogno. I Finlandesi, memori delle bugie di Chernobyl, hanno avuto paura di una nuova nube tossica.

[include file=/include/firma.htm]

Finlandia campione del mondo: HELSINKI LIVEBLOGGING

LIVEBLOGGING DA HELSINKI

23:48 La Finlandia è campione del mondo di hockey su ghiaccio battendo la Svezia 6-1. Alcuni degli autori di Guida Finlandia ad Helsinki ci accompagnano nei festeggiamenti della capitale finlandese dopo questa storica vittoria

00:15 Ancora poca gente fuori, si sta assistendo alle premiazioni…

00:34 Ecco. Traffico mai visto a Helsinki

00:38 La città si sta riversando nelle strade e specialmente nella piazza del senato, quella davanti alla cattedrale bianca, la stessa del nostro logo

00:42 sono iniziati i cori e come ai mondiali 2006 per l’Italia è il PO PO RO PO PO PO che fa da padrone

00:48 la fontana di Havis Amanda è ora piena di gente che si fa il bagno! E no,non c’è caldo!

1:00 Havis Amanda è stata ricoperta con una bandiera finlandese. La festa in Finlandia è grande

1:07 Anche atti vandalici per la festa della Finlandia campione del mondo, stanno rubando cartelli stradali e tutto ciò che è di colore bianco e blu

1:10 la statua di Havis Amanda indossa ora una divisa di hockey su ghiaccio

1:26 uomini nudi e folla che non sembra calare minimamente. La festa È appena agli inizi e ci aspettiamo anche Babbo Natale qui a Helsinki!

2:00 rispetto per i semafori rossi anche se a piedi o in carosello in macchina

3:08 la festa per la vittoria della Finlandia ai mondiali di hockey continua. Noi domani lavoriamo e ci ritiriamo. E da Helsinki, per stanotte, è tutto.

Volete saperne di più?

L’hockey su ghiaccio

[include file=/include/firma.htm]

20110516-123515.jpg

20110516-124213.jpg

20110516-124434.jpg

20110516-125449.jpg

20110516-012803.jpg

20110516-125300.jpg

20110516-125150.jpg

Your browser does not support the video tag

20110516-030402.jpg

20110516-030413.jpg

20110516-030428.jpg

20110516-030441.jpg

20110516-030503.jpg

20110516-030522.jpg

Your browser does not support the video tag

Sportivi finlandesi

Da Häkkinen a Räikkonen, da Litmanen a Hyppiä, tutti gli sportivi finlandesi più famosi e pagati nel mondo

I finlandesi sono un popolo amante della natura e dello sport. Come in molti altri settori, i finlandesi eccelgono nello sport. Precisi e ambiziosi, hanno vinto in tante competizioni internazionali, dalla Formula Uno al calcio, dal salto con gli sci al rally. Chi sono gli sportivi finlandesi più di successo?
Poche parole ma tanti fatti, ecco gli sportivi finlandesi!
La statua dedicata al campione olimpico Paavo Nurmi

Andiamo a vedere gli sportivi più famosi nel mondo, classificandoli per sport.

Calciatori finlandesi

Partiamo dallo sport più amato in Italia, ma anche il più praticato in Finlandia: il calcio http://www.guidafinlandia.it/cultura-finlandese/sport/calcio-in-finlandia/

La nazionale finlandese non ha mai raggiunto la fase finale di un Europeo o di un mondiale e questo lo si deve anche alla carenza di giocatori di talento. A parte due.

Jari Litmanen

Il calciatore finlandese più famoso nel mondo è senza dubbio Jari Litmanen. Classe 1971, il centrocampista offensivo finlandese è stato il capitano della nazionale e considerato il miglior giocatore della Finlandia di sempre. Soprannominato in patria “Il Re”, Kuningas, Litmanen ha militato in più di dieci squadre diverse, tra cui anche Liverpool, Barcellona e le domestiche Lahti e Helsinki HJK, ma è con l’Ajax che ha conosciuto la fama internazionale. 159 presenze e 91 gol, nella squadra olandese Litmanen ha vinto 4 campionati e altrettante coppe nazionali, ma soprattutto ha vinto la Champions League in finale contro il Milan nel 1995. Nello stesso anno Jari Litmanen ha vinto una Coppa Intercontinentale e più tardi una Coppa Uefa (con il Liverpool).

Sami Hyppiä

Al secondo posto come miglior giocatore di calcio finlandese, il difensore del Bayer Leverkusen Sami Hyppiä. Nato nel 1973 a Porvoo , Sami Hyppiä è conosciuto per la sua militanza inglese nel Liverpool, dove ha collezionato ben 317 presenze e 22 gol in 10 anni (1999-2009) e con cui ha vinto anche una Coppa Uefa e una Champions League in finale, ancora una volta, contro il Milan.

Ogni anno viene assegnato il premio di miglior giocatore di calcio finlandese. Incredibile ma vero, la sfida dal 1992 è solo tra Litmanen e Hyppiä (con l’eccezione del portiere del Bolton Jussi Jääskeläinen nel 2007). Speriamo davvero che cresca qualche nuovo giocatore in grado di dare un ricambio generazionale alla Finlandia.

Altri calciatori finlandesi in Italia e in Europa

Tra gli altri calciatori finlandesi ricordiamo Jussi Jääskeläinen, portiere del Bolton dal 1997, ha collezionato nel Marzo 2011 l’invidiabile risultato di 500 partite a protezione della porta della squadra di Londra. Altri giocatori finlandesi sono Mikael Forssell (ex Chelsea, ora all’Hannover 96), Hetamaj, che ha un’esperienza nel Brescia, e i fratelli Eremenko (di cui uno ha giocato anche in Italia) nell’Udinese.

Piloti di formula uno e rally finlandesi

I finlandesi sono tra i piloti più bravi al mondo. Abituati a guidare sulle strade innevate e ghiacciate nei lunghi inverni, sono dei veri e propri talenti al volante delle vetture di formula uno e rally.

Mika Häkkinen

Due volte campione del mondo alla guida della McLaren, Mika Häkkinen è indubbiamente il più grande pilota finlandese di tutti i tempi, uno dei pochi che è riuscito a tenere a bada per due anni il pluricampione della Ferrari Michael Schumacher. Per gli appassionati del genere, Mika Häkkinen è ricordato anche per uno dei sorpassi più spettacolari nella storia della formula uno, proprio a scapito del “nemico” tedesco della Ferrari, a Spa nel 2000 durante il Gran Premio del Belgio. Apprezzatelo in questo video.

Kimi Räikkönen

La casa di Maranello si è potuta consolare con Kimi Räikkonen. Il pilota di formula uno finlandese è conosciuto in Italia non solo per essere il pilota della Ferrari ma anche per le sue interviste a monosillabi. Lo stesso Presidente della Ferrari Montezemolo lo ha difeso: “È qui per guidare, non per parlare”. Il pilota finlandese lo ha ripagato al meglio: Kimi è stato il Campione mondiale 2007 di Formula Uno alla prima stagione in Ferrari.

Altri piloti finlandesi di formula uno

Gli altri piloti di formula uno sono raccolti nell’articolo dedicato alla Formula Uno in Finlandia. Tra i piloti ricordiamo Keke Rosberg, vincitore del mondiale ’82 su Williams, il pilota della Lotus-Renault Heikki Kovalainene Mika Salo, altro Ferrarista.

Piloti di rally finlandesi

Tutti i più famosi piloti di rally finlandesi sono raccolti nell’articolo dedicato al rally in Finlandia. Tra questi, ricordiamo Tommi Mäkinen (campione del mondo per ben quattro volte) e Marcus Grönholm, il pilota di rally forse più famoso ancora in attività.

Corridori finlandesi

Paavo Nurmi

L’unico vero corridore finlandese famoso della storia è Paavo Nurmi. L’atleta finlandese originario di Turku Paavo Nurmi (1897 – 1973), ha vinto la bellezza di nove ori olimpici e tre medaglie d’argento, così suddivise:

  • 1920 Giochi Olimpici di Anversa, un argento e tre ori: oro nei 10.000 metri, corsa campestre individuale e corsa campestre a squadre; argento nei 5000 metri.
  • 1924 Giochi Olimpici di Parigi, cinque ori: oro nei 1500 metri, 5000 metri (nella stessa giornata!), 3000 metri a squadre, corsa campestre individuale e corsa campestre a squadre.
  • 1928 Giochi Olimpici di Amsterdam, un oro e due argenti: oro nei 10000 metri, argento nei 5000 metri e 3000 siepi.

Una statua di Paavo Nurmi è stata eretta davanti allo Stadio Olimpico di Helsinki, nel quartiere di Töölö.

Saltatore con gli sci finlandese

In questa particolare disciplina invernale, i finlandesi hanno avuto una grandissima star fuori e dentro dalle competizioni sportive: Matti Nykänen.

Matti Nykänen

Matti Nykänen, Una carriera ricca di medaglie, show imbarazzanti e condanne.
Per capire il genio e la sregolatezza di Matti Nykänen cominciamo dicendovi che si è ritirato a soli 27 anni, nel pieno della sua carriera, con un record tutt’ora imbattuto di 46 vittorie in Coppa del Mondo, oltre ad un palmarés che vede ori olimpici e medaglie mondiali e… interviste come questa.

Ma andiamo con ordine. Matti Nykänen è il dominatore del salto con gli sci mondiale negli anni ’80. Vince: 5 medaglie olimpiche, 4 ori e un bronzo. I tre ori sono stati conquistati tutti a Calgary nell’88 (NH individuale, LH individuale, LH a squadre). Sempre negli anni ’80 vince la coppa del mondo nel 1983, 1985, 1986 e 1988. Nelle gare mondiali colleziona 46 vittorie, 22 secondi posti e 8 terzi posti totali.

Ritiratosi, ha intrapreso una carriera pop che ha fruttato tre album e perfino un disco d’oro finlandese nel 1992 con il singolo ”Yllätysten yö” (“La notte delle sorprese”). Sposato 5 volte e divorziato 4, Matti è diventato un vero fenomeno in Finlandia, partecipando a talk show, reality e intrattenendo il pubblico finlandese con interviste al limite dell’inverosimile (come quella proposta prima), spesso ubriaco. Dopo un periodo in sordina è risalito alla ribalta recentemente per essere stato arrestato più volte. Condannato a 2 anni e 2 mesi per tentato omicidio, esce dopo metà condanna per rientrare in carcere in seguito a violenze sull’ex-moglie. Pochi giorni dal rilascio viene rispedito in carcere per un’altra aggressione in un locale. Nell’agosto del 2010 viene nuovamente condannato a 1 anno e quatto mesi per aver ferito un’altra delle ex mogli con un coltello. I suoi problemi con l’alcol appaiono regolarmente tra le notizie sui giornali nazionali finlandesi.

Giocatore di hockey su ghiaccio finalndesi

L’hockey su ghiaccio è lo sport più popolare in Finlandia, forte di più di 60 mila iscritti e 250 arene sparse nel Paese (pensate che in Italia ce ne sono solo una cinquantina). La nazionale finlandese, campione del mondo nel 1995 e medaglia d’argento alle olimpiadi del 1988 e 2006, è sempre stata ricca di talenti di Jääkiekko (letteralmente, “disco su ghiaccio”).

Saku Koivu

Come molti altri, anche Saku Koivu ha una carriera di successo nella NHL, la lega di hockey nordamericana, dove fu il capitano record della squadra dei Montreal Canadiens per ben 9 anni. Oltre a far parte della mitica squadra che ha vinto il mondiale del 1995 contro la Svezia a Stoccolma, Koivu è diventato famoso per aver sconfitto un tumore. Girano voci secondo cui il tumore possa essere stato provocato da anabolizzanti illegali, ma non è stato ancora provato. Saku Koivu ha anche ricevuto pochi anni fa una stecca in un occhio, perdendo parte della retina, che non ha mai recuperato al 100%. Dal 2008 gioca nei Anhaeim Ducks, ed è capitano alterno con la vera star dell’hockey su ghiaccio finlandese, Teemu Selänne.

Teemu Selänne

Teemu Selänne è, a detta di molti, il più grande giocatore di hockey della storia finlandese. Ha vinto la Stanley Cup ed è il giocatore che ha segnato più gol e più punti nel suo primo anno NHL della storia. Tre volte capocannoniere della NHL, Selänne è una star anche in patria, soprattutto dopo il matrimonio con Sirpa Vuorinen e il titolo di uomo più sexy della Finlandia, decretato dalla rivista Eeva. È il capitano alterno dei Anhaeim Ducks, dove sta battendo tutti i record di punti, gol e presenze della storia della squadra californiana.

Altri giocatori di Hockey finlandesi famosi

Tra gli altri ricordiamo senza dubbio Raimo Helminen, che ha partecipato a ben 6 olimpiadi, e, insieme con Jari Kurri, sono gli unici due giocatori il cui numero di maglia è stato ritirato dalla nazionale finlandese. Pratica rara nei club, quasi unica nelle nazionali. Poi Timo Jutila e Ville Peltonen, che furono gli autori dei 4 gol (3 di Peltonen) con cui la Finlandia battè la Svezia in finale mondiale nel 1995.

Per la gioia degli amici finlandesi, ecco un video (con un editing un po’ datato) per ricordare l’impresa storica del 1995 contro la Svezia a Stoccolma.

Sciatori finlandesi

Kalle Palander

La Finlandia non è ricca di montagne e lo sci in Finlandia è soprattutto concentrato nello sci di fondo. Nonostante ciò, lo sciatore finlandese Kalle Palander è comunque un talento vero, in grado di vincere il mondiale di slalom nel 1999.

Pattinatrici su ghiaccio finlandesi

Le pattinatrici su ghiaccio finlandesi sono famose in tutto il mondo e danno del filo da torcere ad ogni competizione alla nostra Karolina Kostner. Tra le pattinatrici su ghiaccio finlandesi ricordiamo Laura Lepistö, bronzo al mondiale di Torino del 2010 e arrivata davanti alla Kostner e alla connazionale Susanna Pöykyö all’europeo di Helsinki nel 2009. Quest’ultima conta all’attivo anche un argento all’europeo di Torino del 2005. Infine Kiira Korpi, bronzo a Varsavia 2007 e Berna 2011.

Tennista finlandesi

Jarkko Nieminen

Il tennis non è uno sport molto popolare in Finlandia, che infatti ha in Jarkko Nieminen il suo unico esponente di rilievo. Nonostante non abbia mai superato i quarti in un torneo di Grande Slam, il tennista finlandese era, secondo la classifica ufficiale ATP, al 13° posto mondiale nel Luglio del 2006.

[includefile=/include/lsc.htm]

Gli aforismi di Matti Nykänen sono raccolti sul suo sito ufficiale http://www.mattinykanen.net/thoughts.html (che già di per sé è un pezzo più unico che raro, uno dei siti più “vintage”, con un design primitivo e meno aggiornati del web) e ce ne sono alcuni al limite dell’incredibile, tra cui:

  • “Elämä on ihmisen parasta aikaa.”: “Il periodo migliore dell’uomo è la vita”

  • ” Rakkaus on kuin lankakerä: se alkaa ja loppuu.”: “L’amore è come un gomitolo di lana: comincia e finisce”

  • “Se on ihan fifty-sixty miten käy.”: “Le possibilità di riuscita [sono pari], sono 50%-60%.>”

  • “Ehkä otin, ehkä en, so not kunhan hyppy kulkee!”: “Forse ho bevuto, forse no, e chi se ne importa se il salto è riuscito!” -confondendo anche “so what”, con “so not”, ma sorvoliamo…

I Nightwish

Fra gli inventori del Metal Sinfonico, i Nightwish sono sopravvissuti a Tarja

I Nightwish sono una band di quello che viene definito “metal sinfonico”, ovvero un tipo di musica pesante che unisce chitarre e strumentazione prettamente “metal” a una voce di stampo quasi operistico. I Nightwish nascono nel 1996 a Kitee, un paesino finlandese non distante da Joensuu, per opera del tastierista Tuomas Holopainen, il chitarrista Emppu Vuorinen e la cantante originaria Tarja Turunen, che anni dopo diventerà sia icona che pietra dello scandalo per la band finlandese.

Un’altra band che ha decretato il primato finlandese nella musica pesante!

Nightwish

Famosi fin da subito in Finlandia fin dal primo singolo The Carpenter, la band non otterrà riconoscimento internazionale fino all’uscita di Oceanborn, nel 1998, seguito da altri successi come Wishmaster e Century Child nel 2000 e 2002 rispettivamente.

Sarà però Once, del 2004, a consacrarli come vere e proprie stelle nel panorama metal mondiale: il disco ha venduto più di un milione di copie ed è considerato un classico, perlomeno in questo genere specifico.

I Nightwish sono il gruppo finlandese con più dischi venduti nel mondo: ben 7 milioni, accompagnati da oltre 60 platinum e gold awards.

La storia in breve

Nel 1996 Tuomas Holopainen, Erno Vuorinen e Tarja Turunen registrarono insieme il demo di Nightwish in versione acustica. Rendendosi conto che la voce di Tarja era di gran lunga troppo potente per il genere proposto, il trio decise di iniziare a sperimentare inserendo elementi heavy metal.

Nel 1997 Jukka Nevalainen si unì alla band, rimpiazzando le chitarre acustiche con quelle elettriche. Nel 1997 venne registrato il demo di quello che poi diventerà un vero e proprio album, chiamato Angels Fall First. I sette pezzi del disco arrivarono sulla scrivania dei responsabili di Spinefarm Records, che, compiaciuti, fecero firmare alla band un contratto per due album.

La versione internazionale di Angels Fall First fu rilasciata nel novembre 1997 e raggiunse la posizione 31 della classifica finlandese. Nell’ottobre 1998, dopo aver iniziato la carriera live e ad aver raggiunto cinque membri effettivi, venne rilasciato Oceanborn, il loro secondo album. Oceanborn ebbe un ottimo riscontro di critica, raggiungendo la quinta posizione nella classifica degli album più venduti in Finlandia all’epoca e la posizione numero 1 con il singolo Sacrament of Wilderness.

Nel maggio del 2000 l’album Wishmaster debuttò al numero 1 della classifica finlandese. La critica si divise: All music lo reputò ripetitivo, Rock Hard, una nota rivista di genere tedesca, lo elesse invece come Album del Mese.

All’incirca verso l’inizio del 2001, vennero a galla alcuni problemi con il bassista Sami Vänskä, che secondo la versione di Holopainen iniziò a comportarsi in maniera stravagante e poco rispettosa nei confronti della band. Anche Emppu Vuorinen iniziava a sentirsi “stretto”, tanto che dichiarò “mi sento come un mercenario pagato per fare solo quello che mi viene detto”.

La tensione crebbe tanto che Holopainen arrivò a dichiarare sul sito della band che i Nightwish non esistevano più. Dopo una breve vacanza in Lapponia con Tony Kakko dei Sonata Artica, Holopainen ci ripensò e acconsentì ad assumere un nuovo manager per la band. Sami venne accompagnato alla porta e Marco Hietala lo sostituì al basso, cantando anche in alcuni pezzi.

Nel 2002 uscì Century Child, che conteneva parti suonate direttamente da un’orchestra. Century Child divenne disco d’oro due ore dopo l’uscita, e platino in appena due settimane.

Nel 2004 fu rilasciato Once, l’album della consacrazione totale. Once utilizza un’orchestra in 9 delle 11 canzoni che lo compongono, e il singolo estratto dall’album, Nemo, è al momento il singolo di maggior successo dei Nightwish.

Dopo varie performance live, la band si separò da Tarja Turunen nell’ottobre del 2005, dopo un concerto all’Hartwall Arena. La separazione fu qualcosa di spettacolare: Holopainen consegnò a Tarja una lettera sottoscritta dagli altri membri della band (pubblicata anche sul sito), dove viene insinuato che il marito della stessa, Marcelo Cabuli (un business man argentino), avrebbe contribuito a far cambiare l’attitudine della cantante nei confronti della band.

Tarja rilasciò una dichiarazione dicendosi sconvolta, visto che la cosa non le era stata minimamente anticipata.

La Turunen fu sostituita con Anette Olzon, una cantante americana, nell’ottobre del 2007.
L’album seguente, aspettato al varco da molti fan, si chiama Dark Passion Play ed è accreditato come l’album più costoso dell’intero panorama musicale finlandese. L’album divenne doppio platino in 48 ore dal lancio, scongiurando il pericolo “fan delusi”. Fra le altre cose, è anche il disco dei Nightwish con più vocals maschili (sentite ad esempio The Islander).

Discografia dei Nightwish

Demo dei Nightwish

1996 – Nightwish

Album di studio dei Nightwish

1997 – Angels Fall First
1998 – Oceanborn
2000 – Wishmaster
2002 – Century Child
2004 – Once
2007 – Dark Passion Play

EP dei Nightwish

2001 – Over the Hills and Far Away

Dischi Live dei Nightwish

2001 – From Wishes to Eternity
2006 – End of an Era
2009 – Made in Hong Kong (and in Various Other Places)

Singoli dei Nightwish

1997 – The Carpenter
1998 – Sacrament of Wilderness
1998 – Passion and the Opera
1999 – Walking in the Air
1999 – Sleeping Sun (Four Ballads of the Eclipse)
2000 – The Kinslayer
2000 – Deep Silent Complete
2002 – Ever Dream
2002 – Bless the Child
2004 – Nemo
2004 – Wish I Had an Angel
2004 – Kuolema Tekee Taiteilijan
2005 – The Siren
2005 – Sleeping Sun 2005
2007 – Eva
2007 – Amaranth
2007 – Erämaan Viimeinen
2008 – Bye Bye Beautiful
2008 – The Islander

Compilations dei Nightwish

2004 – Tales from the Elvenpath
2005 – Bestwishes
2005 – Highest Hopes – The Best of Nightwish
2008 – The Sound of Nightwish Reborn

DVD ufficiali dei Nightwish

2001 – From Wishes to Eternity
2003 – End of Innocence
2006 – End of an Era
2009 – Made in Hong Kong (And in Various Other Places)

[include file=/include/lsc.htm]

I Nightwish sono celebri anche per la cover di Walking in the Air, pezzo strappalacrime tratto dal bellissimo cartone inglese The Snowman. Un’altra cover celebre è Over The Hills and Far Away, originariamente scritta da Gary Moore.

[include file=/include/firma.htm]

La religione in Finlandia

La religione: in cosa credono i Finlandesi?

I Finlandesi sono cristiani ma non cattolici… cosa vuol dire in pratica essere protestanti? Quali sono le principali differenze tra un cattolico e un protestante?
I tempi delle divinità pagane, come Ahti, Tursas, Ukko e Tapio, sono oramai trascorsi, e la maggior parte dei Finlandesi venera il Dio giudeo-cristiano.

Le credenze popolari pre-cristianizzazione

Le credenze delle popolazioni che abitavano la Finlandia erano di tipo pagane, coniugando un pantheon di divinità “specialistiche” con elementi di sciamanesimo e animismo. I finlandesi veneravano dunque molteplici divinità ed esseri divini, quali ad esempio Ahti (un dio/spirito delle acque, patrono dei pescatori) e Tapio (dio/spirito delle foreste), e si servivano di sciamani e cantori per poter comunicare con il mondo degli spiriti e per poter praticare riti propiziatori. Parallelamente a questo vasto e variegato pantheon, le popolazioni pagane della Finlandia e della Carelia ritenevano che alcuni elementi della Natura, come alcuni animali (tra tutti l’orso, animale venerato e temuto da tempi immemori), alberi, boschi o formazioni rocciose fossero pervasi di poteri magici e divini, e quindi degni di particolare reverenza.

L’avvento del cristianesimo

Il Cristianesimo venne introdotto in Finlandia dai re svedesi intorno all’anno Mille, parallelamente alla progressiva annessione del territorio finlandese a quello della Corona svedese.

Il Cristianesimo predicato inizialmente era di tipo cattolico, ma a partire dal 1527, anno di adesione ufficiale alla Riforma luterana (Martin Lutero) da parte del Regno Svedese, la popolazione finlandese è stata per la maggior parte protestante.

Sempre a partire dall’anno Mille, parallelamente alla diffusione del Cattolicesimo da ovest verso est, avveniva la propagazione del credo ortodosso da est verso ovest, ad opera del Principato di Novgorod (quello che poi diventerà l’Impero Russo). Ancora oggi una piccola parte della popolazione finlandese (circa l’1%) professa l’ortodossia cristiana orientale, in particolar modo nella zona della Carelia settentrionale.

Quali sono le principali differenze tra la religione cattolica italiana e quella protestante finlandese?

Le differenze principali tra il Protestantesimo e il Cattolicesimo sono le seguenti:
I Protestanti non riconoscono l’autorità papale, mentre i Cattolici considerano il Papa “il vicario di Cristo”, e per questo infallibile.
I Luterani affermano che il fedele può avere un contatto diretto con Dio attraverso la conoscenza delle Scritture, mentre per i Cattolici è necessaria la mediazione del sacerdote. Da questo ne consegue che nel Protestantesimo non esistono veri e propri preti, ma solo pastori, che possono sposarsi. Inoltre il sacerdozio è aperto anche alle donne.
Il Cattolicesimo crede in sette sacramenti, il Protestantesimo solo in due (battesimo ed eucarestia).
Il credente cattolico venera i santi, la Madonna e le reliquie; il protestante no.
Il Protestantesimo crede nella Grazia divina, nella giustificazione per fede e nel lavoro come segno di elevazione spirituale e della benevolenza di Dio.
I sacerdoti possono essere uomini e donne ed è normale che siano sposati e abbiano una famiglia con figli. Chi celebra la messa non deve fare voto di castità

La libertà religiosa in Finlandia

Lo Stato finlandese garantisce la libertà religiosa a tutti i cittadini e residenti. La professione luterana e quella ortodossa godono però di uno statuto speciale e sono tutelate da una legge particolare e complessa.

La Chiesa Luterana Finlandese e la Chiesa Ortodossa Finlandese fanno capo allo Stato, che le sovvenziona parzialmente. All’atto di iscrizione del neonato al registro anagrafico viene indicata dai genitori la religione: nel caso in cui si tratti di quella Luterana od Ortodossa, il nome del bambino è inserito nel rispettivo registro. Così facendo l’individuo entra a far parte a pieno titolo della Chiesa: avrà la possibilità di battezzarsi e cresimarsi, sposarsi in chiesa, essere benedetto sul letto di morte, votare nelle elezioni ecclesiastiche locali e così via.

Avrà anche degli obblighi, in particolare il pagare le tasse ecclesiastiche, con le quali le Chiese integrano il contributo statale. Questi registri completi e aggiornati al minuto (oramai sono informatizzati) permettono di stabilire con esattezza il numero di credenti, o più precisamente di membri più o meno attivi. Gli ortodossi sono circa 60.000 (1,1%) e i luterani 4.201.000 (oltre il 78%). I cattolici sono 10.000 e gli ebrei circa 1500, mentre per i musulmani la stima è di circa 45.000.

Il Papa in Finlandia

I Finlandesi si burlano del Papa a causa delle sue esternazioni ultra-conservative soprattutto in tema di sesso e contraccezione, e non riconoscendone la figura di intermediario tra i fedeli e Dio, non gli attribuiscono alcun valore di guida spirituale se non per i Cattolici.

[include file=/include/lsc.htm]

Esattamente come è facile registrarsi come membro della Chiesa finlandese, è facile anche uscirne. Esiste una pagina web (www.eroakirkosta.fi), che permette di lasciare la Chiesa Luterana compilando online un apposito modulo. Solamente nel 2010, grazie alla suddetta pagina, oltre 79.000 persone hanno lasciato la Chiesa luterana.

[include file=/include/firma.htm]